sabato 31 agosto 2013

ORIA - IN MOLTI SIAMO CURIOSI DI SAPERE COSA ACCADRA' QUANDO IN NOTTATA ANDRANNO A RIPRENDERE QUELLE DUE AUTO.

ORIA - FATE ATTENZIONE SULLA VIA PER MANDURIA, PRIMA DELLA CIRCONVALLAZIONE C'E' UN PULLMAN FERMO IN AVARIA.... NON SEGNALATO.

E' completamente al buio ... non segnalato in alcun modo. Le luci riflesse che vedete nelle foto sono state causate dal flash della mia fotocamera. Mi è stato riferito che sono intervenuti i vigili urbani, i quali non hanno avuto l'accortezza di segnalare in qualche modo il pericolo.


ORIA - CON "Li còrnuli" SIAMO PROPRIO AL COMPLETO!

Scherzi a parte, in Piazza Donnolo sono stati piantumati 4 bellissimi esemplari di carrubo (in dialetto: arvulu ti li còrnuli).
Dobbiamo solo sperare che i soliti noti non facciano fare loro la stessa brutta fine che hanno fatto le querce e la magnolia di cui alle successive foto qui pubblicate. 

Dobbiamo solo sperare che i soliti noti non facciano fare loro la stessa brutta fine che hanno fatto le querce e la magnolia di cui alle seguenti foto.
Quercia Piazza Lorch
Magnolia Via Martiri Idruntini
Querce sagrato San Francesco d'Assisi
Via Trento

ORIA - VOCI DI PIAZZA RIFERISCONO CHE 5 GIOVANI ORITANI A BREVE LAVORERANNO IN GERMANIA GRAZIE A......

In verità non vi so dire grazie a chi e cosa faranno di preciso. Le voci sono molte e contrastanti.
C'è chi parla dell'interessamento di quel o di quell'altro politico; c'è chi parla di un bando della Comunità Europea; c'è chi parla di corso di sei mesi gratuito; c'è chi dice che la sede dovrebbe essere Stoccarda; c'è chi dice che trattasi di lavori nei grandi magazzini di ferramenta.
Qualcuno ipotizza che potrebbe trattarsi di ====>>>QUESTO.
Faccio comunque i miei migliori auguri ai 5 giovani in questione (3 maschi e 2 femmine).

ORIA - PROCESSIONE FESTA SAN BARSANOFIO. VIDEO.

ORIA - VOGLIAMO SCOMMETTERE CHE LA ZTL NON ENTRERA' MAI IN FUNZIONE ALLA PARI DELLA VIDEOSORVEGLIANZA FATTA INSTALLARE DALLA PRECEDENTE AMMINISTRAZIONE??? SI ACCETTANO SCOMMESSE!

 Forse voi avete dimenticato, ma io no! Una delle "perle" della precedente amministrazione comunale (e del responsabile della P.M.) è stata la videosorveglianza .... mai entrata in funzione. Per tale operazione fu spesa la modica somma di circa 100mila euro di denaro pubblico, fu messa in moto una gigantesca operazione pubblicitaria, per l'inaugurazione furono scomodate tutte le massime autorità civili e militari della provincia (compresa la magistratura) ...... ma ahimè ..... non è mai entrata in funzione e, a tutt'oggi, il Comune ha un contenzioso pendente con una ditta.

Cose di Oria. .... strane cose! Ridicole cose .... tanto ridicole che di quella videosorveglianza furono rubate anche una decina di costose telecamere installate nel centro storico!

Adesso ci aspettiamo di vedere la fine che farà la tanto decantata (dall'attuale amministrazione) ZTL ed annessi dissuasori a scomparsa che sono stati installati in Piazza Manfredi ed in Piazza Domenico Albanese.

Stando alle dichiarazioni dell'assessore Assanti contenute nel seguente video, la ZTL sarebbe dovuta entrare già in funzione in questi mesi.

