venerdì 28 febbraio 2014

PERCHE' STO PUBBLICANDO DI MENO? ADESSO VE LO SPIEGO.

Ho restaurato questo gioiellino che era fermo da quasi quarant'anni. La data di prima immatricolazione risale al 1963. Acquistata dal mio papà usata nel 1964, in pratica mi accompagna da 50 anni ed è stata testimone di tante cose belle e meno belle della mia famiglia.
Sinceramente mi sono divertito di più dedicandomi a questo restauro, anzichè perdere tempo con le castronerie  di Mimino e & C. (come spesso ho fatto .... e forse riprenderò a fare... a breve).


giovedì 27 febbraio 2014

IL DR. VITTO CI INFORMA CHE EGLI E' L'UNICO REFERENTE DI FORZA ITALIA AD ORIA.

Ricevo e pubblico il seguente comunicato stampa, che, a mio modesto, parere sconfessa il contenuto di un altro comunicato stampa dei giorni scorsi, a firma del consigliere com/le Gianfranco Sorrento, il quale, nel settembre 2012, dopo essere fuoriuscito dal mov/o Noi_Centro, aveva tentato (senza riuscirci) di entrare nell'UDC.

[Si   comunica   a   tutta   la   cittadinanza  l’apertura   della   nuova   sede     di   “ Forza Italia” in   oria   alla   Via    Manduria n°  5 ,   al  fine  di  accogliere   tutti  i cittadini  che   si riconoscono   negli   ideali   liberaldemocratici e di   solidarietà,  pronti a mettersi  al  servizio  della   comunità  oritana.
 Si   ritiene   opportuno   ricordare    che  possono   far  parte    del  movimento   politico  “Forza

L'oritana Maria Lucia Carone dirige l'Ufficio Centrale del Bilancio presso il Ministero dell'Interno.

La D/ssa Maria Lucia Carone, da sempre residente ad Oria con la famiglia, è stata nominata Direttore Generale dell' UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO PRESSO IL MINISTERO DELL'INTERNO

La d/ssa Carone,  Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, la quale ha un curriculum di tutto rispetto, in precedenza  ha svolto funzioni di Direttore Generale dell' UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO PRESSO IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO, nonchè Direttore Generale dell'Istat.


domenica 23 febbraio 2014

ORIA - RACCOLTA DIFFERENZATA: CAMBIA NUOVAMENTE IL CALENDARIO E NOI CITTADINI SEMPRE TRATTATI DA CO****NI !!!

Da qualche settimana siamo stati informati che domani cambia (ancora una volta) il calendario della raccolta differenziata. La differenza sostanziale consiste nel fatto che viene tolta una presa di NON RICICLABILE e viene aggiunta una presa di FRAZIONE UMIDA, mentre viene eliminata la presa porta a porta del vetro.

Una sola presa a settimana di NON RICICLABILE creerà sicuramente notevoli disagi e spero NON anche maggiore insozzamento delle campagne.

Questo continuo cambiare mi dà tanto la sensazione di "gioco delle tre carte" per confonderci le idee. Ricordo a me stesso che all'inizio di questo nuovo servizio (circa 4 anni fa) le prese settimanali di frazione non riciclabile erano due, ragion per cui stiamo subendo un torto, col tacito consenso delle forze politiche locali (tutte).

A proposito di forze politiche devo far rilevare che la variazione in questione era prevista anche per i Comuni di Latiano, Torre S.S/nna ed Erchie e che nella giornata di ieri la Monteco ha fatto retromarcia, pubblicando sul web il seguente avviso:
[Avviso importante per i cittadini di Erchie e Torre S. Susanna: il calendario di raccolta non subirà variazioni. Rimane in vigore quello attuale, ciò a seguito degli ultimi accordi intercorsi tra enti e gestore] 

Accordi.... capite? Accordi ....e gli ignari cittadini, nel bene o nel male, vengono sempre lasciati all'oscuro dei vari accordi che "intercorrono". Finirà tutto questo un giorno? Avremo mai trasparenza?

Ricordo a me stesso che in base al capitolato d'appalto la Monteco doveva consegnarci direttamente a casa i sacchetti bianchi e gialli, due volte all'anno. Cliccare QUI.

Image and video hosting by TinyPic

sabato 22 febbraio 2014

MARIA PISIEDDU, VOCCA TI FURNU, NEL 1862, INVOLONTARIAMENTE CONTRIBUI' ALLA CATTURA DEL BRIGANTE GIUSEPPE VALENTE, DETTO NENNA NENNA.

