martedì 30 dicembre 2014

"QUANNU SQUAGGHIA LA NEVI....." - (Quando si scioglie la neve) - COSE DEL PASSATO ORITANO.

Non so quanti di voi ricordano quando per le vie di Oria passava LA CARRIZZA. Era una sorta di Servizio d’Igiene Pubblica. Quando ancora in Oria non esisteva la rete fognante la gente in casa aveva il cosidetto VASOCOMODO, o il meglio conosciuto CANTRO, che qualcuno si divertiva a chiamare anche Tonpeppu.
Tutta la famiglia si serviva di questo recipiente in ceramica per i “propri bisogni” nelle 24 ore. Alla mattina di buon’ora chi in casa aveva il compito di svuotarlo (generalmente una donna) lo faceva in due modi: svuotandolo “intr’allu cumuni” (pozzo nero) che stava nell’orto o nella stalla, oppure in un secchio di metallo, solitamente provvisto di coperchio, che veniva posto per strada, vicino la propria abitazione. Passava la “CARRIZZA”, un’autobotte di colore grigio scuro, sulla quale vi montavano oltre all’autista due operai (“carrizzari”) che avevano il compito di prendere i secchi e svuotarli nella botte. Uno di essi era munito di una trombetta a forma di corno in ottone con la quale richiamava l’attenzione degli oritani che la CARRIZZA stava transitando. Fino alla fine degli cinquanta la CARRIZZA era a trazione animale ed il conducente era un tale Nino Valente che abitava nei pressi della chiesa di Santa Lucia, in Via F. Milizia. Nel mese di febbraio “li cumuni” venivano svuotati da un “operatore ecologico”, un vero specialista del settore, l'ultimo è stato tale Cilistrinu Tripaldi, il quale si calava dentro (con stomaco di ferro direi) e munito di “cardarina e rinali” tirava su lu "rummatu" (letame) che veniva utilizzato in campagna per concimare “li roddi ti lu tabbaccu” (semenzai del tabacco). Quando capitava qualche rarissima giornata di inverno che nevicava tanto da rendere impraticabili le vie del centro storico e LA CARRIZZA non poteva passare per 2-3, o più giorni, la gente non sapendo dove svuotare TONPEPPU, la sera tardi o di notte usciva in mezzo alla strada... faceva un buco nella neve e svuotava il CANTRO coprendo di nuovo con la neve. Fino alla mattina tutto congelava e non si vedeva niente. Certamente quando la neve si scioglieva veniva alla luce quanto era stato sepolto. Da qui il proverbio... QUANNU SQUAGGHIA LA NEVI SI VETUNI LI STRONZURI ……da realtà vera e vissuta, che in genere veniva usato e qualcuno usa ancora per dire: “Arriverà il momento che sarai smascherato, che gli altri scopriranno che….”.
Copyright © 2009 -  2014 - www.arpa-oria.com - Tutti i diritti riservati

domenica 28 dicembre 2014

BOTTI E FUOCHI D'ARTIFICIO. I consigli della Polizia di Stato su come festeggiare il Capodanno insieme ai nostri amici a quattro zampe.

Nei giorni scorsi ho accennato ad un' ordinanza con la quale il commissario prefettizio presso il Comune di Oria ha vietato e sanzionato l'uso di botti e fuochi pirotecnici in questo periodo natalizio.

Personalmente non trovo deterrente e quindi privo di reale efficacia detto provvedimento per vari motivi.

Provate a immaginare come potrebbero le forze dell'ordine presenti sul territorio colpire in flagranza di illecito  migliaia di persone .... nei più disparati luoghi privati (balconi, giardini recintati, tetti, etc.)
Se non erro per le vie della città di Oria non è stato affisso un solo manifesto di detta ordinanza (controfirmata dal responsabile della Polizia Mun.)....... quindi ..... lascio a voi giudicare!
Possiamo pensare e dire: ALMENO ABBIAMO RISPARMIATO SOLDI PER I MANIFESTI!

Evidenzio che nella suddetta ordinanza è scritto che "il Comune è responsabile della protezione degli animali sul proprio territorio ai sensi dell'art.3 del DPR 31.3.1979, n°???", ragion per cui PER COERENZA, dovrebbe FORSE essere vietata la caccia in tutto l'agro di Oria?

Ricordo a me stesso che in Italia la costruzione e vendita di fuochi d'artificio e/o giochi pirotecnici non è vietata, bensì regolamentata!

La Polizia di Stato, consapevole di tutto ciò, come ogni anno, svolge una importante opera di sensibilizzazione in vari modi e attraverso vari mezzi. Cosa che invece non fanno tanti Comuni.....Oria compreso!

Vi invito a visionare i seguenti video pubblicati dalla Polizia di Stato.



venerdì 26 dicembre 2014

ORIA - IL CASTELLO CHIUSO IN QUESTO PERIODO. CHIEDIAMO IL PERCHE' A CHI DI COMPETENZA.



Preg/ma D/ssa Pasqua Erminia Cicoria - Commissario Prefettizio Comune di ORIA
e, p.c.: D/ssa  Antonella Gigliola Palazzo- Presidente Circolo Piaroa-Legambiente ORIA

 ISTANZA AL SINDACO
 art. 70 ter dello Statuto del Comune di Oria

 OGGETTO: ORIA - Castello Svevo, posto sotto sequestro preventivo penale, affidato in giudiziale   custodia all'Associazione Legambiente - Circolo Piaroa di Oria.
Mancata apertura al pubblico per scopi turistico-culturali.


 Io sottoscritto ARPA Francesco, titolare dei diritti di partecipazione popolare previsti nello Statuto del Comune di Oria e, segnatamente, nell'art. 70 ter;
Premesso:
-che nella primavera 2013 la D/ssa Palazzo, cui la presente è diretta per conoscenza, ha ricevuto, a titolo gratuito, l’incarico della custodia giudiziaria del Castello Federiciano di Oria (posto sotto sequestro preventivo penale per presunti abusi edilizi)  ed è stata autorizzata dai magistrati competenti ad aprirlo al pubblico in alcune date e a determinate condizioni;

Rilevato che:
 -ho avuto modo nelle ultime settimane, ed in particolare in questo periodo natalizio, di registrare lamentele da parte di molti concittadini e turisti circa il fatto che dal I°  novembre  u.s. ad oggi il castello federiciano non è stato più aperto al pubblico, così come avveniva dall'estate 2013 con cadenze più o meno  settimanali, preventivamente autorizzate dalla competente Procura della Repubblica e opportunamente pubblicizzate;

Considerato che:
- la mancata apertura del castello comporta minor flusso di turisti, nonchè l'esclusione (pressochè totale) dagli itinerari per viaggi d'istruzione (gite scolastiche) con  immaginabili conseguenze negative anche di natura economica per l'intera città;


INFORMO:

 -la  S.V. ill/ma di quanto sopra, al fine di intraprendere ogni possibile iniziativa utile a sbloccare l'incresciosa situazione.

Distinti saluti.

La seguente immagine è tratta dal sito web di Legambiente Oria. ==>>LINK<<==

giovedì 25 dicembre 2014

ORIA E' ANCHE QUESTA. (GIORNO DI NATALE A MEZZOGIORNO)

mercoledì 24 dicembre 2014

LETTERINA DI NATALE IN DIALETTO BRINDISINO.


lunedì 22 dicembre 2014

ORIA - CALENDARIO 2015 DELLA PASSIONE. PRESENTAZIONE IL 27 DICEMBRE

COMUNICATO STAMPA: IL CALENDARIO 2015 DELLA PASSIONE 


Sabato, 27 dicembre 2014 alle ore 19,30 presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi(g.c.) si terrà la prima iniziativa programmata dal Gruppo di Promozione Umana.
Sarà presentato il Calendario 2015 dal titolo “L’immagine della Città di Oria attraverso la Passione ed alcune Cartoline d’Epoca”. Nel Calendario, insieme alle foto della Passione, che ripercorre attraverso i dodici mesi dell’anno tutte le varie scene della Sacra Rappresentazione, sono abbinate alcune cartoline d’epoca della Città di Oria. L’abbinamento che non è casuale: esso mira invece a promuovere la Città di Oria incrementandone sul territorio l’offerta culturale, turistica e religiosa. Nell’anno 2015 ricorrerà la XXI edizione della PASSIONE, un appuntamento che si rinnova puntualmente ogni anno, nella Domenica delle Palme.

domenica 21 dicembre 2014

POSSIBILE CHE SOLO A ME INTERESSA SAPERE COME E' ANDATA A FINIRE QUESTA STORIA?