Vedremo disse il cieco!


venerdì 30 agosto 2013

ORIA - SONO STATI SPESI 665 EURO PER PROGETTO GRAFICO PER L'OPUSCOLO "RESOCONTO ALLA CITTA' SECONDO IL SINDACO POMARICO" . ROBA DA FAR TRASECOLARE!!!!


Nella progettazione dell'opuscolo di cui al precedente articolo, per mettere insieme qualche decina di foto e qualche testo  il Comune si è rivolto a una ditta alla quale ha elargito .... udite ... udite .... la modica somma di euro 665,50. Cliccare QUI.

Conoscendo lo stampatore (Aversa CIdue), sono convinto che per quel misero progetto grafico  non avrebbe preteso nemmeno un centesimo in più in aggiunta all'importo preventivato per la stampa dei 2500 libretti, pari ad euro 1754,50.

E' possibile che il sindaco (che non perde occasione per autoproclamarsi campione di onestà e correttezza) abbia permesso tutto questo?
 E' possibile che il sindaco abbia permesso lo sperpero di tal denaro pubblico se si considera che i contributi straordinari per le famiglie bisognose si aggirano sui 100 euro per una o due volte all'anno??? 
E' possibile che il sindaco non ha avuto il coraggio di riunire la giunta per deliberare un impegno di spesa specifico  (ovvero atto di indirizzo per la D/ssa Gobbi), anzichè arrampicarsi sugli specchi alla ricerca di "artifizi e raggiri" tipici del vecchio proverbio: "Parlando il latino si prende per il culo il contadino?".

A mio parere i genitori di quei tre giovani del SCN dovrebbero protestare vivacemente per l'indebito uso politico che è stato fatto dei loro ignari figli.

A questo punto mi viene spontanea una domanda: quale progetto hanno effettivamente svolto questi giovani? Saremo mai informati dei risultati finali?

Appena mi è possibile pubblico il contenuto integrale di tutto il libretto, composto da 44 pagine, violando il divieto di diffusione imposto, affinchè tutti voi possiate rendervi conto personalmente. Voglio proprio vedere per cosa posso essere perseguito!

ORIA - A PROPOSITO DI ARTIFIZI E RAGGIRI, FORSE SCOPERTO IL MOTIVO PER IL QUALE QUELL'OPUSCOLO HA =TUTTI I DIRITTI RISERVATI=

Forse perchè è stato fatto passare per una pubblicazione dei ragazzi del SCN ???
Spero che qualche consigliere comunale di opposizione approfondisca la vicenda e, se del caso, informi la Procura presso la Corte dei Conti.
Per chi non avesse capito e per chi volesse approfondire cliccare QUI  e QUI.

giovedì 29 agosto 2013

ORIA - VI SPIEGO IL PERCHE' DI QUELLE DUE FOTO PUBBLICATE IERI SERA.

Non scopro certamente l'acqua calda se dico che ad Oria facciamo veramente schifo per quanto riguarda il cosiddetto abbattimento barriere architettoniche e/o rispetto per i pedoni.
Le cause sono molteplici ed altrettanto le responsabilità, che, come al solito, ricadono sui vari politici che hanno amministrato finora (e continuano ad amministrare) la nostra città.
I marciapiedi già stretti per natura sono diventati contenitori di tutto: lampioni, bidoni per spazzatura, fioriere di privati cittadini o di esercizi commerciali.
Stesso discorso per quanto riguarda gli scivoli, ovvero l'abbattimento di barriere architettoniche per i non deambulanti che si servono di specifici mezzi di locomozione (sedie a rotelle motorizzate e non).
Questa grave insensibilità si manifesta anche in occasione di riqualificazione di piazze ed angoli della città (vedasi Piazza Donnolo e pressi municipio).
E adesso passiamo ad esaminare le foto che vi ho proposto ieri sera, alle quali ne ho aggiunta una terza ricavata da Google Map 2012. Avrete capito che l'angolo  in questione è quello di piazza Lama con Via G. D'Oria, ove l'anno scorso è stata avviata unn nuova attività commerciale.
Nella prima immagine, nel cerchio rosso potete osservare una fioriera con pianta viva e vegeta, un cestino portarifiuti e un cavalletto conficcato nel pavimento a forma di U capovolta.
Vi faccio una domanda: riuscite ad immaginare come era difficile per un pedone passare in quello spazio così stretto? Peggio ancora  se doveva passare una mamma con bimbo a bordo di passeggino..... o un disabile su sedia a rotelle.


