domenica 26 febbraio 2017

FRANCESCO MILIZIA NACQUE AD ORIA NEL 1725. LO AFFERMA ANCHE EMMANUELE PAPARO DA MONTELEONE DI CALABRIA.

Già, proprio così!
Emmanuele Paparo da Monteleone di Calabria (1778-1828), pittore, poeta, architetto e scrittore, in una biografia su Francesco Milizia ebbe a smentire il Giornale Enciclopedico di Napoli, che nel n.4 dell'anno1820 riportava  1721 come anno di nascita ed il 1797 come anno di morte dell'oritano critico d'arte.
In verità al Giornale Enciclopedico di Napoli il Paparo dà del "falso" per altri particolari oggetto della pubblicazione.

Indirettamente Emmanuele Paparo ha dato del falso anche all'anonimo autore dello Status Animarum oritano dell'anno 1736, per aver registrato la presenza in Oria  del dodicenne Francesco Milizia, figlio di Raimondo e di Vittoria Papatodero......(nell'anno 1736)

Ovviamente qualche mio onorato ed onorabile compaesano sarà libero di etichettare come "storico orecchiante" sia Emmanuele Paparo che il canonico Don Barsanofio Chieti.





mercoledì 22 febbraio 2017

ORIA - FRANCESCO MILIZIA E' NATO NEL 1725. LO DICE UNA SUA AUTOBIOGRAFIA.

Proprio così: nel 1725 e non nel 1724 come qualcuno afferma.

Inoltre, in base a quanto riportato dal giornalista  Vincenzo Sparviero nel numero di giugno 1998 del giornale mensile l'ORITANO, il Milizia sarebbe nato al civico 12 di Via Abate Carbone (approfondire QUI).

Ed ancora, siccome Francesco Milizia all'età di 9 anni (anno 1734) andò a vivere a Padova, nel 1736 non poteva essere registrato in alcun STATUS ANIMARUM della città di Oria.

domenica 19 febbraio 2017

ORIA - VIDEO COMMEMORAZIONE 120° ANNIVERSARIO NASCITA ORLANDO DE TOMMASO


venerdì 17 febbraio 2017

ORIA - GRAN SUCCESSO COMMEMORAZIONE 120° ANNIVERSARIO NASCITA ORLANDO DE TOMMASO.

Proprio così: gran successo! Come testimoniato e riferito dai tanti presenti. Molti i forestieri in rappresentanza delle varie associazioni d'arma della provincia.

Allo scoprimento della targa commemorativa ha presenziato il Signor Prefetto di Brindisi.
Presenti anche altre autorità civili e militari (il Colonnello Conforti del Comando Provinciale CC. di Brindisi, il Cap. Maggio della Compagnia CC. di Francavilla, il Comandante la Stazione CC. di Oria Cav. Borrello, il vicario del Questore di Brindisi e la Dirigente del Commissariato di P.S,. di Mesagne, il vice prefetto Dr. Guido Aprea della Prefettura di Lecce)

Nei prossimi giorni pubblicherò qualche video ed altre foto.

Curiosità ed entusiasmo particolare hanno dimostrato i residenti nel quartiere "Chiazzedda" (quartiere ebraico, rione Judea).

Ai pochi che hanno dubbi circa il fatto che la casa natia è quella individuata dalla Prof/ssa Anna Maria Andriani, dico semplicemente di andare a leggersi qualcosa di toponomastica locale, oltre a quanto da me pubblicato in questo blog a proposito di Orlando De Tommaso (http://www.arpa-oria.com/search/label/Orlando%20De%20Tommaso).

Sia ben chiaro un concetto: il fatto che nei pressi di detta casa esista una strada denominata Via Capitano Carabinieri DE TOMMASO ORLANDO non significa che l'eroe è nato in quella via.
Per analogia deve essere ben chiaro che in Via Francesco Milizia non è nato l'illustre omonimo architetto del 1700, il quale è invece nato in Via Cap. DE TOMMASO ORLANDO (anticamente Via Sant'Antonio di Padova).

L'eroe Orlando De Tommaso è nato  " al pianterreno di casa Contento, in Via Piazzella, 79 " (l'attuale via F.sco Milizia).

Posso dirvi, senza timore di essere smentito, che fino al 1899 Via Piazzella era il tratto di strada che partendo da Porta degli Ebrei arriva nei pressi dell'attuale casa del Preside Mazza (Via Milizia 134).
Casa "Contento", non può non essere lo stabile ove al piano primo, al civico 151, abita il signor Salvatore Filotico, mentre al piano terra, civico 149, abita il Dr. Cesare Leone, il quale è anche l'attuale proprietario della casa sita al civico 153, nella quale, in base alle risultanze delle ricerche effettuate dalla bravissima prof/ssa, è nato Orlando De Tommaso ..... 120 anni orsono.