Da cittadino e contribuente oritano vorrei sapere com'è andata a finire questa storia. Cliccare QUI.
Qualcuno può essermi di aiuto?
 In verità dovrebbe essere la stessa redazione de Lo Strillone a informarsi ed informarci correttamente.
Tra poco ad Oria si voterà ed è bene che gli elettori sappiano come stanno le cose. Grazie.

mercoledì 17 dicembre 2014

PAESE CHE VAI .... COMMISSARIO PREFETTIZIO CHE TROVI. (GIOVANE LAUREATO DI ORIA NUOVO COMANDANTE VIGILI A CELLINO SAN MARCO)

Come ben sappiamo il Comune di Cellino San Marco, al pari di quello di Oria (ma per diversi motivi) è governato da un commissario prefettizio.

Ad  Oria il commissario prefettizio ha deciso (avendo i poteri di Sindaco, Consiglio Comunale e Giunta) che il Corpo dei Vigili Urbani, fino al 2016, deve continuare ad essere comandato da un soggetto sprovvisto di laurea (contrariamente a quanto prevede la legge).

Invece, a Cellino San Marco il commissario straordinario, Dr. Angelo Carbone,  ha deciso di "ingaggiare" il Dr. Gabriele Grassi, giovane laureato oritano, quale comandante di quella polizia municipale. Leggere QUI.

Molto sommessamente e con tutta franchezza, da libero cittadino oritano, ritengo che Oria ha perso una grande occasione per ritornare ad avere, dopo circa 15 anni, SENZA INTERFERENZE E/O PRESSIONI POLITICHE, un comandante della polizia municipale... in possesso dei requisiti di legge.

martedì 16 dicembre 2014

ORIA - IL COMMISSARIO PREFETTIZIO VIETA L'USO DI "BOTTI E MATERIALE PIROTECNICO" DAL 24 DICEMBRE AL I° GENNAIO.

Per evitare problemi alle mandibole fareste bene a non scompisciarvi dalle risate nel pensare che tutti rispetteranno questo divieto, anche grazie alla massiccia presenza di vigili urbani, guidati da un comandante in possesso dei requisiti di legge! 
Per leggere il documento per intero cliccare QUI.

domenica 14 dicembre 2014

ORIA - INSEDIAMENTI RUPESTRI (2^ puntata): CHIESA DI SANT'USTINO E .... LE LAURE.

Il seguente testo, a firma del prof. Antonio Benvenuto, è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Diocesi di Oria nel giugno 1970. 

CHIESE E LAURE RUPESTRI NEL CIRCONDARIO DI ORIA

Tra le prime manifestazioni artistiche a carattere religioso della zona di Oria si devono porre alcune laure basiliane situate lungo una fascia che costeggia il vallo del canale reale a Sud di Oria a circa due km. Si tratta delle prime testimonianze architettoniche interamente scavate nel tufo con attrezzi rudimentali.
Le laure sono locali adibiti da monaci del periodo delle persecuzioni iconoclaste. Monaci venuti dall'Oriente per sfuggire alla persecuzione; si stabilirono in queste zone, allora boscose, e trovarono qui il modo di conservare i loro riti e la loro vita anacoretica.
Questi monaci certamente seguivano la regola di S. Basilìo, e qui trovarono modo di avere quella loro vita contemplativa e quella pace spirituale da loro cercata.
Tutte le laure pugliesi, comprese quelle oritane, sono comprese nell'arco di tempo che va dal VI al IX sec. d.C.; e, in particolare, le laure di Oria sono da ritenersi la prima forma di laura, perché in esse non vi sono quasi mai immagini sacre ad affresco; ciò fa pensare che i Monaci avessero portato con sè dall'Oriente le loro icone eseguite su legno.
In altre laure di epoca posteriore, quali quelle di S. Vito dei Normanni, di Massafra, di Grottaglie, Ostuni, Gelatina, Monopoli, ecc., si nota invece un'intensa attività di affresco. Ciò è indice, anche, di una forma di vita comunitaria più concentrata.
Per ritornare alle laure oritane, diciamo subito che esse sono sparse su di un ampio territorio ad una certa distanza l'una dall'altra, e ci danno la netta impressione di una vita più isolata, riunita solo per celebrare i riti sacri presso la chiesa, anch'essa scavata nel tufo. La gran parte di queste laure sono piccole celle ad un unico posto, mentre ve ne sono poche altre di tipo cenobitico, alcune di queste hanno addirittura quindici posti. Dentro ricorre frequentemente la Croce greca.

La chiesa, intorno alla quale si svolgeva la vita rituale, è ricordata dalla tradizione locale con il nome di Sant'Ustino, il che potrebbe far pensare a Sant'Agostino o a S. Giustino. Questa chiesa è situata anch'essa a sud, a circa 600 metri alle spalle della Madonna della Scala, ed ha forma grosso modo di una Croce greca, anche se la simmetria non è ben definita dal lato nord. Era coperta di travi in legno, come si può notare dagli incastri praticati nel tufo; esse reggevano un soffitto in tegole.
Per quanto riguarda la sistemazione interna si ha una disposizione dei locali che lascia dei dubbi sulla possibile posizione dell'altare; secondo il nostro punto di vista, l'altare doveva essere situato sotto l'arco centrale, uno dei pochi ancora intatto, e doveva essere occultato da un dittico o un trittico di icone [Iconostasi). Sul muro di sinistra si notano nel tufo alcune forme che dovevano contenere altre icone. Alle spalle dell'arco, sui pilastri che lo sorreggono, altre forme per icone.
La chiesa doveva presentare un ingresso che dava direttamente nella navata centrale, e due ingressi secondari: uno sulla sinistra dell'ingresso principale, e un altro lungo la parte ovest. Collegato con la parte retrostante vi è un altro piccolo locale al quale si accedeva per un arco; forse serviva per conservare i vasi sacri.
Le laure cenobitiche avevano forma circolare e i posti letto erano situati perimetralmente, e si accedeva attraverso un piccolo dromos leggermente in declivio, chiuso da una porta in legno.
A breve distanza dalla chiesa descritta sorge la chiesa della Madonna della Scala che si presenta con la tipica struttura della chiesa romanica: vi è il rosone, le finestre a feritoia e, nella parte posteriore dell'abside, la tipica decorazione ad archetti pensili; il portale doveva essere, e la chiesa, internamente tutta affrescata; affreschi ora sepolti da uno spesso strato di calce; nella parte posteriore della chiesa, riservata al conventino, questi affreschi sono ancora evidenti, e rappresentano il trionfo della morte.
Questa chiesa mostra chiaramente come quella zona fosse allora centro di intensa vita spirituale e, oltre questo, ci fa anche capire come ci sia stata un'evoluzione nella vita religiosa della zona: passiamo da una forma architettonica arcaica e orientale ad una forma architettonica latina.
Fu ad opera dei monaci benedettini, operanti in queste contrade, se i monaci basiliani vennero incorporati ed assorbiti nel rito romano, costituendo così  una  nuova  società,  rigenerata spiritualmente e moralmente dopo il periodo delle invasioni barbariche.


sabato 13 dicembre 2014

INSEDIAMENTI RUPESTRI NEL TERRITORIO DI ORIA: CHIESA DI SANT'USTINO ....E DINTORNI (prima puntata)

PRIMA PUNTATA
 
[Quello degli insediamenti rupestri è certamente il più suggestivo tra gli itinerari turistico-culturali della provincia di Brindisi perchè conduce il visitatore in un mondo lontano e gli fa rivivere millenni di storia.

