giovedì 24 dicembre 2015

ORIA - 22 DIC.2015: CONCORSO "UNA POESIA PER NATALE" INDETTO DA ANMI. VIDEO.






domenica 20 dicembre 2015

ORIA - VIDEO PRESENTAZIONE CALENDARIO GRUPPO PROMOZIONE UMANA......con note illustrative e CRITICHE del dr. Pasquale Spina.


sabato 19 dicembre 2015

ORIA - 20 DICEMBRE: INAUGURAZIONE 2^ ED. PREMIO DI PITTURA E SCULTURA "Sant'Annibale Maria di Francia"

Inaugurazione della seconda edizione del premio di Pittura Scultura e Poesia "Sant'Annibale Maria Di Francia".
Domenica 20 dicembre alle ore 18,00, s'inaugura, presso l'Istituto Antoniano Maschile di Oria, la seconda edizione del premio di Pittura Scultura e Poesia intitolato a Sant'Annibale Maria Di Francia, padre degli orfani ai quali offri la sua vita per la loro promozione umana e spirituale attraverso il lavoro, l'arte e i mestieri. Per questo, l'Associazione "Ex Allievi Rog e Amici di P. Annibale M. Di Francia" ha voluto istituire questo Premio cui quest'anno s'è avuta una importante partecipazione di artisti e poeti provenienti da diverse regioni italiane.
"E' bello, commenta Alessandro Candida, presidente dell'associazione organizzatrice, vedere tanti artisti di diversa espressività e concezione dell'arte e del componimento, di età ed estrazione diverse riuniti tutti insieme per proporre a più voci un univoco messaggio di promozione culturale e umana. Tutto questo premia i sacrifici profusi per renderne possibile l'organizzazione e ci rende orgogliosi d'essere figli spirituali di P. Annibale Maria Di Francia. A tal proposito desidero ringraziare gli amici del consiglio direttivo e quanti con il loro contributo hanno reso possibile la realizzazione di quest'evento culturale" Ad inaugurare col taglio del nastro sarà il sindaco di Oria Cosimo Ferretti. Saranno presenti anche amministratori comunali, il direttore dell'Istituto Antoniano P. Vito Magistro e lo stesso presidente dell'Associazione organizzatrice Alessandro Candida. La mostra rimarrà aperta ai visitatori dal 20 di dicembre al 9 di gennaio 2016.

lunedì 14 dicembre 2015

ORIA - Presentazione del Calendario del Torneo dei Rioni 2016

ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO LOCO ORIA 
COMUNICATO STAMPA

Sarà presentato al pubblico domani, martedì 15 dicembre 2015, alle ore 20 presso il Cine-Teatro “Gassman” di Oria, il Calendario 2016 del Corteo Storico di Federico II - Torneo dei Rioni.

 Nel corso dell’ormai classico appuntamento di fine anno organizzato dalla Pro Loco di Oria, si rivivranno alcuni dei momenti magici della manifestazione. Saranno proiettate immagini storiche del Torneo e verranno assegnati dei riconoscimenti, il tutto intervallato con piacevoli interventi musicali. 

Si scopriranno poi gli scatti scelti per il calendario frutto di una selezione che quest'anno ha privilegiato lo spettacolo, gli atleti e i quattro Rioni. Sono state esaminate circa diecimila immagini fornite dai numerosi fotografi che ogni anno immortalano la rievocazione.

Si tratta di un «calendario è speciale», secondo il
presidente della Pro Loco di Oria avv. Giovanni Pomarico, «perché è quello che preannuncia la Cinquantesima edizione del Corteo Storico di Federico II – Torneo dei Rioni, in programma per il 13 e 14 agosto 2016. La Pro Loco, la Città di Oria e i quattro rioni Castello, Giudea, Lama e Santo Basilio nel prossimo anno celebreranno l’importante traguardo dell’evento, che rappresenta un appuntamento con la storia puntuale e imperdibile dal 1967».
L’evento è a ingresso libero e la cittadinanza è invitata.

ORIA - APERTURA PORTA DELLA MISERICORDIA BASILICA CATTEDRALE. VIDEO

giovedì 10 dicembre 2015

ORIA - MISURE DI SICUREZZA, GIUBILEO DELLA MISERICORDIA.

IL  SINDACO 
OGGETTO: COMUNICATO STAMPA.

Il giorno 13 p.v. dalle ore 17,00 nella Città di Oria, sede della omonima Diocesi, si terrà la cerimonia di apertura del Giubileo della Misericordia 2015.
Considerato che, a seguito degli ultimi, tragici eventi accaduti a Parigi, il Ministero dell’Interno ha impartito alle locali questure specifiche direttive al fine di prevenire eventuali, seppur improbabili, episodi analoghi;
al fine di garantire la sicurezza dei fedeli che si recheranno presso la nostra città, la Questura di Brindisi, nel Comitato Provinciale della Sicurezza Pubblica tenutosi il giorno 9 u.s., ha predisposto uno specifico dispositivo di filtraggio delle persone che vorranno confluire nella zona interessata alla celebrazione;
considerato che tali operazioni potrebbero creare dei rallentamenti agli accessi predisposti;
si invitano i fedeli che vorranno assistere alla Cerimonia di apertura del Giubileo di anticipare quanto più possibile l’arrivo nella nostra città.
Si precisa che il dispositivo di sicurezza verrà messo in atto dalle ore 14,00 e che il Corpo di Polizia Locale di Oria ha predisposto degli specifici spazi di sosta riservati alle auto ed ai bus al servizio dei fedeli situati in via Erodoto di Alicarnasso, via B. Marsella e via Crocefisso.
Si invitano, altresì, i conducenti degli stessi ad esporre all’interno dell’abitacolo un cartello con la dicitura “GIUBILEO”.
Oria, 10 dicembre 2015

Il Sindaco
f.to Cosimo Ferretti



ORIA - ANTONIO METRANGOLO E' STATO ASSOLTO CON FORMULA PIENA DALL'ACCUSA DI "VOTO DI SCAMBIO"

Ciao Franco,
sono Antonio Metrangolo.
 Mi permetto di scriverti per informarti che in data odierna, finalmente, è stata posta la parola fine all'incubo diffamatorio che mi ha tormentato per questi lunghi 5 anni, con inevitabili riflessi sulla mia vita pubblica, privata e lavorativa.
Sono stato assolto con formula piena perché il fatto non sussiste e del resto non potevo aspettarmi risultati diversi considerati i capi di imputazione fantasiosi che mi erano stati addebitati.
Ti sarei grato se pubblicassi sul tuo blog la notizia, fiducioso che possa avere la giusta risonanza mediatica al pari di quella scatenata in occasione delle accuse mosse contro la mia persona.
Ti invio in allegato il dispositivo della sentenza.
Un caro saluto, grazie.
Oria, lì 9 dic 2015

lunedì 7 dicembre 2015

ORIA - PROGRAMMA EVENTI PERIODO NATALIZIO (comunicato dall'assessore al Turismo)

NATALE ORITANO 2015

07.12.2015
ore 18.30/23.00
La Galleria di Piazza Lorch
Casetta di Babbo Natale
Degustazione di dolci tipici natalizia
Espositori artigianali
Associazione AGABH
Piazza Lorch

08.12.2015
ore 10.00/20.00
Mercatino Natalizio
Amici di Paola
Ass. Gruppo Sbandieratori e Musici “San Domenico di Guzman”
Piazza Lama

ore 10.00/20.00
Pettolata
Rione Lama
Piazza Lama

ore 10.00/20.00
Mercatino “Il Medioevo e l’oggi”
Associazione culturale e sportiva dilettanti “Svevi Oria”
Piazza Lama – Via Mario Pagano

13.12.2015
ore11.00/21.00
Pettolata
Rione Lama
Piazza Lama

sabato 5 dicembre 2015

ORIA - FORZA ITALIA COMUNICA CHE......

Lettera Aperta alla Cittadinanza Oritana

Nello scenario politico locale, il partito di Forza Italia si è posto il problema del rinnovamento della sua classe dirigente per rispondere con tempestiva efficacia alle istanze che provenivano dall’opinione pubblica.
Infatti si è presentato alle amministrative del 31 maggio scorso, come unica compagine fra tutte le forze politiche, con un ugual numero di uomini e donne per lo più al loro primo appuntamento elettorale. L’apertura al contributo di idee di nuovi rappresentanti esprime innegabilmente il desiderio di dare nuovo impulso alla crescita del partito e contribuisce a rafforzare l’evoluzione democratica verso un approdo condiviso.
Così all’attuale coordinatore, dr. Ermanno Vitto, figura di riferimento nei momenti topici del partito e depositario della memoria storica delle esperienze maturate nel corso di questi anni, verranno affiancate altre figure politicamente nuove che costituiranno un direttivo rinnovato e in seguito, consapevolmente, la direzione del partito. Forza Italia ha quindi intenzione divalorizzare le risorse umane del partito ed ampliare la partecipazione agli uomini e alle donne oritane che ne vorranno far parte per quella idea popolare e liberale che da sempre ha caratterizzato il suo agire.
A breve faremo conoscere inoltre le prossime iniziative già programmate che metteremo in campo per il bene della collettività.
Forza Italia è stato il promotore principale di quella coalizione e di quel manifesto programmatico che ha permesso all’attuale sindaco Cosimo Ferretti di raggiungere quel consenso e poter così vincere nella scorsa tornata elettorale. Quel disegno che ci ha portato al successo, anche se in extremis,  ci ha visto sempre impegnati con dedizione e spirito di squadra. In questi momenti lo stesso spirito di franchezza e di lealtà continuerà ad animarci con più forza nei riguardi di quella coalizione che si è presentata alla cittadinanza e da questa ha ricevuto il mandato per realizzare quelle opere necessarie allo sviluppo della città.  
Proseguiremo a dare il nostro apporto per la crescita economica e sociale del nostro territorio, attraverso un impegno morale profuso ancor di più per attaccamento e senso di responsabilità.

