giovedì 27 novembre 2014

IMPORTANTE PER I DETENTORI DI ARMI, SPROVVISTI DI REGOLARE PORTO D'ARMI


Entro il 4 maggio 2015 chi detiene armi deve presentare il certificato medico di idoneità psicofisica alla detenzione; in pratica lo stesso certificato richiesto per il rilascio del nulla osta all'acquisto, previsto dall'art. 35 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Lo stabilisce il decreto legislativo n. 121 del 29 settembre 2013, entrato in vigore il 5 novembre, che ha introdotto diverse novità in tema di controlli per l'acquisizione e la detenzione di armi (bianche, da sparo o da fuoco).

La certificazione dovrà attestare che il richiedente non sia affetto da malattie mentali oppure patologie che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti e psicotrope oppure abusare di alcol.

Il certificato medico in questione è rilasciato dal medico provinciale o dall'ufficiale sanitario (attualmente Asl) o da un medico militare.

Sono esentati dall'obbligo di presentazione coloro che nei sei anni antecedenti l'entrata in vigore del decreto, abbiano già consegnato il certificato al momento della richiesta di una licenza di porto d'armi o di un nulla osta all'acquisto di armi.

Le persone che entro la data di scadenza non avranno provveduto a consegnare il certificato agli uffici di Polizia o Carabinieri che avevano ricevuto le denunce di detenzione, riceveranno una diffida per la presentazione del certificato stesso. Se nei successivi 30 giorni la certificazione non sarà presentata, sarà avviato il procedimento finalizzato al divieto di detenzione.

Il richiedente, sottoponendosi agli accertamenti, è tenuto a presentare un certificato anamnestico, rilasciato dal medico di fiducia, di data non anteriore a tre mesi.

Il medico accertatore potrà richiedere, ove ritenuto necessario, ulteriori specifici esami o visite specialistiche, che saranno effettuati presso strutture pubbliche.
(Fonte: http://www.poliziadistato.it/articolo/view/36638/ )

mercoledì 26 novembre 2014

OGGI UDIENZA AL TAR PER UNA VECCHIA STORIA INIZIATA NEL 1998 E CHE E' STATA LA CAUSA DI TANTI VELENI NEL PALAZZO DI CITTA' DI ORIA.

Cliccare QUI per leggere l'intero articolo sul giornale online LO STRILLONE. 
Dopo aver letto attentamente anche i commenti in calce all'articolo forse capirete chi si cela dietro alla sigla Sinistra Unita Oria e allo pseudonimo Svevo Yria.
Sono in possesso di un po' di documenti relativi a questa incresciosa vicenda che un giorno di questi potrei pubblicare per tramandarli ai posteri, fregandomene del fatto che qualche soggetto interessato possa querelarmi per aver violato il suo DIRITTO ALL'OBLIO, in quanto, a mio parere, in questi casi è predominante l'interesse generale legato al fatto che trattasi di danno erariale che si è verificato anche a causa della condotta di funzionari ed amministratori comunali.

http://www.lostrillonenews.it/2014/07/18/tar-ordina-comandante-dei-vigili-non-pagare-quei-24mila-euro-oneri-prescritti

lunedì 24 novembre 2014

ORIA - CON LA "NUOVA TRASPARENZA" IL COMUNE NON PUBBLICA PIU' LE ORDINANZE RELATIVE AGLI ABUSI EDILIZI.

La corsa del gambero! E' proprio il caso di dirlo! Fino a qualche anno fa nell'albo pretorio del Comune di Oria venivano pubblicate anche le ordinanze di sospensione lavori a seguito di accertati abusi edilizi (in questo post potete osservare un'ordinanza dell'anno 2009). Oggi non è più così.
Pare che la novità è dovuta al contenuto del Decreto Legislativo n.33/2013, col quale sono state emanate le norme di riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.
In verità la legge non vieta alle amministrazioni comunali di pubblicare nell'albo pretorio online dati, informazioni e documenti per i quali non sussiste uno specifico obbligo di trasparenza, ma gli stessi devono essere indicati all'interno del programma Triennale per la Trasparenza e l'integrità. 
La Giunta Comunale decaduta, capeggiata dall'ex sindaco Pomarico, con delibera n.146 del 12.08.2014 ha approvato il programma Triennale per la Trasparenza e l'integrità per il periodo 2014/2016, escludendo obblighi di  pubblicazione aggiuntivi rispetto a quelli normativamente previsti.

