mercoledì 26 settembre 2018

ORIA - CHE FINE HA FATTO IL PROMESSO FINANZIAMENTO REGIONALE DI 900mila euro?

(a mezzo PEC)
Al Presidente Regione Puglia - Bari
All'Assessore Regionale Turismo e Cultura - Bari
Al Consigliere Regionale Fabiano Amati - Bari
Alla Sindaca del Comune di Oria
^^^^^^ Da cittadino oritano, chiedo cortesemente alle SS.LL. illustrissime se ha avuto seguito il comunicato stampa qui riportato, datato 18.5.2016, a firma del consigliere regionale Fabiano Amati, presidente commissione bilancio e programmazione.
Al Comune di Oria, stando alle dichiarazioni del dr. Fabiano Amati, doveva essere erogato un finanziamento di 900mila euro per restaurare l'antico fondo librario.
In attesa di cortese riscontro, porgo cordiali saluti.
F/to: Francesco ARPA
 --------------------
Patto per il Sud, il Consigliere regionale Fabiano Amati: “7 milioni per i beni culturali della provincia di Brindisi”
18.5.2016 -  “Brindisi, Carovigno, Cisternino, Fasano, Ostuni, San Vito dei Normanni. Sono alcune delle città del brindisino che potrebbero presto godere di un importante finanziamento per il recupero e la valorizzazione di beni immobili di particolare importanza culturale grazie al Patto per il sud, un elenco di proposte presentate dalla Regione Puglia a favore dei beni culturali della provincia di Brindisi”.
Lo dichiara il presidente della Commissione bilancio e programmazione della Regione Puglia Fabiano Amati. “Circa sette milioni di euro per i beni culturali di questa provincia previsti nel Patto per il sud.
Questi gli interventi e i comuni interessati:
– Comune Brindisi: 1 milione di euro per la valorizzazione e la fruizione delle torri costiere ‘Torre Testa e Torre Punta Penne’;
– Comune di Ostuni: 1 milione di euro per interventi di recupero e restauro del complesso monastico di San Francesco finalizzato alla fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale;
– Comune di Celle di San Vito: 415 mila euro per il recupero, il restauro e la valorizzazione della chiesa di San Vito e connessi edifici storici;
– Comune di Carovigno: 676.563,10 euro per interventi di recupero, restauro e valorizzazione del chiostro e prospetto principale del Convento del Carmine Maggiore;
– Comune di Cisternino: 112 mila euro per interventi di recupero e consolidamento della Torre dell’orologio;
– Comune di Erchie, 588.601,73 euro per lavori di restauro e ripristino della biblioteca comunale di Erchie e conversione in spazi polivalenti;
– Comune di Ceglie Messapica: 904.192,48 euro per interventi di restauro, valorizzazione e fruizione del Castello Ducale;
– Comune di Oria: 900 mila euro per il fondo storico librario;
– Comune di Fasano: 965 mila euro per il recupero, restauro e la valorizzazione dell’ex asilo ‘Ignazio Ciaia’ del Chiostro dei minori osservanti in corso Vittorio Emanuele;
– Provincia di Brindisi: 317.300,00 euro per il Museo esperenziale con Spin-off dell’innovazione e della cultura;
– Comune di Mesagne: 959 mila euro per l’adeguamento a norme, valorizzazione e fruizione del castello di Mesagne”.
“Il piano degli interventi – conclude Amati – sarebbe quindi importante soprattutto perché si andrebbe a valorizzare un patrimonio immobiliare di rilevanza culturale e storica per il territorio“. Fonte: https://www.ostuninotizie.it/news/politica/2016/05/18/patto-per-il-sud-il-consigliere-regionale-fabiano-amati-7-milioni-per-i-beni-culturali-della-provincia-di-brindisi/

sabato 22 settembre 2018

ORIA - ALLA PRO LOCO NON SI POTRA' PIU' VOTARE PER DELEGA (finalmente)