Immagine tratta da sito Archivio di Stato Torino

.....Nel 1862, a capo di una formazione di circa trenta elementi, Valente taglieggiava il territorio compreso lungo l’asse Ostuni –S. Vito – Mesagne – S. Pietro Vernotico, con spostamenti verso Oria e Ceglie. Gli vennero attribuiti “ottantatre reati tra omicidi, rapine, grassazioni, estorsioni, sequestri di persona, incendi, furti di bestiame, resistenza e tentati omicidi a componenti la forza pubblica”.
 ...............
Il I° dicembre 1862 Valente partecipò allo scontro alla masseria Monaci nei pressi di Noci, che con la disfatta del sergente Romano segnò la fine “politica “ del brigantaggio e del suo principale protagonista. Valente, scampato al massacro, con i suoi uomini dispersi o uccisi, tornò dalle nostre parti, aggirandosi isolato nella campagna brindisina.
 Di lui se ne persero le tracce fino al 21 dicembre.
 Il 21 dicembre a Lecce, nei pressi di Porta Napoli, fu riconosciuto da un vetturale suo compaesano: forse per combattere la solitudine della latitanza, aveva cercato un momento di svago, appartandosi con una generosa fanciulla del posto, la ventiquattrenne Maria Pisello, il cui soprannome, “Maria pesieddu, ucca tè furnu”, sospeso tra la metafora e lo spot programmatico pubblicitario, aveva evidentemente varcato i confini della città. Così uno dei più feroci banditi di casa nostra, colto con le braghe in mano ( o addirittura senza, le carte d’archivio non precisano), fu arrestato, consegnato alla giustizia e condannato ai lavori forzati a vita, a causa dell’unica sua vera passione: le donne.
 Non meravigliamoci: il brigantaggio fu sconfitto anche grazie ad un vetturale impaziente d’incontrarsi con Maria Pesieddu. Dove non riuscirono i vari Lamarmora e Cialdini, provvidero le tante ucca tè furnu! 
Fonte notizia completa: QUI

ORIA - IL BRIGANTAGGIO CONTINUO' NONOSTANTE LA MORTE DI CIRO ANNICCHIARICO.

Brigantaggio: il sequestro del liberale Giuseppe Biasi, da Oria.
Immagine tratta dal web
Giuseppe Biasi era un uomo anziano, molto conosciuto perché era un consigliere comunale di Oria ed era un liberale orgoglioso, con barba e mustacchi, come usavano i liberali dell'epoca.
 Egli viveva e lavorava, con la sua famiglia, nella masseria Santoria (o Santoro? NdR), in agro di Torre Santa Susanna. 
La sera del 22 novembre del 1862, tutte le squadre di briganti presenti in zona, dopo i fatti sanguinosi di cui si erano resi responsabili il giorno prima, nel Comune di Carovigno, assalirono tale masseria. I briganti erano davvero tanti perché si erano riuniti in un unico gruppo le squadre di Giuseppe Nicola Laveneziano, quella del gioiese Romano, quella di Pizzichicchio e quella del Capraro.

venerdì 21 febbraio 2014

ORIA - RITORNA FORZA ITALIA .... OVVERO NASCE IL CLUB FORZA SILVIO!

Agli Organi di Stampa e di Informazione
COMUNICATO STAMPA
NASCE ANCHE AD ORIA IL CLUB DI FORZA ITALIA

ORIA – Si è costituito nei giorni scorsi anche nella città federiciana il club di Forza Italia. Del gruppo costituente fanno parte, oltre al neo presidente il consigliere comunale Gianfranco Sorrento, anche Fabio Stranieri, Silvestro Del Monte, Andrea Contaldi e Franco Spina.
Il neonato club, in coerenza con quella che è la linea tracciata dal movimento politico di Forza Italia, e dai suoi rappresentanti territoriali come il Coordinatore provinciale l'On. Luigi Vitali e il Sen. Pietro Iurlaro e regionali come gli On. Francesco Amoruso e Raffaele Fitto, intende dare il suo contributo anche sul territorio locale al fine di diventare riferimento certo per quei cittadini che vogliono interpretare una nuova stagione politica. L'attività del nuovo circolo oritano sarà fondata sul rinnovamento etico e culturale della politica, recuperando, attraverso uno slancio moderato, soprattutto tra i giovani, quell'entusiamo e quella fiducia che oggi purtroppo la politica stessa ad ogni livello ha perduto.
Anche nella nostra città, afferma il neopresidente del circolo Gianfranco Sorrento, è necessario far
emergere il degrado morale, la inefficienza e l'inerzia dell'amministrazione comunale verso i problemi reali della città, mettendo in campo idee nuove, progetti e professionalità, che siano in grado di ridare speranza ad una città già troppe volte delusa e maltrattata da una gestione personalistica della politica e del potere.
Pertanto, nei prossimi giorni, in sintonia con il coordinamento provinciale dei club, il Direttivo locale aprirà la campagna di tesseramento a tutti coloro i quali vorranno con rinnovato entusiasmo aderire al nuovo sodalizio, facendo particolare attenzione verso quei numerosi giovani che già guardano con soddisfazione ed interesse a questa nuova iniziativa politica.

Il Direttivo

POSSIBILE CHE QUESTO ACCADE NELLA CIVILISSIMA E SORVEGLIATISSIMA ORIA ???????????

Caro  Franco,
ti inoltriamo una email che abbiamo inviato alla redazione di Striscia la notizia” qualche giorno addietro con preghiera di far conoscere questa situazione alla collettività oritana.

E’ una denuncia per una situazione che va avanti da oltre un anno in Via Piave ad Oria.

Vorremmo segnalare una situazione terribile che un senzatetto della nostra cittadina sta vivendo da alcuni mesi a questa parte.

Noi abitiamo nel centro storico della città. di fronte al vecchio municipio che ora è adibito a museo ed eventi in genere.