domenica 23 novembre 2014

TRASPARENZA COMUNE DI ORIA: PRESUNTA MANCATA PUBBLICAZIONE SU ALBO PRETORIO ONLINE DEI DATI RELATIVI ALLE RETRIBUZIONI DEI DIRIGENTI

Al Responsabile della Trasparenza del Comune di Oria
Al Commissario Prefettizio presso il Comune di Oria
e, p.c.: Al Prefetto della provincia di Brindisi

Istanza di accesso civico (Ai sensi dell’art. 5 del Decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013) Il sottoscritto ARPA Francesco,

PREMESSO:
che l'art. 21, comma 1, della legge 18 giugno 2009, n. 69, recante "Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile ", ha previsto l'obbligo delle amministrazioni di pubblicare sui propri siti Internet, in attuazione dei principi di trasparenza e di buona amministrazione, i curricula vitae, i dati relativi alle retribuzioni e i recapiti istituzionali dei dirigenti, nonché le informazioni inerenti i tassi di assenza e di presenza del personale di ciascun ufficio dirigenziale;

CONSIDERATO:
che nell’apposita sezione dell’albo pretorio online del Comune di Oria risultano pubblicati solo ed unicamente i dati relativi alla retribuzione annua della responsabile il Settore Ragioneria;

CHIEDE:
in adempimento a quanto previsto dall’art. 5, commi 1, 2, 3 e 6 del Decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013, la pubblicazione dei dati relativi alle retribuzioni di TUTTI i dirigenti, sul sito internet www.comune.oria.br.it e la contestuale trasmissione al sottoscritto di quanto richiesto, ovvero la comunicazione dell’avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a quanto forma oggetto dell’istanza.--------------------------------------------------------------------------------------------  Oria lì 23 novembre 2014

martedì 18 novembre 2014

FIGURA DI COMANDANTE POLIZIA MUNICIPALE: UNA SENTENZA TAR CIRCA I REQUISITI.

REPUBBLICA ITALIANA
In nome del popolo italiano

Registro Decis.: xxxxx/00
Registro Gen.: xxxxx/0000


Il Tribunale Amministrativo Regionale per xxxxxxxxx, Seconda Sezione di xxxxx, nelle persone dei signori Magistrati:
xxxxxxxxxxxxxxx, Presidente
xxxxxxxxxxxxxxxxxxx, Primo Referendario
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx, Referendario, relatore
ha pronunciato la seguente

SENTENZA

A) sul ricorso n. xxxx/xxxx, proposto da xxxxxxxxxxxxxxxxxxx, rappresentato e difeso dall’avv. xxxxxxxxxxxx, con domicilio eletto presso lo studio dell’avv. xxxxxxxxxxxxxx,

contro

Comune di xxxxxx, in persona del Sindaco p.t., rappresentato e difeso dall’avv. xxxxxxxx, con domicilio eletto presso lo studio dell’avv. xxxxxxxxxxxx

per l'annullamento, previa sospensione dell'esecuzione,
-    della deliberazione di G.C. n. xxxx del xxxxx di approvazione del Regolamento Comunale

lunedì 17 novembre 2014

ORIA - ATTRAVERSO "LO STRILLONE" QUALCUNO FA SAPERE CHE E' NATO CON LA DIVISA E CON LA DIVISA VUOLE MORIRE!


Questo post è strettamente correlato a quello precedente. Per leggere l'articolo de LO STRILLONE ONLINE cliccare QUI.
Sinceramente qualcosa non quadra in tutto questo..... primo fra tutti il fatto che nessuno ha mai detto al signore in questione che deve abbandonare la divisa, bensì che un Comune che si rispetti non può non avere un responsabile di settore munito dei prescritti requisiti e..... possibilmente .... essere anche vincitore di regolare concorso.
Comunque ... come disse il cieco...... VEDREMO!

ORIA - POSTO DI COMANDANTE P.M.: IL DECADUTO SINDACO POMARICO AVEVA AVVIATO LA PROCEDURA DI MOBILITA' ESTERNA.

 Ricevo e pubblico una nota a firma del cav. Cosimo Pomarico, già sindaco di Oria. Evidenzio che il predetto non fa cenno alcuno al contenuto dell'orientamento ANAC n.57/2004  circa il doppio incarico del comandante la P.M.

