sabato 3 agosto 2013

ORIA - CASTELLO: INTERVIENE SEL (PARTITO NELLA CUI LISTA SI E' CANDIDATA GIGLIOLA PALAZZO, CUSTODE GIUDIZIALE ). ORMAI E' SCONTRO POLITICO.... A BENEFICIO DI CHI?

Sezione di Oria 

Comunicato Stampa Castello svevo
 
Assistiamo in questi giorni ad una miserevole discussione circa la vicenda relativa all’apertura del Castello Svevo di Oria, discussione che se non fosse per la serietà dell’oggetto, nonché degli interessi pubblici e privati coinvolti, andrebbe semplicemente cestinata oppure derubricata scherzosamente a delirio mistico reso ancor più acuto dalla calura estiva di qualche ex consigliere di maggioranza, che da diversi mesi oramai ha assunto un improbabile quanto inadatto ruolo di censore e moralizzatore della vita pubblica oritana.

Il riferimento è ovviamente al consigliere Tommaso Carone e all’insieme delle sue dichiarazioni, caratterizzate da un insensato livore speculativo le cui ragioni sfuggono a quanti hanno cercato, aldilà dei meriti del soggetto, di renderlo partecipe di alcune fra le scelte più importanti riguardanti la nostra città, l’ultimo in ordine di tempo quella del Castello Svevo e delle iniziative poste in essere per assicurarne l’apertura al pubblico.

In questo suo triste percorso ha ritenuto, inoltre, di dover agire in concorso con il consigliere di opposizione Dott. Angelo Mazza, associandosi a questo nell’irresponsabile atteggiamento che ha visto trasformare una azione decisamente positiva posta in essere dal Sindaco e dalla sua Amministrazione, nell’ennesima occasione per rilanciare un’immagine negativa della nostra Città.

Ma il consigliere Angelo Mazza, è l’opposizione istituzionale, quella vera!, di conseguenza quando questa non è costruttiva, la contumelia e il diffondere notizie non rispondenti al vero, può far parte di quel gioco perverso che caratterizza un certo modo di fare politica.

Discorso decisamente diverso è quello che riguarda il consigliere eletto nella coalizione di maggioranza Avv. Tommaso Carone, il quale dimentico di essere stato eletto soprattutto grazie ai larghi consensi del Sindaco Pomarico, si è gloriato per lungo tempo di questo suo arrembaggio al carro del vincitore, dove ha dato certamente il suo contributo di fase all’azione amministrativa e il prezzo di alcune delle scelte alle quali ha concorso lo stiamo pagando amaramente.

Continua a non smentirsi il consigliere comunale Avv. Tommaso Carone, il quale avendo partecipato su cortese invito del Sindaco, in quanto solare allo stato la sua ininfluenza politica e amministrativa, all’incontro tenutosi presso la Procura della Repubblica, ha ritenuto bene di dover travisare ancora una volta i fatti, con quell’atteggiamento dell’eterno insoddisfatto che a capirlo occorre essere proprio bravi.

In politica si sa, può accadere di tutto, confessiamo però che mai ci saremmo aspettati una scorrettezza tanto rozza e insensata da parte dei Consiglieri comunali Avv. Tommaso Carone e Dott. Angelo Mazza, i quali hanno ben dimostrato di non aver alcun pudore e di non fermarsi di fronte a niente, neanche quando vengono trattati con grande rispetto e guidati sulla strada maestra della correttezza e dell’unità necessarie per rappresentare e tutelare al meglio gli interessi della intera comunità.

Su un problema grande e di tutti, a prescindere dai Partiti politici, come quello del Castello, questi due signori, con gesto di sincera collaborazione e di rispetto del loro ruolo istituzionale, sono stati chiamati dal Sindaco per partecipare alla riunione con Legambiente e con quella avuta con il Sig. Procuratore Generale della Repubblica.

Riunioni, dove, con le loro orecchie, hanno ascoltato la disponibilità di tutti i soggetti presenti, ad aprire il Castello per il maggior numero di giorni possibili riconoscendo, nel contempo, che questo diventa praticabile non appena si sarà creata una organizzazione capace e all’altezza di un impegno così importante, gravoso e pieno di responsabilità.

Basti pensare alle tante Persone coinvolte per ogni giorno di apertura: Vigili Urbani, Protezione Civile, Guide (oltre ai ragazzi dell'Istituto per il Turismo non ho visto finora nessuna guida, NdR), Scuola per il Turismo di Oria, Soci di Legambiente, Comune di Oria, ecc, e alle altre giornate necessarie per organizzare le visite, le pulizie e a relazionare in modo preciso e scrupoloso all’Autorità Giudiziaria.

Le notizie non vere, l’arroganza e la fumosità delle insinuazioni mosse continuamente dal Consigliere Carone sulla gestione amministrativa, senza mai citare fatti e situazioni e le accuse velate che stanno artatamente facendo circolare nei confronti di Persone e Associazioni possono pericolosamente compromettere l’intero progetto di riapertura del Castello, intorno al quale tanti Cittadini volontari stanno orgogliosamente lavorando con responsabilità, onestà, trasparenza e tanto impegno, fino a sacrificare se stessi, gli impegni lavorativi e le loro famiglie. Vorremmo vedere loro al posto di Legambiente se, per aprire il Castello ogni giorno, sarebbero disposti ad abbandonare completamente le loro professioni, i loro lavoro ed i loro interessi, tutto a titolo gratuito.

E’ falso, che il comune di Oria ha impegnato 18 mila euro a favore di Legambiente, ma sono 1.800,00 euro (milleottocento) per le pulizie di tutto il mese di agosto e parte di settembre, che saranno liquidati con tanto di fattura presentata dalla impresa incaricata;
è falso, che ci sono state riunioni segrete tra il Comune di Oria e Legambiente, senza dire dove, quando e per quale motivo; ed è falso dire che il Sindaco ha gestito tutto da solo pur sapendo che le decisioni sono di esclusiva competenza dell’Autorità Giudiziaria;
è falso, che Legambiente ed il Comune di Oria si accontentano dell’apertura del Castello di pochi giorni al mese;
è falso, che questi signori non conoscono tutto il lavoro che sta facendo l’A.G., Legambiente e il Comune di Oria, per giungere all’apertura più ampia possibile del Castello.

La malafede, la mania di protagonismo e l’innata propensione di essere contro a prescindere, pur sapendo di provocare gravi danni alla collettività oritana, è diventata purtroppo regola condotta.

Sinistra Ecologia e Libertà, ritiene questa un’occasione utile per ringraziare riconoscendo loro grande merito, tutti i Soci volontari di Legambiente, i Docenti e i Ragazzi della Scuola per il Turismo di Oria e la Protezione Civile, per l’amore, la professionalità e la correttezza, con le quali stanno offrendo, in modo assolutamente gratuito, un servizio così importante alla intera Comunità oritana.

Si ritiene il futuro, di dover fare un appello a tutti gli esponenti delle forze politiche affinchè, almeno sulle scelte che riguardano aspetti strategici della Città di Oria, vi sia più responsabilità e maggiore amore per la propria terra.

Oria lì, 03.08.2013

Sel Oria (comunicato pervenuto dalla mail dell'assessore Cosimo Assanti)

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...