sabato 30 novembre 2013

ORIA - IL MOSAICO RINVENUTO NELL'EPISCOPIO POTREBBE ESSERE IL PIU' ANTICO IN OCCIDENTE.

Articolo precedente in questo blog: QUI.

ORIA - ARCHEOLOGIA E ARTE
L'opera policroma potrebbe essere la più antica in occidente. I dati raccolti in un volume.

Si trova in Puglia, a Oria, il mosaico più antico dell'Occidente. La scoperta non è recente, risale a due anni fa, ma solo adesso gli studiosi cominciano a fornire dei dettagli sulla datazione che risalirebbe all'ultimo trentennio del IV secolo a.C. (quindi all'incirca al 330 a.C.), quando la tecnica del mosaico non era ancora conosciuta e praticata tanto nell'Italia del tempo che nel resto delle antiche civiltà occidentali.

A ufficializzare, nero su bianco, queste notizie è il volume intitolato "Vetustis novitam dare - Temi di antichità e archeologia" (Scorpione editore; Taranto 2013), che gli studiosi hanno voluto dedicare ad Angela Maruggi, ispettrice archeologica di Oria prematuramente scomparsa.

ORIA - CONSIGLIO COMUNALE IN ATTO. SI PARLA DI BILANCIO 2013.

Senza parole .... l'immagine parla da sè.

 

venerdì 29 novembre 2013

INSODDISFATTO IL CONS. COM/LE CARONE CIRCA LA RISPOSTA AVUTA DAL SINDACO IN ORDINE ALL'UTILIZZO DI ALCUNI LOCALI DELLA SCUOLA ELEMENTARE.

 Movimento cittadino socio-politico "Oria è"
– Gruppo Consiliare -

 AL SIGNOR SINDACO DI ORIA 

INTERROGAZIONE EX ART. 21 REG. CONSIGLIO COMUNALE - Utilizzo immobili comunali – Edificio refettorio complesso scolastico Camillo Monaco - CHIARIMENTI

Egregio Signor Sindaco,
 di seguito alla mia interrogazione trasmessa via pec lo scorso 26 novembre alle ore 17.16 e alla Sua risposta prot. n. 22904, ricevuta via pec il successivo 27 novembre alle ore 11.51, per comunicarLe che detta risposta mi lascia del tutto insoddisfatto ed anzi con ancora più dubbi e preoccupazioni di prima.
 Mi consenta, quindi, di contestare il merito stesso del contenuto della Sua risposta, che viene a seguito di “...una approfondita indagine...” (così da Lei stesso qualificata) svolta in qualche ora della mattina del giorno dopo l'invio della mia mail.
 Intanto non vengono dissipati i dubbi su quanto realmente accaduto nel refettorio del complesso scolastico Camillo Monaco poiché Ella afferma che non sarebbe “...stata mai rilasciata alcuna autorizzazione a privati per uso estraneo alle attività istituzionali previste...” ma non dice se la Sua “...approfondita indagine...” abbia effettivamente accertato se qualcosa di simile a quanto da me denunciato sia ivi realmente accaduto sebbene, ovviamente,

ORIA - A BREVE FORSE SARA' MENO PERICOLOSO L'INCROCIO FRA VIA SPIRITO SANTO E VIA VIRGILIO, GRAZIE AD UN RONDO'.

Dopo circa quattro mesi da una mia segnalazione accompagnata da tanto di foto e video, finalmente qualche "signore del palazzo" ha deciso di provare a rendere più sicuro quel trafficatissimo incrocio, che porta, fra l'altro, all'imbocco del sottoferrovia per la strada cosiddetta Sant'Andrea, installando un rondò (ved. foto in alto).

Nel seguente video la situazione di pericolo da me denunciata nello scorso mese di luglio.

giovedì 28 novembre 2013

ORIA - RICORDATE IL "CASO ANTONINI"? IL COMUNE RISCHIA DI PAGARE CIRCA 32 MILA EURO AD UN COMMERCIALISTA CHE ERA STATO NOMINATO PERITO DI PARTE.

Cliccare QUI e QUI  per leggere delibera di giunta e determina dirigenziale circa la costituzione in giudizio del Comune di Oria (con impegno di spesa di 4mila euro ad un legale), che ha ritenuto esosa ed ingiustificata tale richiesta.

A questo link potete leggere tutti i post pubblicati in questo blog circa il "caso Antonini".

E COME DISSE QUELLO "SIAMO PROPIA TI ORRIA.... CI DOBBIAMO SEMPRI FARI ACCONOSCERE!!!"