Altri elementi fuorvianti che riferiscono certe persone che si ritengono persone informate sui fatti:
- nel 1897 quella casa forse era di proprietà di un ABATE. Può essere questa una prova che Orlando De Tommaso non è nato lì?
- negli anni Cinquanta in Via Cap. DE TOMMASO ORLANDO  (già via Sant'Antonio di Padova... prima del 1965) ha abitato una famiglia De Tommaso. Può essere questa una prova che Orlando De Tommaso non è nato in Via Milizia, 153 (anticamente Strada Piazzella, n°72) ?

Queste voci di persone dubbiose (?) sono giunte all'orecchio dell'ottima ricercatrice Prof/ssa ANDRIANI, la quale, con la modestia e l'umiltà che la contraddistingue, nel corso del suo intervento ha affermato "la mia è un'ipotesi, non definitiva". Sinceramente, fossi stato io al suo posto non avrei dato tal piacere a quelle persone che si ritengono bene-informate, dalle quali mi aspetto delle controdeduzioni documentate e credibili.

Un plauso pubblico mi sento di dover fare oltreché all'Amministrazione Comunale, all'Arma dei Carabinieri, all'ANC (Associazione Naz. Carabinieri) e al Dr. Cesare Leone, proprietario della casa in questione, il quale non si è fatto per niente prendere da alcun dubbio ed ha subito aderito alla proposta del sindaco Ferretti di apporre una targa in marmo.



martedì 14 febbraio 2017

ORIA - 16.2.2017: COMMEMORAZIONE 120° ANNIVERSARIO NASCITA ORLANDO DE TOMMASO, CAP. CC., MEDAGLIA D'ORO AL V.M.

PROGRAMMA
 
Giovedì 16 febbraio 2017
Ore 16:30 – Via F. Milizia, 153
Scoprimento e benedizione targa commemorativa presso la casa natia
 
Ore 17:30 – Aula Consiliare Saluti del Sindaco e delle Autorità presenti
Interventi:
Prof. Giuseppe Patisso
Il contesto storico dell’armistizio dell’8 settembre 1943
 
Prof.ssa Anna Maria Andriani
Presentazione volume «Una vita per un ideale»
Alla Commemorazione saranno presenti i parenti del Decorato.
 
----------------------
 
Orlando De TOMMASO, di Giovanni e di Francesca NISI, nacque il 16 febbraio 1897 ad Oria, ove visse fino al 1907, allorquando la famiglia si trasferì a Taranto. Dopo aver partecipato alla guerra mondiale del 1915-18, mettendo in mostra le non comuni doti di soldato e di ufficiale, continuò la carriera militare nel Corpo dei Carabinieri Reali.
---------------------- 

Motivazione Medaglia d'Oro al Valor Militare alla memoria. D.P.R. del 29.5.1963, pubblicato sulla G.U. del 24.8.1963.
«Comandante di compagnia allievi carabinieri impegnata per la difesa della capitale, nella riconquista di importante caposaldo che truppe tedesche avevano strappato dopo sanguinosa lotta a reparto di altra arma, mosse all’attacco con slancio superbo, trasfondendo nei suoi giovanissimi gregari grande entusiasmo ed alto spirito combattivo.
Dopo tre ore di aspra ed alterna lotta, in un momento decisivo delle sorti del combattimento, per trascinare il suo reparto inchiodato dal fuoco nemico a poche centinaia di metri dall’obbiettivo e lanciarlo contro l’ultimo ostacolo, non esitava a balzare in piedi allo scoperto, sulla strada furiosamente battuta, affrontando coscientemente il supremo sacrificio.
Colpito a morte da una raffica di arma automatica, cadeva gridando ai suoi carabinieri: «Avanti! Viva l’Italia».
  Il suo grido e il suo olocausto, galvanizzando il reparto, lo portarono d’impeto, in una nobile gara di eroismi, alla riconquista dell’obbiettivo. Magliana di Roma, 9 settembre 1943.»

mercoledì 8 febbraio 2017

ORIA - 9 e 10 febbraio Scuola Media Fermi chiusa per operazione verifica strutture (ordinanza sindaco)

Con odierna ordinanza il sindaco di Oria ha disposto la chiusura della scuola Media Statale E. Fermi, sita in via Erodoto di Alicarnasso, per i giorni 9 e 10 febbraio, per consentire la verifica delle condizioni strutturali di tutti gli stipiti in marmo delle finestre.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...