La nostra guida sarà sempre l’elettore e nel suo rispetto non confonderemo la  politica del bene comune con quella degli interessi personali.
                                                                                             FORZA ITALIA - ORIA
                                                                                    COORDINAMENTO CITTADINO

venerdì 4 dicembre 2015

ORIA - Programma delle manifestazioni programmate dal Gruppo di Promozione Umana


COMUNICATO STAMPA 

 Il Gruppo di Promozione Umana ha definito durante l’assemblea dei propri soci, anche per quest’anno, il programma degli eventi che si terranno tra la fine dell’anno 2015 e i primi mesi dell’anno 2016.
 Le iniziative programmate mirano a promuovere la sacra rappresentazione della Passione di Cristo che di fatto introduce i riti della Settimana Santa in Oria a cui la comunità oritana è molto legata per la sua antica tradizione culturale e religiosa.

La prima iniziativa è programmata per sabato 19 Dicembre 2015 alle ore19:30 presso la Chiesa di S. Francesco d’Assisi dove sarà presentato il Calendario 2016 a cui è stato dato il titolo “ la Passione di Cristo, la Passione nei colori di Oria ”. Il calendario presenta nelle sue pagine alternativamente foto della sacra rappresentazione della Passione con foto del paesaggio e dei monumenti della Città di Oria imbiancati durante la nevicata dello scorso anno verifitasi il 31 dicembre 2014. La neve che ha reso magico il paesaggio inbiancato di Oria è stato fotografato da Sandro dell’Aquila, mentre le foto della Passione sono di Michele Farina, Claudio Matarrelli, Vincenzo Almiento, Giovanni Oggiano. E’ un modo per promuovere l’immagine della Città attraverso i suoi monumenti e il suo paesaggio che lo rendono sempre più caratteristico, anche, con eventi eccezionali.
 Il calendario sarà presentato dal dr. Pasquale Spina e si esibiranno durante la serata con vari brani musicali i Ragazzi del Laboratorio Musicale del M°. Piero Iunco e il Gruppo Musici “Kalenda Maja”. Durante la serata sono previste delle testimonianze, dei ricordi e video.

 La seconda iniziativa si terrà sabato 16 Gennaio 2016 alle ore 18:30 presso la sala conferenze dell’ Istituto dei PP. Rogazionisti – San Pasquale con la presentazione del libro di P.A. Primaldo Coco O.M. “La Cripta di San Mauro e l’ex Convento Minoritico – Istituto dei PP. Rogazionisti – in Oria” , Studio storico-critico con documenti inediti a cura di Luigi Neglia e la presentazione della Mostra Fotografica: “Dalla Grotta Basiliana di S.Mauro all’Ist. dei PP. Rogazionisti in Oria”.
Questa iniziativa dà un‘ulteriore contributo nella ricerca e nell’approfondire la storia e le vicende della Città di Oria nel corso dei secoli. Alla presentazione del libro è prevista la partecipazione di vari storici e studiosi.

 La terza iniziativa si terrà domenica 14 Febbraio alle ore 19:30 presso la Chiesa di S.Francesco d’Assisi, in occasione della Quaresima, con la presentazione della Mostra dei “ Diorami di Pasqua” ossia la rappresentazione di alcune scene della Passione di Cristo raffigurata nel tradizionale presepe i cui plastici sono stati realizzati da Teresa Pipino, Maria Luisa Galiano, Pierino Toscano e Felice Mazza.
La mostra rimarrà esposta in chiesa sino alla domenica di Pasqua, 27 marzo 2016. 

La quarta iniziativa si terrà dal 06 al 20 marzo con la mostra fotografica itinerante “ La Passione di Cristo in Oria” giunta alla III edizione e che quest’anno si terrà presso la Chiesa di San Francesco di Paola grazie alla disponibilità del neo parroco sac. Francesco Sternativo.
La mostra riproduce in gigantografie le varie scene con i momenti salienti della sacra rappresentazione. Le iniziative si concluderanno con la tradizionale Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo, giunta alla XXII edizione, che introduce la Settimana Santa in Oria e si terrà la Domenica delle Palme, 20 marzo. La sacra rappresentazione si svolgerà in due parti: la prima parte alle ore 10,30 tra Piazza Lama e la Chiesa di S. Francesco D’Assisi, con la rievocazione dell’Ingresso di Gesù in Gerusalemme e la seconda parte, in serata, alle ore 19,30 presso l’Istituto dei PP. Rogazionisti – San Pasquale (g.c.) con la Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo, dall’Ultima Cena sino alla Resurrezione. 

Per le informazioni su tutte le iniziative si può consultare il sito www.gpu-passioneoria.it o tramite e-mail a pinto.emilio@libero.it

lunedì 16 novembre 2015

STANOTTE HO SOGNATO CHE......

Ho sognato che stamattina riprendono i lavori in P. Lorch ad Oria. Sarà vero? Chissà? Procederanno senza ulteriori interruzioni? Boh?!?!
Io intanto continuerò con l'azione di un certo "sputtanamento".

giovedì 12 novembre 2015

ORIA - PIAZZA LORCH E LA RELAZIONE BOTANICA FARLOCCA.


Ognuno è libero di pensare e dire ciò che vuole nei limiti della decenza e delle norme penali.
Io stasera voglio prendermi la libertà di dirvi che la RELAZIONE BOTANICA qui pubblicata è una delle principali   cause della  situazione di stallo in piazza Lorch.
Ricordate le dichiarazioni dell'agronomo Pignatelli, pubblicate in questo blog qualche mese fa? Concludeva così: [Così la perizia l'hanno fatta forse sottoscrivere a qualcun altro... ed il problema è stato "risolto alla radice" !]
Già..... qualcun altro ..... agronomo? Macchè?!?! Nel giugno 2013 qualche "pierino" ha confezionato una "perla" e l'ha fatta firmare..... udite.... udite... ad un ingegnere edile, ovvero all'allora Dirigente l'UTC di Oria.
Perchè dico "perla"? Perchè non è altro che un becero copia-incolla fatto su alcuni siti internet (esempio: http://www.cespevi.it/art/crisitrap.htm ), con il risultato che nulla veniva spiegato circa le corrette modalità di trapianto degli alberi di leccio, allo scopo di ottenere una buona riuscita di attecchimento.
Questo "falso" ha provocato dubbi ed incertezze nei due architetti di San Pancrazio Sal/no responsabili dei lavori, i quali in data 22.7.2015 hanno chiesto lumi al competente Ufficio della Regione Puglia, i cui responsabili  suggerivano di rimodulare il progetto di riqualificazione, lasciando intatti gli alberi di leccio ed il relativo muro che costeggia Via Torre, previa specifica perizia di variante a mezzo della quale dovevano essere verificate le condizioni strutturali del muro medesimo.
Perizia che il RUP architetto Stridi ordinò alla Direttrice dei Lavori arch. Maria Funiati con Determina in data 10.8.2015, ma ...... che per ragioni misteriose non è stata mai redatta! Fino alla metà  del mese di settembre tutto faceva supporre che il muro e gli alberi non dovevano essere abbattuti. Nel frattempo però le forze politiche di opposizione avevano iniziato a bersagliare a raffica continua i due architetti Stridi e Funiati, colpevoli, a loro dire, di non essere in regola con le carte.
Detta  azione di fuoco avrà fatto forse perdere la pazienza ai due tecnici? Chissà? Intorno al 20 di settembre i predetti ordinavano  l'espianto dei lecci e l'abbattimento del muro  e, subito dopo, ordinavano il blocco dei lavori, chiedendo alla Regione Puglia di stralciare la parte relativa ad Oria del progetto complessivo, riguardante il lotto B Oria-San Pancrazio-Latiano (   http://www.lostrillonenews.it/2015/10/12/oria-piazza-lorch-nessuno-stralcio-del-progetto-la-necropoli-sara-coperta   ) 
Cosa sia realmente accaduto non è dato sapere! A mio parere quel muro doveva essere abbattuto solo nella certezza che i lavori non dovevano essere bloccati, come non dovevano essere bloccati gli scavi archeologici. Per approfondimenti cliccare QUI.


ORIA - PIAZZA LORCH. LAVORI FERMI DAL 25 SETTEMBRE.

