domenica 6 gennaio 2019

ORIA - HO FATTO UN SOGNO CIRCA ASSUNZIONE ASSISTENTE AL COMUNE.

Image and video hosting by TinyPicArticolo precedente QUI.
"No' ddari retta a suenni" recita un noto modo di dire dialettale, ma voglio raccontarvi un sogno che ho fatto stanotte circa un mio post di questi giorni relativo a mie perplessità in relazione alla procedura di assunzione di una assistente sociale al Comune di Oria.
Ho sognato che taluni soggetti interessati alla problematica si affannavano a far capire ad altre persone che le mie "perplessità" sono infondate, poiché tutta la procedura è legittima al massimo.
Orbene, per rendere meno difficile da capire alcune mie perplessità, pubblico qui l'atto amministrativo di assunzione in argomento e vi invito a riflettere sul fatto che, a dire del Responsabile del Servizio Personale, in applicazione dei criteri determinati dall’art. 43 bis del vigente regolamento comunale sull’ordinamento generale degli uffici e dei servizi,  sono stati, in ordine, formalmente convocati per l’assunzione, quattro candidati, e che a seguito della loro rinuncia, in atti,  ha manifestato la propria disponibilità a prestare servizio presso il Comune di Oria la Dott.ssa Sportillo.
Ipotizzando che  la convocazione formale e la successiva rinuncia dei 4 candidati sia documentata in atti,  con corrispondenza (cartacea o elettronica) in entrata ed in uscita, dobbiamo chiederci perché nella determina n.1433 datata 27.12.2018 la d/ssa Sportillo non fa parte del gruppo di candidati "formalmente convocati per l’assunzione" e, conseguentemente, dobbiamo chiederci "se non è stata formalmente convocata per l'assunzione, come ha fatto a manifestare la propria disponibilità a prestare servizio…..?".
E che dire che forse nella determina manca il seguente passaggio: "- Che acquisita tale disponibilità, con nota prot. n. ___/2018, veniva formalmente chiesta al Comune di Latiano l’autorizzazione definitiva ad utilizzare la richiamata graduatoria ai fini dell’assunzione a tempo indeterminato e full-time della dott.ssa Sportillo;
- Che il Comune di Latiano con Delibera di Giunta Comunale n.___ del __.__.2018 riteneva di accogliere tale richiesta autorizzando questo Ente ad utilizzare la graduatoria in questione."

Sarò forse un cittadino curioso, ma non credo di arrecare del danno a nessuno a manifestare delle perplessità. Fra l'altro nel caso specifico sono in ballo soldi dei contribuenti oritani e forse forse, a causa di questa assunzione, non potrà più lavorare una nostra concittadina che lavorava in detto settore, in modo lodevole, da circa 12 anni.
Da cittadino curioso mi piacerebbe sapere chi dobbiamo ringraziare noi oritani per questo pastrocchio (per il quale è stata impegnata la somma di oltre 8mila euro per spese legali), anche al fine di sapere se per l'anno 2018 è stata considerata meritevole di incentivi economici previsti dal CCNL legati al buon rendimento.
Inoltre, mi piacerebbe conoscere gli estremi della lettera con la quale è stato comunicato alla d/ssa Sportillo (nel periodo giugno-luglio 2018) che il Comune non intendeva più assumerla con contratto part time. Dico questo perché ritengo che dobbiamo avere la possibilità di distinguere ciò che è accaduto durante il periodo di gestione commissariale e ciò che è avvenuto subito dopo, allorquando si è insediata l'attuale amministrazione comunale, la quale, come ben sappiamo ha deliberato la costituzione in giudizio del Comune per opporsi al contenzioso acceso dalla predetta Sportillo.
Dimenticavo di dirvi che mi è parso di capire che nella manovra varata dal Governo c'è qualche novità dal 2019 circa  la possibilità di utilizzare vecchie graduatorie di altri Enti.