mercoledì 9 ottobre 2013

ORIA - A PROPOSITO DI ABUSIVISMI EDILIZI .... E CONSIGLIERI COMUNALI ... PALADINI DELLA QUESTIONE MORALE.... DELLA LEGALITA' !!!

C'era una volta ad Oria che delle marachelle dei tecnici impegnati in politica se ne discuteva in Consiglio Comunale ... a seguito ... di lettere anonime. Qui appresso uno stralcio dei lavori del Consiglio Comunale del 30.11.2004. 

Consigliere D'IPPOLITO Nicola (DS)
 .........La terza interpellanza, Sindaco, è di un'importanza particolare, perché io, insieme ad altri Consiglieri Comunali, abbiamo ricevuto (...) aspetto il Sindaco.

PRESIDENTE: La sto ascoltando io.

Consigliere D'IPPOLITO Nicola (DS)
 Sindaco, io chiedo la sua attenzione perché riguarda personalmente la persona del Sindaco, ma anche il Consiglio Comunale. Voglio dire, io qualche tempo fa, una decina-ventina di giorni fa, ho ricevuto una lettera anonima, insieme anche a qualche Consigliere Comunale perché mi sono sentito con qualcuno e l'ha ricevuta. Io prima di chiederle le cose, gliela voglio leggere, Sindaco, anche se non è il momento adatto.

PRESIDENTE
 Chiedo scusa, l'interpellanza è questa?

Consigliere D'IPPOLITO Nicola (DS)
 Sì, sì l'interpellanza.

PRESIDENTE
 Poi ce l'ha scritta per presentarla?

Consigliere D'IPPOLITO Nicola (DS)
 Sì, sì tutto qua....... è bene che lei Sindaco ed il Consiglio Comunale sappia che questo signore anonimo ha scritto una lettera.

"Oggetto: (OMISSIS) amministratore del Comune di Oria ne approfitta del suo ruolo ed è agevolato nel rilascio della concessione edilizia dei suoi clienti.

Gentilissimo Consigliere Comunale, mi scuso anticipatamente dell'anonimato della presente, ma spero comunque di essere ascoltato e che soprattutto possa il fatto che appresso vi racconterò dimostrare al Sindaco Moretto (che purtroppo anch'io ho votato) ed alla cittadinanza tutta da che parte sta l'onestà e la correttezza che spesso i volti immacolati come quello dell'(OMISSIS) lo sono solo in apparenza.
Il fatto. (Non cito la signora per una questione di delicatezza). 
1) ha inoltrato un progetto per eseguire lavori edili dell'immobile sito in Oria alla via (OMISSIS).
 2) il tecnico progettista, ( .... amministratore -OMISSIS- del Comune ); 
3) in tempi brevissimi ed a costi modesti è stata rilasciata la concessione edilizia n.______ ed è stato dato l'avvio ai lavori; 
4) nel mese di ottobre 2004, su segnalazione al Comando dei Vigili Urbani, sono stati sospesi i lavori che, a dire il vero, erano quasi completati.
Le irregolarità sono le seguenti.
1)            il ritiro della concessione edilizia senza il preventivo parere della Soprintendenza dei Beni Culturali, poiché zona sottoposta a vincolo paesaggistico;
2)               ritiro della concessione edilizia senza il versamento degli oneri di urbanizzazione.
È comunque iniziata la corsa ai ripari per mettere tutto a tacere e per salvare il tecnico (OMISSIS) con la ........... 
È stata pratica di questi giorni procedere al versamento degli oneri di urbanizzazione ed al completamento della documentazione necessaria da inviare alla Soprintendenza dei Beni Culturali per l'ottenimento del parere paesaggistico. 
Il tutto, ovviamente, ad opera già realizzata. 
È inutile stare a sottolineare l'illegittimità del fatto per sé, ma la cosa più grave è dovuta soprattutto alla pratica al preventivo parere della Soprintendenza .........
Si dice in giro che per risolvere le pratiche scabrose bisogna rivolgersi all'Ufficio Tecnico dell'(OMISSIS) di cui all'oggetto".

 Sindaco, in virtù di questa lettera, poiché può essere anche una falsità, e se tale è chiedo scusa, io voglio sapere, a nome mio personale ma a nome del partito che rappresento, se risultano a verità queste cose, e se sono vere cosa intende fare l'Amministrazione Comunale in virtù di questo fatto che ne approfittano della carica che ricoprono per risolvere i loro problemi personali? Chiedo risposta per iscritto. Grazie.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...