Poco fa ho appreso attraverso il social network Facebook che questo signore oritano è stato uno dei protagonisti dell'odierna puntata del programma televisivo FORUM, in onda su Rete4.
Durante la causa, l'altra parte, sua madre adottiva, lo ha ripetutamente insultato con pesanti epiteti (persona schifosa, porco, etc.)
Per rivedere la puntata cliccare QUI.

GINO CANALE ATTRAVERSO UN RICORDO DELLA POETESSA TINA MASSA.

Articolo precedente QUI

Quasi mi era passato dalla mente
insieme a chissà quant' altra gente
presente tra l'infanzia e giovinezza
della mia vita. Come una carezza
riaffiora sulla pelle, all'improvviso,
una figura, una voce, un certo viso.
E tocca questa sera ad un signore
che rallegrava dell'estate l'ore
quando si stava a veglia sulla porte,
ognun di casa sua, o nella corte ,
insieme al vicinato, a frescheggiare.
Siccome il poverino balbettava,
per aggirare questo inconveniente,
al posto di parlar si dilettava
col canto quando stava tra la gente
oppure per portar la serenata
a una ragazza non ancora maritata.
Ma ciò che rese grande la persona
fu l'arte del pittore: infatti, copia buona
di un'opera dipinta da Giotto o Caravaggio,
riusciva a realizzare con passione e con coraggio.
Si tratta di Gino Canale,
persona gioviale,
allegra e positiva....
La casa sua era sempre viva
di feste in casa, di balli e gran risate
dagl' invidiosi molto criticate
per dare ai figli tanta libertà...
poco seria questa modernità!
Di fatto, nvece,era buon padre di famiglia,
e Matilde, (così si chiama)
la sua prima figlia,
della Giudea fu la prima capodama.
Da qui il ricordo si sbiadisce un po',
lasciando il posto a tanta nostalgia
di quanto e quanti della bella Oria mia
mai dimenticherò.
Tina Massa

mercoledì 27 novembre 2013

ORIA - DOMANDA DEL GIORNO: FINIRA' MAI QUESTO CONTINUO DEGRADO DELLA POLITICA?

Sono in molti in questi ultimi giorni a farsi domande del tipo:"Questi continui cambi di casacca da parte dei politici che ci amministrano sono di buon esempio per chi potrebbe/vorrebbe decidere di buttarsi in politica per dare un serio e concreto contributo alla soluzione dei tanti problemi della città?"

Io sono del parere che tanta gente valida e SERIA preferisce starsene in disparte, anzichè accomunarsi con questi "blastani" abitualmente dediti a pensare prima ai caxxi propri!

martedì 26 novembre 2013

ORIA - LOCALI DELLA SCUOLA ELEMENTARE UTILIZZATI PER SCOPI COMMERCIALI? (A cura del cons. comle CARONE)

AL SIGNOR SINDACO DI ORIA


INTERROGAZIONE EX ART. 21 REG. CONSIGLIO COMUNALE - Utilizzo immobili comunali  – Edificio refettorio complesso scolastico  Camillo Monaco

Egregio Signor Sindaco,
il sottoscritto Avv. Tommaso Carone, nell'esercizio del mandato consiliare
PREMESSO
che al sottoscritto è stato riferito che i locali un tempo adibiti a refettorio del complesso scolastico Camillo Monaco, sarebbero stati utilizzati nella settimana tra il 18 e il 24 novembre scorso, probabilmente nel giorno di giovedì 21 o venerdì 22 novembre, quale sede per lo svolgimento di una vendita commerciale di apparecchiature sanitarie da parte di una ditta commerciale privata, cui avrebbero partecipato circa 18 coppie di coniugi;
che l'utilizzo siffatto di un immobile comunale, piegato a interessi commerciali privati, è in clamoroso contrasto con la sua specifica destinazione e con il regolamento comunale, tanto da costituire addirittura ancora e ben più grave violazione delle leggi in materia;
Tanto premesso
CHIEDE 
di sapere se quanto innanzi rappresentato sia realmente accaduto e se sia stato preventivamente autorizzato; ove ciò sia accaduto e ove non sia stato autorizzato, quali provvedimenti intenda prendere per l'individuazione dei responsabili che hanno consentito l'accesso e l'utilizzo di detto immobile di proprietà comunale;
CHIEDE
ancora, di sapere se e sulla scorta di quale provvedimento autorizzativo e/o concessorio via siano soggetti pubblici o privati che hanno in uso o in affidamento i locali del refettorio del complesso scolastico Camillo Monaco;
CHIEDE
infine, di sapere, a far data dal Suo insediamento, quali e quanti immobili comunali siano stati concessi in uso a soggetti pubblici o privati e sulla scorta di quali provvedimenti autorizzativi.
Si chiede che la risposta sia fornita ai sensi dell'art. 22 del regolamento comunale per il funzionamento del Consiglio Comunale.
Con osservanza.
Oria, 26 novembre 2013
Il Consigliere Comunale di "Oria è"
Avv. Tommaso Carone

FERRARESE GOVERNERA' IL MONDO INSIEME A POMARICO .... E TANTI ALTRI!