IL GEOM. G. MARINO' E L'AVV. ASSANTI CHIUDONO L'ESPERIENZA E L'APPARTENENZA NEL PARTITO DI VENDOLA, SEL.


Comunicato Stampa
Geom. Giancarlo Marinò – Avv. Cosimo Assanti

    Le vicende politiche nazionali e locali degli ultimi tempi, impongono a noi tutti un’attenta riflessione sulle modalità di partecipazione alla vita politica, sul modo di rappresentare gli interessi della comunità di appartenenza e, cosa più importante di tutte, su come ampliare la base di partecipazione popolare alle scelte politiche e amministrative, assicurando così il massimo della rappresentanza e della condivisione.
La crisi della forma partito tradizionale, così come uscita dalla realtà politica e sociale del novecento, rappresenta un dato oramai acquisito, e la fine della connotazione ideologica con l’assenza di un progetto radicale di trasformazione sociale da proporre, ha trasformato i partiti c.d. post – ideologici in semplici cartelli elettorali se non addirittura di notabili.

giovedì 20 febbraio 2014

E DOPO LE BANDE MUSICALI PASSIAMO ALLE BANDE DI BRIGANTI OPERANTI IN ORIA.

All'inizio dell'Ottocento, il Comune di Oria fu elogiato perchè aveva partecipato attivamente alla distruzione della setta denominata "I Decisi", ovvero temutissimi briganti capeggiati da Ciro Annicchiarico, detto il “Papa”. Cliccare QUI e QUI.

  Il seguente testo è tratto dal libro di Carmelo Turrisi: La Diocesi di Oria nell'Ottocento. Aspetti socio-religiosi di una diocesi del Sud (1798-1888), Università Gregoriana editrice, Roma 1978., pagine 67-68.

ORIA - DOM. 23 FEBB.: DECENNALE DELLA GLORIFICAZIONE DI SANT'ANNIBALE. CORALI IN CONCERTO.

mercoledì 19 febbraio 2014

BANDA MUSICALE "CITTA' DI ORIA"

Non sono in grado di scrivere i nomi di tutti i componenti e cosa essi suonano, poichè non conosco quasi nessuno di vista, ad eccezione del capobanda Franco Annè, Iunco, Alessandro Moretto, Nigro ..... e il clarinettista Gabriele Carrozzo (nel cerchio giallo). Colgo l'occasione per felicitarmi con quest'ultimo, il quale a soli 10 anni è stato ammesso di recente a frequentare il Conservatorio.

Nelle seguenti foto Gabriele nel mentre si esibiva, in Francavilla F/na,  insieme al gruppo bandistico Giuseppe Verdi, in occasione del Concerto di Natale 2013.

ORIA - ASSOCIAZIONE MUSICALE "PROGETTO ARTISTICO ORITANO"

Organico

martedì 18 febbraio 2014

ORIA - A PROPOSITO DI BANDE MUSICALI, BANDISTI, CAPIBANDA, DIRETTORI ARTISTICI, ETC....


Nel 2008 è stato dato alle stampe il libro di Concetta Pomarico dal titolo "IL SUONO DELLA FESTA - Oria: quasi due secoli di musica bandistica". Un libro che ritengo molto interessante e che, a mio sommesso parere, non dovrebbe mancare nella casa di ogni oritano.
Verso la fine del libro, in circa tre pagine è sintetizzata la storia delle bande musicali oritane nei circa 40 anni antecedenti l'uscita del libro (2008). Ve li propongo nell'allegato file formato .pdf.

Dalla lettura di ciò si evince che fino all'ottobre 2007 in Oria esisteva una sola banda, denominata CONCERTO BANDISTICO CITTA' DI ORIA. Nel novembre 2007, colui che la dirigeva dall'8.12.1991, il maestro Giovanni Semeraro, decide di abbandonarla, insieme  a molti altri giovani, per creare l'associazione culturale musicale "Progetto Artistico Oritano"".
Sin dall'inizio veniva subito dato gran risalto al nome del vice-maestro, Adriano Iurlaro, che ricopriva il ruolo di I° clarinetto.

Nella vecchia banda rimanevano quasi tutti gli anziani, con in testa Franco Annè, che assumeva le vesti di capobanda, incarico già ricoperto all'inizio degli anni Novanta, all'indomani del "pensionamento" del maestro Vincenzo Moretto. Per varie ragioni, questo gruppo attualmente non naviga in buone acque e spesso deve far ricorso a bandisti forestieri.

L'altro gruppo, invece, ha avuto un crescendo continuo dal 2007 ad oggi. Nel frattempo è cambiata la direzione. Da circa quattro anni, al maestro Semeraro è subentrato il vice, Adriano Iurlaro.

Concludo con una domanda: dobbiamo aspettare l'uscita di qualche nuovo libro per scoprire i motivi per i quali Giovanni Semeraro è uscito di scena? In questi giorni qualcosa mi è arrivato all'orecchio, ma preferisco tacere per risparmiarmi reazioni  spropositate e scomposte da parte di soggetti più o meno interessati.

