lunedì 29 aprile 2013

CASO MARIO DE NUZZO: IL FRATELLO ANTONIO SCRIVE ALLA PROCURA PRESSO LA CORTE DEI CONTI ED AL SINDACO DI ORIA INVOCANDO L'APPLICAZIONE DELL'ART. 28 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

Trasmessa oggi a mezzo fax
-Ill/mo dr.  F.sco LORUSSO, Procuratore Regionale presso Corte dei Conti    Bari
 -Ill/mo sindaco del Comune di Oria

 Con riferimento alla  delibera in data 14.3.2013 della Corte dei Conti - Sezione Controllo Regione Puglia, avente per oggetto la richiesta di parere protocollo n. 3606 in data 12/2/2013 formulata dal sindaco del comune di Oria (BR), assunta a protocollo in data 15/2/2013 al num. 369,  e inviata al Sindaco di Oria;
in qualità di fratello di Mario, ucciso dal vigile urbano Braccio, essendo aperta presso codesta  Procura istruttoria al fine di recuperare euro 508.796,75 nei confronti miei e di mio padre, chiedo cortesemente che venga attuata la procedura prevista dallart. 28 della Costituzione Italiana, in considerazione anche del fatto che non può esserci sperequazione fra i cittadini di questo Stato.
 In attesa di vostra risposta porgo i miei più cordiali saluti. 

Addì 29 aprile 2013
Firmato: De Nuzzo Antonio,  Paderno Dugnano (MI)

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...