Da giugno ad oggi ho scoperto alcune cose interessanti.....e poco lecite e legittime. Ho taciuto finora per non essere accusato di disfattismo e magari essere additato come colui che causava il blocco dei lavori.......in seguito all'avvio di un indagine di Polizia Giudiziaria.
Orbene, visto che il perdurante blocco dei lavori non fa intravedere "la luce in fondo al tunnel" ho deciso di sputtanare "qualcuno" che distrattamente (?) ha commesso qualche fallo.
Inizierò a parlarvi di quella famosa RELAZIONE BOTANICA che si rifiutò di redigere l'agronomo Pignatelli. Relazione che firmò il....... *continua

martedì 3 novembre 2015

ORIA - RIEMERSA CITTA' BIZANTINA DURANTE SCAVI IN PARCO MONTALBANO. NE PARLA REPUBBLICA.IT - Video

Oria, gli scavi riportano alla luce la città bizantina Dalla collina su cui sorge il castello svevo riemerge la Oria abitata all'epoca della dominazione bizantina. Ecco nel video i lavori di scavo effettuati dalla cooperativa Impact di San Vito dei Normanni con il coordinamento di Cristian Napolitano e la direzione di Assunta Cocchiaro, responsabile della sovrintendenza per i Beni archeologici della Puglia. Finora gli interventi nel Parco Sabba hanno portato alla luce tre abitazioni risalenti al X secolo, i resti di una quindicina di persone e di alcuni animali, ceramiche, oggetti di uso domestico e attrezzi da lavoro. A poca distanza, in piazza Lorch, durante la realizzazione di una sala congressi su un'area comunale è stata scoperta una necropoli messapica, datata intorno al III secolo avanti Cristo e successivamente utilizzata anche dai Romani, costituita da una decina di tombe a semicamera nelle quali erano custoditi resti umani e numerosi oggetti. Le due aree saranno inserite in un percorso di archeologia urbana voluto dal Comune di Oria (Chiara Spagnolo) Fonte: QUI. Comunicato Città di Oria
 La Città di Oria desidera ringraziare i giornalisti che hanno partecipato all’educational organizzato da Agenzia Spazio eventi, tenutosi dal 30 ottobre al 2 novembre: si è trattato di un tour organizzato dalla Regione Puglia e dall’Assessorato al Turismo grazie ai Fondi del Ministero dei Beni Culturali. La tappa di Oria ha consentito al gruppo di giornalisti di apprendere delle notizie in esclusiva che con grande piacere sono state ufficializzate dall’entusiastico articolo, a firma di Chiara Spagnolo, sulla Repubblica di Bari.
Una testata autorevole, che ricorda le potenzialità del nostro patrimonio culturale, dai siti già studiati sino alle recenti scoperte e l’apprezzamento del gruppo di giornalisti, compiaciuti dell’iniziativa, della visita effettuata in Oria e dell’accoglienza loro riservata, così come ci comunica l’ufficio stampa del tour.
 Oria 3/11/2015
Il Sindaco Cosimo Ferretti

lunedì 2 novembre 2015

ORIA - PREMIO DI PITTURA SANT'ANNIBALE M. DI FRANCIA.

COMUNICATO STAMPA

L’Associazione Socio Culturale “Ex Allievi Rog Oria ed Amici di Padre Annibale M. Di Francia”, in collaborazione con l’Istituto Antoniano Maschile di Oria, organizza la seconda edizione del Premio di pittura, scultura e poesia “Sant’Annibale Maria Di Francia” che si terrà in Oria, presso l’Istituto Antoniano Maschile dei Padri Rogazionisti, dal 20 dicembre 2015 al 9 gennaio 2016. Pubblichiamo la lettera d’invito a tutti gli artisti ed in calce alla pagina i PDF scaricabili del regolamento e del modulo di partecipazione.

 Gent.mi Amiche ed Amici artisti,
 siamo lieti d’invitarvi a partecipare alla seconda edizione del Premio di pittura, scultura e poesia “Sant’Annibale Maria Di Francia” che avrà luogo in Oria dal 20/12/2015 al 09/01/2016.
Questo premio intitolato al Santo dei poveri, degli orfani e dei diseredati ha avuto un ampio successo nazionale ed internazionale nella passata edizione e questo ci ha incoraggiato a proseguire organizzandone la seconda edizione
 Questo Premio ha come obbiettivo la promozione della cultura e delle belle arti a fine educativo e promozionale per le nuove generazioni e a diffondere la conoscenza delle opere di Sant’Annibale Maria Di Francia ed il suo amore nei riguardi dei più bisognosi. Vi preghiamo, pertanto, di voler assicurare la vostra preziosa e qualificante partecipazione per dare corpo alla diffusione e realizzazione di questo progetto di promozione ed umana solidarietà anche per mezzo della vostra produzione artistica.
 Sarà nostra cura assicurare il massimo rilievo e diffusione alle vostre opere attraverso la stampa e siti web. In allegato trovate il regolamento e la richiesta di partecipazione e potrete anche seguirci su un’apposita pagina sul nostro sito www.exallievirogoria.it. Con il ricavato aiuteremo alcune famiglie bisognose. Sicuri della vostra partecipazione per amore dell’arte, vogliate gradire le nostre vive cordialità.

MODULO DI PARTECIPAZIONE   REGOLAMENTO

martedì 27 ottobre 2015

ORIA - PIAZZA LORCH: RIPRESI I LAVORI.

lunedì 26 ottobre 2015

ORIA - L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE HA DECISO DI ........................

L’amministrazione comunale ha deciso di impugnare anche il nuovo piano Silletti perché contiene la misura dell’estirpazione delle piante di ulivo sane nel raggio di 100 metri da quelle infette in una vasta porzione del nostro territorio.
 Credevamo che il taglio effettuato a luglio scorso potesse per il momento bastare, in attesa che il TAR decida il ricorso che è già fissato a dicembre. Si tratta di poche settimane e non si comprende l’urgenza di procedere in modo così radicale, irreversibile ed invasivo una volta chiarito che il fenomeno è presente da oltre tre anni. Paghiamo un caro prezzo per errori altrui e questo non è giusto.
La formula del raggio di 100 metri implica che per ogni albero infetto si debbano tagliare oltre tre ettari di piante sane! Si tratta di una misura spropositata che desertifica il territorio, provoca danni ambientali ed economici; soprattutto, rischia di non risolvere il problema se è vero che vengono scoperti di continuo nuovi focolai.
O davvero immaginiamo di dovere tagliare gli ulivi sani da est o ovest del confine pugliese tra Brindisi e Taranto? La stessa Regione Puglia, cui speriamo presto possa tornare ad occuparsi del problema in via di normalità, ha definito a maggio scorso del tutto “insensata” l’idea di tagliare le piante sane nel raggio di centro metri.
Lo ha scritto in una lettera alla Commissione europea. Si vuole dare retta agli insensati? Avremmo preferito che, in una ottica di collaborazione istituzionale, il commissario avesse atteso la decisione del Tribunale. Cosimo Ferretti

mercoledì 21 ottobre 2015

SCUOLE CHIUSE. AVVISO IMPORTANTISSIMO! ALLERTA METEO: CODICE ROSSO DA STASERA FINO A DOMANI.

I sindaci dei Comuni di Oria, Francavilla Fontana, Latiano, Erchie e Torre S.Susanna stanno firmando un'ordinanza che dispone la chiusura delle scuole per domani giovedì 22 ottobre, in quantodalla Protezione Civile è pervenuto un segnale di ALLERTA METEO CODICE ROSSO, con previsione di maggiore criticità all'ora di uscita dalle scuole.

lunedì 19 ottobre 2015

ORIA - ESITO LAVORI ODIERNO CONSIGLIO COMUNALE.

Hanno votato a favore: Sindaco,  Caniglia,  Patisso, Sorrento,  Spina, Trentino, Fullone, Conte.

Hanno votato contro: Maria Carone, Tommaso Carone, Angelo Mazza, Antonio Proto 

Astenuti: Claudio Zanzarelli

Assenti: Vitto, Micelli
Usciti poco prima della votazione: Pomarico, Biasi

domenica 18 ottobre 2015

ORIA - PIAZZA LORCH E LE TANTE COSE STRANE ....A MIO PARERE.

