sabato 18 maggio 2013

ORIA - CASI DI "PARENTOPOLI" DENUNCIATI DAL CONS. COM/LE SORRENTO DOPO LA MIA SEGNALAZIONE CIRCA LA VICENDA DELLA FIDANZATA DI UN CONS. DI MAGGIORANZA CHE LAVOREREBBE NELL'ASSISTENZA INTEGRATA SCOLASTICA.



Al Commissario Straordinario presso il Comune di Francavilla Fontana
nonché presidente dell’Ambito Territoriale Sociale BR 3
Dott.ssa Maria Rita Iaculli
SEDE

Al Direttore dell’Ambito Territoriale Sociale BR 3
Dott. Michele Abbaticchio
SEDE


OGGETTO: Servizi di Integrazione Scolastica agli alunni disabili nelle scuole e di educativa domicilare ai minori.

Il sottoscritto dott. Gianfranco Sorrento, in qualità di Consigliere Comunale del Comune di Oria, ritiene doveroso mettere a conoscenza le SS.LL. in indirizzo di essere venuto a conoscenza recentemente che la cooperativa affidataria dei servizi in oggetto, di competenza di codesto Ambito Territoriale, avrebbe negli ultimi tempi proceduto ad assuzioni di diverse unità di personale impiegato nell’assistenza ai disabili presso le scuole di Oria e di una unità adibita all’attività educativa a domicilio di minori residenti nel Comune di Oria, non in possesso dei requisiti e dei titoli di studio previsti dalla normativa vigente per svolgere tali mansioni.
La normativa nazionale e regionale prevede (vedasi da ultimo l’art. 46 del Regolamento Regionale n. 4/2007) che gli assistenti del servizio di Integrazione Scolastica debbano essere in possesso del titolo di operatore socio sanitario rilasciato dalla Regione; tant’è vero che poco tempo addietro gli operatori già impegati in detto servizio sono stati tutti riqualificati con apposito corso regionale, a seguito del quale hanno conseguito il titolo di Operatore Socio Sanitario. Inoltre, lo stesso Ambito Territoriale Sociale BR 3, nel Piano di Zona 2010 – 2012, alla Scheda per la progettazione di dettaglio dei Servizi di Ambito, prevede tra le figure da impiegare nel servizio di Integrazione Scolastica, oltre a quella dello psicologo, del pedagogista e dell’educatore professionale laureato, quella dell’assistente socio assistenziale (OSA), figura, appunto, adesso superata e sostituita dalla normativa vigente con quella dell’operatore socio sanitario (OSS).
Viceversa, la cooperativa affidataria avrebbe assunto le seguenti persone:
  • C. I., ragioniera e nipote della Assistente Sociale del Comune di Oria;
  • P. D., avvocato e nuora del sig. Luciano De Nuzzo, già assessore della Giunta Pomarico nonché primo dei non eletti del Partito di maggioranza “Noi Centro”;
  • P. E., laureata in Scienze Politiche e fidanzata del Consigliere di maggioranza Francesco Biasi, appartenente allo stesso partito (UDC) dell’Assessore alle Politiche Sociali Cosimo Di Giovanni, delegato dal Sindaco a rappresentare il Comune di Oria nell’Ambito Territoriale.
Situazione analoga sarebbe avvenuta per il servizio di Educativa Domiciliare, per il quale la normativa regionale (Art. 46 Reg. Reg. n. 4/2007), il capitolato d’appalto e la Scheda per la progettazione di dettaglio dei Servizi di Ambito del Piano di Zona 2010 – 2012, prevedono l’impiego esclusivo di psicologi, pedagogisti e laureati in Scienze dell’Educazione, mentre la cooperativa affidataria pare invece stia utilizzando in tale servizio un laureato in lettere, nella persona del Dott. Alessandro Perrucci, attualmente segretario cittadino della sez. oritana del P.D., partito di maggioranza al Comune.
Tanto si segnala affinchè le SS.LL in indirizzo possano verificare se quanto sopra esposto risponde al vero ed intraprendere quindi le azioni necessarie al fine di ripristinare il rispetto delle regole e garantire, al contempo, la adeguata professionalità e qualità nell’espletamento di servizi così delicati ed importanti in quanto diretti verso soggetti disabili e verso minori con disagio.
Distinti saluti.
Oria, 09/05/2013

Il Consigliere Comunale
Dott. Gianfranco Sorrento

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...