domenica 17 novembre 2013

QUALCUNO CI DICA SE I CENTRI RACCOLTA MATERIALI MONTECO HANNO FINORA OPERATO "CONTRA LEGEM" E SE HANNO INQUINATO.

Già.... proprio così! Da cittadini abbiamo il diritto di avere una risposta anche in ordine alle modalità di scarico delle acque meteoriche raccolte in detti siti, al fine di valutare se si è verificato o meno inquinamento ambientale. 

 Decreto Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 13 maggio 2009 Gazzetta Ufficiale Italiana 18 luglio 2009, n. 165, Modifica del decreto 8 aprile 2008, recante la disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani raccolti in modo differenziato, come previsto dall'articolo 183, comma 1, lettera cc) del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modifiche 
------omissis ----
- 2. Requisiti del centro di raccolta 2.1 Il centro di raccolta deve essere allestito nel rispetto di tutte le norme vigenti in materia di tutela della salute dell'uomo e dell'ambiente, nonché di sicurezza sul lavoro. Le operazioni ivi eseguite non devono creare rischi per l'acqua, l'aria, il suolo, la fauna e la flora, o inconvenienti da rumori e odori né danneggiare il paesaggio e i siti di particolare interesse.

Grazie all'albo pretorio del Comune di San Pancrazio Salentino, abbiamo scoperto che i Centri Raccolta Materiali della Monteco, ubicati nei comuni di Oria, Francavilla F/na, Torre S. Susanna e San Pancrazio Salentino, sono stati chiusi e non possono riaprire, in quanto il Dirigente dell'Ufficio Ambiente della Provincia di Brindisi  ha ritenuto di non prendere atto delle comunicazioni della Monteco, ai sensi del D. Lgs. 152/2006 (scarico e/o immissione delle acque meteoriche di dilavamento dei rispettivi siti).

PRIMA DOMANDA: All'atto dell'apertura di detti Centri Raccolta Materiali (per Oria il 24.5.2010), la Monteco aveva tutte le autorizzazioni previste dalla normativa (vigente già allora?). Cliccare QUI  e  QUI per approfondire.

SECONDA DOMANDA: E se non aveva l'autorizzazione per lo scarico e/o immissione delle acque meteoriche di dilavamento chi ha omesso di controllare, chiudendo entrambi gli occhi?

 PROVINCIA DI BRINDISI - UFFICIO TUTELA ACQUE
 AVVISO (Pubblicato Mercoledì, 25 Giugno 2008 07:44 )
[Ai sensi della normativa vigente lo scarico delle acque meteoriche va autorizzato ad opere ultimate e realizzate in conformità con la disciplina urbanistica ed edilizia, pertanto le richieste di autorizzazione dovranno essere presentate ad opere realizzate e non in corso d'opera, pena l'archiviazione dell'istanza.
-----
 Procedure per il rilascio dell'autorizzazione allo scarico e/o immissione delle acque meteoriche Adeguamento alla normativa vigente (D.lgs n. 152 del 3 aprile 2006 Parte III, Decreto Commissariale n. 282/CD/A del 21/11/2003)
 Sono a disposizione del'utente gli appositi moduli per le attività di scarico delle acque meteoriche di prima pioggia e di dilavamento.]

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...