A mezzo PEC
===>>Al Sindaco del Comune di Oria
e, per conoscenza:
===>>Al Presidente del Consiglio Comunale Oria

ISTANZA AL SINDACO
art. 70 ter dello Statuto del Comune di Oria

Io sottoscritto ARPA Francesco, titolare dei diritti di partecipazione previsti nello Statuto del Comune di Oria e, segnatamente, nell'art. 70 ter,

INTERROGO LA S.V. in ordine ai lavori di riqualificazione di Piazza Lorch in Oria:

Premesso che:
- i lavori per la riqualificazione di Piazza Lorch sono ormai fermi dal 25 settembre u.s. e ad oggi non si conosce la data della ripresa degli stessi;
- è ormai convinzione comune che detto fermo lavori è stato causato (con motivazioni poco chiare) subito dopo la demolizione del muro che delimita detta piazza con Via Torre S.S/nna;
- con nota Prot.n.10794/21.09.2015 il RUP, arch. Cosimo STRIDI, ha così risposto ad una interrogazione del cav. Cosimo Pomarico, consigliere comunale di minoranza: """"......il Sindaco ha sollevato un altro problema di opportunità, ovvero, visto che gli alberi, una volta espiantati erano destinati a morte quasi certa, chiedeva se non fosse il caso di abbatterli sul posto anzichè, come previsto in progetto, reimpiantarli presso un sito indicato dal Comune, ottenendone un risparmio economico. Tale considerazione era indubbiamente legittima, ma visto che la decisione di effettuare il reimpianto era stato frutto di una negoziazione con la Regione Puglia, il sottoscritto ha ritenuto di chiedere alla stessa un parere in merito. L'appuntamento a Bari, presso la Regione Puglia, fu fissato per il 22 luglio c.a..
Alla riunione erano presenti:

-l'ing. Francesca Pace, responsabile di linea 7.1./7.2;
-il dr. Alfredo Semeraro, responsabile di azione 7.2.1;
-il sindaco di Oria;

-il sottoscritto arch. Stridi;
-l'arch. Maria Funiati, Direttore Lavori dell'intervento.
Illustrata la problematica sollevata dal sindaco di Oria e la necesità di rimuovere necessariamente gli alberi di leccio presenti lungo il muro che delimita Piazza San Domenico con Via Torre Santa Susanna, in quanto posizionati a ridosso di detto muro, per il quale è prevista la demolizione ed il successivo rifacimento con una rotazione dello stesso, l'ing. Pace, decisamente contraria allo svellimento degli alberi, ha disposto, previa verifica statica del muro, di non effettuare la demolizione del muro stesso, come previsto in progetto, in modo da conservare i già citati alberi di leccio.....................................Al fine di effettuare, complessivamente, le valutazioni sulla opportunità di effettuare le suddette modifiche, su richiesta del Direttore dei Lavori, con Determina n.721 datata 10.8.2015 del Responsabile del Settore Tecnico del Comune capofila è stata autorizzata la redazione di una perizia di variante""""

RILEVATO che:
- in data 18 settembre, ovvero tre giorni prima che l'arch. Stridi scrivesse la predetta nota, venivano espiantati gli alberi di leccio in argomento, e che il muro veniva demolito, molto probabilmente, in data 21.9.2015, ovvero in coincidenza con la data della nota anzidetta;

CONSIDERATO:
-che da fonte degna di fede ho appreso che dal 10 agosto scorso ad oggi, l'unica perizia di variante redatta dall'arch. Funiati sarebbe quella pervenuta al protocollo del Comune di Oria in data 16.10.2015, il cui contenuto avrebbe provocato una urgente convocazione della Commissione Paesaggistica per domani 19 ottobre lunedì, nonchè la contestuale decisione di un professionista, in quota alla medesima Commissione Paesaggistica, di rassegnare le dimissioni, regolarmente protocollate nella giornata di venerdì scorso;

CHIEDO:
 alla S.V. illustrissima se è da considerare legittima la decisione di demolire tale muro in assenza di apposita perizia che doveva stabilirne anche le condizioni statiche, così come disposto dalla regione Puglia.

Giova evidenziare che l'arch. Stridi conclude così la sua nota: "Infine, riguardo la ventilata non correttezza dell'operato del sottoscritto e della direzione dei lavori, tengo a precisare che tutte le decisioni sono state assunte nel rispetto delle norme nazionali e comunitarie in materia di opere pubbliche e al fine di salvaguardare l'interesse generale e di non compromettere il finanziamento concesso dalla regione Puglia."

Mi permetto di far rilevare che prima ancora di non dubitare delle affermazioni dell'arch. Stridi ci dobbiamo convincere della legittimità di alcuni atti amministrativi pubblicati negli albi pretori online dei Comuni di San Pancrazio Salentino e di Oria, che, ad ogni buon fine, allego alla presente. Mi riferisco alla Determina n.531 datata 11.7.2011 a firma dell'arch. Cosimo Stridi, responsabile del V° Settore - Tecnico - Urbanistico del Comune di San Pancrazio, nonchè alla Determina n.51 datata 6.3.2012 a firma dell'Ing. Lorenzo Lacorte, Dirigente l'UTC di Oria.

Infine, stando a quanto riferito da fonti degne di fede, a tuttora non sarebbe stata redatta alcuna variante in ordine alla realizzazione di un pozzo utile all'irrigazione delle zone a verde, come  rappresentato dalla S.V. e che, sempre in base ad indiscrezioni, il RUP e la D.L. vorrebbero, in alternativa, realizzare una cisterna. Mi permetto di mettere in guardia circa i rischi di ulteriori rinvenimenti archeologici nella eventualità si dovesse ancora scavare nella roccia per realizzare una cisterna. Diversa cosa invece sarebbe nel caso del pozzo, il cui diametro sarebbe dell'ordine di circa un metro.
Cordiali saluti.

Oria, lì 18.10.2015



sabato 17 ottobre 2015

Xylella - Il presidente della Regione Puglia incontra i sindaci: "L'unico rimedio è l'eradicazione" - A Oria la situazione è peggiorata.


“Non esiste alcuna cura per gli alberi malati e le sperimentazioni in atto da parte degli esperti del settore non hanno l'ambizione di guarire le piante, quanto piuttosto di migliorarne la capacità di resistenza al batterio.......Purtroppo però non si può ignorare il fatto che la Xylella sta uccidendo gli ulivi, a Oria dove le eradicazioni sono state sospese in seguito al ricorso la situazione è peggiorata, la malattia si sta espandendo a vista d’occhio “........................
................. Continua QUI.

giovedì 15 ottobre 2015

ORIA - PIAZZA LORCH, LAVORI BLOCCATI ..... E LE VARIE VOCI MESSE IN GIRO DA TALUNI SOGGETTI

Attraverso il giornale online Lo Strillone abbiamo appreso nei giorni scorsi che il Comune di Oria corre il serio rischio di perdere parte del finanziamento per i lavori in atto in piazza Lorch e che c'è stato, da parte di qualcuno, il tentativo di far stralciare i lavori di Oria, dal progetto finanziato dalla Regione Puglia insieme ai Comuni di Latiano e San Pancrazio Sal/no.
Tentativo, che, stando a "voci di chianca", sarebbe tuttora in atto ad opera di un soggetto interessato, il quale asserisce che il progetto esecutivo è stato stravolto a causa di imprevisti e, pertanto, a causa di varie criticità  di natura tecnica ed economica,  è opportuno stralciare i lavori riguardanti Piazza Lorch ad Oria.
Essendo un ignorante in materia vorrei capire a che gioco sta giocando questo "qualcuno" e cosa comporterebbe in pratica un eventuale "stralcio dei lavori di Oria" anche e soprattutto in relazione alla possibilità di perdere il finanziamento europeo.
Domani è prevista una conferenza dei capigruppo consiliari e lunedì prossimo un consiglio comunale straordinario per discutere dell'argomento.
Vorrei solo ricordare a coloro che parlano di imprevisti nel corso dei lavori (riferendosi agli scavi archeologici) che stanno cavalcando una tigre spelacchiata, in quanto era tutto previsto e prevedibile se si considera che con una nota del 15 maggio 2014, la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Taranto comunicava al RUP architetto Cosimo STRIDI [[[[[  che, nonostante sia noto che le testimonianze archeologiche di età messapica siano state attestate lungo tutta la superficie urbanizzata, << …sulla base dei limitati dati archeologici disponibili…>> per l’area interessata dai lavori (Piazza Lorch) non riteneva di dover applicare gli artt. 95 e 96 del D.lgs. 163/06  (Verifica preventiva dell’interesse archeologico). Tuttavia la stessa Soprintendenza richiedeva il "controllo archeologico continuativo" dei lavori di movimento terra previsti dal progetto, con lo scopo di prevenire danni agli eventuali resti archeologici rinvenuti. Nella stessa nota veniva specificato, inoltre, che nei settori di cantiere interessati da eventuali rinvenimenti archeologici, i lavori avrebbero dovuto essere sospesi per consentire gli opportuni approfondimenti d’indagine da parte degli studiosi e che si faceva riserva di chiedere varianti al progetto originario per la salvaguardia e tutela dei resti archeologici che dovessero venire in luce nel corso dei lavori.]]]

In occasione del Consiglio Comunale monotematico del 7 settembre scorso il consigliere di minoranza Claudio Zanzarelli, vice sindaco con la passata amministrazione Pomarico, ebbe a dichiarare: ".....abbiamo avuto la conferma che ad Oria basta scavare con una zappa e viene fuori quello che non possiamo prevedere. In piazza San Domenico, ce l'avevano garantito tutti gli archeologi di Oria che lì non avremmo trovato niente e invece.... c'è una necropoli."