Attualmente Semeraro dirige il coro Maria SS.Immacolata di Fragagnano e, stando a voci di chianca, non vuol più sentir parlare di bande e di bandisti di Oria. Mi verrebbe da chiedergli: "Maestro, potesse  tornare indietro rifarebbe quel passo fatto nel 2007? Col senno del poi, aver creato l'associazione PAO è stata una saggia decisione?"

ORIA - NELLA NOTTE ATTENTATO INCENDIARIO NELLA CASA DI CAMPAGNA DI UN NOTO AVVOCATO.

Ignoti, dopo aver sfondato un cancello, probabilmente con un grosso mezzo, hanno successivamente introdotto un'automobile all'interno del garage della casa di campagna di un noto avvocato oritano. L'auto, risultata rubata, è stata poi data alle fiamme. 
L'inizio di incendio è stato domato, grazie all'intervento di una pattuglia di vigili giurati, che ha evitato conseguenze disastrose alla casa. Infatti nell'immobile vi era una bombola di gpl piena.
Ulteriori dettagli ce li faranno conoscere nelle prossime ore  i giornali online.


STASERA, ALLE ORE 18:50, PIERO IUNCO, CANTANTE ORITANO, SU CANALE 5

Non come concorrente ma come nuovo personaggio della trasmissione AVANTI UN ALTRO. 
Non si limiterà ad una singola esibizione, bensì interagirà varie volte nel corso della puntata con Paolo Bonolis.

lunedì 17 febbraio 2014

IN RISPOSTA ALL'ASSOCIAZIONE "PROGETTO ARTISTICO ORITANO".

Per FATTO PERSONALE, ritengo doveroso controreplicare ai signori che hanno firmato il comunicato in nome e per conto dell'associazione "Progetto Artistico Oritano", anche al fine di non dare l'impressione ai lettori di questo blog (ed in particolare a quei 20 che hanno cliccato MI PIACE), di essere stato messo a tacere in quanto sonoramente bacchettato .... perchè palesemente in torto.

Ciò premesso, per pochi righi scritti in QUESTO post,  ritengo spropositata la presa di posizione di detti signori, verso i quali, fra l'altro, non ho mai nutrito sentimenti negativi.

Non solo hanno manifestato rancore (ingiustificato) nei miei confronti, ma hanno  infangato l'altro gruppo bandistico locale, del quale buona parte di essi facevano parte fino a qualche anno fa. Va dato atto che con atteggiamento nobile i componenti dell'altro gruppo hanno preferito ignorare il vile attacco.

Arrivano a parlare di REGOLARE PERMESSO SIAE che solo loro avrebbero e non posso non far rilevare che nella determina del Comune (circa l'incarico per il 20 febbraio) non si fa alcun riferimento al possesso di tale requisito, ragion per cui non riesco a capire CHE C'AZZECCA questo dettaglio, se non a ledere l'immagine dell'altro gruppo bandistico, al quale va tutta la mia solidarietà. Peraltro non mi risulta che in passato è stato richiesto a tutte le bande il rispetto di tale requisito.

Si spingono questi signori a chiedermi di fare pubblica ammenda per aver scritto qualcosa di offensivo nei loro confronti, nonchè nei confronti di una bambina innocente. Pi la marangia! Manco fossi Erode!

Un sindaco da buon padre di famiglia, quale dovrebbe essere, avrebbe innanzitutto tentato di riappacificare i due gruppi bandistici (provenienti da un unico gruppo esistente fino al 2007) e, proprio per evitare ogni sorta di legittima critica, a causa della presenza di due stretti parenti nell'associazione in argomento, avrebbe esortato l'assessore di riferimento e il competente funzionario comunale a interpellare, alla bisogna, entrambi i gruppi bandistici, facendone menzione nei relativi atti.

Ed ancora, è scritto, nei miei confronti, ".....ma non è la prima volta che assume dimostrabili atteggiamenti lesivi, al buon nome e l’immagine della nostra Associazione Musicale....".

Questa è solo ed unicamente spudorata menzogna! Questi signori mentono sapendo di mentire! E lo comprovano i seguenti link che portano agli unici articoli presenti in questo blog, nei quali si parla dell'Associazione Progetto Artistico Oritano": 

http://www.arpa-oria.com/2009/12/concerto-di-capodanno-cura.html

http://www.arpa-oria.com/2009/04/lassociazione-culturale-musicale.html

http://www.arpa-oria.com/2012/05/una-bellissima-ragazza-oritana.html

http://www.arpa-oria.com/2011/12/oria-sera-del-i-gennaio-v-ed-concerto.html

http://www.arpa-oria.com/2011/08/oria-concerto-musicale-swing-blues.html

http://www.arpa-oria.com/2011/07/estate-oritana-amicizie-e-parentele.html

http://www.arpa-oria.com/2011/05/cori-e-banda-di-oria-brindisi-uno-dei.html

http://www.arpa-oria.com/2009/02/oria-21-febbraio-concerto-in-onore-di.html 

SI E' ESIBITO PER IL PAPA, L'ORITANO GIOVANNI SEMERARO, MAESTRO MUSICISTA, DIRETTORE DEL CORO MARIA SS.IMMACOLATA DI FRAGAGNANO.