Nella seconda foto, scattata una settimana addietro, potete osservare, a differenza della precedente foto (sempre nel cerchio rosso) la mancanza del cestino portarifiuti, nonchè la mancanza di verde nella fioriera. Potete osservare inoltre lo  spazio ristretto riservato ai pedoni e/o sedie a rotelle, passeggini, etc. E non finisce qui! Quelle piante secche sono un pericolo, in quanto i rami privi di vita possono arrecare seri danni  al volto di un bambino o di un disabile su sedia a rotelle. Ma... ma .... dulcis in fundo ..... non abbiamo ancora terminato! Con la freccia rossa ho indicato un ferro facente parte del trespolo del cestino portarifiuti, che sporgeva rispetto alla sagoma della fioriera e che poteva essere ben più pericoloso della pianta secca.


Nella terza foto potete osservare che il trespolo per cestino portarifiuti non c'è più. E questo dalla giornata di ieri, grazie alla sensibilità del consigliere comunale di maggioranza Tony Fullone, al quale mi sono rivolto una sera che ci siamo incrociati proprio lì.
Il medesimo Fullone si è impegnato a contattare la proprietaria di quell'esercizio pubblico al fine di far rimuovere la fioriere .... e dulcis in fundo ...... udite ... udite ... si è impegnato a far rimuovere quei tubi a forma di U capovolta conficcati nel pavimento, fatti installare circa 20 anni fa, da un sindaco di allora che gestiva in quel fabbricato un negozio di elettromestici. Pare fosse terrorizzato dall'idea che qualche balordo gli sfondasse con l'auto la vetrina del negozio.

E' il caso di aggiungere altro?
Non è il caso di incensare Fullone, in quanto, a mio sommesso parere, non ha fatto altro che il suo dovere. Sono del parere che non solo Fullone ma tutti gli amministratori dovrebbero porre maggiore attenzione a queste importanti problematiche.
Mi aspetto altri esempi di grande sensibilità.
Ad un assessore ho prospettato una grave situazione di barriere architettoniche in una via di Oria, che non pochi disagi stanno creando a pedoni e disabili. Mi ha promesso un serio e fattivo interessamento. Mi riservo di riferirvi l'esito.... spero positivo.


ORIA - FINE STRISCE BLU. IL PARERE DI UN LETTORE DEL BLOG.

Caro Franco, 
sono uno dei moltissimi frequentatori del tuo blog e vorrei che moltissimi fossero anche i commenti, sia positivi quando si apprezza, o magari critici quando no. 
Faccio questa premessa perchè credo che commentare vuol dire partecipare alla vita della propria comunità, e partecipare è importante. Si espongono i problemi, si creano opinioni, si indirizzano scelte. Il fenomeno grillo e' emblematico. Ma vedo che non è così, i commenti e la partecipazione dei giovani e meno giovani è davvero scarsa,  qualcuno dirà: perché, seguire Arpa ci aiuta a crescere civicamente?? Non so, però partecipi! 
Ma veniamo al busilliss, come diceva il grande Eduardo. Le strisce blu. Io non sono tra quelli che hanno gioito per l'eliminazione (siamo in pochissimi credo), per un motivo semplicissimo: ora assisteremo ad una recrudescenza di un traffico selvaggio, inutile quando è da passeggio, autogestito in assenza di un (1) solo controllore.
 Tu che sei un attento osservatore lo avrai già notato nello stesso giorno in cui sono state abolite. 
Via Dragonetti Bonifacio, Mario Pagano e G. D'Oria sono il termometro della situazione. 
Allora cosa si può fare, o meglio, cosa si poteva (e si doveva) fare prima. 
Semplice: limitare gli stalli ai punti veramente sensibili, evitando cimiteri ed estreme periferie. Poi magari affidarsi ad una buona coop, stilare un contratto e controllarne il rispetto dal primo giorno. Era difficile? Era complicato fare così? Ai posteri l'ardua sentenza.... oppure ai commentatori..... perche no? Cordialmente.
Mario Denuzzo

ORIA - FINANCHE LE QUERCE STAVANO SOFFRENDO DA MORIRE A CAUSA DELLE STRISCE BLU.

