lunedì 13 luglio 2015

ORIA - PIAZZA LORCH E IL PARERE DI UNA DONNA CHE MI SAREBBE PIACIUTA COME ASSESSORE.

Qualche anno fa su un social network ho avuto il piacere di leggere un commento circa il progetto di riqualificazione di Piazza Lorch, ovvero quello relativo ai lavori in corso, il cui progetto esecutivo porta il nome dello STUDIO ASSOCIATO FUZIO di Bari.
Mi piacque tanto che decisi di salvarlo fra le mie cose sul p.c..
Ecco il testo:
[Senza intraprendere sterili polemiche ed essendo una giovane professionista di Oria, volevo esprimere il mio pensiero circa il progetto che è stato presentato.
 Come ha scritto già qualcuno mi chiedo come mai nel progetto venga ridotta all'osso la presenza degli spazi verdi. Ovviamente la piazza non può essere un parco urbano, ma visto che la "villa comunale", che dovrebbe essere il nostro parco urbano non viene utilizzata, perché cancellare quei pochi spazi verdi che ci sono rimasti?
Nel progetto non vedo il rispetto dei principi guida della progettazione sostenibile: dov'è la permeabilità delle superfici?, dov'è il verde elemento regolatore del microclima e mitigatore dell'isola di calore urbana? 
Essendo la piazza prima di tutto luogo di socializzazione, come si potrebbe socializzare in estate (ovviamente durante il giorno, quando si registrano 30-40° di temperatura) se non vi è la presenza di quegli elementi che garantiscono il benessere nella fruizione degli spazi esterni?...spero perlomeno che le alberature che sono previste a margine della piazza siano rappresentate da essenze autoctone, e non palme esotiche o alberi d'alto fusto che dopo qualche anno con le radici andrebbero a rovinare tutta la pavimentazione... 
Condivido l'idea di fondo del progetto di creare uno spazio dedicato anche alle manifestazioni, ma trattandosi principalmente di una piazza dovrebbe essere un luogo di aggregazione tutto l'anno e non solo in occasione di qualche manifestazione...e comunque trattandosi anche di una piazza pubblica credo che il progetto dovrebbe essere la summa di una serie di istanze, tra cui quelle della popolazione (esiste la "progettazione partecipata") o comunque dovrebbe derivare da un procedimento di evidenza pubblica (concorso di idee, concorso di progettazione)... 
Qui non ci si sta lamentando del verde che andrebbe perso in Piazza Lorch, perché se fosse una bella piazza con un "bel verde" non ci sarebbe bisogno di alcuna riqualificazione e quindi di alcun progetto...mentre si sta considerando la possibilità di dare maggior spazio agli spazi verdi nel progetto presentato, pur mantenendo l'idea di fondo e gli aspetti che risultano interessanti...se le aiuole sono oggi "pochi centimetri di terra sporca" è colpa dell'inciviltà della gente, inciviltà che deriva da uno scarso senso di appartenenza ai luoghi...le condizioni in cui versa oggi la piazza non fanno altro che incentivare questa inciviltà, riqualificarla invece potrebbe portare alla riappropriazione di questo luogo da parte dei cittadini e quindi un maggior rispetto per lo stesso...e poi il verde anche se sotto forma di "qualche aiuola" oltre ad avere il suo impatto formale ed estetico, migliora le condizioni di benessere nella fruizione degli spazi esterni (così come la presenza dell'acqua sotto forma di fontane, che è già prevista nel progetto)...siccome è stata citata Francavilla prendo come esempio il viale: gli alberi che sono piantumati lungo il viale della stazione in estate creano ombra e anche nelle prime ore del pomeriggio la gente si ritrova seduta sulle panchine o a passeggiare tranquillamente...mi chiedo come questo potrebbe accadere in assenza di spazi verdi e di alberature (alcune peraltro già previste nel progetto) in piazza Lorch? o vogliamo che la piazza sia frequentata solo in ore serali?]





Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...