sabato 19 settembre 2015

ORIA - PIAZZA LORCH E LE CARTE "STRANE" ALLEGATE AL PROGETTO.

In questi giorni, grazie ad un post pubblicato sul social network Facebook da un consigliere di minoranza, abbiamo scoperto che nel settembre 2013, al progetto definitivo di cui alla richiesta di finanziamento per riqualificare piazza Lorch è stata allegata una fotografia di epoca antecedente al mese di agosto 2012, al fine di certificare che il muro su via Torre era ammalorato e quindi fonte di insidie per l'incolumità pubblica.
Questo il post:  ----[[ Questa foto, che risale al 2012, è tratta da una tavola del progetto esecutivo di riqualificazione di Piazza Lorch. E dire che qualcuno voleva farlo sopravvivere questo muro marcio (ora non si vede perché è rivestito). Al di là dell'allargamento di via Torre, per fortuna che qualche tecnico, alla fine, una occhiata alle tavole del progetto l'abbia data... per la nostra sicurezza, non per altro.]]

Non sono in grado di affermare o escludere che questa è l'unica fotografia di quel muro allegata al progetto definitivo.

Grazie a Google ho reperito un immagine dell'agosto 2012 che offre ai nostri occhi tutt'altra visione rispetto a quella "MARCIA" riferita dal suddetto consigliere di minoranza.

Inoltre lo stesso consigliere comunale,  allorqando è stato rivestito detto muro (come egli afferma) svolgeva la stessa funzione politico-amministrativa, ovvero consigliere comunale di minoranza durante la consiliatura Pomarico.

Sinceramente non ricordo che egli od altri politici abbiano protestato contro la decisione dell'amministrazione comunale di allora di fare una semplice "lavata di faccia" a quel muro MARCIO. Lavata di faccia che celava, ma non sanava l'insidia.
 Quel consigliere comunale avrebbe fatto invece cosa e buona giusta a denunciare la pericolosità di quel muro.... e di quell'operazione di stupido maquillage?


Ieri sono stati espiantati i nove alberi di leccio che dimoravano nei pressi di quel muro e, molto probabilmente, nei prossimi giorni quel muro sarà abbattuto.  A proposito, se vi siete persi un mio precedente post attinente all'argomento, vi prego di cliccare qui.

Poco fa ho letto una "perla" a firma di un ex consigliere di maggioranza, circa i costi sostenuti dal Comune per rivestire quel muro: "Credo non più di 500 euro...si comprarono i tufi da cm 20 per ottenere 6 pezzi da cm 3. Il resto lo fece la ditta che lavora per conto del comune".
Provate a tagliare un tufo da cm. 20 per realizzare sei fette da cm. 3 cadauna.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...