Al signor Andrea Almiento, presidente p.t. della Pro Loco di Oria (a mezzo mail info@torneodeirionioria.it)
e, per competenza: al Presidente della Regione Puglia - Bari - (a mezzo PEC)
All'Assessore Regionale al Turismo - Bari - (a mezzo PEC)
e, p.c.: Al sindaco della città di Oria (a mezzo PEC)


Preg/mo Signor Andrea Almiento,
nell'augurarle buon lavoro quale nuovo presidente della Pro Loco, in qualità di socio di detto sodalizio, la invito a prendere formalmente atto delle seguenti comunicazioni:
-essendo socio da circa un ventennio, nelle varie assemblee a cui ho partecipato ho sempre fatto presente al presidente di turno, l'illegittimità di riscuotere le quote sociali a fine anno, se si considera che il pagamento della quota sociale è condizione indispensabile per partecipare alle assemblee e poter votare.
E' arcinoto che all'inizio di anno si svolge l'assemblea ordinaria dei soci per l'approvazione del bilancio consuntivo per l'anno precedente e che in detta occasione nessuno dei partecipanti è in regola col pagamento della quota sociale.
Negli anni scorsi, in occasione del rinnovo del consiglio di amministrazione si è addirittura consentito di votare a coloro che non avevano pagato la quota sociale per l'anno precedente, consentendo di farlo all'atto del voto, nonostante lo Statuto tipo delle Associazioni Pro Loco della Puglia di cui alla L.R. 1990, n.27 (Deliberazione di Giunta Regionale Puglia n°4504 del 24.7.1990) prevedeva che la quota sociale doveva essere versata improrogabilmente entro il 31 gennaio di ogni anno (art.4).


All'inizio dell'anno 2007, l'allora Presidente Emilio Pinto, al fine di modificare lo statuto ed il relativo regolamento, con lo scopo di armonizzarli con le esigenze locali, nel rispetto delle linee guida di cui alla L.R. n.27/1990, nominò una speciale commissione che era così composta: Dr. Emilio Pinto, Prof. Ennio Suma, Avv. Cosimo Iacovazzi, Prof. Cosimo Mazza, Ins. Dino Attanasio Danese, sig.ra Emma Stasi (Segretaria). I lavori della commissione terminarono all'inizio dell'estate 2007. Il Presidente disse che avrebbe fatto stampare il numero di copie occorrenti per poi firmarle e sottoporre la bozza all'attenzione dell'assemblea generale dei soci di fine anno. L'impegno non fu mantenuto e a tutt'oggi la situazione è rimasta tale.
Ciò premesso, la invito formalmente a costituire immediatamente una commissione col compito di modificare statuto e regolamento al fine di renderli conformi (prima ancora della prossima assemblea dei soci, prevista per novembre) alla nuova normativa regionale che disciplina le Pro Loco (L.R. 11.6.2018, n.25, BURP n.80 del 15.6.2018), la quale, oltre a ribadire che all'Assemblea prendono parte tutti i soci in regola con la quota sociale dell'anno in corso (art. 9, comma 3), ha eliminato la possibilità del voto per delega (tanto abusato finora, col risultato che nel 2005, in occasione delle votazioni per il rinnovo delle cariche sociali, su 270 votanti ben 91 erano per delega - la precedente normativa consentiva sino a due deleghe-).
In attesa di riscontro, porgo cordiali saluti.
Oria, lì 22.9.2018
F/to: Francesco ARPA -  72024 ORIA

giovedì 20 settembre 2018

ORIA - ASILO NIDO COMUNALE ANCORA CHIUSO?

È normale che l'asilo nido comunale di Oria non è ancora operativo?
Un mio amico ama ripetere " Ad Oria tutto è possibile!".

mercoledì 19 settembre 2018

ORIA - ALTRO CONTENZIOSO IN ARRIVO?