[Signor Franco Arpa,

              per doverosa e corretta informazione, ritengo necessario fare alcuni chiarimenti, riguardo al suo comunicato del 14 novembre scorso "Ridimensionato il potere del Comandante della Polizia Municipale".

              In data 05 maggio 2014, con nota a mia firma n. 8749, ho disposto l'attivazione della procedura di mobilità, secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia, di:

n. 1 Ingegnere;
n. 1 Comandante della Polizia Municipale.

             A seguito di detta nota sindacale, la Giunta Municipale, con delibera n. 114 del 19 giugno 2014, ha approvato la modifica del piano triennale del fabbisogno del personale dell'Ente, integrando la suddetta programmazione con il reclutamento di nuovo personale  per l'anno   2014,  appunto, per n. 01  Ingegnere e n. 01 Comandante della Polizia Municipale.

             Procedura di Mobilità già avviata dalla Responsabile degli Affari Generali, che ha subito una momentanea interruzione a causa delle note vicende del Segretario comunale, che come è noto, hanno paralizzato il funzionamento  degli Uffici e dei Servizi e del licenziamento illegittimo della stessa Responsabile del Servizio preposto dott.ssa Loredana D'Elia.

             In data 30 settembre 2014, risolto in sede giudiziaria, il problema del licenziamento della Dott.ssa Loredana D'elia, ho immediatamente sollecitato, la ripresa, senza indugio, della procedura di mobilità per la copertura del posto di Comandante della Polizia Municipale.

             Procedura, che,  come precedentemente disposto dal Sindaco e deliberato dalla Giunta Municipale, è attualmente in fase di applicazione.

             Si ringrazia per la disponibilità e si porgono distinti saluti.

Oria, lì 17 novembre 2014 
                                                          Mimino Pomarico

Mi riservo di inviarLe, se ritenuto necessario, tutta la documentazione del caso.]


sabato 15 novembre 2014

ORIA - A PROPOSITO DI ORDINANZE DEL SINDACO E/O DEI DIRIGENTI DI SETTORE, OVVERO STORIE COMICHE DI CONTROLLORI E CONTROLLATI !

Con ordinanza datata 30 settembre u.s., firmata congiuntamente dal decaduto sindaco Pomarico e dal responsabile pro tempore della Polizia Locale, è stato (giustamente) inibito il parcheggio e la sosta di automezzi sul piazzale del municipio, ad eccezione dei mezzi di proprietà del Comune solo ed unicamente durante l'orario di servizio.
Conseguentemente, alle spalle del municipio è stata  realizzata un'area di sosta riservata ai mezzi di proprietà del Comune, ma .... ahimè .... quasi ogni giorno rilevo che in detti stalli color giallo sono  parcheggiate anche auto di proprietà .... di proprietà ......di proprietà ...... beh.... guardate la foto e capirete.

Mi chiedo se qualche signore conosce il significato di termini quali VERGOGNA, ARROGANZA, ABUSO DI POTERE.

venerdì 14 novembre 2014

ORIA - RIDIMENSIONATO IL POTERE DEL COMANDANTE LA POLIZIA MUNICIPALE.

