lunedì 13 gennaio 2014

E' ARRIVATO IL MOMENTO CHE QUALCUNO CI SPIEGHI QUELLA PERLA DI MALA_AMMINISTRAZIONE DELLA VIDEOSORVEGLIANZA DI ORIA.


A seguito degli atti di vandalismo in Piazza Lorch (e non solo), è forse giunto il momento di dire: IL RE E' NUDO (legg. favola IL VESTITO NUOVO DELL'IMPERATORE).
Nella citata favola il popolo ebbe modo di sapere l'identità dei due pseudo sarti che avevano truffato l'imperatore, mentre a noi, poveri stupidi oritani, non sarà mai data la possibilità di venire a conoscenza del perchè non è mai entrata in funzione la videosorveglianza, realizzata, nel 2009, e costata oltre 120mila euro di denaro pubblico. Addirittura una decina di telecamere (delle complessive 56) sono state trafugate da ignoti, nel centro storico.

Parimenti nessuno forse avrà interesse a farci conoscere i nomi dei responsabili di questo cattivo esempio di gestione della cosa pubblica. Vogliamo scommettere che a voler ricercare il responsabile si scatenerà un grande scaricabarile e che il funzionario responsabile dirà di essere innocente .....e diligente, se si considera che l'attuale amministrazione (Pomarico) gli ha elargito ben 6.810,13, a titolo di INDENNITA' DI RISULTATO per gli anni che vanno dal 2007 al 2011?
A dire il vero io avevo subito diffidato della bontà di quel progetto ORIA - CITTA' SICURA, sbandierato come tale, sia dall'ex sindaco Ferretti che dal Comandante della P.M., con ogni mezzo pubblicitario possibile (ivi incluso apposito convegno nell'aula del Consiglio Comunale con varie autorità civili e militari, nonchè una presentazione presso la fiera di San Cosimo). Ved. VIDEO.

 Articolo  della Gazzetta del Mezzogiorno del  19 aprile 2009.
• ORIA IL PROGETTO VERRÀ ILLUSTRATO IL 24 APRILE NELLA SALA CONVEGNI DELLA FIERA DI S. COSIMO
Maggiore sicurezza con le telecamere.
Il sindaco: «È una strategia per rafforzare la rete della sicurezza e per far fronte alle carenze di organico» L’intervento costa 120mila euro. In tutto sono 56 gli impianti installati, dei quali 20 sono già in funzione.
• ORIA. A breve il sistema di video sorveglianza per garantire una maggiore sicurezza ai cittadini. “Oria città sicura” è il nuovo progetto studiato per vigilare sul territorio e registrare tutto ciò che avviene in alcuni punti critici della città.
Troppi atti vandalici hanno segnato luoghi di notevole interesse storico difficili da recuperare, come pure atti distruttivi ai danni di automobili e abitazioni. Ora, gli “occhi elettronici” impiantati sia nelle zone limitrofe del paese, sia nel centro storico, fungeranno da deterrente per le azioni illegali, ma anche per le infrazioni più banali.
E’ soddisfatto il sindaco Cosimo Ferretti del nuovo piano sicurezza. «E' una strategia per rafforzare per la rete della sicurezza - ha spiegato il primo cittadino - e per far fronte anche alla carenze in organico degli agenti di Polizia municipale e alle esigue forze dell’ordine presenti nel paese». Il progetto sarà presentato il 24 aprile nella Sala convegni della Fiera di San Cosimo dal sindaco Ferretti, dal comandante Dell’Aquila e dal dirigente Sicur Global Sassarini, con gli interventi del Vescovo Castoro, dal Prefetto Cuttaia, dal sen. Saccomanno e dall’on. Mantovano.
L' intervento costa 120 mila euro: un’operazione a totale carico dell’Amministrazione comunale con la quale saranno installati 56 impianti, dei quali 20 sono già in funzione. «Con questo strumento di controllo del territorio - ha aggiunto il sindaco Ferretti - poniamo le basi per prevenire degrado e della illegalità e quindi, migliorare la qualità della vita della popolazione oritana». Il sistema di videosorveglianza avrà la base di controllo operativa negli uffici di Polizia municipale, sotto la responsabilità del comandante Emilio Dell’Aquila e a disposizione delle autorità di Pubblica Sicurezza.
Una corsa al controllo, dunque, favorita dal Patto per la Sicurezza, avviato in questi ultimi anni dalla Prefettura di Brindisi per i paesi del brindisino, in sinergia con Enti locali, Forze dell’Ordine, per il controllo monitoraggio e prevenzione del territorio. Le videocamere previste al momento, saranno installate in questi posti: Cimitero Nuovo; Cimitero Vecchio; Municipio; Piazza Manfredi, Piazza Lorch; Cattedrale e musei; Palazzo Martini; Piazza Lama; Piazza Donnolo; Sede Giudice di pace; Villa Comunale; Palazzetto dello Sport; Mattatoio Comunale; Mercato Ortofrutticolo; Campo Sportivo; Zona Pip, Scuola Enrico Fermi, Scuola Francesco Milizia, scuola De Amicis e scuola Camillo Monaco, Parco Montalbano ed Ex Ospedale Martini.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...