«We’ll rule the world… Possiamo governare il mondo,
 si io e te possiamo illuminare il cielo,
 se stai al mio fianco possiamo governare il mondo».

Grande show della politica ieri all'Hotel Orientale di Brindisi.

Oggetto dell'affollata assemblea: la nascita del nuovo soggetto politico NUOVO CENTRO DESTRA.

Gli oritani, visibili nella galleria fotografica pubblicata insieme ad un interessante articolo su BrindisiReport, sono Mimino Pomarico, Mauro Marinò (cons. comle già NoiCentro), Gian Franco Durante (assessore in quota NoiCentro), Francesco Biasi (cons. comle già UDC), M.G. Jacovazzi (assessore in quota NoiCentro).

lunedì 25 novembre 2013

ORIA E IL CAMALEONTISMO DELLA POLITICA. IL SINDACO ED ALTRI DELLA MAGGIORANZA ADERISCONO AL NUOVO CENTRODESTRA DI ALFANO

DOMANDA: Cosa hanno deciso i consiglieri comunali di opposizione, già appartenenti al centrodestra? Mi riferisco in particolare a Mazza, Ferretti, Carbone, Spina e Vitto.

Ormai siamo abituati ad assistere a queste scene di trasformismo. Osserate la seguente immagine relativa ad un mio vecchio post datato dicembre 2010.

.

sabato 23 novembre 2013

ORIA - ALLA SCOPERTA DI PERSONAGGI DEL PASSATO.

Il prof. Pasquale Mangia (che personalmente ringrazio) nei giorni scorsi ha pubblicato sul social network Facebook un intero album fotografico risalente a oltre 35 anni fa, realizzato in occasione di gare di basket nella centralissima Piazza San Domenico (oggi Lorch).
Nelle 35 foto che compongono l'album tante facce di oritani.
Alcuni di essi sono da tempo volati in cielo!
Uno di essi è il signore che vedete nella seguente immagine.
Era un artista conosciutissimo in Oria, grazie anche alle sue qualità caratteriali.
Io conosco il suo nome  e quello dei tre figli maschi. Aveva anche una figlia ma non ricordo il nome. La moglie è morta circa venti anni fa.
Non aggiungo altro e passo la parola a quanti di voi ricordano qualcosa di questo  oritano (che, a mio parere, non meritava essere dimenticato così facilmente).

ORIA VISTA DA UN TURISTA STRANIERO. VIDEO

venerdì 22 novembre 2013

ORIA - DOMENICA 24 NOV.: DONAZIONE SANGUE AVIS.

 Per domenica 24 novembre  l’AVIS oritana promuove la Giornata della donazione del sangue; i donatori e gli aspiranti tali potranno recarsi presso l’Ufficio sanitario di Oria, sito in via Frascata, dalle ore 8.00 alle ore 12.00.
 Si ricorda che per donare il sangue è necessario trovarsi in buono stato di salute, presentarsi a digiuno e che siano trascorsi almeno 5 giorni dall’ultima assunzione di aspirine o di farmaci antinfiammatori.
Sulla scia di quanto già realizzato per le precedenti giornate della donazione del sangue, tutti i donatori parteciperanno all’estrazione di una cena per due persone offerta dal ristorante “Fuori Porta” di Oria.

ORIA - VIA MADONNA DELLA SCALA ...... O DELLA MONNEZZA ????

Mi è stato segnalato da più persone il pietoso stato in cui versa Via Madonna della Scala a causa dell'abbandono di rifiuti sul ciglio dellla strada, ad opera dei soliti PORCI. 

Mi riferisco al pezzo di strada che porta dall'ex cinema Ariston (nei pressi di Via Manduria) alla circonvallazione.

Oltre al problema dei rifiuti è ben visibile un altro problema: la mancata pulizia dei canali laterali. Le alte e rigogliose erbe infestanti nascondono  rifiuti di ogni genere ed ostruiscono il normale deflusso delle acque meteoriche.

Ed in tema di abbandono di rifiuti, in questi giorni ho rilevato che le strade in contrada Maggiannulo (bonificate dal sindaco e da una squadra di volontari una domenica mattina di qualche settimana addietro), sono già bell'e insozzate di rifiuti abbandonati.

Qualche oritano buontempone ha avuto la geniale idea di affiggere un cartello ad un muro di cinta recante l'invito a non gettare i rifiuti, oppure, se proprio costretti a farlo, di recarsi nel piazzale del Municipio. Che mattacchione sto tipo!




giovedì 21 novembre 2013

SAPETE L'ULTIMA RETROMARCIA DEL SINDACO DI ORIA?