Queste testimonianze singolari documentano una vicinanza di costumi, di forme di vita e di culto, di sentimenti, di culture, condivise tra Oriente ed Occidente, per cui si può giustamente ritenere che l'Adriatico, a cominciare dai tempi più lontani sino ai nostri giorni, più che dividere, ha unito le due sponde. Numerosi sono i centri del territorio brindisino che conservano ancora, almeno in parte, questi documenti della civiltà alto-medioevale: Brindisi, Carovigno, Ceglie Messapica, Erchie, Fasano, Francavilla Fontana, Latiano, Oria, Ostuni, San Vito dei Normanni, San Pancrazio Salentino, Torre Santa Susanna.

Purtroppo questo ricchissimo patrimonio, testimone di una peculiare presenza umana nella nostra terra, sta andando in rovina per l'incuria e l'ignoranza degli uomini e per l'aggressione degli elementi atmosferici. Questo libro, curato dal prof. Antonio Chionna, noto esperto della materia, e pubblicato dall'Editore Schena di Fasano, vuole contrastare questa tendenza e offrire un contributo per meglio far conoscere questo interessante mondo "sommerso" a chiunque abbia curiosità di approfondire le proprie radici.] Fonte testo: QUI

venerdì 12 dicembre 2014

ANCHE IN PROVINCIA DI BRINDISI L’ANCRI, associazione nazionale Cavalieri al Merito della Repubblica Italiana.

COMUNICATO STAMPA

 In data 6 maggio u.s., presso lo Studio del Notaio dott. Umberto ZIO, Cavaliere di Gran Croce O.M.R.I., in Rimini, si è costituita l’ASSOCIAZIONE NAZIONALE CAVALIERI AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA, con acronimo A.N.C.R.I., cui possono aderire esclusivamente i soli insigniti di una delle onorificenze (Cavaliere, Ufficiale, Commendatore, Grand’Ufficiale e Cavaliere di Gran Croce)  previste dall’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (O.M.R.I.),  di cui è Capo il Presidente della Repubblica, istituito dalla Legge n.178/1951.
Il Direttivo Nazionale è composto da: Cav. Tommaso BOVE, di Nettuno (Roma) – Presidente Nazionale; Cav. Antonio ALDERISIO, di Anzio (Roma) – Presidente Onorario; Cav. don Rodolfo ROSSI, di Lucca – Guida Spirituale e Vice Presidente Nazionale; Cav. Massimiliano CAMPAGNA, di Roma – Segretario Nazionale; Cav. Luigi VERGARO, di Galatina (LE) – Tesoriere Nazionale; Cav. Maria Luisa PETTINELLI, di Perugia – Consigliere Nazionale; Cav. Michele BUSETTO, di Venezia – Consigliere Nazionale.
L’Associazione si prefigge la finalità di favorire l’incontro e la conoscenza tra persone accomunate dagli stessi valori, al fine di dare concretezza agli ideali e ai principi cui i Cavalieri s’ispirano e di offrire, attraverso l’impegno nel sociale, una reale e tangibile continuità delle motivazioni che, a suo tempo, hanno dato origine alla concessione dell’onorificenza, oltre a tutelare il rispetto dell’Istituzione e tramandarne la sua alta funzione morale.
L’Associazione ANCRI,  oltre ad essere presente  su quasi tutto il territorio italiano, ha iscritti e Delegati  in Svizzera, Germania, Libano ed Argentina.
In attesa dei relativi Congressi, il Consiglio Direttivo Nazionale, ha nominato il Cav. Francesco ARPA,  quale Consigliere Regionale con delega per la provincia di Brindisi (mail: francesco.arpa@ancri.it )
Si invitano coloro che desiderano iscriversi all’Associazione a contattare il predetto o, se desiderano ulteriori e più dettagliate informazioni, possono contattare direttamente la Presidenza Nazionale al seguente recapito di posta elettronica: presidente.nazionale@ancri.it                                                                                  
Sede legale: Via in Arcione, 49 - 00048  NETTUNO  - 069806933 – 339.8994615 -
  PEC: ancri@pec.ancri@it

mercoledì 3 dicembre 2014

5-6 DICEMBRE - CONVEGNO: "L'ETA' GIOLITTIANA E LA GRANDE GUERRA - PAESI DELLA DIOCESI DI ORIA"

giovedì 27 novembre 2014

IMPORTANTE PER I DETENTORI DI ARMI, SPROVVISTI DI REGOLARE PORTO D'ARMI


Entro il 4 maggio 2015 chi detiene armi deve presentare il certificato medico di idoneità psicofisica alla detenzione; in pratica lo stesso certificato richiesto per il rilascio del nulla osta all'acquisto, previsto dall'art. 35 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Lo stabilisce il decreto legislativo n. 121 del 29 settembre 2013, entrato in vigore il 5 novembre, che ha introdotto diverse novità in tema di controlli per l'acquisizione e la detenzione di armi (bianche, da sparo o da fuoco).

La certificazione dovrà attestare che il richiedente non sia affetto da malattie mentali oppure patologie che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti e psicotrope oppure abusare di alcol.

Il certificato medico in questione è rilasciato dal medico provinciale o dall'ufficiale sanitario (attualmente Asl) o da un medico militare.

Sono esentati dall'obbligo di presentazione coloro che nei sei anni antecedenti l'entrata in vigore del decreto, abbiano già consegnato il certificato al momento della richiesta di una licenza di porto d'armi o di un nulla osta all'acquisto di armi.

Le persone che entro la data di scadenza non avranno provveduto a consegnare il certificato agli uffici di Polizia o Carabinieri che avevano ricevuto le denunce di detenzione, riceveranno una diffida per la presentazione del certificato stesso. Se nei successivi 30 giorni la certificazione non sarà presentata, sarà avviato il procedimento finalizzato al divieto di detenzione.

Il richiedente, sottoponendosi agli accertamenti, è tenuto a presentare un certificato anamnestico, rilasciato dal medico di fiducia, di data non anteriore a tre mesi.

Il medico accertatore potrà richiedere, ove ritenuto necessario, ulteriori specifici esami o visite specialistiche, che saranno effettuati presso strutture pubbliche.
(Fonte: http://www.poliziadistato.it/articolo/view/36638/ )

mercoledì 26 novembre 2014

OGGI UDIENZA AL TAR PER UNA VECCHIA STORIA INIZIATA NEL 1998 E CHE E' STATA LA CAUSA DI TANTI VELENI NEL PALAZZO DI CITTA' DI ORIA.

Cliccare QUI per leggere l'intero articolo sul giornale online LO STRILLONE. 
Dopo aver letto attentamente anche i commenti in calce all'articolo forse capirete chi si cela dietro alla sigla Sinistra Unita Oria e allo pseudonimo Svevo Yria.
Sono in possesso di un po' di documenti relativi a questa incresciosa vicenda che un giorno di questi potrei pubblicare per tramandarli ai posteri, fregandomene del fatto che qualche soggetto interessato possa querelarmi per aver violato il suo DIRITTO ALL'OBLIO, in quanto, a mio parere, in questi casi è predominante l'interesse generale legato al fatto che trattasi di danno erariale che si è verificato anche a causa della condotta di funzionari ed amministratori comunali.

http://www.lostrillonenews.it/2014/07/18/tar-ordina-comandante-dei-vigili-non-pagare-quei-24mila-euro-oneri-prescritti

lunedì 24 novembre 2014

ORIA - CON LA "NUOVA TRASPARENZA" IL COMUNE NON PUBBLICA PIU' LE ORDINANZE RELATIVE AGLI ABUSI EDILIZI.