Ricordate un mio POST relativo alla costruzione di un CENTRO DIURNO PER SOGGETTI AFFETTI DA DEMENZA?
I lavori sono ancora fermi in quanto qualcuno ha dato ordine in tal senso. Chi ha dato l'ordine e per quale motivo?
Ho motivo di ritenere che siamo in presenza di un contenzioso fra il Comune e la ditta appaltatrice. Speriamo bene.

martedì 18 settembre 2018

ORIA - L'ESTATE STA FINENDO.......E LE PROBLEMATICHE?

ORIA - Una vecchia canzone recita "l'estate sta finendooooo".
Con l'evento di ieri "pedibus - giornata dell'accoglienza a scuola" sono terminati gli appuntamenti previsti dal cartellone dell'estate oritana, che oltre a sollazzare popolazione  stanziale e migratoria è servita come strategia di distrazione dai tanti problemi da risolvere (chiusura castello; buche stradali; abbandono rifiuti; rimborso TARI gonfiata 2014-2017; parcheggi a pagamento; carenza vigili urbani; contenzioso con ACOS srl; lavori fermi per costruzione Struttura per trattamento dementi alle spalle caserma CC; mancato rispetto regolamento dehors da parte esercizi pubblici; problema randagismo e insozzamento marciapiedi ad opera di cani con microchip; bagni pubblici in piazza, nonché nelle aree mercatali; gestione beni culturali; nomina direttore del museo; gestione seria dell'area ex polveriera; unificazione dei due mercati settimanali poiché  quello del mercoledì  è  ormai ridotto al lumicino; etc......etc....)

martedì 11 settembre 2018

ORIA - UN ACCENNO AD UN PASTROCCHIO IN DANNO DELLE CASSE COMUNALI.

Ebbene si, pastrocchio in danno delle casse comunali, le cui responsabilità vanno ricercate fra commissaria prefettizia, amministratori comunali e tecnici (a tempo indeterminato e determinato) che si sono succeduti dall'inizio del 2015 al 31.5.2018. Discorso a parte va fatto per i consiglieri comunali che hanno fatto come le famose tre scimmie!
Quello che pian piano cercherò di spiegarvi è strettamente correlato a un precedente POST. Il tutto è relativo a degli alloggi per utenze differenziate che dovrebbero essere realizzati in Vico G. De Marzo, con fondi regionali.
Ho scaricato dall'albo pretorio online del Comune di Oria tutti gli atti che sono stati pubblicati e sto procedendo ad attenta lettura, affinché possa realizzare un dossier ed un racconto sintetico in grado di essere facilmente compreso…...da chi ha voglia di informarsi.
Vi preannuncio che di cose curiose, strane ed interessanti ne sto scoprendo una dietro l'altra, esempio:
 - un'architetto (dell'UTC) progettista che sbaglia il cosiddetto Quadro Tecnico Economico;
- una gara per affidamento lavori vinta ed aggiudicata da una ditta di Formia (LT), la quale, in  presenza del silenzio del Comune in ordine alla conclusione del procedimento con la stipulazione del contratto di appalto, ricorre al TAR di Lecce che, accogliendo il ricorso, obbliga il Comune ad adempiere entro 60 gg. dalla data della pubblicazione della sentenza;
- nell'occasione, con delibera della commissaria prefettizia il Comune si era costituito in giudizio -per perdere una causa…...persa in partenza- e rimetterci oltre14mila euro per incarico ad un legale di Bari, per la prima volta difensore dell'Ente oritano;
 - allo stesso principe del foro barese, specialista in diritto amministrativo, la responsabile dell'Ufficio Contenzioso con determina n.680 del 5.6.2018 affida un incarico per ottenere un parere utile a fare uscire l'Ente dalle sabbie mobili ed allontanare il rischio di perdere il finanziamento regionale -oltre un Unmilione di euro-.
Salvo mie sviste, il Comune ha già speso circa 100mila euro fra spese di progettazione (leggasi incarichi vari a professionisti esterni), bando di gara e spese legali (oltre 18mila euro).
Gli atti pubblicati nell'albo pretorio online si fermano al 5 giugno u.s. e al momento non ho altre notizie.
Ripeto: molte cose strane, curiose ed interessanti sto riscontrando e che mi fanno sorgere delle domande, esempio:
- visto che è scaduto il termine di cui alla sentenza del TAR di Lecce, il contratto con la società ACOS è stato stipulato durante il decorso estate, oppure è stato nominato un commissario ad acta?
chi ha suggerito all'ufficio Contenzioso il nome dell'avvocato barese? Sarebbe bastata una piccola ricerca attraverso il web per scoprire che le sue parcelle sono salatissime, se si considera che ha chiesto al Comune di Termoli la modica cifra di  9.180.000,00 per n. 98 cause che gli erano state affidate in via fiduciaria dall’ente comunale (mica bruscolini…. parliamo di una media di 93.673,00 a causa!!!);
- è sbagliato pensare che  la ACOS srl possa essere già stata contattata da referenti di ditte locali per ottenere lavori in subappalto?