L'8 luglio scorso con proprio decreto aveva stabilito che in caso di temporanea assenza dal servizio i Dirigenti del Comune dovevano essere sostituiti da altri Dirigenti e non più, come prima, dal segretario comunale.

 Stamattina ...... con un'ennesima RETROMARCIA il sindaco Pomarico è tornato sui propri passi e ha deciso una modifica al predetto decreto.

In pratica ha stabilito che l'attuale responsabile dei settori QUINTO e SESTO (Polizia Municipale e Attività Produttive) non potrà sostituire nessun Capo Settore, mentre egli, in caso di assenza temporanea, per quanto riguarda le competenze relative alle Attività Produttive, potrà essere sostituito dal Dirigente l'Ufficio Lavori Pubblici e, per quanto riguarda le competenze della Polizia Municipale,   dalla D/ssa Sabba (Servizi Finanziari) solo relativamente ad aspetti amministrativo-gestionali del medesimo settore, con esclusione dei compiti operativi.

Qualcuno sa dirmi il motivo di questa ultima retromarcia del sindaco?????
Ha forse attinenza il fatto che quel "signore" non è provvisto della prescritta laurea?


CALZE ANTISTUPRO DALLA CINA..... E IL 25 NOVEMBRE SARA' LA "GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE".

Intanto dalla Cina arrivano le calze antistupro


 Su internet c'è anche chi consiglia alle donne come rendersi seducenti agli uomini. Cliccare QUI.

mercoledì 20 novembre 2013

A PROPOSITO DELL'ISTITUTO LUCE...... HO SCOPERTO UN VECCHIO VIDEO SU ORIA.

Cliccate sulla seguente immagine per far partire il video e al minuto 09:30, sentirete parlare di Oria, con tanto di immagini.

CASTELLO DI ORIA - IMMAGINI INEDITE DATATE 1928 NELL'ARCHIVIO DELL'ISTITUTO LUCE

Cliccando QUI potete visionare le sei foto risalenti al 1928 presenti nell'archivio dell'ISTITUTO LUCE. A quell'epoca il castello era di proprietà del Comune di Oria.

martedì 19 novembre 2013

ORIA - PREMIO PITTURA SCULTURA E POESIA “SANT’ANNIBALE M. DI FRANCIA”.

PRIMA EDIZIONE PREMIO PITTURA SCULTURA E POESIA “SANT’ANNIBALE M. DI FRANCIA” REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE SEZIONE PITTURA E SCULTURA
Art.1 -Il concorso ha tema libero e la partecipazione è estesa ad artisti italiani e stranieri di qualsiasi tendenza espressiva. Al concorso possono essere presentate non più di due opere.
Art.2 - Le opere pittoriche, con cornice o senza, dovranno essere munite di un’unica e robusta attaccaglia centrale. Sul retro del dipinto dovranno essere indicati nome, cognome, indirizzo, numero telefonico, indirizzo e-mail dell’artista, titolo dell’opera ed eventuale prezzo di vendita. La misura massima del dipinto senza cornice deve essere di 80x80 e non deve superare il metro con la cornice. Per chi ne fa richiesta è consentita la partecipazione anche fuori concorso a solo titolo espositivo.

FERMI TUTTI: OGGI E' "LA GIORNATA MONDIALE DEL CANTRO" . LO HA DECISO L'ONU.

Non sto scherzando! 
Cliccate QUI per saperne di più sulla campagna “No Access” di UNICEF, con vari materiali interattivi e informativi da scaricare

ORIA - CROLLO DI MURI: OGGI COME IN PASSATO E' FORTE IL SOSPETTO CHE LA COLPA E' DELL'UOMO, OVVERO DELLE DITTE CHE ESEGUONO CERTI LAVORI .... E DI COLORO CHE DOVREBBERO VIGILARE!!

Voi forse lo avete dimenticato, io invece NO! Nell'estate dell'anno scorso ad Oria crollò un altro muro. Cliccare QUI.
Nell'occasione ipotizzai pubblicamente che quel muro (già precario a causa di base instabile .... assenza di idonee fondamenta) ebbe a crollare a causa dello sradicamento di un albero, avvenuto  pochi giorni prima ad opera e per ordine  ......non so di chi!

Oggi è crollato il muro di cinta del nuovo cimitero e, attraverso un articolo di Eliseo Zanzarelli su Senza_Colonne_News, apprendiamo che:  "Le pareti che affacciano su quella strada molto stretta e che di fatto separano il cimitero vecchio da quello nuovo sembrano già a occhio nudo soggette a cedimenti..........Di recente, proprio in corrispondenza del crollo di oggi sono stati piantumati da una ditta locale alcuni oleandri."