La corsa del gambero! E' proprio il caso di dirlo! Fino a qualche anno fa nell'albo pretorio del Comune di Oria venivano pubblicate anche le ordinanze di sospensione lavori a seguito di accertati abusi edilizi (in questo post potete osservare un'ordinanza dell'anno 2009). Oggi non è più così.
Pare che la novità è dovuta al contenuto del Decreto Legislativo n.33/2013, col quale sono state emanate le norme di riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.
In verità la legge non vieta alle amministrazioni comunali di pubblicare nell'albo pretorio online dati, informazioni e documenti per i quali non sussiste uno specifico obbligo di trasparenza, ma gli stessi devono essere indicati all'interno del programma Triennale per la Trasparenza e l'integrità. 
La Giunta Comunale decaduta, capeggiata dall'ex sindaco Pomarico, con delibera n.146 del 12.08.2014 ha approvato il programma Triennale per la Trasparenza e l'integrità per il periodo 2014/2016, escludendo obblighi di  pubblicazione aggiuntivi rispetto a quelli normativamente previsti.

domenica 23 novembre 2014

TRASPARENZA COMUNE DI ORIA: PRESUNTA MANCATA PUBBLICAZIONE SU ALBO PRETORIO ONLINE DEI DATI RELATIVI ALLE RETRIBUZIONI DEI DIRIGENTI

Al Responsabile della Trasparenza del Comune di Oria
Al Commissario Prefettizio presso il Comune di Oria
e, p.c.: Al Prefetto della provincia di Brindisi

Istanza di accesso civico (Ai sensi dell’art. 5 del Decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013) Il sottoscritto ARPA Francesco,

PREMESSO:
che l'art. 21, comma 1, della legge 18 giugno 2009, n. 69, recante "Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile ", ha previsto l'obbligo delle amministrazioni di pubblicare sui propri siti Internet, in attuazione dei principi di trasparenza e di buona amministrazione, i curricula vitae, i dati relativi alle retribuzioni e i recapiti istituzionali dei dirigenti, nonché le informazioni inerenti i tassi di assenza e di presenza del personale di ciascun ufficio dirigenziale;

CONSIDERATO:
che nell’apposita sezione dell’albo pretorio online del Comune di Oria risultano pubblicati solo ed unicamente i dati relativi alla retribuzione annua della responsabile il Settore Ragioneria;

CHIEDE:
in adempimento a quanto previsto dall’art. 5, commi 1, 2, 3 e 6 del Decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013, la pubblicazione dei dati relativi alle retribuzioni di TUTTI i dirigenti, sul sito internet www.comune.oria.br.it e la contestuale trasmissione al sottoscritto di quanto richiesto, ovvero la comunicazione dell’avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a quanto forma oggetto dell’istanza.--------------------------------------------------------------------------------------------  Oria lì 23 novembre 2014

martedì 18 novembre 2014

FIGURA DI COMANDANTE POLIZIA MUNICIPALE: UNA SENTENZA TAR CIRCA I REQUISITI.

REPUBBLICA ITALIANA
In nome del popolo italiano

Registro Decis.: xxxxx/00
Registro Gen.: xxxxx/0000


Il Tribunale Amministrativo Regionale per xxxxxxxxx, Seconda Sezione di xxxxx, nelle persone dei signori Magistrati:
xxxxxxxxxxxxxxx, Presidente
xxxxxxxxxxxxxxxxxxx, Primo Referendario
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx, Referendario, relatore
ha pronunciato la seguente

SENTENZA

A) sul ricorso n. xxxx/xxxx, proposto da xxxxxxxxxxxxxxxxxxx, rappresentato e difeso dall’avv. xxxxxxxxxxxx, con domicilio eletto presso lo studio dell’avv. xxxxxxxxxxxxxx,

contro

Comune di xxxxxx, in persona del Sindaco p.t., rappresentato e difeso dall’avv. xxxxxxxx, con domicilio eletto presso lo studio dell’avv. xxxxxxxxxxxx

per l'annullamento, previa sospensione dell'esecuzione,
-    della deliberazione di G.C. n. xxxx del xxxxx di approvazione del Regolamento Comunale

lunedì 17 novembre 2014

ORIA - ATTRAVERSO "LO STRILLONE" QUALCUNO FA SAPERE CHE E' NATO CON LA DIVISA E CON LA DIVISA VUOLE MORIRE!


Questo post è strettamente correlato a quello precedente. Per leggere l'articolo de LO STRILLONE ONLINE cliccare QUI.
Sinceramente qualcosa non quadra in tutto questo..... primo fra tutti il fatto che nessuno ha mai detto al signore in questione che deve abbandonare la divisa, bensì che un Comune che si rispetti non può non avere un responsabile di settore munito dei prescritti requisiti e..... possibilmente .... essere anche vincitore di regolare concorso.
Comunque ... come disse il cieco...... VEDREMO!

ORIA - POSTO DI COMANDANTE P.M.: IL DECADUTO SINDACO POMARICO AVEVA AVVIATO LA PROCEDURA DI MOBILITA' ESTERNA.

 Ricevo e pubblico una nota a firma del cav. Cosimo Pomarico, già sindaco di Oria. Evidenzio che il predetto non fa cenno alcuno al contenuto dell'orientamento ANAC n.57/2004  circa il doppio incarico del comandante la P.M.

[Signor Franco Arpa,

              per doverosa e corretta informazione, ritengo necessario fare alcuni chiarimenti, riguardo al suo comunicato del 14 novembre scorso "Ridimensionato il potere del Comandante della Polizia Municipale".

              In data 05 maggio 2014, con nota a mia firma n. 8749, ho disposto l'attivazione della procedura di mobilità, secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia, di:

n. 1 Ingegnere;
n. 1 Comandante della Polizia Municipale.

             A seguito di detta nota sindacale, la Giunta Municipale, con delibera n. 114 del 19 giugno 2014, ha approvato la modifica del piano triennale del fabbisogno del personale dell'Ente, integrando la suddetta programmazione con il reclutamento di nuovo personale  per l'anno   2014,  appunto, per n. 01  Ingegnere e n. 01 Comandante della Polizia Municipale.

             Procedura di Mobilità già avviata dalla Responsabile degli Affari Generali, che ha subito una momentanea interruzione a causa delle note vicende del Segretario comunale, che come è noto, hanno paralizzato il funzionamento  degli Uffici e dei Servizi e del licenziamento illegittimo della stessa Responsabile del Servizio preposto dott.ssa Loredana D'Elia.

             In data 30 settembre 2014, risolto in sede giudiziaria, il problema del licenziamento della Dott.ssa Loredana D'elia, ho immediatamente sollecitato, la ripresa, senza indugio, della procedura di mobilità per la copertura del posto di Comandante della Polizia Municipale.

             Procedura, che,  come precedentemente disposto dal Sindaco e deliberato dalla Giunta Municipale, è attualmente in fase di applicazione.

             Si ringrazia per la disponibilità e si porgono distinti saluti.

Oria, lì 17 novembre 2014 
                                                          Mimino Pomarico

Mi riservo di inviarLe, se ritenuto necessario, tutta la documentazione del caso.]


sabato 15 novembre 2014

ORIA - A PROPOSITO DI ORDINANZE DEL SINDACO E/O DEI DIRIGENTI DI SETTORE, OVVERO STORIE COMICHE DI CONTROLLORI E CONTROLLATI !