Questa affermazione altro non era che una grossa castroneria se si considera il contenuto della surrichiamata nota della Soprintendenza Archeologica, nonchè la circostanza che ad Oria non esistono archeologi (che io sappia).....  a meno che il predetto consigliere voleva riferirsi a qualche ciarlatano millantatore, più o meno noto.

E dire che poco prima, il cav. Pomarico, consigliere di minoranza, ex sindaco, aveva avuto  la baldanza di rivolgere la seguente frase al sindaco: "IO MI AUGURO CHE LEI NON SI FACCIA CONSIGLIARE MALE. UN VECCHIO PROVERBIO LOCALE RECITA: "Fattila cu li megghiu ti tei e fanci li spesi" .

Sarebbe il caso di ricordare al Pomarico un altro vecchio proverbio locale: "A CI SPUTA ANCIELU ANFACCI LI VAI" 

P.S.: intanto un ex consigliere comunale pubblica commenti ermetici e criptati su Facebook, del tipo: """  ...quindi ricapitolando... la maggioranza vuole mantenere i ritrovamenti archeologici, così come già deliberato in consiglio comunale, mentre l'opposizione vuole che il progetto mandato in gara sia rispettato (sala conferenze esclusa). Sono sempre più convinto che qualcuno sta giocando fortemente con il fuoco!!!"""

lunedì 12 ottobre 2015

ORIA - UN'INTERA PIAZZETTA OCCUPATA DA UN ESERCIZIO COMMERCIALE CON UN GRANDE GAZEBO

A me non piace. "Ogni limite ha una pazienza" diceva il buon Totò.

sabato 10 ottobre 2015

IERI UNA PIAZZA, OGGI UN BUCO, DOMANI.....UN BUCO NELLE CASSE COMUNALI?

Speriamo.....

giovedì 8 ottobre 2015

DOMENICA 11 OTTOBRE ORIA OSPITA DUE EVENTI: GIORNATA BANDIERE ARANCIONI E DISCOVERING PUGLIA

PROGRAMMA BANDIERE ARANCIONI

Alle 13.30, incontro istituzionale con il sindaco di Oria, momento conviviale, visita guidata al centro storico. Per i soci Touring, aperto eccezionalmente e visitabile con guida il Castello di Oria, grazie alla disponibilità dei coniugi Giuseppe Romanin e Isabella Caliandro, proprietari del maniero, e fautori nel 2012 della candidatura di Oria a Comune Bandiera Arancione. (Informazioni: Tel. 360.830515; Email: brindisi@volontaritouring.it )


PROGRAMMA DISCOVERING PUGLIA VIE E CAMMINI
Passeggiata in bici sino ad Avetrana, con il progetto regionale Discovering Puglia Vie e Cammini. Raduno e partenza alle ore 9,00 dalla centrale Piazza Manfredi Oria. Un omaggio alla Bandiera arancione, passeggiando tra le terre degli Imperiali. (Informazioni e prenotazioni, entro le ore 13.00 di venerdì 9 ottobre: Tel. 366.3742858; Email: casello13@hotmail.it )

mercoledì 7 ottobre 2015

ORIA - LO SPAZZAMENTO NEL CENTRO STORICO FINALMENTE È REALTÀ. GRAZIE SINDACO FERRETTI.

Consoliamoci con questa notizia....insieme a quella dell'ultima ora: DA DOMANI IL SERVIZIO RACCOLTA RIFIUTI DOVREBBE RIPRENDERE REGOLARMENTE  (comunicato Monteco)

ORIA - PIAZZA LORCH E LE COSE CHE NON VOGLIONO DIRCI (MAGGIORANZA E MINORANZA). SI TIRASSE FUORI LA RELAZIONE BOTANICA!!!!


Caro Franco,
durante l'amministrazione del sindaco Pomarico sono stato chiamato a fare "con urgenza" una perizia che spiegasse come si dovesse effettuare il trapianto degli alberi di leccio di piazza Lorch.

Mi feci dare i disegni del progetto dall'ing. Claudio Zanzarelli e dall'arch. Alessio Carbone e, dopo aver fatto un sopralluogo, dissi: "non sono d'accordo al trapianto, ma si potrebbe fare una piccola modifica al progetto e lasciare dove sono le aiuole dei Lecci che sono sui lati paralleli a Via M. Pagano e Via Torre SS."-

Mi risposero che era troppo tardi per le modifiche al progetto ed io replicai che non avrei mai potuto sottoscrivere che tali piante si potessero spostare con più del 10% di successo.

Così la perizia l'hanno fatta forse sottoscrivere a qualcun altro... ed il problema è stato "risolto alla radice" ! 
 
Dr. Enrico Pignatelli, agronomo


martedì 6 ottobre 2015

ORIA - LAVORI ANCORA BLOCCATI IN PIAZZA LORCH

Se non erro i lavori sono ormai fermi dal 25 settembre,  dopo che è stato demolito il muro su Via Torre.
Qualcuno dovrebbe spiegare pubblicamente ai cittadini come stanno le cose. Personalmente mi son fatto un'idea:  qualcuno sta barando!
Mi chiedo e vi chiedo il motivo per il quale le forze politiche di minoranza stanno tacendo in ordine a questo preoccupante perdurare del blocco dei lavori. Forse sono sotto l'effetto dell'orgasmo per essere riusciti a convincere i responsabili dei lavori che quel muro andava demolito....come da progetto?
Forse temono che qualcuno rimproveri loro di aver causato questa situazione se è vera "una voce di chianca" secondo la quale la causa del blocco dei lavori sarebbe da addebitare a necessità della Soprintendenza di "studiare" la roccia venuta alla luce dopo la demolizione del muro ?
Il tempo passa....stamattina pioviggina...il termine previsto per la rendicontazione del fine lavori affinchè non si perda il finanziamento....si avvicina....inesorabilmente!
Ovviamente non bisogna trascurare il disagio che la città sta subendo!
Dimenticavo di dirvi che i cazzanculi di natura archeologica potrebbero continuare se si considera che al centro della piazza deve essere effettuato uno scavo per realizzare una fontana a raso. Altro scavo dovrebbe essere effettuato per realizzare un pozzo o una cisterna (non previsti nel progetto) utili per innaffiare le zone a verde della riqualificanda piazza.

sabato 3 ottobre 2015

11 OTTOBRE, GIORNATA BANDIERE ARANCIONI FA TAPPA AD ORIA (DOPO 3 ANNI), CONTRO OGNI PREVISIONE, GRAZIE A.....

Già.... proprio così! Infatti sul sito web del TCI, nella pagina dedicata all'iniziativa, il Comune di Oria non compare.

 Ho motivo di ritenere che il merito va ai consoli territoriali di tale Club: Giovanni COLONNA e Giuseppe GENCHI, se Oria è stata inclusa nel programma di tale iniziativa  del TCI ( festa con visite guidate gratuite, degustazioni, attività ed eventi aperti a tutti), che si svolge ogni anno in quei Comuni Bandiera Arancione, le cui amministrazioni comunali hanno dato preventivamente  la loro adesione.

GENCHI (ufficiale in quiescenza dell'Aviazione Militare) in particolare è un ex collega ed amico di vecchia data di Giuseppe Romanin, proprietario del castello di Oria insieme alla moglie Isabella Caliandro, i quali nella giornata di domenica 11 ottobre consentiranno ai partecipanti all'evento in questione di visitare, in via del tutto eccezionale, l'antico maniero, in danno del quale  sono stati commessi presunti abusi edilizi, come da capi di imputazione di cui al procedimento penale instaurato presso il Tribunale di Brindisi.
Il castello, tuttora chiuso ai turisti, dopo un recente dissequestro penale, dovrà essere sottoposto a lavori di ripristino delle opere abusive non sanabili, così come disposto dal Giudice Penale competente, in occasione dell'udienza preliminare di "patteggiamento della pena" richiesto dalla difesa dei coniugi Romanin-Caliandro.
Per approfondimenti cliccare QUI.


PROGRAMMA GIORNATA BANDIERE ARANCIONI IN PROVINCIA DI BRINDISI  DIRAMATO DAL TCI
A Cisternino, la mattina
L’incontro con tutti i partecipanti, anche con quanti sceglieranno di muoversi con mezzi propri, è fissato alle ore 9.30 in piazza Vittorio Emanuele. Qui l’arancione si sposa con il bianco accecante della calce che illumina le case basse e il dedalo di strade della città medievale. La visita guidata al centro storico prevede la tappa alla Chiesa Madre e ovviamente la sosta al belvedere che s’affaccia sulla Valle d’Itria dai caratteristici trulli tra lussureggianti vigne, ulivi e sinuosi muretti a secco. Alle ore 12.00 è previsto l’incontro istituzionale con il sindaco di Cisternino, Donato Baccaro, per il saluto di benvenuto.