Ha ragione da vendere il predetto giornalista, poichè è lapalissiana la "debolezza" di quel muro (sprovvisto fra l'altro di mappetta-coprimuro e di feritoie per favorire il deflusso di eventuali abbondanti acque meteoriche).
E' altrettanto evidente la presenza di quelle piante di oleandri, la cui piantumazione, avvenuta  nella giornata del 25 ottobre scorso, ha richiesto sicuramente un  movimento di terra con mezzi meccanici.
E' altrettanto evidente la presenza di detriti vari, a ridosso del muro, nell'area cimiteriale, che giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno, stanno costituendo una vera e propria "discarica per scarti dell'edilizia". Scarti .... forse .... provenienti NON solo dalle costruzioni di edicole funerarie.
Vi state forse chiedendo perchè i responsabili del controllo ad Oria non controllano, quasi mai, una beata minchia? Sono d'accordo con voi. Poco fa ho ricevuto il seguente messaggio da un lettore: [Franco, l'altro giorno mi sono fermato con la macchina mentre stavano facendo un'operazione pericolosa... stavo scendendo per dirgli che potevano far crollare il muro.. e quello mi fa.. "cce sta uardi...!?!?!" e allora me ne sono andato.]
A proposito di quel muro, ricordo un particolare risalente al periodo in cui venne costruito,  all'inizio di questo millenio. A seguito di un'indagine di mercato, esperita dall'UTC, i lavori furono affidati ad una cooperativa torrese, grazie ad un preventivo di spesa di gran lunga inferiore a quello presentato da ditte oritane. Se non erro il corrispettivo per metro_quadro era pari a 14milalire. E mi fermo qui! Finchè la barca và.... lasciala andare ..... sperando che, prima o poi, non ci scappi il morto!

Il seguente video è stato realizzato da SenzaColonne News.


ORIA - NUBIFRAGIO IN CORSO HA PROVOCATO CROLLO DI PARTE DEL MURO DI CINTA DEL CIMITERO NUOVO.

Immagine tratta da Google Map col muro ancora in piedi.
La notizia mi è stata segnalata da un lettore del blog. 
Eccola: "è crollata una porzione del muro di cinta del nuovo cimitero di Oria...non ci voleva tanto a capire che lo stesso è stato costruito "a pizza" e che prima o poi sarebbe crollato investendo la via pubblica sottostante!!! Fortuna ha voluto che non ha travolto nessuna auto, altrimenti ci poteva scappare pure il morto!!! 
Ufficio tecnico.........e tecnici progettisti .........!"

lunedì 18 novembre 2013

VIDEOSORVEGLIANZA PER ABBANDONO RIFIUTI - DECISIONE DEL COMUNE DI FRANCAVILLA FONTANA, GOVERNATO DA UN COMMISSARIO PREFETTIZIO,


Fonte: QUI
[INDAGINE DI MERCATO - Questo Ente intende verificare la possibilità di affidare un servizio di videosorveglianza mediante contratto di noleggio per n.3 telecamere mobili da utilizzare per il contrasto all'abbandono illecito dei rifiuti nel territorio comunale.]

domenica 17 novembre 2013

QUALCUNO CI DICA SE I CENTRI RACCOLTA MATERIALI MONTECO HANNO FINORA OPERATO "CONTRA LEGEM" E SE HANNO INQUINATO.

Già.... proprio così! Da cittadini abbiamo il diritto di avere una risposta anche in ordine alle modalità di scarico delle acque meteoriche raccolte in detti siti, al fine di valutare se si è verificato o meno inquinamento ambientale. 

 Decreto Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 13 maggio 2009 Gazzetta Ufficiale Italiana 18 luglio 2009, n. 165, Modifica del decreto 8 aprile 2008, recante la disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani raccolti in modo differenziato, come previsto dall'articolo 183, comma 1, lettera cc) del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modifiche 
------omissis ----
- 2. Requisiti del centro di raccolta 2.1 Il centro di raccolta deve essere allestito nel rispetto di tutte le norme vigenti in materia di tutela della salute dell'uomo e dell'ambiente, nonché di sicurezza sul lavoro. Le operazioni ivi eseguite non devono creare rischi per l'acqua, l'aria, il suolo, la fauna e la flora, o inconvenienti da rumori e odori né danneggiare il paesaggio e i siti di particolare interesse.

Grazie all'albo pretorio del Comune di San Pancrazio Salentino, abbiamo scoperto che i Centri Raccolta Materiali della Monteco, ubicati nei comuni di Oria, Francavilla F/na, Torre S. Susanna e San Pancrazio Salentino, sono stati chiusi e non possono riaprire, in quanto il Dirigente dell'Ufficio Ambiente della Provincia di Brindisi  ha ritenuto di non prendere atto delle comunicazioni della Monteco, ai sensi del D. Lgs. 152/2006 (scarico e/o immissione delle acque meteoriche di dilavamento dei rispettivi siti).