Con ordinanza datata 30 settembre u.s., firmata congiuntamente dal decaduto sindaco Pomarico e dal responsabile pro tempore della Polizia Locale, è stato (giustamente) inibito il parcheggio e la sosta di automezzi sul piazzale del municipio, ad eccezione dei mezzi di proprietà del Comune solo ed unicamente durante l'orario di servizio.
Conseguentemente, alle spalle del municipio è stata  realizzata un'area di sosta riservata ai mezzi di proprietà del Comune, ma .... ahimè .... quasi ogni giorno rilevo che in detti stalli color giallo sono  parcheggiate anche auto di proprietà .... di proprietà ......di proprietà ...... beh.... guardate la foto e capirete.

Mi chiedo se qualche signore conosce il significato di termini quali VERGOGNA, ARROGANZA, ABUSO DI POTERE.

venerdì 14 novembre 2014

ORIA - RIDIMENSIONATO IL POTERE DEL COMANDANTE LA POLIZIA MUNICIPALE.

NEGATIVO O POSITIVO AVERE UN COMMISSARIO PREFETTIZIO ALLA GUIDA DEL COMUNE ?
Positivo, a mio parere, per alcuni motivi.
Esempio: risparmio stipendi a sindaco ed assessori, gettoni di presenza e rimborso spese di viaggio a consiglieri comunali.
E poi.... udite . .... udite!
Con decreto datato 11 c.m., la d/ssa CICORIA, commissario prefettizio ad Oria, ha "ridimensionato" il potere del Comandante pro tempore della Polizia Municipale, esautorandolo dalle funzioni di Dirigente del 7° Settore Attività Produttive e SUAP. Dette funzioni saranno esercitate ad interim a decorrere dal 17.11.2014 dalla d/ssa Loredana D'Elia, vicesegretaria, nonche Dirigente del Settore Affari Generali.
La motivazione del provvedimento è la seguente:
"Preso atto dell'orientamento dell' Autorità Nazionale Anticorruzione n.57/2014 datato 6 agosto 2014, in virtù del quale colui che riveste il ruolo di Comandante della Polizia Locale non può svolgere funzioni di responsabilità nell'esercizio di servizi di un Comune per i quali è necessario emettere provvedimenti autorizzatori o concessori oggetto di attività di controllo in virtù della sua principale qualifica, sussistendo un'ipotesi di conflitto di interesse anche potenziale."
Il suddetto orientamento ANAC, sollecitato probabilmente dal precedente segretario comunale, è stato ignorato per circa due mesi dal decaduto sindaco Pomarico.
Mi chiedo: per quanti anni abbiamo avuto ad Oria tale situazione di potenziale conflitto di interesse?
Chi è in grado di affermare che detto conflitto è rimasto per tutti questi anni sempre e solo un'ipotesi?
Possibile che tutti i consiglieri comunali (dico tutti) in tutti questi anni hanno taciuto?
E perchè hanno haciuto?
Meditiamo gente .... meditiamo sul fatto che basterebbe questo episodio per non votare nessuno alle prossime elezioni comunali fra chi negli ultimi anni è stato sindaco, consigliere o assessore comunale!
Ricordo a me stesso che da molti anni il Comune di Oria è sprovvisto di Comandante della P.M. munito dei requisiti di legge, nonchè vincitore di regolare concorso (cliccare QUI) e pertanto non mi meraviglierei se il Commissario Prefettizio decidesse di sostituirlo col meccanismo della mobilità esterna.

mercoledì 5 novembre 2014

ORIA - FOTOVOLTAICO NEI PRESSI CHIESA MADONNA DELLA SCALA. NOVITA' DAL COMUNE!

Il Comune ha segnalato alla Procura della Repubblica che la recinzione dell'impianto fotovoltaico sito in contrada Palombara Piccola sarebbe  ABUSIVA, ovvero realizzata in parziale difformità rispetto al permesso di costruire. Cliccare QUI.

Ho motivo di ritenere che a breve apprenderemo altre novità che potrebbero arrivare da uffici della regione Puglia, in relazione alla mia segnalazione circa il vincolo che è stato ignorato in occasione del rilascio dell'autorizzazione unica.
VEDREMO ...... DISSE IL CIECO!
In verità LA PERSONA INFORMATA DEI FATTI ha asserito che è tutto  in regola e che per quanto riguarda la recinzione farei bene a farmi controllare la vista.

domenica 2 novembre 2014

Mi vergogno di essere oritano!!!! (a cura del cav. Romualdo De Simone)

Mi vergogno di essere oritano e vi spiego il perchè.
Oggi, giorno dei defunti, mi sono recato al cimitero per far visita ai miei cari, ma quando mi sono avvicinato alla lapide di mio zio, Romualdo DE SIMONE, mi sono accorto che avevano staccato la lampada votiva per morosità. Faccio presente che mio zio è morto in guerra, precisamente ad Adi Quala (Africa Orientale) e non certamente a raccogliere banane come forse ha inteso l'amministrazione comunale uscente.
 I resti mortali di mio zio, furono riportati in Oria nel marzo del 1970 e furuno tumulati nel cimitero comunale, nell'ossario dei caduti in guerra, dall'allora amministrazione comunale presediuta dal sindaco professore Luigi GRASSI. La delibera conteneva oltre alla tumulazione, a spese del comune, anche le spese di illuminazione della  lampada votiva. Tempo fa la ditta DE SARLO che gestisce l'illuminazione del cimitero mi intimava di pagare una morosità che non mi era dovuta, dopo aver fatto presente alla stessa che vi era una delibera del 1970 che tutto andava a spese del comune. Mi rivolsi immediatamente, non certo con toni pacati, all'amministrazione uscente, che  si impegnò a risolvere il problema.  Promesse di marinaio, problema ancora non risolto.
La cosa che più dispiace che questa amministrazione uscente è stata da me appoggiata fino alla fine. 

Cav. Romualdo DE SIMONE
----------------------------------
 Ricordo a me stesso che il 10 maggio 2011, alla vigilia dell'insediamento del sindaco Pomarico, l'amico Romualdo così ebbe a scrivere:

sabato 1 novembre 2014

A ORIA LE REGOLE DEL CDS SI APPLICANO SULL'ONDA DELL'UMORE DEL MOMENTO. LO AFFERMA IL PRESIDENTE DEL LIBERO COMITATO AMBULANTI.


venerdì 31 ottobre 2014

ORIA - VICENDA FOTOVOLTAICO C/DA PALOMBARA PICCOLA E CHIESETTA MADONNA DELLA SCALA. (Vedremo disse il cieco!)

Preg/ma D/ssa Pasqua Erminia CICORIA – Commissario Prefettizio c/o Comune di ORIA
(Trasmissione a mezzo FAX, PEC  e POSTA ELETTRONICA ORDINARIA)
e, p.c.: Al Signor Prefetto  BRINDISI
^^^^^^
In data 26 e 31 agosto c.a., ai sensi dell’art.70 ter dello Statuto del Comune di Oria ho interrogato il decaduto sindaco di Oria, in ordine a presunte illegittimità/irregolarità relative all’impianto fotovoltaico sito in contrada Palombara Piccola.
Ciò premesso, ed in considerazione del fatto che a tutt’oggi non ho ricevuto alcuna risposta, riformulo dette istanze indirizzandole alla S.V. , nella certezza che questa volta non sarò ignorato.
Nel ringraziare anticipatamente, porgo cordiali saluti.
Oria, 29 ottobre 2014
Cav. Francesco ARPA

mercoledì 29 ottobre 2014

ORIA - 30 OTTOBRE: SERATA DI BENEFICENZA PER L'ANT.

Ricordi d'infanzia per la solidarietà 
Il “Gruppo di Promozione Umana” e l’associazione culturale “Il Pozzo e l’Arancio”, con il patrocinio della Città di Oria e coadiuvati da un gruppo di volontari aderenti all’ANT, per giovedì 30 ottobre 2014 alle ore 18.00 nella sala “Gassman” del cineteatro “Salerno” di Oria organizzano una serata di beneficenza in favore dell’Istituto tumori “Giovanni Paolo II” di Bari e della nascente sezione ANT di Oria, presentando il libro “Ricordi d’infanzia (per una vita spezzata)” del preside prof. Cosimo Mazza, dedicato alla figlia recentemente scomparsa in giovane età.