  A Oria, nel pomeriggio.
Subito dopo il momento conviviale (che, stando ad indiscrezioni di una mia amica "chianca", dovrebbe avvenire in un ristorante del luogo, NdR) , alle ore 15.30 i visitatori saranno accolti a Oria dal sindaco Cosimo Ferretti. 
Segue la visita del centro storico, con tappa alla Cattedrale e passeggiata nel Quartiere Ebraico. Tra i momenti più attesi, c'è sicuramente la visita guidata al Castello di Oria: aperto eccezionalmente grazie alla disponibilità della famiglia Romanin Caliandro, proprietaria del maniero dal 2007. Il Castello riapre le sue porte ai soci e amici Tci dopo la lunga chiusura degli ultimi anni, sottolineando la particolare attenzione verso il Touring riservata dai coniugi Giuseppe Romanin e Isabella Caliandro.

venerdì 2 ottobre 2015

XYLELLA ULIVI - PUBBLICATO L'ULTIMO "PIANO DEGLI INTERVENTI" CHE PREVEDE ERADICAZIONE ULIVI INFETTI ....E NON NEL RAGGIO DI CENTO METRI.

Cliccare QUI per accedere al documento.
Cliccare QUI  e QUI per  articoli di stampa.

ORIA - ANNIVERSARIO ASSOCIAZIONE MARINAI E MONUMENTO AL MARINAIO. VIDEO



giovedì 1 ottobre 2015

CASTELLO DI ORIA - SONO IN MOLTI A CHIEDERSI COSA HA INDOTTO I PROPRIETARI A FARSI CONDANNARE COL PATTEGGIAMENTO DI PENA.

  In effetti di cose poco comprensibili agli ignoranti come me ne sono accadute un bel po' nell'iter del procedimento penale che riguarda gli abusi edilizi in danno del castello di Oria. Abusi, non più presunti, se si considera che i due proprietari sono già stati condannati nell'udienza del 29 settembre u.s., col rito di cui all'art.444 del cpp.

Devo ricordare a me stesso che nel giugno 2014 il processo fu spostato da Brindisi a Lecce su decisione del  gup di Brindisi, Maurizio Saso, che all'esito dell'udienza preliminare finalmente celebratasi dopo un bel po' di rinvii, accoglieva l’eccezione di incompatibilità sollevata dalle difese che sostenevano, ad esempio, che la gran parte di ipotesi di abuso d’ufficio sarebbero stati commessi non a Brindisi, bensì a Lecce (leggere QUI)

In molti pensarono ad una strategia per allungare i tempi e sperare in una prescrizione.

Il primo maggio di quest'anno abbiamo appreso da organi di stampa che il processo ritornava a Brindisi su decisione della Cassazione (leggere QUI)

Due giorni dopo, il 3 maggio, il candidato sindaco Ferretti, pubblica il suo programma amministrativo e per quanto riguarda il castello scrive:  ""Costituzione di parte civile del Comune nel pendente procedimento penale, al fine di chiedere il risarcimento dei danni d’immagine ed economici patiti dalla nostra città e dai nostri operatori economici a causa della chiusura del castello e degli eventuali danni arrecati alla sua integrità dalle opere abusive contestate.""

Il 14 giugno Ferretti diventa sindaco al ballottaggio.

 Il 16 luglio apprendiamo da organi di stampa che i coniugi Romanin hanno raggiunto un accordo col PM Costantini e godranno di sconto di pena ai sensi dell'art. 444 del CPP (cosiddetto PATTEGGAMENTO). Leggere QUI.

I termini del “patto” prevedono anche che i proprietari del maniero si accollino le spese per il ripristino delle opere abusive realizzate e non sanabili. Le spese, secondo quanto riportato dalla stampa, potrebbero viaggiare intorno al milione di euro.

Il 29 settembre in occasione di apposita udienza  i Romanin-Caliandro vengono condannati. Leggere QUI  e QUI.

Prima di azzardare  una ipotesi circa i motivi che hanno potuto indurre i Romanin-Caliandro a scegliere il patteggiamento voglio farvi riflettere sui vantaggi che tale rito comporta all'imputato.

IL PATTEGGIAMENTO (art 444 e ss. c.p.p.) è, come ben noto, un accordo tra imputato (o prima ancora, semplice indagato) col Pubblico Ministero, vagliato dal Giudice, che permette di irrogare senza un dibattimento una condanna più mite, e con determinati sconti e premi. Si può applicare alla maggior parte dei reati, esclusi quelli più gravi.

 Si possono identificare i seguenti PRO:
 spetta uno sconto sulle pene (sia detentiva che pecuniaria) fino ad 1/3; viene esclusa la parte civile: se il danneggiato si era costituito parte civile per avere i danni, la sua azione non potrà essere esaminata nel processo penale ed avrà diritto, al massimo, al risarcimento delle sole spese legali fino ad allora sostenute.
Ciò non toglie che la parte offesa possa fare causa in sede civile ma, ciononostante, questo non accade spesso, vuoi per la lunghezza e il costo del processo civile, vuoi per le regole probatorie meno favorevoli alla parte offesa.
La sentenza non potrà essere ritenuta vincolante dal giudice civile;

 Se si chiede per tempo, prima della fissazione di una udienza dibattimentale, il giudizio non è pubblico (si svolge in camera di consiglio), evitandosi così spiacevoli pubblicità: chiunque, cronisti compresi, può presenziare invece al giudizio ordinario dibattimentale. 

 La sentenza non è appellabile dal P.M. che abbia prestato il consenso. viene esclusa la condanna al pagamento delle spese processuali dello stato, se il patteggiamento è entro i due anni: solitamente non sono troppi euro, che però possono diventare migliaia in presenza di costose perizie, etc, etc. esclude l'applicazione di buona parte delle pene accessorie (escluse però confisca, sospensione della patente per guida in stato di ebbrezza, demolizione edifici abusivi), se il patteggiamento è entro i due anni il reato si estingue dopo un certo tempo: sono 5 anni se la condanna è per DELITTO, 2 anni se per contravvenzione, sempreché il condannato non commetta nel frattempo un delitto ovvero una contravvenzione della stessa indole e purché la condanna resti entro i due anni di pena detentiva; il costo della difesa (onorari del difensore) è minore rispetto ad un dibattimento, ed anche assai minore rispetto al costo di processi lunghi e complicati.  
 (Fonte: http://www.tregnaghi.it/faq/conviene_patteggiare.html)

ORIA - PIAZZA LORCH: DA QUALCHE GIORNO LAVORI BLOCCATI DOPO DEMOLIZIONE MURO.

Pare che la roccia che è venuta alla luce presenta elementi di interesse archeologico.
Io non lo avrei fatto demolire quel muro.

mercoledì 30 settembre 2015

LA REGIONE PUGLIA HA REALIZZATO UN'APP PER IL CENSIMENTO DEGLI ULIVI MONUMENTALI.


AppOLEA, l'app per il censimento degli ulivi monumentali. Fonte notizia QUI.
 La Regione Puglia tutela e valorizza gli alberi di ulivo monumentali, anche isolati, in virtù della loro funzione produttiva, di difesa ecologica e idrogeologica nonché quali elementi peculiari e caratterizzanti della storia, della cultura e del paesaggio regionale.

Il Servizio Ecologia della Regione Puglia ha predisposto una APP, in attuazione della LR 14 del 2007, unica nel suo genere in Europa, che consente di conoscere il patrimonio ulivetato regionale ad oggi censito, rappresentando un utile strumento per gli addetti ai lavori e per qualunque “fruitore consapevole” delle bellezze del nostro paesaggio.

“AppOLEA”, - nome ideato sia per la derivazione latina dal nome “ulivo”, sia per l’assonanza con “Apulia” - svolge una duplice funzione consentendo di mettere in atto le seguenti operazioni: Consultazione della mappa, con rilevazione della posizione attuale, nella quale sono riportate le piante già censite con possibilità di visualizzare le foto e le corrispondenti schede anagrafiche.

Segnalazione finalizzata al censimento degli alberi di ulivo monumentali attraverso la compilazione “user-friendly” di una scheda anagrafica.

Per poter effettuare inserimenti occorre richiedere preventivamente i codici di autenticazione...QUI.

ORIA - CASTELLO: I PROPRIETARI CONDANNATI CON RITO ABBREVIATO. A MARZO PROCESSO PER ALTRI DIECI.

Stamattina riflettevo sulla notizia circa la condanna dei proprietari del castello REI CONFESSI (avendo patteggiato la pena) di abusi edilizi. 
A marzo saranno processati anche gli altri 10 imputati, fra i quali quattro funzionari della Soprintendenza di Lecce, la stessa che dovrà controllare il ripristino dei lavori non sanabili.
 Mi chiedo se ai Giudici qualcuno ha detto che in base al Codice dei Beni Culturali gli abusi in danno  di monumenti nazionali sottoposti a vincolo statale non possono essere sanati e che gli immobili vanno confiscati. 
Mi  aspetto una concreta azione da parte del Comune in ordine al procedimento amministrativo che va rispolverato, al fine di controllare, nell'interesse generale ....ciò che la Soprintendenza non può serenamente fare e garantire alla città. Sinceramente ho molte perplessità....specie in mancanza di un responsabile della POL. MUNICIPALE. Al defunto comandante f.f. va riconosciuto il merito di essere riuscito, dopo varie segnalazioni, a convincere la magistratura che qualcosina di penale era avvenuta........e stava avvenendo. 