Ad Oria vi è mai capitato di veder morire una quercia?
Orbene è accaduto realmente alla quercia che ha dimora in piazza Lorch a pochi centimetri dal chiosco che era in uso alla Coop. Koiné.
Si sconoscono le cause della triste dipartita. Da ignorante ipotizzo che la quercia SI ERA SECCATA di stare nelle vicinanze di...... 


All'albero scomparso e agli eventuali passeri che vi dimoravano la notte dedico una poesia (La quercia scomparsa di G.Pascoli):
 - Dov’era l’ombra,
or sé la quercia spande morta,
né più coi turbini tenzona.
La gente dice: Or vedo, era pur grande!
Pendono qua e là dalla corona
 i nidietti della primavera.
Dice la gente: Or vedo, era pur buona!
Ognuno loda, ognuno taglia.
 A sera ognuno col suo grave fascio va.
Nell’aria, un pianto… d'una capinera
che cerca il nido che non troverà.

ORIA - VECCHIO PROVERBIO: "PIATTU MUCCIATU NO CACUNU LI MOSCHI"

Mi riferisco ad un opuscolo fatto stampare e distribuire dal sindaco di Oria (immagino con quali soldi), il cui titolo è "2013 RESOCONTO DELLA CITTA ...... da conservare".
Aprendo il libretto sul retro della copertina si può leggere l'avviso: "TUTTI I DIRITTI RISERVATI - NESSUNA PARTE DELLA PUBBLICAZIONE PUO' ESSERE DIFFUSA CON QUALSIASI MEZZO, FOTOCOPIE, MICROFILM O ALTRO, SENZA PERMESSO SCRITTO. IL CURATORE E' A DISPOSIZIONE PER QUALSIASI TIPO DI INFORMAZIONE". Mi chiedo se verrò perseguito per averlo qui  riportato?

Mi riesce difficile capire il perchè di questa novità rispetto al precedente opuscolo stampato e distribuito l'anno scorso.

Nell'interno vi sono delle foto relative ad angoli di Oria, con la didascalia COM'ERA e COM'E'.
Una riguarda Parco Montalbano e sinceramente non ho capito il significato del messaggio, visto che non è cambiata una beata_minchia! (Cliccare QUI)

Sono sicuro che gli amici del N.A.S.O. incaricheranno il loro G.A.S. di analizzare detto libretto. Sono proprio curioso di sapere cosa scopriranno di curioso ed interessante. L'anno scorso scoprirono che parte del messaggio del sindaco era stato copiato-incollato da un documento presente sul web. Cliccare QUI.

ORIA - A ORIA ESISTONO ANCHE LE TRUFFE AI PEDONI .... ALTRO CHE ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE!

PREMETTO che sto per presentare denuncia/querela cautelativa presso il locale Comando CC. per eventuali danni, molestie, minacce ed altro che potrei subire a causa del contenuto di questo post.

Qualcuno riuscirà mai a spiegarmi perchè quel marciapiedi non è sempre libero, 24 ore su 24 e per 365 giorni all'anno come prevede il regolamento comunale per l'occupazione di suolo pubblico da parte di esercizi pubblici?  Possibile che i vigili urbani ed amministratori comunali non notano questo abuso???? 
[L’occupazione del suolo pubblico dovrà garantire una superficie libera, minima, di ml. 1,00 atta a consentire il passaggio pedonale. In caso di presenza di marciapiede di larghezza inferiore, questa è intesa sufficiente al passaggio pedonale.] 


mercoledì 28 agosto 2013

ORIA - OSSERVATE BENE QUESTE DUE FOTO ....... DOMANI VI SPIEGHERO' UNA COSETTA.


