sabato 25 maggio 2013

ORIA - DOPO L'APPROVAZIONE DEL CONTO CONSUNTIVO 2012 SI PREVEDONO MAL DI PANCIA NELLA MAGGIORANZA.


Tutti ne parlano (finanche le chianche) ma nessuno osa scrivere qualcosa (sia su giornali telematici che cartacei). Non è una novità! Ad Oria è sempre stato così! Siccome da tempo vesto i panni del cacacazzen, della voce fuori dal coro, dell'oritano anomalo che si rifiuta di omologarsi alla stragrande maggioranza dei concittadini, voglio raccontarvi di alcune voci pervenute a Radio_Chianca nei giorni scorsi.

Orbene, pare che nella maggiornaza da un pò di giorni stanno volando stracci in faccia (e pure bagnati).

Non pochi i motivi di discordia: dalla gestione in genere di importanti problematiche locali (castello chiuso, zoo chiuso, macello chiuso) alla spartizione di incarichi (legali e tecnici); alla bocciatura del progetto per il Servizio Civile Nazionale, alla strana vicenda del soggiorno termale degli anziani anno 2012 (soggiorno che quest'anno potrebbe saltare), allo scalpore creato dal consigliere Gianfranco Sorrento che ha pubblicamente denunciato presunte irregolarità circa l'assunzione, nell'ambito dell'assistenza scolastica integrata, nonchè in quella domiciliare, di alcune persone riconducibili fra l'altro ad autorevoli esponenti politici della maggioranza.

Nel PD vi è ormai una spaccatura conclamata fra il gruppo che fa capo al consigliere D'Ippolito e quello che fa capo al cons. Emilio Pinto, il quale da mesi sta scaldando i muscoli per entrare in Giunta .... al posto dell'attuale vicesindaco, ma con deleghe diverse (pare preferirebbe quelle al Turismo e Spettacolo). Il Pinto è appoggiato in questa sua ambizione dal segretario cittadino del PD Alessandro Perrucci, il quale comunque non sta navigando in buone acque se si considera che Sorrento nella sua pubblica denuncia ha testualmente scritto: ".....Situazione analoga sarebbe avvenuta per il servizio di Educativa Domiciliare, per il quale la normativa regionale (Art. 46 Reg. Reg. n. 4/2007), il capitolato d’appalto e la Scheda per la progettazione di dettaglio dei Servizi di Ambito del Piano di Zona 2010 – 2012, prevedono l’impiego esclusivo di psicologi, pedagogisti e laureati in Scienze dell’Educazione, mentre la cooperativa affidataria pare invece stia utilizzando in tale servizio un laureato in lettere, nella persona del Dott. Alessandro Perrucci, attualmente segretario cittadino della sez. oritana del P.D., partito di maggioranza al Comune." Di detto dettaglio potrebbe approfittarne la fazione che fa capo al vicesindaco per chiedere le dimissioni del Perrucci dalla carica di segretario e quindi ridimensionare "i numeri" di Emilio Pinto.
Nelle scorse settimane il movimento politico "Oria è" che fa capo al consigliere Tommaso Carone aveva direttamente chiesto al primo cittadino un inversione di rotta. Risposta: una beata minchia direbbe il buon Cetto Laqualunque! Di ciò non è certamente soddisfatto Tommaso Carone ed i suoi sodali, intenti, in questi giorni, a discutere al loro interno se è opportuno o meno lunedì prossimo votare il conto consuntivo 2012. 
La voce più quotata al momento, giunta a Radio_Chianca, pare essere quella che lunedì Tommaso Carone si presenterà in aula e voterà il rendiconto di gestione per poi accusare subito dopo dei forti mal di pancia.
 La causa del malessere avrebbe origine nella mancata concessione all'associazione Oratorio.Sing di alcuni locali nel ristrutturando ex Ospedale Martini; nella scelta non condivisa circa l'allocazione della statua di Federico II nel piazzale del Municipio (e rischio che ne arrivi una seconda -da dedicare alle vittime della strada- al centro del rondò); nel disappunto circa la scelta di un certo avvocato a cui è stato affidato incarico legale per alcune migliaia di euro; discordie legate ad un recente bando di gara di appalto per l'affidamento dei servizi cimiteriali (essendo scaduto il periodo di 4 mesi di gestione da parte della Coop. Ariete di Modugno).
 E' stato altresì riferito a Radio_Chianca che nei giorni scorsi si è verificato uno dei tanti accesi scambi di opinione fra dirigenti del Movimento Politico "Oria è" ed altri politici della maggioranza, coi quali sono arrivati a "rinfacciarsi" pesantemente l'equivalente in denaro di alcuni incarichi ad avvocati e tecnici. 
A margine di tutto, ma non per questo meno importante, vi è la questione "strisce blu", il cui servizio dovrebbe essere ridimensionato di almeno 400 stalli e conseguente licenziamento di 4-5 ausiliari, così come chiesto nelle scorse settimane dalla Coop. Koinè. Pare che nei giorni scorsi è stata individuata una soluzione per tutelare entrambe le parti e che nei prossimi giorni si metterà nero su bianco. Perchè nei prossimi giorni? Semplice..... il sindaco prima che la Koinè proceda al licenziamento di metà ausiliari, vuole "incassare" il voto di tutta la maggioranza in occasione del consiglio di lunedì sul conto consuntivo, in quanto qualcuno fra i licenziati potrebbe essere -casualmente- legato da rapporto di amicizia con qualche consigliere..... e ..... capisciammè???

E, dulcis in fundo, come se non bastasse, è arrivata una richiesta di accesso agli atti da parte di Mimino Ferretti il quale vuol vederci chiaro nell'appalto per lavori PIRP (piazza cattedrale ... videosorveglianza ZTL, etc.) e in due collegati subappalti a ditte locali, per lavori pari a circa il 50% del costo complessivo, in contrasto, forse, con il limite massimo del 30% indicato dalla ditta appaltatrice, in sede di offerta.

 Qualcuno di voi sta pensando che ho scritto castronerie? Libero di pensare questo ed altro.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...