Al seguente link l'articolo di stampa.

lunedì 28 settembre 2015

CASTELLO DI ORIA - DOMANI UDIENZA TRIBUNALE DI BRINDISI PROCESSO PRESUNTI ABUSI EDILIZI ED ALTRO.

Foto di Oria
Questa foto del castello di Oria è tratta da TripAdvisor.
 L'avv. Carlo Tatarano ha ricevuto incarico di  presentare in occasione dell'udienza di domani  istanza di costituzione di parte civile del Comune di Oria, al fine di chiedere ed ottenere, in caso di condanna degli imputati, risarcimento danni materiali e morali per i presunti scempi in danno dell'antico castello svevo.

 Qualche mese fa il castello era stato dissequestrato con la motivazione qui pubblicata.

Non scompisciatevi dalle risate nel leggere che la Soprintendenza di Lecce dovrà controllare ".....i lavori di riduzione in pristino oggetto di contestazione....". Io mi sono divertito un sacco quando ho letto questa cosa e pensando che, secondo gli investigatori ed il P.M., i presunti reati sarebbero stati possibile grazie alla connivenza di ben 4 funzionari della Soprintendenza di Lecce.
Secondo voi è normale?

[N. 4387/11 R.G.N.R. N. 41/12 Reg. G.I.P.
Tribunale Ordinario di Brindisi - Sezione dei Giudici per le indagini preliminari -
Ordinanza di revoca di sequestro preventivo - art. 321, co. 3°, c.p.p. -
Il Giudice, dr. Maurizio Saso, provvedendo sull'istanza, presentata in data 1°.07.2015 dai difensori degli imputati CALIANDRO Isabella (in qualità di amministratore unico e legale rappresentante della Borgo Ducale s.r.l.) e ROMANIN Giuseppe, con la quale si chiede la revoca del sequestro preventivo, disposto con decreto del g.i.p. in sede del 27.03.2013 sul Castello di Oria e relative pertinenze in Catasto Fabbricati distinto al fg. 82 delle p.lle 1311, 1312 (casetta per civile abitazione di pertinenza), 1129 sub 1, 2, 3 e 4, Catasto Terreni fg. 82 p.lle 1632, 1633, 2185, 2303, 2307, 2308 di proprietà della Borgo Ducale s.r.l.;
visto il parere favorevole formulato dal P.M. ex art. 321, co. 3°, c.p.p.;
rilevato che tra il P.M. e gli imputati CALIANDRO Isabella e ROMANIN Giuseppe è stato raggiunto ex art. 444 c.p.p. l'accordo per l'applicazione di pena condizionalmente sospesa, rispettivamente di anni uno ed anni uno e giorni venti di reclusione in ordine a tutti i reati loro ascritti nella richiesta di rinvio a giudizio (cfr. istanza in data 29.06.2015 in atti);
ritenuto, pertanto, che, poiché, da un lato, sussistono concreti margini per l'accoglimento della richiesta di patteggiamento nella imminente udienza preliminare e, dall'altro, non ricorrono esigenze di assicurazione (atteso che l'immobile non è soggetto a confisca), sono ormai venute meno anche le residue esigenze di prevenzione sottese alla misura cautelare reale che va revocata con conseguente immediata restituzione agli aventi diritti dell'immobile sottoposto a sequestro onde eseguire, sotto il costante controllo della competente Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici  di  Lecce,  i  lavori  di  riduzione  in pristino   oggetto  di contestazione, ove gli stessi non siano suscettibili di sanatoria;
visto l'art. 321, comma terzo, c.p.p.,
 P.Q.M. 
revoca il sequestro preventivo disposto con decreto in data 27.03.2013 e, per l'effetto, ordina la restituzione agli aventi diritto CALIANDRO Isabella e ROMANIN Giuseppe dell'immobile denominato Castello di Oria e relative pertinenze sottoposto a sequestro - in Catasto Fabbricati distinto al fg. 82 delle p.lle 1311, 1312 (casetta per civile abitazione di pertinenza), 1129 sub 1, 2, 3 e 4, Catasto Terreni fg. 82 p.lle 1632, 1633, 2185, 2303, 2307, 2308 di proprietà della Borgo Ducale s.r.l. - anche onde eseguire, sotto il costante controllo della competente Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Lecce, i lavori di riduzione in pristino oggetto di contestazione, ove non gli stessi non siano suscettibili di sanatoria.
manda alla cancelleria per l'immediata trasmissione della presente ordinanza, in duplice copia, al Pubblico Ministero per l'esecuzione'
Così deciso in Brindisi, il 3 luglio 2015
Il Giudice per le indagini preliminari (Dott. Maurizio SASO)


SBAGLIO O UN CERTO ARCHITETTO STA PRENDENDO PER I FONDELLI LA CITTA' DI ORIA?

Cliccare più volte sulle immagini per ingrandirle. 



Nelle suddette immagini potete leggere una risposta inviata in data 21.9.2015 al cav. Pomarico, consigliere comunale di minoranza, dal responsabile del procedimento dei lavori di riqualificazione in Piazza Lorch, nella quale è scritto testualmente: ".....qualora si dovesse rimuovere il muro posto lungo via Torre....".
A mio parere la decisione di rimuovere il muro era già stata presa nei giorni precedenti,  se si considera che a partire dal giorno 16.9.2015 erano iniziate le operazioni propedeutiche  alla demolizione del medesimo muro (cliccare QUI).

Fra l'altro, detto RUP fa riferimento ad una perizia di variante che era stata commissionata alla Direttrice dei Lavori al fine di conservare le vecchie basole del sagrato della chiesa unitamente ai gradini dell'originaria scala (così come suggerito dalla Soprintendenza Architettonica), nonchè mantenere il vecchio muro di via Torre (così come disposto dalla Regione Puglia in occasione di riunione in data 22.7.2015)

Un architetto RUP, corretto, leale e serio, a mio modesto parere, avrebbe dovuto riferire anche circa il contenuto della perizia commissionata all'arch. Funiati con determina n.721 datata 10 agosto 2015.
Ditemi voi se sbaglio!

sabato 26 settembre 2015

ORIA - SINDACO E PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE INTERVENGONO A PROPOSITO DEL RITARDO NELL'INVIO DI UNA PEC PER OTTENERE UN FINANZIAMENTO.

Una premessa è d'obbligo: non vi è certezza al momento che Oria non ottenga il richiesto finanziamento. (leggere mio precedente post QUI)

Mi spiace dover constatare che il mio post ha dato la stura alla fantasia della redazione de Lo Strillone (leggere QUI),  ed ha innescato critiche e polemiche nelle forze politiche di opposizione, che hanno indotto sia il sindaco che il presidente del consiglio comunale a rilasciare oggi le  dichiarazioni qui riportate.

Con tutta sincerità, dopo aver letto alcuni commenti su Facebook,  sto seriamente riflettendo sulla opportunità di dare in futuro -anche se involontariamente- simili assist a certi soggetti, pubblicando dettagli che forse a loro sfuggono poichè in altre faccende affaccendati.
 Nel caso avessi bisogno di muovere critiche all'amministrazione comunale, potrei decidere di farlo riservatamente.

Mi riservo comunque di pubblicare in un prossimo articolo alcune mie considerazioni sulla vicenda.


Glauco CANIGLIA su Facebook:
L'amministrazione di Oria ha avuto la sensibilità e la capacità di preparare e presentare (per la prima volta nella storia) un progetto di recupero e valorizzazione del fondo storico della nostra biblioteca comunale. Il progetto è stato dichiarato ammissibile dalla Regione Puglia, a differenza di quelli presentati da molti altri comuni che sono stati scartati, come ad esempio Mesagne. Ma invece di fare un plauso all'amministrazione, tutti lì pronti a puntare il dito perché il progetto è stato inviato alle 8 del mattino e non a mezzanotte. Ovviamente quegli stessi signori non si permettono di dire nulla contro la Regione che apre uno sportello virtuale a mezzanotte e da` la precedenza in base all'ordine di arrivo della domanda e non in base alla qualità dei progetti.
Ditemi voi se questo non significa essere faziosi!


Il Sindaco su Lo Strillone ==>>QUI:
«No che non ci sto – ammette Ferretti – perché trovo quantomeno sbagliato che la priorità ai progetti sia accordata sulla base dell’ordine d’arrivo delle istanze e non tenendo conto del merito degli stessi: il nostro era, è un ottimo progetto nonché l’unico concernente un fondo librario, quindi a maggior ragione meritevole di sostegno per la sua valorizzazione».

«Ora tutti, soprattutto l’opposizione a dire – prosegue il sindaco – che siamo stati lenti, che siamo stati incapaci e chi più ne ha, più ne metta, ma nessuno a sottolineare come in realtà siamo stati bravi a presentare un’istanza che è stata comunque ritenuta ammissibile, a fronte di tante altre invece scartate».

«Lo ammetto – chiarisce Ferretti – forse abbiamo fatto male a ritenere che inviare la richiesta poco dopo l’apertura mattutina del Comune ci potesse garantire di arrivare tra i primi, ma che ne potevamo sapere noi che altri si sarebbero prodigati a spedire la Pec poco dopo la mezzanotte?»