ORIA - UNO DEGLI ANGOLI PIU' DEGRADATI? VIA OSPEDALE VECCHIO (PIAZZA MANFREDI). FOTO E VIDEO.

Ha fatto proprio bene il sindaco a non dimorare più in quella via. Ha preferito abitare in campagna, in contrada Preti! 

ORIA - PIAZZA DONNOLO: GROSSI PROBLEMI IN CASO DI FORTI PIOGGE (CVD). FOTO E VIDEO.

Articolo correlato: QUI.

martedì 27 agosto 2013

ORIA - TEMPORALE DI OGGI. VIDEO.

ORIA - CALAMITE AI CONTATORI ENEL: IL PARERE DEL N.A.S.O.

Caro Franco,
in poche parole ti spieghiamo subito perchè Forze dell'Ordine e organi di informazione non danno pubblicità a questo fenomeno che sta assumendo aspetti enormi e dilaganti.
Forse hanno ricevuto ordini dall'alto di tacere al fine di evitare un generalizzato effetto emulazione non solo da parte degli esercenti pubblici, ma anche da parte di privati utenti, in quanto questi magneti (reperibili su internet al costo di poche decine di euro .... dai nomi curiosi del tipo VERY_ROBIN_HOOD) possono creare problemi non solo ai contatori dell'Enel ma a tanti altri tipi di contatori (cliccare QUI).
Quindi.... capisciammè ..... risulterebbe estremamente difficile arginare il fenomeno specie nelle abitazioni private, in quanto essendo il magnete un oggetto mobile, occultabile per esempio in un altro oggetto (tipo un vaso con fiori), in caso di eventuali ispezioni sarebbe facile non farsi pescare con le mani nella marmellata.
Noi del N.A.S.O. ci siamo posti una domanda alla quale il nostro gruppo analisti (G.A.S.) cercherà di dare risposta. Tutti questi signori esercenti sono stati costretti a questo gesto a causa del periodo di vacche magre in corso???? Siamo sicuri.... ma proprio sicuri???

ORIA - TRUFFA ALL'ENEL CON CALAMITE. SAREBBERO PIU' DI DUE GLI ESERCIZI PUBBLICI PIZZICATI.

Già proprio così! E qualcuno vuol farmi credere che nessuna forza di polizia è al corrente di questo fenomeno.

A mio parere trattasi di operazione condotta da Carabinieri o Polizia in collaborazione con tecnici dell'Enel. Provate a cercare in Google con le parole "truffa Enel calamita" e vi convincerete anche voi della mia tesi.

Non riesco però a capire il perchè questa notizia è rimasta finora nascosta..... a differenza di casi scoperti in Sicilia, regione storicamente a rischio omertà! 
Nelle ultime ore a molti oritani stanno venendo in mente casi di esercizi pubblici che, nell'ultimo mese, all'esterno del negozio, avevano installato gruppi elettrogeni per la produzione di energia elettrica, in sostituzione di quella fornita dall'ENEL.

Eh già, perchè stando a quanto ho appreso attraverso una ricerca sul web "l'Enel interrompe  l'erogazione di energia elettrica, che potrà essere  riattivata solo quando gli esercenti  avranno pagato l’effettivo consumo calcolato sulla scorta delle medie del quinquennio precedente  e che, nei casi in trattazione, arrivano a decine di migliaia di euro."

La "furbata" consiste nel posizionare sul (o vicino al) contatore un potente magnete (consistente generalmente in una potente calamita dalla forma di un parallelepipedo  acquistabile su internet).

In molti già sanno i nomi dei vari esercenti "pizzicati" ad Oria. In molti si chiedono se è giusto il trattamento riservato qualche mese fa al buon Vitucciu di Via Torre, il quale fu rinchiuso per qualche giorno nelle patrie galere, e poi lasciato al buio per molti giorni in quella casa che andò a fuoco per colpa di una candela.

lunedì 26 agosto 2013

ORIA - TRUFFA ALL'ENEL: ANCHE SE NESSUN GIORNALE PUBBLICA, LA NOTIZIA E' VERA. UN RISTORANTE ED UNA PIZZERIA SCOPERTI COL MAGNETE AL CONTATORE.