Già... proprio così!
E' accaduto il 2 febbraio scorso, in occasione della FESTA DELLA PRESENTAZIONE DEL SIGNORE - XVIII GIORNATA DELLA VITA CONSACRATA, la cui messa è stata celebrata da Papa Francesco nella chiesa di San Pietro in Roma.


domenica 16 febbraio 2014

ORIA - ECCO PERCHE' IL SINDACO ASPETTA UNA RISPOSTA DALL'AVV. MARAZZITA.

sabato 15 febbraio 2014

ORIA - CASO MARIO DE NUZZO. IL SINDACO ASPETTA SUGGERIMENTI DALL'AVV. MARAZZITA

Città di Oria 

Egregio Avvocato Marazzita 
 Via Vincenzo Tangorra, 9 00191 ROMA 
Dott.SSa Paola Perego RAI UNO - ROMA 

Egregio Avvocato,
 a seguito delle Sue rassicuranti affermazioni rilasciate nella trasmissione di RAI Uno sulla vicenda De Nuzzo di Oria, nel mese di novembre scorso, Le ho inviato, su Sua richiesta , tutta la documentazione necessaria, per trovare, come da Lei stesso auspicato, con nota del 18 novembre 2013 “Un difficile spiraglio giuridico per risolvere la vicenda De Nuzzo, tramite un provvedimento che non crei alcun problema all’Amministrazione Comunale”.
Tenuto conto, delle sollecitazioni da parte della Corte dei Conti e delle doverose procedure legali in atto, La esorto, ancora una volta, a fornirmi tutti gli elementi giuridici possibili per evitare, per motivi umanitari, come da Lei in diverse occasioni sostenuto, che la Famiglia De Nuzzo restituisca al Comune di Oria, la somma di oltre cinquecentomila Euro, in applicazione della Sentenza di Cassazione. In attesa di un Suo cortese e sollecito riscontro, La ringrazio e invio distinti saluti.
Palazzo Municipale, lì 15 febbraio 2014
Il Sindaco Cosimo Pomarico

PUBBLICO PER DIRITTO DI REPLICA ... A PROPOSITO DELLE BANDE CITTADINE. (NON MI SENTO DI DOVER CHIEDERE SCUSA A NESSUNO).


Ricevo e pubblico..... e chissà se non devo dare spazio nelle prossime ore anche all'altro gruppo bandistico, citato in questo testo. Tengo a precisare che non mi sento corresponsabile di eventuali diffamazioni verso terzi, eventualmente derivanti dalla presente comunicazione, che, sottolineo, pubblico solo ed unicamente per diritto di replica.
 
  Egregio Cavalier Arpa,
nel suo articolo pubblicato sul suo Blog e divulgato democraticamente sulla relativa pagina facebook, in data 13 Febbraio 2014, dal titolo
“ORIA - LE BANDE CITTADINE SONO DUE, MA SOLO UNA SUONA PER CONTO DEL COMUNE.... CON SOLDI DI TUTTI I CITTADINI?”
anche se con astuzia non ha fatto nomi, ha palesemente fatto pubblico riferimento al buon nome della rispettabile Associazione, per fare notizia, suscitando domande e interrogativi alla gente che la legge, sul nostro conto.
Infatti, fra le righe, si leggono alcune parole, corredate di link, che con un semplice click riconducono facilmente al download, da sito istituzionale, di pubblica determina emessa a favore della nostra Associazione musicale.

venerdì 14 febbraio 2014

SAN VALENTINNO - POESIA DEL COMPIANTO POETA ATTILIO MINGOLLA.

Santu Valintinu
festa ti 'nnamurati,
elettu pi patrinu
ti zit'e di nzurati,
è questa la sciurnata
ti armonia fistosa
e no va rricurdata
'nna stizza o n'atra cosa,
pircé è n'occasioni
ti tregua coniugali
no di cuntestazzioni
ma sulu ti rricali!
Prumess'e giuramenti
si sprecunu stu giurnu,
carezz'e complimenti
si fannu pi cunturnu;
mariti cu mugghieri,
comu tò angioletti,
si scordunu ca ieri
si fecira dispetti,
la zita cu lu zitu,
ca stavunu ncrugnati,
pi mezzu ti stu ritu
mò 'onnu ngià 'mpaciati.
Com'animi gimelli
st'amanti fistiggiati,
si scangiunu giuielli
magari 'ndibbitati;
vistiti, anieddi t'oru,
profumi, rosi, baci,
pircé sta festa loru
l'è fattu fari paci;
filici so st'amanti
sia sposi o fidanzati
e 'ncunu commercianti
li baffi s'è liccati.
Attilio Mingolla

giovedì 13 febbraio 2014

ORIA - COMUNICATO STAMPA DELL'OPPOSIZIONE: NESSUN SOCCORSO AL SINDACO POMARICO!