ORIA - REMUNERATI I COMPONENTI LA COMMISSIONE ELETTORALE CENTRALE.

Riferimento precedente POST.
Cliccare sull'immagine per ingrandire.

lunedì 10 settembre 2018

ORIA, IL COMUNE ED IL SOGGIORNO CLIMATICO PER ANZIANI CHE NON C'E' PIU' ????

Per il secondo anno consecutivo l'Amministrazione Comunale di Oria non organizza il soggiorno climatico per anziani.
Sintomo di cambiamento o di ritorno al passato?

sabato 8 settembre 2018

ORIA - ROBA DA METTERSI LE MANI AI CAPELLI !!!! SPESE LEGALI DEL COMUNE A BIZZEFFA.

Stasera ho scoperto una delle tante "perle" del Comune di Oria, in particolare della commissaria prefettizia e dei dirigenti dell'ufficio contenzioso.
------------------------
SENTENZA DEL TAR DI LECCE
Pubblicata il 13/02/2018
N. 00262/2018 REG.PROV.COLL.
N. 00723/2017 REG.RIC.
REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia
Lecce - Sezione Prima
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 723 del 2017, proposto da:
Acos Srl, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentata e difesa dall'avvocato Ernesto Sticchi Damiani, con domicilio eletto presso il suo studio in Lecce, via 95° Reggimento Fanteria, 9;
contro
Comune di Oria, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall'avvocato Vito

giovedì 6 settembre 2018

ORIA - EI FU ............SICCOME ALBERO MORTO

Un maestoso abete che dimorava all'interno del cortile di un'abitazione in Via Giacinto D'Oria (nei pressi del Comune) da oggi non lo vedremo più. Da tempo era passato a miglior vita.
All'albero scomparso e agli eventuali uccelli che vi dimoravano la notte dedico una poesia (La quercia scomparsa di G.Pascoli):
 - Dov’era l’ombra,
or sé la quercia spande morta,
né più coi turbini tenzona.
La gente dice: Or vedo, era pur grande!
Pendono qua e là dalla corona
 i nidietti della primavera.
Dice la gente: Or vedo, era pur buona!
Ognuno loda, ognuno taglia.
 A sera ognuno col suo grave fascio va.
Nell’aria, un pianto… d'una capinera
che cerca il nido che non troverà.

mercoledì 5 settembre 2018

ORIA - "A PENSAR MALE SI FA PECCATO MA SPESSO CI SI AZZECCA"

Image and video hosting by TinyPicQuesto post è strettamente correlato al precedente.
Determina n. 986 /1 Settore Affari Generali del 05/09/2018
Premesso che con Delibera di Giunta Comunale n. 13 del 04.09.2018 si è stabilito di modificare il piano assunzionale del 2018 approvato con Delibera del Commissario Straordinario assunta coi poteri della Giunta Comunale n. 24 del 14.02.2018 sostituendo la copertura dei due posti, già prevista, a tempo parziale (18 ore settimanali) e indeterminato, di ASSISTENTE SOCIALE, Categoria D - Posizione Giuridica D1, con quella di un unico posto di ASSISTENTE SOCIALE, Categoria D - Posizione Giuridica D1, ma a tempo indeterminato e pieno, mediante l’ordinaria procedura di reclutamento prevista dal vigente Regolamento comunale sull’ordinamento degli uffici e dei servizi, ferma restando la previsione delle altre assunzioni già programmate nel richiamato provvedimento commissariale;

martedì 4 settembre 2018

ORIA - "E I CITTADINI PAGANO" - Storia di inizio di un contenzioso.