L'articolo che ho pubblicato ieri ha avuto un elevato numero di lettori, alcuni dei quali mi hanno scritto o telefonato per spiegarmi alcuni dettagli della vicenda.
Mi è stato riferito il nome degli esercizi pubblici, ai quali è stata interrotta la fornitura dell'energia elettrica e hanno dovuto ricorrere all'impiego di gruppi elettrogeni.
Uno di essi è riuscito ad ottenere già il riallaccio.
Ciò che è poco chiaro è se sono intervenuti o meno i Carabinieri.
Voglio credere che i Carabinieri sono all'oscuro di tutto, altrimenti dovrei chiedere loro il motivo per il quale viene gettato nel tritacarne dei media un semplice ladro di galline ed in casi come questo invece dobbiamo registrare un silenzio assordante!
Ovviamente stessa considerazione dovrei fare nei confronti di eventuali giornalisti a conoscenza dell'accaduto.

ORIA - STRISCE BLU: IL CONS. COM.LE M.MARINÒ INFORMA CHE DA OGGI POMERIGGIO NON SI PAGA PIÙ.

Spero che contestualmente qualcuno copra anche i parcometri ed i cartelli. In questo momento sento il bisogno di esprimere la mia solidarietà agli ausiliari del traffico nel caso venissero licenziati dalla Koinè.
Cliccare QUI per leggere la determina del responsabile della P.M.

ORIA - IN ANTEPRIMA L'INTERNO DELLA VECCHIA CHIESA DI SAN FRANCESCO DI PAOLA DOPO IL RESTAURO.

Il presente  articolo è strettamente correlato a: QUESTO



domenica 25 agosto 2013

ORIA - QUALCUNO AVEVA DICHIARATO CHE IN PIAZZA DONNOLO NON SI POTEVA PARCHEGGIARE PIÙ!

Quelle auto che vedete a destra nella foto non sono in movimento, bensì parcheggiate. La colpa è forse della mancanza di segnaletica? Cosa si aspetta ad installarla? A Oria questo ed altro è pura normalità! 

ORIA - ESERCIZI PUBBLICI TRUFFAVANO L'ENEL COL SISTEMA DEL MAGNETE. VERO O FALSO?

E' giunta voce a Radio_Chianca che lunedì scorso tecnici dell'Enel avrebbero effettuato dei controlli agli impianti elettrici  di alcuni esercizi pubblici di Oria.

In un ristorante ed in una pizzeria sarebbe stato rilevato un magnete (calamita) attaccato al contatore Enel al fine di falsare il consumo reale.

Non è la prima volta che certe notizie non vengono riportate dai giornali, a differenza del caso del buon Vituccio di Via Torre. 
Ricordate? Cliccare QUI.

sabato 24 agosto 2013

ORIA - PIAZZA DONNOLO ... ACQUA SAPONATA .... ACQUA NON PULITA .... DOCCIA A CIELO APERTO.

Articoli correlati: QUI.
Anche se l'immagine è un po' sfocata, con assoluta certezza posso affermare che trattasi del soffione a parete di una doccia a cielo aperto, ben visibile da un punto di Piazza Donnolo.

ORIA - Nessuna CARBONE_ria in atto, nessuna ipotesi di ribaltone......

ORIA, LA POLITICA ESTIVA VIAGGIA VIA SMS: NESSUN RIBALTONE, MA GIA' SI PENSA ALLE PROSSIME ELEZIONI. 