 COMUNICATO STAMPA 
Con questo comunicato si intende smentire categoricamente la voce sempre più insistente, artatamente messa in giro da qualcuno a cui evidentemente manca ormai la terra sotto i piedi, secondo cui i consiglieri di Io Amo Oria insieme ad alcuni di quelli appartenenti alle altre forze politiche di opposizione, starebbero per aderire alla richiesta di soccorso politico proveniente dal Sindaco e da alcuni esponenti della ex maggioranza.
    LA VERITÀ, INVECE, È UN’ALTRA:
    Io Amo Oria è stanca di questo Sindaco e di questa Amministrazione litigiosa ed incapace che,

ORIA - LE BANDE CITTADINE SONO DUE, MA SOLO UNA SUONA PER CONTO DEL COMUNE.... CON SOLDI DI TUTTI I CITTADINI?

Mi sbaglio? Chissà?
 E' forse un caso che in questa banda suona il genero e la nipotina del nostro cavalier sindaco?

Per il 20 febbraio, festa del santo patrono, "detta banda" riceverà dal Comune ben 1450,00 euro in cambio delle proprie prestazioni.
Quell'altro gruppo bandistico, se non fosse per qualche funerale potrebbe anche appendere gli strumenti al chiodo.

mercoledì 12 febbraio 2014

MEDAGLIE D'ONORE SPETTANTI A INTERNATI E DEPORTATI MILITARI ITALIANI NELLA SECONDA GUERRA MONDIALE. (o, in caso di decesso, a loro familiari)

Sono ancora da assegnare (forse per mancanza di capillare informazione) oltre seicentomila medaglie d'onore, di cui alla legge n.296/2006, che prevede questa onorificenza ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra nell’ultimo conflitto mondiale, che abbiano titolo per presentare l’istanza di riconoscimento dello status di lavoratore coatto, nonché ai familiari dei deceduti. 
Per approfondimenti visitare la pagina web del sito del Governo Italiano dedicata al Comitato riconoscimenti ex IMI, ove è presente sia la normativa di riferimento che la modalità di presentazione delle domande. Cliccare QUI

NAVI AFFONDATE IN GRECIA CON PRIGIONIERI ITALIANI (..... E ORITANI) IMBARCATI.

Forse per la prima volta nella storia il Ministero della Difesa italiana pubblica qualcosa che riguarda questa/e vergognosa/e tragedia/e, ad opera dei tedeschi circa 70 anni fa.
Lo fa in occasione dell'anniversario della tragedia del piroscafo "Oria", pubblicando anche foto relative all'inaugurazione di un monumento sulle coste greche, nonchè un elenco delle navi affondate in Grecia, trasportanti circa 14.500 italiani.
 La Germania dovrebbe eternamente vergognarsi per queste bastardate del passato!


COMUNE DI ORIA: TREDICIMILA EURO DI IMPEGNO DI SPESA PER RIMBORSI A CONSIGLIERI COMUNALI CHE LAVORANO ALTROVE. .... E IO PAGOOOOOOOO!

Cliccare QUI per leggere l'atto.

martedì 11 febbraio 2014

FOTO ANTICHE DI ORIA: E' NATO UN GRUPPO FACEBOOK.

In data  8 febbraio 2014 nasce un gruppo su facebook, “Foto antiche di Oria (BR)”, creato da Debora Mele, cittadina della bellissima Oria. Cliccare QUI.
Il gruppo è  per  tutte quelle persone che vogliono condividere ed ammirare immagini antiche della Città di Oria, ritratti antichi di famiglie o persone che hanno vissuto  in Oria, per far conoscere ai giovani come era la bella Oria in passato, per quanti vogliono ricordare momenti di vita passata e ricostruire la storia della bella città di Oria e per quanti vogliono conoscere i propri antenati e nobili di Oria.
Nel gruppo “Foto Antiche di Oria” gli utenti possono inserire solo ed esclusivamente vecchie immagini che siano attinenti con la Città di Oria, dunque cartoline, paesaggi, persone e personaggi di Oria o comunque qualsiasi foto, scattata in epoca antecedente  l’anno 2005, che serva a raccontare e far affiorare ricordi del passato della  Città di Oria e dei suoi  abitanti.

Le foto sono la descrizione di un attimo, catturano l'istante e lo congelano, permettendo a distanza di tempo agli osservatori di esplorare e scoprire un mondo, un passato, un trascorso, un vissuto che a velocità normale viene ineluttabilmente perso.
Tramite le foto sarà possibile  ricostruire e comprendere il passato, in questo gruppo il passato del nostro paese e dei suoi abitanti".
Una foto, un documento, una cartolina ecc. permettono di soffermarsi sul passato, e contemporaneamente di essere proiettati su qualcosa di nuovo, su un nuovo gesto, una nuova emozione, di scoprire particolari, fatti e persone del passato: tutto ciò servirà a far crescere il nostro sapere, il sapere storico.

Il pensiero di Debora Mele nel creare il gruppo è il seguente “La fotografia lascia un segno intellettivo nella storia e noi oggi vogliamo materializzare il passato, il passato della nostra amata e bella Oria, dei suoi abitanti di un tempo;  vogliamo recepire, studiare, capire e trasmettere tramite l’immagine ogni qualsivoglia particolare di un passato  che rivive oggi grazie al contributo di tutti i membri del gruppo attraverso la pubblicazione di  foto/immagini del passato,  tutte molto preziose ed alcune  scattate da un grande fotografo degli inizi del 1900, al quale, per l’eccellente arte fotografica, gli venne concesso il titolo onorifico di “Grand’Ufficiale”. 
E’ doveroso ringraziare tutti i membri del gruppo, che con il loro impegno e prezioso contributo  fanno rivivere la nostra Oria antica, la nostra Oria di un tempo.

