giovedì 9 maggio 2013

ORIA - ROBA DA NON CREDERE! IMPEGNATI TRENTAMILA EURO DI DENARO PUBBLICO PER RESTAURARE NUOVAMENTE IL "SEDILE",

A mio parere questo è un classico esempio di sperpero di denaro pubblico. Il palazzo dei Decurioni, comunemente detto "Il  Sedile" sito nella centralissima Piazza Manfredi, restaurato appena 4 anni fa, sta per essere nuovamente restaurato...... udite ... udite ..... per la modica somma di trentamila euro, rivenienti da fondi messi a disposizione dalla Regione Puglia nell'ambito dei PSR 2007/2013 misura 313 Azione 2 "Creazione di Centri di Informazione Turistica".

Cliccare QUI per leggere la relativa delibera di G.M. n.81 in data 3.5.2013.

Sperpero si ... proprio così ... SPERPEROOOOOOOOOOOO ..... e voglio urlarlo a squarciagola!
Forse è il caso di denunciare il caso alla magistratura contabile?

Ricordo a me stesso che la precedente amministrazione comunale ha speso ben 73.700,00 euro ottenuti dalla Regione Puglia, a titolo di finanziamento a fondo perduto per realizzare un Ufficio di Informazione al Turista, che, unitamente a quello di altri 6 comuni della nostra provincia, doveva fare parte di una nuova rete regionale degli IAT voluta dall’Assessore regionale al turismo Ostillio di concerto con l’Apt.

 Detto denaro fu speso per ristrutturare i locali ex Radio Oria, ubicati in Vico Papatodero, attigui a Palazzo Martini, nonchè per acquistare materiale di arredo, computer,  suppellettili  e materiale vario.

Nonostante i soldi spesi, per motivi ignoti a noi, poveri miseri mortali contribuenti, quell'Ufficio di Informazione al Turista non è mai entrato in funzione, nè ci è stato mai detto che fine ha fatto tutto il materiale che era stato acquistato.

L'unico politico-amministratore ad aver accennato pubblicamente a detta porcata è stato Gianfranco Sorrento, circa un mese dopo aver mandato a casa l'amministrazione Ferretti con le sue dimissioni insieme a quelle dell'allora opposizione.
In un manifesto pubblico, fra l'altro, Sorrento, sputando nel piatto in cui aveva aveva .... mangiato, scriveva: "Cari concittadini...... Dovete sapere infatti che l’Ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica (IAT), tanto per citarne uno a caso, non è stato mai attivato nonostante i finanziamenti regionali ottenuti da più di due anni." 

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...