«Caro Ciro, altro che chiacchiere, ti racconto tutto nei dettagli, altrimenti sono pronto a dimettermi dal partito». «Sono in vacanza, ne parliamo con calma appena torno dalle ferie, ma non fare fesserie». Questo, più o meno, lo scambio di sms tra Pino Chiedi, dirigente provinciale Udc, e Ciro Argese, segretario dello stesso partito. 
Nei giorni scorsi, Chiedi aveva denunciato la possibilità di un ribaltone in seno all’attuale amministrazione comunale, di cui l’Udc fa parte, dopo una serie d’incontri tra esponenti di maggioranza e minoranza, finalizzati a estromettere dalla coalizione di governo il Partito democratico. 
Argese, dal canto suo, aveva escluso questo rischio, negando ogni abboccamento tra “suoi” consiglieri e assessori ed esponenti del centrodestra e dicendo di aver ricevuto rassicurazioni direttamente dal sindaco Cosimo Pomarico. 
Ora, però, Chiedi torna alla carica, rivendicando maggiore considerazione per i partiti, che dovrebbero rappresentare i centri decisionali della politica più dei singoli amministratori. Ed è pronto a raccontare tutto, per filo e per segno, al responsabile provinciale Udc, che da quell’orecchio non ci sente. Sono peraltro gli stessi esponenti dell’opposizione a negare l’ipotesi di un ribaltone, sostenendo di non poter mai sostenere Pomarico, affrontato duramente in campagna elettorale nel 2011. 
Una cosa, comunque, dal centrodestra, non la escludono a priori: che si parli anche con gli avversari delle elezioni regionali, in programma il prossimo anno, e delle future amministrative, quando le coalizioni rimarranno suppergiù le stesse, ma – come peraltro di consueto – gli uomini potrebbero cambiare, eccome. (di Eliseo Zanzarelli, 24.8.2013)

ORIA - PIAZZA DONNOLO: CONTINUA LA CADUTA DI ACQUA SAPONATA PROVENIENTE DA UN PIANO SUPERIORE. CHE FACCIA TOSTA!!!

QUALCUNO FACCIA QUALCOSA!!! 
E' accaduto stamattina nel mentre un operaio effettuava dei lavori relativi all'impianto di irrigazione del verde pubblico. 
A proposito di verde pubblico, a mio parere, quella siepe fra poco subirà seri danni a causa di quell'acqua NON PULITA. 

ORIA - DOMANI 25 AGOSTO: QUINTO RADUNO NAZIONALE DELLA FAMIGLIA GALIANO.



Una giornata dedicata all’incontro, al dialogo, ai ricordi, alla condivisione, ai progetti. Comunque una giornata di festa, poiché tale vogliono connotarla i parenti (rappresentanti di circa un centinaio di nuclei famigliari tutti originari dello stesso ceppo oritano), in quanto l’idea dell’incontro sorse nel 2005, dopo un funerale di uno dei parenti. 
Una festa, quindi, allietata anche dalla musica suonata e interpretata da alcuni di famiglia, maestri di musica, diplomati nei conservatori, ma anche autodidatti e facenti parte di complessi musicali.
  In questa quinta edizione – gli incontri sono biennali – uno degli organizzatori, il prof. Angelo Galiano, omaggerà i presenti di una ricerca sugli artigiani della famiglia che nel secolo scorso hanno nobilitato le varie categorie artigianali, la sartoria e la maglieria, la falegnameria, la calzoleria, l’edilizia. È un catalogo illustrato che mette in luce con un ricco e inedito apparato fotografico le tante abilità manuali fatte conoscere anche a New York e a Milano, dove alcuni hanno emigrato. 
Ciò a testimonianza dell’ottimo livello di fattura raggiunto dalle nostre maestranze meridionali, una cultura manuale della passata generazione che va scomparendo. 
Nella stessa serata sarà lo stesso autore Angelo Galiano a presentare il libro “Oltre la coperta della zia”, tracce di un vissuto (anni ’30 - ’60) in alcune campagne salentine; è un saggio che prende lo spunto dal vissuto della stessa famiglia ma che coinvolge molti villeggianti di cinque contrade oritane. 
 La famiglia Galiano riscopre così le proprie radici e propone elementi di conoscenza per un confronto utile non solo per gli anziani, attori da ragazzi di quel vissuto, ma anche per i giovani che vivono altre stagioni culturali.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...