sabato 24 agosto 2013

ORIA - Nessuna CARBONE_ria in atto, nessuna ipotesi di ribaltone......

ORIA, LA POLITICA ESTIVA VIAGGIA VIA SMS: NESSUN RIBALTONE, MA GIA' SI PENSA ALLE PROSSIME ELEZIONI. 

«Caro Ciro, altro che chiacchiere, ti racconto tutto nei dettagli, altrimenti sono pronto a dimettermi dal partito». «Sono in vacanza, ne parliamo con calma appena torno dalle ferie, ma non fare fesserie». Questo, più o meno, lo scambio di sms tra Pino Chiedi, dirigente provinciale Udc, e Ciro Argese, segretario dello stesso partito. 
Nei giorni scorsi, Chiedi aveva denunciato la possibilità di un ribaltone in seno all’attuale amministrazione comunale, di cui l’Udc fa parte, dopo una serie d’incontri tra esponenti di maggioranza e minoranza, finalizzati a estromettere dalla coalizione di governo il Partito democratico. 
Argese, dal canto suo, aveva escluso questo rischio, negando ogni abboccamento tra “suoi” consiglieri e assessori ed esponenti del centrodestra e dicendo di aver ricevuto rassicurazioni direttamente dal sindaco Cosimo Pomarico. 
Ora, però, Chiedi torna alla carica, rivendicando maggiore considerazione per i partiti, che dovrebbero rappresentare i centri decisionali della politica più dei singoli amministratori. Ed è pronto a raccontare tutto, per filo e per segno, al responsabile provinciale Udc, che da quell’orecchio non ci sente. Sono peraltro gli stessi esponenti dell’opposizione a negare l’ipotesi di un ribaltone, sostenendo di non poter mai sostenere Pomarico, affrontato duramente in campagna elettorale nel 2011. 
Una cosa, comunque, dal centrodestra, non la escludono a priori: che si parli anche con gli avversari delle elezioni regionali, in programma il prossimo anno, e delle future amministrative, quando le coalizioni rimarranno suppergiù le stesse, ma – come peraltro di consueto – gli uomini potrebbero cambiare, eccome. (di Eliseo Zanzarelli, 24.8.2013)

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...