PRIMA DOMANDA: All'atto dell'apertura di detti Centri Raccolta Materiali (per Oria il 24.5.2010), la Monteco aveva tutte le autorizzazioni previste dalla normativa (vigente già allora?). Cliccare QUI  e  QUI per approfondire.

SECONDA DOMANDA: E se non aveva l'autorizzazione per lo scarico e/o immissione delle acque meteoriche di dilavamento chi ha omesso di controllare, chiudendo entrambi gli occhi?

 PROVINCIA DI BRINDISI - UFFICIO TUTELA ACQUE
 AVVISO (Pubblicato Mercoledì, 25 Giugno 2008 07:44 )
[Ai sensi della normativa vigente lo scarico delle acque meteoriche va autorizzato ad opere ultimate e realizzate in conformità con la disciplina urbanistica ed edilizia, pertanto le richieste di autorizzazione dovranno essere presentate ad opere realizzate e non in corso d'opera, pena l'archiviazione dell'istanza.
-----
 Procedure per il rilascio dell'autorizzazione allo scarico e/o immissione delle acque meteoriche Adeguamento alla normativa vigente (D.lgs n. 152 del 3 aprile 2006 Parte III, Decreto Commissariale n. 282/CD/A del 21/11/2003)
 Sono a disposizione del'utente gli appositi moduli per le attività di scarico delle acque meteoriche di prima pioggia e di dilavamento.]

ORIA - CHIUSURA CENTRO RACCOLTA MATERIALI: ECCO SPIEGATO IL MOTIVO.

Le acque piovane si inquinerebbero a contatto coi rifiuti ivi depositati con conseguenze dannose per il sottosuolo.
E' tutto spiegato nel seguente documento che il Comune di Oria non mi pare abbia a tutt'oggi pubblicato.

sabato 16 novembre 2013

IL SINDACO DI ORIA CONTINUA AD INCITARE I CITTADINI A FARE I DELATORI. INVITO ALLA PRUDENZA!

Per cause a me ignote, da qualche mese non vengono più inviati a questo blog comunicati stampa, di interesse pubblico, provenienti dall'amministrazione comunale di Oria (sindaco, assessori e consiglieri di maggioranza), ragion per cui sono costretto a fare copia-incolla da altri siti web. Sul sito www.carpediemoria.it ho letto poco fa il seguente comunicato stampa a firma del sindaco Pomarico:

[CITTA’ DI ORIA -Provincia di Brindisi 
Sono tre, i cittadini sanzionati recentemente dalla Polizia Urbana per l’abbandono illecito dei rifiuti per le strade e nelle campagne di ORIA.
 Non pubblichiamo i nomi, ma solo le loro iniziali, per il rispetto alla riservatezza e all’identità personale di questi incivili.
 Si tratta di T.A. -­‐ N.A. – S.B. ai quali è stata comminata una multa di 300,00 euro cadauno e l’inoltro della denuncia penale.

ORIA - CENTRO RACCOLTA MATERIALI MONTECO CHIUSO DA ALCUNE SETTIMANE. Appello agli incivili.

Cari INCIVILI,
  vi scrivo per dirvi che non siete autorizzati e/o giustificati ad abbandonare dappertutto i vostri luridi rifiuti sol perchè vi scoccia separarli e conservarli in casa per qualche giorno, oppure per fare un dispetto al sindaco o alla Monteco per la chiusura del Centro Raccolta Materiali presso la zona industriale. 
Sono certo che il sindaco e l'assessore al ramo si stanno dando un gran da fare per far riaprire detto impianto, la cui chiusura sta creando non pochi problemi all'utenza, in considerazione anche del fatto che in città non esiste ormai un solo cassonetto per conferire gli indumenti usati.
Pare che il C.R.M. sia aperto nel solo pomeriggo del martedì per il ritiro delle buste per carta e plastica (che, ricordo a me stesso, stando al capitolato d'appalto dovevano essere consegnate a domicilio due volte all'anno).
Ricordo a tutti che per qualsiasi problematica legata alla raccolta differenziata porta a porta, nonchè per il ritiro a domicilio di rifiuti ingombranti, è attivo il numero verde 800801020.
http://www.montecosrl.it/comune.asp?titolo=Oria&id=22
Informazione sbagliata presente sul sito web della Monteco.

venerdì 15 novembre 2013

DAL MUNICIPIO DI ORIA SCAPPANO TUTTI VIA !!!! E' DA ANALIZZARE QUESTO FENOMENO?

