venerdì 13 dicembre 2013

ORIA - ECONOMIA PUBBLICA, TASSE ED ALTRO: UDITE UDITE COSA NE PENSAVA FRANCESCO MILIZIA (1725-1798).

La ricchezza vera dei popoli è « l'agricoltura » 
 Economia pubblica è buon governo del popolo. La ricchezza vera è data dall'abbondanza dei prodotti utili.La nazione migliora se la sua produzione superi il consumo, in contrario essa si depaupera e la popolazione dovrà emigrare.La ricchezza vera dei popoli è l'agricoltura, arte di coltivar bene la terra per trarre il maggior profitto. Dalla terra proviene ogni prodotto, ond'essa è il fondamento dello Stato; vitto, vestito, abitazione e quant'altro all'uomo abbisogna per suo comodo e sua delizia, donde viene se non dalla terra. Gli agricoltori formano la classe migliore dei cittadini: proba, parca, sana... 

 I principii finanziari del Milizia
 Oggetto del tributo è la difesa dei cittadini, il possesso tranquillo dei loro beni, della vita, dell'onore. Il congratularsi con chi evade i tributi dipende dal cattivo uso che di questi si faccia; onde sottrarre all'erario è reputato come riprendersi il proprio.
 La giustizia chiede: 
-1) che il tributo prelevi non al di là di quanto basti per i pubblici bisogni (fra questi non sono da comprendersi la guerra, il fasto di Corte, le strepitose pensioni et similia)
- 2) che ciascun cittadino paghi il tributo in proporzione di quanto possieda (arricchite prima il paese e poi questo darà!) 
 - 3) che il prelevamento dei tributi non arrechi molestia alle persone
- 4) che la somma totale del tributo entri tutta nella cassa dell'Erario
 - 5) che le leggi tributarie siano chiare, precise, imparziali, inviolabili
 - 6) che il tributo non accresca mai direttamente le spese del trasporto, nè dei contratti 
- 7) nè sia sull'accrescimento delle industrie 
- 8) esso è pagato più facilmente in piccole partite a più riprese. 

L'intero documento è visionabile QUI.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...