Intanto vi invito a visionare alcuni video presenti sul web, contenenti varie immagini di Oria...... di un tempo.
http://fotoalbum.virgilio.it/tonino-carbone/organize/slideshow.html?albumid=4294394288

 
ORIA.....COME ERAVAMO from ORIA IN VIDEO on Vimeo.

lunedì 10 febbraio 2014

IN QUESTI GIORNI DECORRE IL 70° ANNIVERSARIO DELLA TRAGEDIA DEL PIROSCAFO "ORIA", SUL QUALE ERA RECLUSO ANCHE QUALCHE SOLDATO ORITANO.


Sento il bisogno di pubblicare qualcosa in merito, in quanto ho motivo di ritenere che fra le migliaia di soldati italiani periti in detto tragico evento, ve ne fosse qualcuno nativo e/o residente nella mia Oria, trimillenaria città in provincia di Brindisi (ironia della sorte....avente stesso nome del piroscafo affondato).
Infatti nell'elenco dei dispersi del piroscafo Oria si leggono i nomi  CHIRICO PietroANTONUCCI Domenico.

Agli atti del Comune di Oria per il primo esiste un verbale di irreperibilità compilato dal Distretto Militare di Taranto il 22.10.1952, in base al quale si rileva che "CHIRICO Pietro di Cosimo, nato in Oria il 29.10.1921, è scomparso in mare, in seguito all'affondamento del piroscafo sul quale era imbarcato con l'810 Batteria da 20 m/m destinata alla difesa contraerei dello stesso piroscafo". Possiamo certamente affermare che trattasi di documentazione lacunosa e tardiva rispetto all'evento tragico  citato (senza indicazione del nome del natante, della data e della zona di mare dell'affondamento).

Per il secondo nominativo, ANTONUCCI Domenico, nutro il sospetto che possa trattarsi dell'omonimo partigiano, il quale, secondo l'ANPI, sarebbe ".......caduto  nella battaglia del monte Fileremo, (isola di Rodi), combattendo contro i nazifascisti, il 10 settembre 1943."
Agli atti del Comune di Oria esiste un Espresso Raccomandato del Ministero della Guerra, datato 21.5.1946, avente per oggetto una COMUNICAZIONE RITARDATA PER TARDIVA SEGNALAZIONE, con la quale si comunicava che "..... il soldato ANTONUCCI Domenico, classe 1920, è deceduto l'11.9.1943 in Egeo per ferite riportate in combattimento. Salma tumulata a Monte Fileremo (presso Rodi, dove vi furono delle battaglie dopo l'8.9.1943, NdR). Si prega di darne comunicazione alla famiglia residente a Oria, esprimendo le più sentite condoglianze da parte del Sig. Ministro, evidenziando che il nome del loro congiunto è scritto nell'Albo  d'Oro degli eroici caduti per la redenzione della nostra amata Patria."
Il mio sospetto circa il fatto che anche ANTONUCCI sia perito sul piroscafo Oria è motivato proprio dalla COMUNICAZIONE RITARDATA PER TARDIVA SEGNALAZIONE, nella quale fra l'altro non si fa riferimento alcuno a quale unità operativa appartenesse il medesimo. Inoltre, circa il luogo di sepoltura, trovo discordanza  con un dato presente sul sito del Ministero della Difesa, dove è riportato come sepolto in Italia. ANTONUCCI era nato a Francavilla Fontana e nel 1935 si era trasferito ad Oria.

Grazie alla municipalità di Saronikos in Grecia (sul cui territorio costiero ebbe luogo il naufragio) e a una donazione privata, è stato costruito e inaugurato domenica 9 febbraio 2014 un monumento alla memoria della terribile tragedia.   Cliccare QUI.
 
 LA STORIA
La tomba dimenticata di 4200 soldati italiani. 

BOCCIATA LA TRASPARENZA DEL COMUNE DI ORIA !!!

Gli O.I.V., Organi Indipendenti di Valutazione, dovevano entro il 31 Gennaio attestare l’assolvimento degli obblighi relativi alla trasparenza da parte delle amministrazioni pubbliche.
 L’O.I.V del Comune di Oria, Dott. Umberto Peluso, ha effettuato un’attestazione negativa per l’ente, riscontrando varie irregolarità.
Curiosa appare l’assenza di segnalazione da parte del Responsabile della Trasparenza, il Segretario Generale del Comune, all’O.I.V. sull’attività di controllo che questo avrebbe dovuto per legge effettuare, per lui era tutto trasparente. Evidentemente di parere opposto il controllore .....che lo ha bocciato!
I dati dell’attestazione, pubblicati sul sito del comune di Oria al link: http://www.comune.oria.br.it/amministrazione-trasparente/disposizioni-generali/attestazioni-oiv-o-di-struttura-analoga

ANCHE QUEST'ANNO L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ORIA "DIMENTICA" DI CELEBRARE "LA GIORNATA DEL RICORDO". IL MIO PENSIERO VA ALL'ORITANO EMILIO MONACO.