Due anni fa scappò via il dr.Vincenzo Serpentino, vincitore di concorso come vice-segretario. Adesso si accingono a scappare via l'attuale vice-segretaria (cliccare QUI) e il dirigente l'Ufficio Tecnico Comunale. La prima va via per mobilità, il secondo in quanto vincitore di concorso presso il Comune di Sava. 

ORIA - CAVALLO PROVOCA INCIDENTE POCO FA IN PIAZZA LORCH.

Pare che il cavallo avesse al seguito un calesse, il cui occupante era stato accidentalmente sbalzato fuori, poco prima in Via Manduria.
Il quadrupede si è scontrato con un auto. Sono intervenuti i CC.

Approfondimenti e foto QUI.

giovedì 14 novembre 2013

CONTINUANO I CONTRASTI ALL'INTERNO DEL MUNICIPIO DI ORIA: CONFLITTI DI COMPETENZA FRA SEGRETARIO COM/LE E DIRIGENTE SERV. SOCIALI.

ORIA - RIONE SAN BASILIO: PROBLEMI ALL'INTERNO DEL DIRETTIVO.

Pare che nei giorni scorsi è stata protocollata  al Comune e alla Pro Loco una lettera firmata da circa 20 cittadini, che si autodefiniscono "soci del Rione San Basilio", i quali dichiarano che si sono autoconvocati per:
- accettare le dimissioni del capitano avvenuta subito dopo la scorsa edizione del Torneo dei Rioni;
- azzerare le cariche sociali, fatta eccezione per quella di tesoriere/segretario e quelle dei revisori dei conti.

I predetti, dopo aver constatato che:
- le dimissioni del capitano sono avvenute a più di un anno dal termine del mandato (settembre 2014);
- non esiste un registro dei soci effettivi dall'anno 2012 ad oggi;
- non esiste una regolare procedura di tesseramento dei soci; - allo stato attuale non è possibile procedere a nuove elezioni;
HANNO CHIESTO
  al sindaco ed alla Pro Loco di commissariare il Rione San Basilio fino al settembre 2014 e che in attesa di tale commissariamento i referenti ufficiali vengono indicati nelle persone di Tizio, Caio e Sempronio.


mercoledì 13 novembre 2013

ORIA ... E LE SUE COSE STRANE! PARE CHE IN AUTUNNO LE FOGLIE SECCHE DAGLI ALBERI NON SI STACCANO PIU' DA SOLE E OCCORRE TAGLIARLE!

Ovviamente ciò comporta una spesa che nel caso in esame ( alberi di Via Latiano, Piazza Lama e Via Mario Pagano) ammonta a euro 1.708,00.
Domanda: non esiste un servizio manutenzione del verde in appalto?
Per leggere il documento-impegno di spesa cliccare QUI.

CASO MARIO DE NUZZO: RAI_UNO E IL PUBBLICO DEL PROGRAMMA "LA VITA IN DIRETTA" CHIEDE AL SINDACO DI ORIA DI RINUNCIARE AI SOLDI.

Il sindaco Pomarico  dovrebbe essere contattato nelle prossime ore sia dalla redazione del programma TV "La Vita in diretta" di Rai Uno,che dall'avvocato Marazzita, il quale nel corso della puntata di ieri ha invitato la Giunta Municipale di Oria a rinunciare, attraverso una regolare delibera, al recupero dei circa 508mila euro nei confronti dei familiari del defunto Mario De Nuzzo.

martedì 12 novembre 2013

ORIA - RAI UNO, ALLE ORE 18,00 IL CASO MARIO DE NUZZO.

Programma LA VITA IN DIRETTA. Novità in vista?

ORIA - TAGLIATI ALBERI DI VIALE GRANDE EUROPA. IL COMANDO VIGILI INFORMA LA PROCURA DELLA REPUBBLICA. SERVIZIO DI SENZACOLONNE_NEWS

Il servizio TG è di SenzaColonneNews
http://www.tubechop.com/watch/1640673

lunedì 11 novembre 2013

A PROPOSITO DI VERDE PUBBLICO E TOPONOMASTICA DI ORIA: UN TUFFO NEL PASSATO ANCHE PER RICORDARE IL "GRANDE" PROF. MICHELE MAZZA.