Recheranno un indirizzo di saluto Emilio Pinto (presidente “Gruppo di Promozione Umana”) e Pierdamiano Mazza (presidente “Il Pozzo e l’Arancio”). Interverranno in merito al libro in presentazione gli studiosi Antonio Baldari, Antonio Chionna, Francesco Fistetti e Mario Sartorio. Parteciperanno i tre medici Domenico Galetta (Dipartimento oncologia medica dell’Istituto tumori “Giovanni Paolo II” di Bari), Carmelo Corvino e Antonio Proto (ANT).

Brani musicali saranno eseguito dal duo composto da Franco Zecchino (violoncello) e Danilo Leo (pianoforte) con la partecipazione di Angela De Bellis. I lavori saranno condotti dal giornalista Vincenzo Sparviero, caporedattore de “La Gazzetta del Mezzogiorno”. L’accoglienza agli invitati sarà curata dagli studenti dell’Istituto tecnico per il turismo “G. Calò” di Oria.

“Il Pozzo e l'Arancio”
associazione culturale

lunedì 27 ottobre 2014

STRANO... MA VERO! (il ritorno di un gran pezzo di signore)


QUASI QUASI DICO CHI MI HA INVIATO UNA STRANA MAIL ..... E NON E' L'UNICA ... SAPESTE QUANTE "PERLE" FINO AD OGGI.Cliccare QUI.

Già, proprio così! Sapeste quante "perle" conservo di questo "signore" che molti stimano, rispettano e gratificano con riconoscimenti vari, fino a nominarlo  CAPO!
 [  La presente per comunicarLe che sul suo blog è pubblicata parte di opera grafica realizzata dal sottoscritto presidente dell**************** di Oria.
 L'opera è di mia proprietà e non autorizzo la pubblicazione della stessa sul suo sito o parte della medesima. 
Non autorizzo la pubblicazione della presente mail, la invito pres. Naz. Cavalieri a rimuovere immediatamente quanto pubblicato. La ringrazio e le auguro ogni bene. 
Il presidente*********]

venerdì 24 ottobre 2014

ORIA - IL COMMISSARIO UDC: CRISI AMMINISTRATIVA CAUSATA DA INIZIATIVE PERSONALI DI ALCUNI CONSIGLIERI.

La “Crisi Amministrativa” in Oria che è sfociata nelle dimissioni del Sindaco Pomarico e degli undici Consiglieri firmatari della decadenza Amministrativa, ha ancora una volta, messo in evidenza il difficile rapporto tra i partititi e i propri rappresentanti in Consiglio Comunale.
E’ un discorso questo, che riguarda diversi sia la maggioranza che la minoranza, se si considera che firmatari del documento che ha determinato la caduta della Giunta e lo scioglimento del Consiglio Comunale, sono rappresentati dai due schieramenti opposti.
E’ l’amara conclusione di un modo di gestire la cosa pubblica, che fin dal primo momento ha visto protagonisti i singoli consiglieri, i quali, dimenticando di appartenere ad un partito che li ha ospitati nelle proprie liste e li ha sostenuti, hanno agito spesso a titolo personale.

E’ venuto così meno il ruolo dei partiti che dovrebbero essere, invece, la struttura portante di un sistema democratico rappresentativo che, al di sopra degli interessi personali e di gruppo, vuole essere propositivo e attento ai bisogni della Comunità Civile.
Giova sottolineare che a questa crisi amministrativa si è giunti non a seguito di un confronto democratico col Sindaco, la giunta e gli altri partiti della colazione, ma solo per iniziative personali di alcuni Consiglieri.

Esprimo apprezzamenti rispetto alla coerenza e agli atteggiamenti costruttivi di alcuni Consiglieri, ma al contempo, manifesto disappunto rispetto a coloro i quali hanno ignorato il proprio partito e agito a titolo personale.
A questo punto non resta che riprendere coraggio e con le altre forze politiche di buona volontà, adoperarsi per costruire un futuro migliore.
I partititi attraverso i propri rappresentanti devono riprendere il proprio ruolo di portatori dei valori, indirizzi e proposte nell’unico interesse comune.

Oria, per risorgere ha bisogno di gente nuova, animata dall’entusiasmo, onestà, competenza e coerenza.

Un ruolo importante in questo impegno debbono averlo i giovani che assumendosi le proprie responsabilità e pieni di coraggio possono far ritrovare al nostro paese la classe politica che merita per la sua Storia e le potenzialità culturali, turistiche, sociali ed economiche di cui dispone.

Maria Rossella Pinto,Commissario UDC Oria

giovedì 23 ottobre 2014

ORIA - 24-25 ottobre, CONVEGNO DEI COMUNI MESSAPICI, PEUCETI E DAUNI.

Per consultare il programma completo cliccare QUI

martedì 21 ottobre 2014

ORIA - GIOVEDI' 23 OTTOBRE: PRESENTAZIONE LIBRO DEL PROF. RODOLFO DANESE.

 Presentazione del libro"I MIEI PENSIERI" di Rodolfo Danese.

Giovedì 23 Ottobre ore 19,00
Ritiro Maria Immacolata - Parrocchia San Domenico

Interverranno:
Prof. Antonio BALDARI
Prof. Cosimo MAZZA
Prof. Giuseppe D'AMICO

Condurrà la serata
Vincenzo SPARVIERO
caporedattore della 
Gazzetta del Mezzogiorno

domenica 19 ottobre 2014

ORIA - CINQUE EX CONSIGLIERI DI MINORANZA REPLICANO ALL'EX SINDACO POMARICO.

Sempre per consentire il diritto di replica,  ricevo e pubblico:
COMUNICATO STAMPA

Mimino Pomarico afferma che “fin dall’insediamento è a tutti apparso chiaro che alcuni consiglieri comunali avevano una visione di amministrazione che non coincideva con il bene comune”; afferma inoltre che “alcuni consiglieri, con accanita prepotenza, ogni giorno gli hanno dettato l’agenda sulle cose da fare e non fare”.
Intanto un invito: l’ex sindaco dovrebbe essere più chiaro, spiegare meglio, farci capire chi, perché e su quali problemi lo ha di fatto esautorato del suo ruolo di capo dell’amministrazione.
Oggi però si impone una semplice constatazione: quello che noi diciamo ormai da tempo è stato pedissequamente confermato. In tempi non sospetti abbiamo denunciato la scarsa se non nulla capacità decisionale dell’ex sindaco, l’essere indifferente a un modo di fare politica e di gestire la macchina amministrativa in modo disordinato e ondivago, consentire ad alcuni consiglieri comunali di potersi costruire e difendere fortini personali, consentire che gli assessori non rispondessero al sindaco ma a quegli stessi consiglieri.

sabato 18 ottobre 2014

PER SOLO DIRITTO DI REPLICA PUBBLICO QUESTO SCRITTO DEL CAV. POMARICO, SINDACO DECADUTO..... DELLA TRIMILLENARIA CITTA' DI ORIA.

Già.... proprio così! Fra l'altro, l'ex sindaco Pomarico non meriterebbe avere spazio in questo blog, non essendosi mai degnato di rispondere con uno solo rigo alle mie varie interrogazioni ai sensi dell'art.70_ter dello Statuto Comunale. L'ultima, in ordine di tempo, riguarda il fotovoltaico nei pressi della chiesa Madonna della Scala.
 Ricordo a me stesso che il signore in questione è decaduto da sindaco non perchè si è dimesso, ma perchè  ben 11 consiglieri comunali si sono dimessi contemporaneamente.
Col seguente comunicato a sua firma è iniziato il tradizionale rito "del volo degli stracci", tipico dei "rapporti finiti male", o, se preferite, un “redde rationem” senza esclusione di colpi. Ricordate cosa accadde nel dicembre 2010? Cliccate QUI  e QUI.
--------------------------------------
COMUNICATO STAMPA DEL CAV. MIMINO POMARICO
                                      Perchè il commissario prefettizio ad Oria.

