mercoledì 5 marzo 2014

VUOI VEDERE CHE IL SINDACO DI ORIA HA TROVATO IL PRETESTO PER AUMENTARE LA TASSA SUI RIFIUTI ????

Prima ancora di leggere il seguente comunicato voglio ricordare a tutti voi che il sindaco di Oria ha più volte fallito ogni tentativo per arginare il problema dell'abbandono dei rifiuti. Cliccare QUI.
A mio parere l'unica strada percorribile è quella di dare attuazione all'art. 18 dello Statuto Comunale (in vigore dal lontano 1992 e rimasto finora incompiuto), e costituire la CONSULTA SULL'AMBIENTE. Non è la prima volta che lo denuncio pubblicamente, ma tutti i signori politici (di maggioranza e di minoranza) continuano a fare l'orecchio da mercante. Domani provo a scrivere una PEC al Prefetto di Brindisi.
Art. 18 (Statuto) Funzioni del comune in materia di tutela ambientale.

1 . Il Comune, avvalendosi delle strutture pubbliche e private del territorio, competenti per legge, svolge le funzioni amministrative concernenti il controllo dell’inquinamento atmosferico proveniente da impianti termici ed industriali; il controllo dell’inquinamento derivante dallo smaltimento dei rifiuti solidi, privilegiando quei processi che maggiormente tutelano l’ambiente ed il sottosuolo (acque freatiche e sorgentifere) ed il recupero energetico: il controllo, in sede di circolazione, dell’inquinamento atmosferico ed acustico prodotto da autovetture e motoveicoli; la rilevazione, il controllo, la disciplina e la prevenzione delle emissioni sonore.

2 . Nell’esercizio delle funzioni di cui al comma precedente si osservano le norme statali e regionali vigenti.

3 . Viene istituita la Consulta per l’Ambiente. Essa ha lo scopo di favorire un apporto consultivo alla Amministrazione Comunale su temi attinenti alla tutela dell’ambiente: ed alla sua valorizzazione, all’educazione ed all’informazione in campo ambientale. La sua composizione ed il funzionamento sono disciplinati da apposito regolamento comunale.
 
Città di Oria
PROVINCIA DI BRINDISI 

Se alcuni oritani, non la smettono di abbandonare la spazzatura nelle campagne e nelle strade, sarò costretto ad aumentare al massimo l’aliquota della tassa sui rifiuti.

So bene, che provocherò la rabbia e la protesta della grandissima parte dei Cittadini, che con assoluta diligenza, amore per Oria e alto senso civico, svolgono fino in fondo il proprio dovere, ma dobbiamo convenire, che una situazione come questa non può essere più tollerata.

Questi sporcaccioni di cittadini, stanno provocando danni gravissimi all’immagine e all’accoglienza di Oria: mandano via  i turisti, per non tornare mai più e, con loro, bruciano ogni possibilità di rilancio della nostra economia e dell’occupazione.

Immaginiamo, i danni economici, che questi sporcaccioni provocano alle nostre attività commerciali, ai negozi, ai ristoratori, ai bar, ai bed end breakfast, ecc.. E quanti Stranieri non comprano i terreni e  le case nelle nostre campagne per colpa della sporcizia abbandonata.

Oria, conosciuta come Città ricca di storia, di cultura, di archeologia e di eventi tra i più importanti d’Italia, viene offesa, sporcata e colpita  nella sua immagine più bella, per colpa di pochi sporcaccioni, irresponsabili e traditori dell’intera comunità e del futuro dei loro stessi figli.

Sono più di quattrocentomila Euro all’anno i danni economici alle casse del Comune, per raccogliere e trasportare la spazzatura abbandonata dagli sporcaccioni.

Immaginiamo, con una somma così importante, quante  strade e quanti servizi per il bene dei Cittadini potremmo realizzare.

A tutto questo si aggiunge,  che  il tempo impiegato dagli operatori della Monteco  per raccogliere e trasportare la spazzatura abbandonata nei nostri terreni di pregio e di alto valore paesaggistico, viene sottratto alla pulizia, al decoro e all’igiene dell’intera Città.

E’ bene che i cittadini protestino duramente nei confronti dell’Amministrazione comunale e della Monteco, quando il servizio di pulizia è carente, ma è bene anche unirci, con le denunce, per impedire e condannare,  con tutta la nostra forza,  quei cittadini sporcaccioni  che fanno ricorso a questa forma infame e distruttiva del bene della Città.

Oria, lì 05 marzo 2014

                                                                                                                    Il Sindaco
                                                                                                             Cosimo Pomarico

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...