NEGATIVO O POSITIVO AVERE UN COMMISSARIO PREFETTIZIO ALLA GUIDA DEL COMUNE ?
Positivo, a mio parere, per alcuni motivi.
Esempio: risparmio stipendi a sindaco ed assessori, gettoni di presenza e rimborso spese di viaggio a consiglieri comunali.
E poi.... udite . .... udite!
Con decreto datato 11 c.m., la d/ssa CICORIA, commissario prefettizio ad Oria, ha "ridimensionato" il potere del Comandante pro tempore della Polizia Municipale, esautorandolo dalle funzioni di Dirigente del 7° Settore Attività Produttive e SUAP. Dette funzioni saranno esercitate ad interim a decorrere dal 17.11.2014 dalla d/ssa Loredana D'Elia, vicesegretaria, nonche Dirigente del Settore Affari Generali.
La motivazione del provvedimento è la seguente:
"Preso atto dell'orientamento dell' Autorità Nazionale Anticorruzione n.57/2014 datato 6 agosto 2014, in virtù del quale colui che riveste il ruolo di Comandante della Polizia Locale non può svolgere funzioni di responsabilità nell'esercizio di servizi di un Comune per i quali è necessario emettere provvedimenti autorizzatori o concessori oggetto di attività di controllo in virtù della sua principale qualifica, sussistendo un'ipotesi di conflitto di interesse anche potenziale."
Il suddetto orientamento ANAC, sollecitato probabilmente dal precedente segretario comunale, è stato ignorato per circa due mesi dal decaduto sindaco Pomarico.
Mi chiedo: per quanti anni abbiamo avuto ad Oria tale situazione di potenziale conflitto di interesse?
Chi è in grado di affermare che detto conflitto è rimasto per tutti questi anni sempre e solo un'ipotesi?
Possibile che tutti i consiglieri comunali (dico tutti) in tutti questi anni hanno taciuto?
E perchè hanno haciuto?
Meditiamo gente .... meditiamo sul fatto che basterebbe questo episodio per non votare nessuno alle prossime elezioni comunali fra chi negli ultimi anni è stato sindaco, consigliere o assessore comunale!
Ricordo a me stesso che da molti anni il Comune di Oria è sprovvisto di Comandante della P.M. munito dei requisiti di legge, nonchè vincitore di regolare concorso (cliccare QUI) e pertanto non mi meraviglierei se il Commissario Prefettizio decidesse di sostituirlo col meccanismo della mobilità esterna.

mercoledì 5 novembre 2014

ORIA - FOTOVOLTAICO NEI PRESSI CHIESA MADONNA DELLA SCALA. NOVITA' DAL COMUNE!

Il Comune ha segnalato alla Procura della Repubblica che la recinzione dell'impianto fotovoltaico sito in contrada Palombara Piccola sarebbe  ABUSIVA, ovvero realizzata in parziale difformità rispetto al permesso di costruire. Cliccare QUI.

Ho motivo di ritenere che a breve apprenderemo altre novità che potrebbero arrivare da uffici della regione Puglia, in relazione alla mia segnalazione circa il vincolo che è stato ignorato in occasione del rilascio dell'autorizzazione unica.
VEDREMO ...... DISSE IL CIECO!
In verità LA PERSONA INFORMATA DEI FATTI ha asserito che è tutto  in regola e che per quanto riguarda la recinzione farei bene a farmi controllare la vista.

domenica 2 novembre 2014

Mi vergogno di essere oritano!!!! (a cura del cav. Romualdo De Simone)

Mi vergogno di essere oritano e vi spiego il perchè.
Oggi, giorno dei defunti, mi sono recato al cimitero per far visita ai miei cari, ma quando mi sono avvicinato alla lapide di mio zio, Romualdo DE SIMONE, mi sono accorto che avevano staccato la lampada votiva per morosità. Faccio presente che mio zio è morto in guerra, precisamente ad Adi Quala (Africa Orientale) e non certamente a raccogliere banane come forse ha inteso l'amministrazione comunale uscente.
 I resti mortali di mio zio, furono riportati in Oria nel marzo del 1970 e furuno tumulati nel cimitero comunale, nell'ossario dei caduti in guerra, dall'allora amministrazione comunale presediuta dal sindaco professore Luigi GRASSI. La delibera conteneva oltre alla tumulazione, a spese del comune, anche le spese di illuminazione della  lampada votiva. Tempo fa la ditta DE SARLO che gestisce l'illuminazione del cimitero mi intimava di pagare una morosità che non mi era dovuta, dopo aver fatto presente alla stessa che vi era una delibera del 1970 che tutto andava a spese del comune. Mi rivolsi immediatamente, non certo con toni pacati, all'amministrazione uscente, che  si impegnò a risolvere il problema.  Promesse di marinaio, problema ancora non risolto.
La cosa che più dispiace che questa amministrazione uscente è stata da me appoggiata fino alla fine. 

Cav. Romualdo DE SIMONE
----------------------------------
 Ricordo a me stesso che il 10 maggio 2011, alla vigilia dell'insediamento del sindaco Pomarico, l'amico Romualdo così ebbe a scrivere:

sabato 1 novembre 2014

A ORIA LE REGOLE DEL CDS SI APPLICANO SULL'ONDA DELL'UMORE DEL MOMENTO. LO AFFERMA IL PRESIDENTE DEL LIBERO COMITATO AMBULANTI.


Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...