Da lunedì prossimo, si insedierà il Commissario Prefettizio, al quale faccio i miei sinceri auguri di buon lavoro, che amministrerà la  Città di Oria fino alle prossime elezioni.
Dopo le mie dimissioni, ho ricevuto numerosissime telefonate di Cittadini per dirmi che questa decisione avrei dovuto assumerla  molto tempo prima perché,  fin dall’insediamento, a tutti,  è apparso  chiaro, che alcuni Consiglieri Comunali  avevano una visione di amministrazione che non coincideva con il bene comune e gli interessi generali della Città.

venerdì 17 ottobre 2014

ORIA - COMUNICATO STAMPA DI ALCUNI CONSIGLIERI COMUNALI DIMISSIONARI.


COMUNICATO STAMPA 

La decisione di apporre la nostra firma in calce alle dimissioni presentate questa mattina insieme ad altri sei consiglieri comunali è giunta al termine di un percorso di coerente e trasparente opposizione all'Amministrazione Pomarico.
    È sembrata l'unica possibilità per mettere fine ai danni prodotti dall'Amministrazione sino ad oggi, anche alla luce della scarsa credibilità delle dimissioni del Sindaco, dichiarate irrevocabili solo dopo essere egli venuto a conoscenza del sicuro scioglimento del Consiglio Comunale per iniziativa della maggioranza dei consiglieri.  Tanto anche per quello che sino ad oggi il Sindaco ci ha fatto vedere: dimissioni poi revocate senza addurre alcuna motivazione e senza avere alcun confronto né con le forze di maggioranza né con quelle di opposizione, ben due azzeramenti della Giunta Comunale con riconferma degli stessi assessori, ecc.
    A ciò si aggiunga l'atteggiamento assunto dal Sindaco sin dall'inizio della suo mandato caratterizzato dal'incertezza dell'azione amministrativa, dai continui ripensamenti sulle decisioni adottate, dalla pessima gestione del personale, dalle continue bugie e mistificazioni che hanno quotidianamente caratterizzato l'azione politica e di governo. 
    Volendo rimarcare la coerenza che ha caratterizzato la nostra attività di opposizione, oltre all'inequivoco atteggiamento tenuto in Consiglio Comunale, abbiamo rifiutato di partecipare ad ambigue trattative che nulla avevano a che fare con il bene della città.
    In modo responsabile e trasparente abbiamo sempre chiesto che il Sindaco rassegnasse le sue dimissioni e azzerasse tutte le cariche e venisse in consiglio comunale ad un confronto pubblico con la città: sarebbe stato possibile in questo modo confrontarci apertamente sulle emergenze e sulle priorità della città.
    Le dimissioni presentate con gli altri consiglieri comunali non rappresentano un manifesto politico così come non sottintendono accordi elettorali.
Oria, 17 ottobre 2014

I Consiglieri Comunali: Cosimo Ferretti, Tommaso Carone, Angelo Mazza, Lino Spina e Pietro Pasulo.

ULTIMISSIMA NOTIZIA: UNA DECINA DI CONSIGLIERI COMUNALI STANNO PRESENTANDO LE DIMISSIONI PRESSO IL PROTOCOLO DEL COMUNE DI ORIA.

Evidentemente temono  una delle solite retromarce del sindaco Pomarico.

giovedì 16 ottobre 2014

ORIA - ULTIM'ORA: IL SINDACO POCO FA HA DICHIARATO CHE LE DIMISSIONI SONO IRREVOCABILI!

Lo ha fatto pubblicando quanto appresso sulla sua bacheca Facebook, alle ore 22,10 circa di oggi (e comunque successivamente al mio precedente articolo).
Sarà vero o dobbiamo assistere all'ennesima retromarcia .... per il bene della città????

[OGGI 16 OTTOBRE IL CONSIGLIO COMUNALE HA APPROVATO L'ESTERNALIZZAZIONE E LA CONCESSIONE DEL MATTATOIO COMUNALE RAGGIUNGENDO DOPO CIRCA DIECI ANNI UN' ALTRO IMPORTANTE OBIETTIVO. QUESTA OCCASIONE E QUESTO ALTRO RISULTATO MI CONSENTONO DI DICHIARARE CHE LE MIE DIMISSIONI SONO IRREVOCABILI.]

ORIA - GIUNTA POMARICO: ULTIMO ATTO? S'E' COTTA LA MULA????

Dal 29 settembre ad oggi tre consigli comunali sono stati convocati per discutere ed approvare il bilancio di previsione 2014, ma ..... ahimè .... non solo non si è nemmeno discusso un solo articolo del bilancio, ma lo scorrere del tempo ha provocato una forte lacerazione all'interno della maggioranza, se si considera che il sindaco, per l'ennesima volta nel giro di un anno, ha deciso di dimettersi, additando suoi tre (ex ?) sodali come responsabili dell'attuale disastrosa situazione.
Per approfondimenti cliccare QUI, QUI, QUI, QUI e QUI.

In data odierna, essendo il consiglio comunale di seconda convocazione, è bastata la presenza di soli 6 consiglieri affinchè avesse inizio .....alle ore 17,26 (orario ufficiale previsto: 16,30). Oltre al presidente Metrangolo erano presenti: Emilio Pinto, Mauro Marinò, Francesco Biasi, Antonio Farina e Pietro Pasulo. Appena il tempo di approvare l'argomento relativo al mattatoio comunale ed è venuto meno il numero legale. Alle ore 17,31 il presidente ha dichiarato di dover sospendere i lavori per mezzora. Vi state chiedendo chi dei sei presenti ha abbandonato l'aula? Pietro Pasulo, il quale era uscito per fumare una sigaretta, ma non ha fatto più rientro.... fino allo scorrere della mezzora di sospensione.

Cosa accadrà nelle prossime ore o giorni? Difficile fare una previsione. Il sindaco ha venti giorni di tempo per ritirare le dimissioni; il Prefetto prima di sciogliere il Consiglio Comunale dovrebbe intimare di approvare il bilancio entro venti giorni.
Dimissioni dei consiglieri? Viene difficile pensare che si presentino, insieme,  all'ufficio protocollo del Comune consiglieri comunali dimissionari, nel numero sufficiente per provocare lo scioglimento del Consiglio.

Però..... però.... devo confidarvi una cosetta. 
Oggi ero presente nell'aula consiliare e il consigliere Pietro Pasulo mi ha chiesto una cosa insolita. 
Mi ha detto: "Franco, per favore mi fai una foto ricordo.... qui seduto? Non si sa mai.... potrebbe essere l'ultima volta!"
E dopo essersi seduto al posto del sindaco (assente) si è fatto da me immortalare con un'espressione ..... direi......felice.... rilassata.

Il pubblico presente non superava le dieci unità, fra di essi un solo giornalista, la corrispondente del Quotidiano.

Le mie orecchie hanno captato uno scambio di battute fra due compari:
- Cumpà, sciamini ..... li pulitici.... acitu sontu!
- Sini, sciamini cumpà.... pi mmei mancu acitu sontu. Sontu fezza! Ca l'acitu armenu è buenu pi cundiri l'insalata!




venerdì 10 ottobre 2014

ORIA - DOMENICA 12 OTTOBRE DONAZIONE SANGUE AVIS.

UN AUTUNNO DI SOLIDARIETÀ CON AVIS ORIA

L’ AVIS comunale di Oria organizza per domenica 12 ottobre la sesta donazione del 2014, accompagnata dai programmi di Radiosivà, webradio di AVIS nazionale.

