martedì 28 maggio 2013

ORIA - IL PARERE DEL N.A.S.O. SULLE VARIE ESTERNAZIONI DEL DR. ALESSANDRO PERRUCCI.

Nei giorni scorsi ho comunicato al Dr. Perrucci che avevo richiesto un parere sulla vicenda che lo riguarda sia al N.A.S.O. che a Benny La Vespa, uno dei suoi AMICI Facebook col quale ha scambiato nei mesi scorsi dei commenti che ritengo interessanti (cliccare QUI).
 Orbene, non mi è stato possibile contattare La Vespa in quanto pare sia tornato nella fogna, sua abituale dimora.
Il parere del N.A.S.O. è invece il seguente:

Alessandrino ..... l'anarcorpiddino.

In data 25.5.2012 sull'ESPRESSO veniva pubblicato un articolo a firma di  Michele Serra dal titolo "Ci sono anche gli anarcopiddini". Sottotitolo: "In Italia sono tornati alla ribalta gli anarchici, in tutto cento persone divise in sessanta gruppi. Oltre agli informali e agli individualisti, notevoli quelli che hanno preso la tessera democratica, trovando nel caos di quel partito la piena realizzazione dei loro ideali."

Orbene abbiamo motivo di ritenere che l'oritano Alessandro Perrucci è da collocare in quegli anarchici che secondo Michele Serra hanno preso la tessera democratica.
Infatti detto articolo concludeva così: [Anarchici riformisti. Pur sapendo di incarnare un ossimoro, gli anarcoriformisti sono una piccolissima cellula che ha deciso di entrare nel Pd a causa dell'impareggiabile caos che regna in quel partito. "In nessuna epoca e in nessun partito", si legge in un loro volantino, "l'assenza di ordine e l'estinzione di ogni gerarchia ha mai raggiunto vette così alte. Il Pd è ormai molto prossimo alla trionfale instaurazione dell'anarchia! Manca solo l'ingresso di una componente quacchera e di una nudista, ma ci stiamo lavorando".]
Ci state chiedendo che c'azzecca il discorso sugli anarchici? La risposta è semplice: Sul profilo Facebook del dr. Perrucci si legge testualmente [orientamento politico: anarchico di sinistra.]

E di palo in frasca vi riportiamo un passaggio dell'Enciclopedia online TRECCANI alla voce ANARCHISMO: Gli anarchici in realtà hanno preso più alla lettera e applicato in modo più completo di qualsiasi altro suo lettore la famosa massima dello storico inglese, lord J. Acton: -Nel potere è il germe della corruzione, e nel potere assoluto v'è corruzione assoluta".


Lasciamo gli anarchici e facciamo un passo indietro nei secoli ..... fino ad arrivare a Giulio Cesare.
Sul web (fonte) abbiamo pescato una cosa carina circa la famosa storiella sulla MOGLIE DI CESARE.
[Plutarco, nel decimo capitolo della Vita di Giulio Cesare, ci informa che durante un festino dedicato alla dea BONA (ehehehe), riservato a sole donne, la moglie di Cesare invitò al festino un suo amante, Publio Clodio, travestito da suonatrice; anche se all'epoca non c'erano fotoreporter  i graffiti sui muri avevano la funzione di Novella Duemila e di Verissimo, la cosa,  quindi, fece ugualmente scalpore con tanto di Clodio trascinato in Tribunale. Cesare fu citato come teste nel processo e al P.M. disse "nulla saccio e nulla vidi",  sollecitato dal P.M.  a maggiore chiarezza pronunciò la famosa frase: "la moglie di Cesare DEVE essere al di sopra di ogni sospetto"; ribadendo l'intoccabilità dei potenti e di chi è loro "affine" o collaterale e ricordando al giudice e non solo a lui, quale è la funzione vera della LEGGE: sanzionare soltanto i sottoposti al potere politico ed economico.]

Riteniamo che quanto sopra possa avere un pò di attinenza col caso in esame.

Concludiamo con alcuni spunti di riflessione:
- il Perrucci avrebbe fatto meglio a dimettersi da segretario di un partito di maggioranza, prima ancora di essere assunto da detta Coop?
- se in epoca diversa (diciamo... ai tempi dell'amministrazione Ferretti)  fosse stato assunto per detto lavoro altro giovane, con gli stessi titoli del Perrucci, il Perrucci medesimo avrebbe taciuto?
- il Perrucci nel suo affannarsi nel botta e risposta con Sorrento è stato sempre sincero? Ha detto involontariamente qualche imprecisione? (all'uopo vi invitiamo a leggere un saggio filosofico di un autore americano contemporaneo. Cliccare QUI.);
- se in politica il NUOVO è questo (insieme a Francesco Biasi & C.) quale sarà il futuro di Oria?

Cordialmente. ........................................... IL N.A.S.O.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...