Ricorre oggi la "Giornata del Ricordo" in memoria delle vittime delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata.

Istituita come ricorrenza nel 2004 vuole commemorare quanti hanno perso la vita durante gli eccidi perpetrati per motivi etnici o politici nei confronti delle popolazioni italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia durante la seconda guerra mondiale e negli anni immediatamente successivi.

Dall'8 settembre del 1943 al 10 febbraio del 1947, sono scomparsi per mano delle truppe di Tito in Istria, in Dalmazia e nelle province dell'attuale confine italiano con la Croazia 350.000 corpi italiani ritrovati, e ancora oggi ne mancano molti all'appello, è un nostro dovere. Furono perseguitati e catturati dai partigiani di Tito e gettati vivi nelle Foibe Istriane sol perchè difendevano la loro abitazione e il loro essere Italiani.
Il mio pensiero in particolare va all'oritano:
Emilio MONACO di Leonardo e di Maddalena Scarciglia, nato a Oria il 14.4.1898, residente a Gorizia, Guardia di P.S. in servizio presso la Questura di Trieste, arrestato a Gorizia il 23.5.1945. Risulta deportato e dato per deceduto in località ignota. (Fonti: Ministero degli Esteri Sloveno (che lo comprende tra i civili) e Dichiarazione di Morte Presunta del Tribunale di Gorizia (Cfr. Gazzetta Ufficiale parte II del 04/02/1952): arrestato da elementi slavi a Gorizia.)
P.S.: nella nostra città trovano posto toponimi stradali dedicati a personaggi ambigui come Pier delle Vigne e Papa Paolo IV°, mentre personaggi come Emilio Monaco non vengono ricordati in nessun modo. Vergogna!!!
.....

venerdì 7 febbraio 2014

ORIA - SAB. 8 FEBBRAIO: VECCHIA CHIESA DI SAN FRANCESCO DI PAOLA. CONSACRAZIONE E RIAPERTURA AL CULTO.

giovedì 6 febbraio 2014

ORIA - CHE BRUTTA FINE HA FATTO QUELLA TINTEGGIATURA ... UNA DELLE IDEE GENIALI DELL'ASSESSORE DURANTE.

REPUBBLICA.IT CI INVITA A SEGNALARE MONUMENTI DELL'ORRORE DELLA NOSTRA CITTA'

Per leggere la notizia completa cliccare QUI

martedì 4 febbraio 2014

MIMINO POMARICO E LE SUE PERFORMANCES IN POLITICA..... OGGI COME NEL 2003???

Quello che state per leggere è un volantino distribuito in città nel febbraio 2003. Casualmente, Pomarico all'epoca veniva tacciato di falsità (politicamente parlando ovviamente), così come avviene oggi ad opera del Movimento Politico Oria E'.

LA SEGRETERIA SEL A EMILIO PINTO: ORIA E' STANCA DELLA POLITICA DELLE "CIAMARE STUNATE", DIMETTITI INSIEME ALL'OPPOSIZIONE.

Sezione di Oria (Br) 

Comunicato Stampa
 Prendiamo atto con estremo stupore del comunicato stampa dell’area “renziana del pd”, con il quale non solo comunica la fuoriuscita del Consigliere Emilio Pinto dalla maggioranza, ma rivolge perfino un appello a Sel affinchè prenda atto della fine del laboratorio politico di Ferraresiana memoria nella città di Oria (Br). 
Commossi, tratteniamo a stento le lacrime per questa manifestazione di fratellanza e di affetto che ci viene dai “compagni” dell’area Renzi di Oria; le tratteniamo perché le nostre lacrime sono preziose, e comunque le abbiamo già versate, ma per le risate quantunque amare, quando Renzi ha scelto Berlusconi come suo principale interlocutore, oltre che il NCD di Alfano quale fidato alleato e con il quale governa felicemente e proficuamente insieme.

lunedì 3 febbraio 2014

ORIA - PIDOCCHI A SCUOLA? STRANO MA VERO!

Casi di pediculosi sono stati rilevati in due classi, una di scuola elementare e l'altra di scuola materna. In atto gli accorgimenti del caso e terapia anti-pidocchi.

ORIA - CONSIGLIO COMUNALE: CONTINUA LA TELENOVELA DELLA FUORIUSCITA DALLA MAGGIORANZA.

Dopo la fuoriuscita di M. Marinò e di Pasulo, nelle ultime ore anche Emilio Pinto ha deciso di abbandonare la maggioranza. Tutti in coro dovremmo urlare al sindaco Pomarico e ai 5 che ancora lo sostengono: VERGOGNATEVI! COSA ASPETTATE A FARLA FINITA?

domenica 2 febbraio 2014

ORIA - IL RIONE GIUDEA APRE IL TESSERAMENTO PER L'ANNO 2014.

 Potranno iscriversi all'associazione  Rione Giudea tutti i cittadini residenti nel rione.
 Le domande di adesione potranno essere presentate presso la sede rionale, in piazza Donnolo, dal 10 al 15 febbraio, dalle ore 18,00 alle ore 20,00.


Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...