Il manifesto creato per questa Giornata della Donazione reca i colori dell'autunno, per una nuova e attiva stagione di volontariato. Si tratta del penultimo appuntamento di questo anno solare presso l’AVIS oritana, che confida nella sensibilità e partecipazione della cittadinanza. Le foglie d'autunno cadono, i valori di questa associazione restano. Come già proposto per le precedenti giornate di donazione, tutti i donatori parteciperanno all’estrazione di una cena per due persone gentilmente offerta dal ristorante “Il Castellano” di Oria.

Alla Giornata della Donazione seguirà – il 22 ottobre – un altro importante appuntamento: la partecipazione dell’AVIS comunale di Oria all'Udienza Generale del Papa in piazza San Pietro a Roma.

I donatori e gli aspiranti tali potranno donare il sangue presso l’Ufficio sanitario di Oria sito in via Frascata dalle ore 8.00 alle ore 12.00. Si ricorda che per donare il sangue è necessario trovarsi in buono stato di salute, presentarsi a digiuno e che siano trascorsi almeno 5 giorni dall’ultima assunzione di aspirine o di farmaci antinfiammatori. È possibile seguire le attività della sezione AVIS comunale su facebook iscrivendosi al gruppo “AVIS Comunale Oria”.

giovedì 9 ottobre 2014

ORIA - DOMENICA 12 OTTOBRE: SAGRA TI LA SAZIZZA.

mercoledì 8 ottobre 2014

IL BLOG DEL COMPIANTO ENRICO SIERRA SARA' TENUTO IN VITA DALLA SIGNORA LUCIANA ELLENA.

Mi chiamo Luciana Ellena, sono di Torino ed ho avuto l’onore di conoscere tempo fa il Dott. Enrico Sierra con i suoi meravigliosi scritti in ” Ricordi e Pensieri “.
 Il 10 di settembre è venuto a mancare con una grandissima tristezza di tutte le persone che hanno avuto la gioia di comunicare con Lui anche solo con le tecnologie che al giorno d’oggi aiutano a stare insieme a degli Amici con la A maiuscola!!!
Per Enrico: 
“ Il tempo si è fermato con il garbo silenzioso di un orologio che ha esaurito la sua carica"

 Se fosse possibile vorrei contribuire a tenere in vita il suo blog, pubblicando qualche mio piccolo scritto, nella convinzione che ciò farebbe piacere ad Enrico.
Grazie.
Luciana


venerdì 3 ottobre 2014

ORIA - FOTOVOLTAICO C/O CHIESA MAD. SCALA: L'EX SINDACO FERRETTI "SI ACCERTINO CELERMENTE EVENTUALI RESPONSABILITA'"

Premessa del gestore del blog:
 Molto probabilmente la società interessata (compresa LA PERSONA INFORMATA DEI FATTI) sarà contenta di questa lancia spezzata in suo favore laddove il seguente comunicato  recita, più o meno, che riesce difficile pensare a un dolo, ovvero malafede, da parte della committenza.
Faccio rilevare che nè io, nè altri abbiamo palesemente manifestato sospetti in tal senso, così come nessuno ha malignato sulla condotta di quel tecnico comunale che ha posto in calce ad un  Certificato di Destinazione Urbanistica  un'annotazione a propria firma, senza indicazione di data, che attestava la non esistenza di vincoli nell'area interessata; così come nessuno ha malignato del perchè la recinzione dell'impianto (lato strada) è più alta del previsto e, al posto della siepe perimetrale con essenze autoctone, vi sono degli esili arbusti di oleandri; così come nessuno ha malignato del perchè il Comune non ha controllato l'esatto adempimento del predetto obbligo.
A mio parere quello che conta attualmente non è tanto sapere il nome degli eventuali responsabili, ma avere conferma che quel vincolo di tutela è stato ignorato e che, conseguentemente, a cura degli Enti preposti sarà in qualche modo posto rimedio.... in modo lecito, chiaro e TRASPARENTE!

COMUNICATO STAMPA

È doveroso da parte mia intervenire sulla vicenda dell’impianto fotovoltaico sorto in località Palombara Piccola e oggetto, recentemente, di una precisa e grave denuncia alle autorità competenti da parte del blogger Franco Arpa per la presunta violazione di un vincolo e per il mancato rispetto di alcune specifiche prescrizioni progettuali.
    Si premette che le questioni poste alla pubblica attenzione da Arpa sono particolarmente complesse ed estremamente tecniche, tanto da aver richiesto, per quanto mi riguarda, un necessario approfondimento attraverso l’esame del fascicolo

lunedì 29 settembre 2014

ULTIM'ORA: IL CONS. COM/LE FARINA IN OCCASIONE DELL'ODIERNO CONSIGLIO COMUNALE PRESENTERA' INTERROGAZIONE CIRCA LA VICENDA "CHIESA MAD. SCALA-FOTOVOLTAICO".

domenica 28 settembre 2014

ORIA - SOSPENDO LE PUBBLICAZIONI IN QUESTO BLOG IN ATTESA DI CONCRETI SVILUPPI CIRCA LA VICENDA "CHIESA MADONNA DELLA SCALA-FOTOVOLTAICO"

E' passato oltre un mese da quando ho interrogato il sindaco di Oria ai sensi dell'art.70-ter dello statuto comunale, in ordine all'impianto fotovoltaico in contrada Palombara Piccola e all'ignorato vincolo di tutela per la chiesa Madonna della Scala, e non ho ricevuto risposta alcuna.

In verità la cosa non mi meraviglia più di tanto, in quanto è accaduto altre volte in passato che il sindaco mi ha ignorato. E dire che in campagna elettorale usava dire che doveva trasformare il municipio in una "casa di vetro" e che doveva tutelare i diritti dei cittadini.

Tornando alla vicenda in esame non vi nascondo che ho registrato una "cappa di assordante silenzio" proveniente non solo dalla politica ma anche dalla società civile (associazioni e singoli cittadini). 
Un silenzio che, a mio modesto parere, è da paragonare a quello degli ambienti omertosi impregnati e succubi della mafia.

Gli attuali consiglieri comunali tacciono, così come tacciono gli amministratori e consiglieri comunali della scorsa consiliatura, epoca in cui venne autorizzato l'impianto fotovoltaico in argomento.

Mi chiedo e vi chiedo se non è il caso di informare la competente Procura della Repubblica su questa vicenda, salvo poi sentir dichiarare il sindaco Pomarico: 

[ ...... bisogna evitare, per il bene di tutti, di rincorrere, chi comincia la giornata cercando il bersaglio quotidiano, per offendere la dignità e la moralità di persone da una vita oneste e trasparenti, il pretesto per generare una rissa, un motivo qualsiasi per alzare la voce e per aprire, senza alcun titolo, “indagini” su tutto e su tutti........]

sabato 27 settembre 2014

ORIA - MARCIAPIEDI AD USO CONTINUO DEI COMMERCIANTI..... FOTTENDOSENE DEI PEDONI E DEGLI ORARI PER I RIFIUTI.

giovedì 25 settembre 2014

ORIA - PALAZZO DI CITTA': CONTINUANO LE BEGHE FRA FUNZIONARI.

http://www.comune.oria.br.it/accesso-rapido/albo-pretorio?opz=pubblicazioni&id_categoria=37

lunedì 22 settembre 2014

L'ORITANO PEPPO MARTINA NEL CAST DEL NUOVO FILM DI PAOLO GENOVESE.

 “Sei mai stata sulla luna?” è il titolo del film di Paolo Genovese, le cui scene in questi giorni si stanno girando nel centro storico di Nardò (LE).

Nel cast oltre a famosi attori come Liz Solari, Raoul Bova, Dino Abbrescia, Nino Frassica, Sabrina Impacciatore, Neri Marcorè, Giulia Michelini, Rolando Ravello, Sergio Rubini, Paolo Sassanelli, Pietro Sermonti ed Emilio Solfrizzi, vi è anche l'oritano Peppo Martina


Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...