venerdì 2 agosto 2013

ORIA - CONTROREPLICA DI T. CARONE A M.MARINÒ (CASTELLO)

                                   Movimento cittadino socio-politico ORIA È – Gruppo Consiliare
COMUNICATO STAMPA
REPLICA AL CONSIGLIERE M. MARINO' SULL'APERTURA STRAORDINARIA CASTELLO

Leggo con non poco disappunto il violento comunicato del consigliere signor Mauro Marinò il quale farebbe bene a smetterla di fare il difensore d'ufficio dell'amministrazione Pomarico, facendo invece lo sforzo di aprire un po' gli occhi su quello che gli accade intorno.
E tuttavia, tornando alla vicenda che ci occupa, resto convinto che si poteva e si doveva fare di più e che il Sindaco Pomarico poteva e doveva fare di più, ed il perché lo abbiamo fin troppo chiaramente spiegato.
Non posso e non voglio condividere un risultato, deludente (!), cui ho concorso sin ad un certo punto e cioè nella costruzione di una volontà politica bypartisan nella massima assise istituzionale e nella difesa e affermazione degli interessi della Città di fronte alla Procura della Repubblica di Brindisi ove ho constatato interesse, sensibilità e benevolenza verso la stessa Città!
Ma dopo? Il Sindaco uscito dagli uffici della Procura ha agito da solo, senza coinvolgere nessuno e senza informare nessuno, ed ha, e solo a cose fatte, comunicato, e neppure a tutti i protagonisti della vicenda, di avere ottenuto solo quattro giorni in più!

Il Sindaco, e chi con lui, ha agito superficialmente dimenticando l'ampio mandato ricevuto, il sostegno di un intero Consiglio Comunale e di tutta la Città, la comprensione e la sensibilità manifestata dalla Magistratura e si è letteralmente accontentato dei quattro giorni in più!
Perché dunque condividere l'epilogo della vicenda, dal quale si è rimasti inspiegabilmente esclusi? Perché condividere l'epilogo della vicenda, che poteva vedere risultati migliori per l'intera collettività cittadina?
La stessa petizione è stata riaperta (!), segno evidente di una più ampia insoddisfazione, che viene dall'opinione pubblica, non dall'ambizione o dalla bramosia del sottoscritto!
Le accuse rivolte al sottoscritto sono pertanto gratuite e segnalano un livore francamente sconosciuto nel signor Mauro Marinò che peraltro ben conosce la correttezza nell'impegno politico del sottoscritto, tant'è che vien quasi da dubitare che l'autore del comunicato sia egli stesso e non altri (!), che preferiscono affidare la replica a chi è stato addirittura rimproverato dai suoi stessi compagni di ventura di aver coinvolto nella questione anche la minoranza del Consiglio Comunale: ma tant'è, questa è la rappresentanza istituzionale che oggi governa (?) la nostra Città!  
Il signor Mauro Marinò farebbe bene a svegliarsi dal torpore in cui è piombata la sua sensibilità politica, che certo non gli fa difetto, oggi però obnubilata dalla difesa a spada tratta di un'amministrazione che non ha una guida, non ha una strategia e non ha un obbiettivo che sia al servizio della Città.
Avv. Tommaso Carone

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...