Alcune immagini di V. Grande Europa tratte da Google Map (che erroneamente riporta Via Pisacane)
 Non tutti sanno l'origine del toponimo Viale Grande Europa e degli alberi di tiglio ivi dimoranti.
Dal libro del Dr. Pasquale Spina "Oria - Strade vecchie, nomi nuovi; Strade nuove, nomi vecchi", vi trascrivo qualcosa in merito:
GRANDE EUROPA (viale)
[La denominazione ufficiale che inserisce questa via tra quelle del tessuto urbano risale al 1981.
 Ha un percorso costruito artificiosamente in quanto costituito dalla traversa che unisce Via Torre S. Susanna alla Via vecchia per San Cosimo, l'attuale Via Carlo Pisacane, più il tratto di quest'ultima, che necessariamente cambia nome, fino al termine, indefinito, del centro abitato. Anche la delimitazione usata nello stradario comunale è piuttosto vaga in quanto pone il termine di questa strada in contrada Salinelle. 
Questo stratagemma fu escogitato perché si voleva rimediare ad una dimenticanza in cui erano incorse negli anni antecedenti tutte le amministrazioni. 
 Per poter capire come è nato Viale Grande Europa è necessario tornare dieci anni indietro rispetto a quando, 1981, questa strada fu denominata. Risale, infatti, al 1971 l'inaugurazione ufficiale di quello che si voleva che diventasse un immenso, lunghissimo viale alberato che unisse Oria al santuario di San Cosimo alla Macchia. 
M. Mazza, Foto P. Mangia
Questa era l'idea del Comitato Verde e del suo dinamico presidente l'ins. Emanuele Mazza (meglio coniusciuto come Michele, NdR), che allora ricopriva anche la carica di vice-sindaco. 
La Provincia aveva da poco sistemato la via vecchia per San Cosimo allargandone la sede ed asfaltandola: finalmente Oria riaveva il collegamento diretto col Santuario. Lo straordinario flusso di gente diretto verso il Santuario non poteva transitare su un'anonima strada provinciale, ma lungo un ombroso e accogliente viale alberato. 
Ipotesi validissima e suggestiva, ma di difficile realizzazione. Nessuno degli enti pubblici territoriali poteva o voleva intervenire per cui fu il Comitato verde a chiedere alle amministrazioni di città e paesi di Puglia e Basilicata il dono di alberi per il viale. L'idea suscitò un certo entusiasmo, si ebbero delle risposte positive e si scelse anche il nome per il viale: si sarebbe dovuto chiamare Viale Interregionale. 
Ci fu la cerimonia d'inaugurazione con l'intervento delle autorità e con la posa a dimora delle prime piante. Nei mesi successivi l'opera venne in effetti completata, ma come succede spesso l'impatto con la dura realtà fu tremendo: la scelta sbagliata di alcune essenze no nadatte al nostro arido clima, la problematica messa a dimora ai margini delle già strettissime banchine che poneva, spesso, gli alberi a non più di cinquanta centimetri dalla sede stradale, l'assoluta mancanza di qualsiasi cura e protezione fecero sì che nel giro di pochissimo tempo la maggior parte degli alberelli non esisteva più. 
Solo le piante in prossimità di Oria ebbero miglior fortuna e molte si salvarono: a parte della strada su cui questi alberi erano piantati, e che sarebbe stato bellissimo denominare Viale del Santuario, fu dato l'astruso nome di Viale Grande Europa.]
 ---------------------------

Inoltre, Forse non tutti sanno che nel periodo fascista Via Latiano, per qualche anno, venne ridenominata Via Tunisi. Dallo stesso libro di Pasquale Spina vi trascrivo qualcosa riguardante i tentativi (risalenti fine anni sessanta, inizio anni settanta) di cambiare nuovamente la denominazione a Via Latiano.

DI RECENTE SULLA SUPERSTRADA TARANTO-BRINDISI PER ALCUNI CHILOMETRI E' STATA SRADICATA LA BARRIERA DI OLEANDRO.


È quanto ho scoperto ieri mattina nel mentre in auto mi recavo a Statte (TA). 

Da un bel po' non percorrevo la S.S.7 TA-BR. Giunto subito dopo lo svincolo per Montemesola-Monteiasi ho scoperto che al posto di chilometri di barriere di oleandro sono state collocate delle barriere in cemento, come spartitraffico nei due sensi di marcia.

  La motivazione dell'intervento è forse semplice da capire: gli oleandri piantumati tra le corsie come antiabbaglianti richiedono una manutenzione periodica con potature frequenti perché la pianta non cresca troppo e sia mantenuta allo stato arbustivo, anche al fine di non essere causa di incendi.

Il fenomeno di tale sradicamento è già avevnuto in altre parti d'Italia  e si sono registrate energiche proteste da parte di cittadini ed associazioni ambientaliste.
 Nel nostro caso invece?

domenica 10 novembre 2013

E' SEMPRE UN PIACERE INCONTRARE AMICI ORITANI IN POSTI LONTANI DA ORIA.

Stamattina ho voluto fare una passeggiata fuori provincia. Mi sono recato a Statte (TA) dove è tuttora in corso un mercatino di auto e moto d'epoca e relativi pezzi di ricambio.
Guardate un pò chi ho incontrato:

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...