Nell'ultimo Consiglio Comunale il consigliere di minoranza Ferretti lamentava il particolare dell'importo di 40mila euro per spese legali, nel bilancio di previsione per l'anno corrente. Il medesimo consigliere faceva riferimento anche ad un certo contenzioso che potrebbe creare problemi all'Ente.
Orbene, trattasi di una mancata assunzione di un'assistente sociale, la quale si è rivolta al giudice del lavoro affinché ordini al Comune di Oria "il perfezionamento della procedura di assunzione della ricorrente e la condanna al risarcimento dei danni che ritiene aver subito per la perdita di chance".
Nella delibera che pubblico in questo post, la Giunta Comunale getta del fumo sulla vicenda, a mio parere, col fine di non rendere identificabile la persona che  ha sbagliato …… spero in buona fede.
L'Ente ha deciso di costituirsi in giudizio, avvalendosi di un avvocato esperto in materia, che è stato individuato dalla vicesegretaria, responsabile dell'Ufficio Contenzioso, la quale ha già pubblicato una determina di impegno di spesa per oltre ottomila euro a titolo di spese legali.
Delibera di G.C. N° 6 del 06/08/2018
Premesso che con Deliberazione commissariale assunta coi poteri della Giunta Comunale n. 24 del

domenica 2 settembre 2018

ORIA - VIA MARIO PAGANO: RIMOSSI 5 BIDONI PER RIFIUTI.

In riferimento a un precedente post vi informo che grazie alla sinergia fra questo blog (che ha segnalato) e qualche amministratore comunale che si è interessato, cinque degli otto bidoni ubicati sul marciapiedi di Via M. Pagano, di fronte al civico 122, sono stati rimossi.
Bene così.

sabato 1 settembre 2018

ORIA - FINALMENTE L'AREA EX POLVERIERA (magazzini ortofrutticoli) SI PRESENTA UN POCHINO MEGLIO.

Nelle scorse settimane un comunicato stampa dell'amministrazione comunale informava che grazie alla sinergia fra cittadini ed amministratori comunali era stato (pochino, pochino)  bonificato un sito di abbandono rifiuti nei pressi della chiesa di Gallana.
Questo blog con due articoli datati 14 luglio e 23  agosto denunciava pubblicamente la grave situazione (anche igienico-sanitaria) esistente nell'area ex polveriera.
La mattina del 23 agosto un consigliere comunale di minoranza (che mi ha chiesto di poter mantenere l'anonimato) telefonava alla sindaca per sollecitare un concreto ed immediato intervento in detta area.
All'alba del giorno dopo, sabato 24 agosto, a seguito di energico intervento della sindaca, la Monteco procedeva a rimuovere il grosso dei rifiuti abbandonati ed accumulati da varie settimane.
Oggi, a distanza di una settimana ho personalmente verificato che, almeno per quanto riguarda i grandi cumuli di rifiuti, la situazione è decisamente migliorata.
Adesso si attende che l'assessore al ramo si interessi in modo serio ed opportuno affinché venga bonificata tutta l'area.
COMUNICATO DELLA SINDACA IN DATA 24 AGOSTO 2018
Ieri mattina, alle prime ore dell’alba, la Monteco ha eseguito un lavoro di pulizia straordinaria dell’area dei magazzini ortofrutticoli sita in contrada Belloluogo. Come detto, si è trattato di un
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...