 «Ci siamo impegnati tanto per arrivare preparati – chiarisce ancora il primo cittadino – e in tre giorni siamo riusciti a preparare un progetto coi fiocchi, come confermato dall’ammissione dello stesso alla valutazione, ma ora sembra che la cosa più importante di tutte fosse quella mail, figlia, ripeto, di un sistema che definire sbagliato è impiegare un eufemismo».

ORIA - CONSIGLIO COMUNALE DOPO GRANDINATA 2015. VIDEO -




giovedì 24 settembre 2015

IL COMUNE DI ORIA POTREBBE OTTENERE UN FINANZIAMENTO REGIONALE PER RESTAURARE IL RICCO ANTICO PATRIMONIO LIBRARIO.


Nei giorni scorsi il Servizio Beni Culturali della Regione Puglia ha ammesso alla fase di verifica documentale l’istanza contenente la proposta progettuale “Intervento di restauro fondo storico librario”, presentata dal Comune di Oria  nell’ambito dell’Avviso Pubblico per la riqualificazione dei beni culturali regionali.

Un’ottima notizia, anche se, purtroppo, vi sono poche speranze di successo se si considera che la Regione Puglia ha deciso inizialmente di invitare a presentare la prescritta documentazione solo i Comuni, nel numero di 44, che per primi, a partire dalle ore 00:00 del I° settembre 2015, hanno trasmesso a mezzo PEC la richiesta di partecipazione al bando.

Ripeto: poche speranze che Oria ottenga il richiesto finanziamento, in quanto trovasi  nell' elenco ammissibili all' 88° posto e le prime 44 istanze che saranno valutate corrispondono a quelle aventi una richiesta complessiva di finanziamento pari al doppio della dotazione finanziaria di € 16.969.690,73.

Non è mia intenzione bacchettare nessuno del nostro palazzo di città, ma ho motivo di ritenere che qualcuno dovrebbe fare un tantino di "mea culpa"  per aver trasmesso la PEC alle ore 08:33:54 del I°.9.2015, se si considera che molti Comuni hanno inviato le istanze già a partire dalle ore 00:00:00 del medesimo giorno, ovvero ben 80 istanze ammissibili sono pervenute entro le ore 00:49:17.

Peccato! Peccato davvero per un'occasione ... forse ... persa, sol perché qualcuno ha preferito dormire! (vecchio proverbio locale: AZITI     SUBBUTU     CA   CACHI    ADDO'  VUEI )

Domanda: ha forse attinenza una delibera di G.M. datata 23.9.2015 avente per oggetto: "Costituzione ufficio di staff  per il supporto e la collaborazione operativa nell’'esercizio delle funzioni istituzionali attribuite al Sig. Sindaco. Approvazione Disciplinare, Contratto e Avviso Pubblico. – Art. 90 D.Lgs. 267/2000"-
L'Ufficio di Staff del Sindaco dovrebbe servire a migliorare la macchina amministrativa del nostro Comune.........notoriamente carente???? Speriamo bene!

Testo tratto dal sito internet del Comune di Oria:

[Preziosi tesori custoditi nella Biblioteca "De Pace-Lombardi".
 Sono le 300 Cinquecentine censite in "Catalogo delle Cinquecentine " a cura di Maria F. Solazzo e Pasquale Spina e inserite nel catalogo unico dell'Istituto centrale di Roma, che fa capo al Ministero dei Beni Culturali. Digitando su INTERNET edit16.iccu.sbn.it/ si ha la possibilità di scoprire che Oria conserva libri che rappresentano delle vere e proprie rarità. Dal catalogo si evince l'enorme preponderanza dei testi stampati in latino, 218, rispetto ai 58 stampati in italiano; sono presenti anche 20 titoli scritti in greco e uno per ciascuna lingua in ebraico, in francese e in spagnolo. Attraverso il catalogo si può facilmente risalire anche ai luoghi di edizione delle opere: Lione, Roma, Parigi anche se più della metà provengono dalla Serenissima Repubblica di Venezia, tutti i più importanti centri di produzione libraria del sec. XVI.]

SECONDO IL MINISTRO FRANCESCHINI ORIA E L'ANTICA VIA APPIA NEL "VERO CAMMINO DEL GIUBILEO"


Nella giornata di ieri 23 settembre,  importanti testate giornalistiche nazionali online hanno pubblicato questa importante notizia per Oria. Per impegni familiari non ho potuto pubblicare prima d'ora questa notizia in questo "mio muro", limitandomi stamattina a pubblicare su Facebook  link che collegavano a siti giornalistici.


ROMA - Sarà l'Appia romana, la Regina Viarium, ” Il “Cammino di Santiago italiano”, capace di attirare nel Sud, dal Lazio alla Campania fino alla Puglia migliaia di nuovi turisti rilanciando il tessuto culturale ed economico locale. È stato iI ministro dei Beni culturali Dario Franceschini ad annunciare questa mattina a Roma il progetto pubblico per la valorizzazione e messa a sistema del cammino dell'Appia lungo l'antico tracciato romano.

martedì 22 settembre 2015

NUBIFRAGI: SE MOLTE CONTRADE (E ZONE PERIFERICHE DI ORIA) CONTINUANO AD ALLAGARSI DOBBIAMO DIRE GRAZIE ALL'EX SINDACO POMARICO ed ai suoi sodali.

E dire che in occasione del Consiglio Comunale del 7 c.m. , il cav. Pomarico, consigliere di minoranza, ebbe la baldanza, a proposito dei lavori in Piazza Lorch, di  rivolgere la seguente frase al sindaco: "IO MI AUGURO  CHE LEI NON SI FACCIA CONSIGLIARE MALE. UN VECCHIO PROVERBIO LOCALE RECITA: "Fattila cu li megghiu ti tei e fanci li spesi" .

Penso che tutti noi oritani dovremmo chiedere al cav. Pomarico il nome della persona (suo sodale) che gli consigliò di partorire la seguente lettera, con la quale comunicava alla regione Puglia che rinunciava al contributo di mezzo milione di euro che era già stato stanziato per il recupero funzionale della vora  Danusci, in agro di Oria.

Per approfondire leggere QUI un interessante articolo a firma del consigliere comunale Angelo Mazza, il quale fa riferimento che doveva esserci una verifica della magistratura contabile.... anche se non specifica: se, come,  quando e ad opera di chi è stata informata la competente Procura della Repubblica.

domenica 20 settembre 2015

A MIO PARERE, LA COLONNA CHE TROVASI IN PIAZZA CRISPI A BRINDISI PROVIENE DA ORIA, MA NON E' QUELLA DEL SANNAI.

Sulla scorta dei vari precedenti miei articoli ed in considerazione dell'assenza di atti presso il Comune di Oria, ritengo di poter dire che rimane un mistero la fine fatta fare alla "nostra" colonna dell'Osanna.
 Azzardo due ipotesi:
A)- distrutta;
 B)- grazie al "silenzio" di tanti sarà diventata di proprietà di qualche privato, alla pari della colonna di cui alla quarta immagine qui pubblicata. Non dimentichiamo che parliamo del periodo fascista e .... mi fermo qui!

Trovo comunque assurdo che nessuno storico di quei tempi, ha scritto un solo rigo, nell'immediatezza dei fatti, al fine di tramandarlo ai posteri. Tanto assurdo che viene da pensare che ci sia stata allora una sorta di connivenza fra regime fascista che governava Oria ed una parte del clero, che forse, non vedeva di buon occhio quel "monumento" che ricordava un rito di origine greca.
 D'altronde era già accaduto in passato che in terra di Brindisi, nel 1645 Mons.Dionisio O'Driscol tentò di proibire la tradizione del Sannai, per lui non certo conveniente per la chiesa cristiana, ma i suoi superiori da Roma decisero per la sua conservazione.

Circa la colonna presente nella piazza Crispi di Brindisi, azzardo l'ipotesi che provenga da Oria e che sia stata donata nel 1927 dal podestà Rocco Greco in occasione dell'istituzione della nuova "fascistissima" provincia di Brindisi (clicca QUI); azzardo altresì l'ipotesi che non sia quella del Sannai, bensì una delle tante "buttate" all'interno del vescovado o del castello, aventi caratteristiche simili a quelle delle prime quattro immagini qui pubblicate.

Questa colonna si trova nella Villa Corrado, sita su quel colle alle spalle dell'area ove parcheggiano i Luna Park, in via Fratelli Bandiera, ad Oria.
 
Queste colonne si trovano all'interno del castello di Oria.

 Queste colonne si trovano nel cortile del vescovado di Oria.

 Questa colonna si trova in una proprietà privata alle spalle dell'ex seminario vescovile della diocesi di Oria, presso Campomarino di Maruggio (TA).
 
La colonna dell'Osanna, ubicata, fino ai primi decenni del secolo scorso, nella piazza San Domenico in Oria,  stando alla foto seguente,  a mio modesto parere era, del tutto diversa rispetto alle altre qui pubblicate.
 

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...