giovedì 7 marzo 2013

UDITE .... UDITE.... COSA SCOPRO! MI E' STATO RIFERITO DA UNA CHIANCA CHE GLI APPREZZAMENTI DI "TIZIO E DI CAIO" ERANO RIVOLTI ALLA MIA PERSONA.

Sapete cosa ho risposto alla chianca che mi ha sussurrato questa confidenza? Ho risposto: "E chi se ne frega???"
Intanto devo segnalare che i commenti su Facebook sulla bacheca di Tizio continuano. Non è Tizio a  commentare ma altri utenti.
Ecco gli ultimi commenti (ho cambiato i nomi reali con altri di fantasia).

 Sempronio: Caro Tizio, hai alzato un polverone inutile tirando in ballo involontariamente persone straziate dal dolore e che cercano giustizia giustamente nei mezzi di comunicazione visto che la giustizia italiana si è resa ridicola per l'ennesima volta.

Dharma: Forse se si fosse imparato ad avere più rispetto per le persone, oggi non saremmo qui a parlare....  Gettare benzina sul fuoco...mi spiego, rivoltare continuamente il coltello nella piaga, cambierà qualcosa per quella madre, quel padre, quel fratello? Far venire le Iene ad Oria, renderà il loro dolore più sopportabile? E' disumano usare il dolore della gente per "(uso le parole di  Caio) gettare fango sulla propria città "e sulle persone che ci abitano. Ricordate che ci sono due famiglie che sono state distrutte da quell'evento e che dopo tanti anni, vorrebbero un pò di pace. Il tempo passa, e, anche se non cancella il dolore di una perdita, ti fa andare avanti. Parlare noi del loro dolore, non mi sembra nè corretto, nè rispettoso.

Shera: Credo che nessuno vivrebbe in pace sapendo che, dopo aver perso un figlio e un fratello, deve dare indietro la bellezza di 500 mila euro .... e passa! Io credo che quando un fatto non ti tocca è troppo facile fare retorica e parlare di voltare pagina..

 Dharma: Shera, qua non si tratta di retorica, ma di buon senso. L'astio e il rancore, non mi appartengono...

Shera: Se mi uccidessero un figlio io avrei rancore ed astio da vendere....e mi fermo qui ....

 Dharma: qui non si sta parlando del dolore della famiglia, su quello non si discute, ma dei comportamenti della gente che non c'entra niente. 

 Osservate bene il primo commento di Dharma (la quale a mio parere è abbastanza informata sull'intera vicenda). La parte che ho evidenziato con il colore blu lascia spazio a varie interpretazioni. La mia intepretazione però non ve la dico.
Dharma forse dimentica (o fa finta) che la madre di Mario è volata in cielo da un bel pò (-mia mamma è morta quel giorno, insieme a Mario- scrive Antonio De Nuzzo). Forse dimentica (o fa finta) che a turbare la pace ai De Nuzzo non sono "i comportamenti della gente che non c'entra niente .... e che getta fango sulla propria città", bensì gli effetti di una INGIUSTIZIA (che mi porto dietro da oltre 20 anni  ... scrive Antonio De Nuzzo).

 Qualcuno si chiede perchè ho iniziato ad interessarmi della vicenda del povero Mario e continuo a farlo tuttora?
Ve lo spiego subito. Essendo un attento osservatore di tutto ciò che accade in questa città (i miei detrattori dicono che non ho un ca**o da fare!) ogni anno, nella prima decade di agosto rimanevo colpito nel vedere il solito manifesto che preannunciava una messa in suffragio di Mario.... quasi in coincidenza con la manifestazione del Torneo dei Rioni, lo stesso torneo che Mario avrebbe voluto vedere quel tragico giorno.

.
Ogni volta che mi capitava di guardare il manifesto ritornavo a casa turbato e per giorni avevo davanti ai miei occhi il volto sorridente di Mario, impresso su quel pezzo di carta.
Già..... proprio così....  quell'immagine che ultimamente è stata pubblicata su vari giornali, dopo averla prelevata da questo mio blog.

Fu nell'agosto 2010, dopo aver osservato detto manifesto, che scattò in me una molla che, una volta tornato a casa, mi provocò una voglia spasmodica di ricercare su internet notizie che potessero aiutarmi a ricostruire la triste storia di Mario.
Cerca e ricerca, intercettai il sito www.ambientediritto.it (una rivista giuridica online) che  dedicava ampio spazio alla sentenza con la quale nel 2007 la Cassazione invitava la Corte di Appello Civile di Lecce a valutare se il vigile Braccio ....... (leggere QUI).

Orbene, dal basso della mia ignoranza ho capito subito che prima o poi saremmo arrivati a leggere una sentenza definitiva, dall'esito infausto nei confronti dei De Nuzzo, ovvero quella che tutti noi oggi conosciamo e che a causa della quale i medesimi De Nuzzo rischiano di essere chiamati a restituire al Comune, la somma di 508mila euro più spese varie ed interessi.

Da allora ho iniziato una battaglia per quella che ritenevo una giusta causa. Nello stesso mese di agosto 2010 ebbi modo di conoscere Antonio De Nuzzo, il quale sin da subito non ha avuto dubbi circa la mia buona fede e mi ha dato carta bianca per qualsiasi iniziativa.

Dal 2010 ad oggi sono state tante le mie azioni  per  tenere sempre i riflettori accesi su questa triste storia. Per fortuna non sono rimasto solo in questo, altre persone hanno condiviso questa battaglia mettendoci del proprio (fra tutte ricordo il maestro Rodolfo Danese, il giornalista Eliseo Zanzarelli, la poetessa Tina Massa, l'attore Giuseppe Vitale). Per un certo periodo è stato attivo su Facebook anche un Gruppo in memoria di Mario De Nuzzo. Fu chiesto alla Pro Loco di poter donare ed intitolare il palio del torneo 2011 alla memoria di Mario, nel ventennale dalla sua scomparsa. Fummo ignorati, i signori mammasantissima della Pro Loco preferirono accettare il palio dalla famiglia Romanin-Caliandro, proprietari del castello di Oria......... (boccaccia mia statti zitta). A questo link potete leggere i tanti articoli pubblicati in questo blog.

Orbene, siccome questo post è diventato lunghetto concludo con delle domande:
- mi piacerebbe sapere quanto hanno intascato realmente in tutti questi anni i vari avvocati che hanno avuto ingerenza con i vari procedimenti penali e civili, nei vari gradi. Mi riferisco agli avvocati del Comune, del vigile, della famiglia De Nuzzo.

- Dharma e tanti altri che la pensano come lei sanno che allo stato attuale la famiglia De Nuzzo non è in grado di restituire quei soldi? Dharma e tanti altri sanno quanti soldi hanno dovuto dare ai propri legali i De Nuzzo? Soldi che i legali hanno già incassato e non restituiranno a nessuno, a differenza di quanto viene chiesto ai De Nuzzo? Dharma e tanti altri sanno che molti soldi sono stati spesi per curare la malattia della defunta madre di De Nuzzo e che lo stesso padre non gode buona salute? Dharma e tanti altri sanno che un bel pò di soldi i De Nuzzo li hanno spesi per costruire una dimora per i resti mortali di Mario all'interno del nuovo cimitero?

- molti dei miei detrattori sanno che le infamie e le calunnie nei miei confronti non riusciranno a fermarmi? Sanno che i primi coglioni, cerebrolesi astiosi, nonchè sciacalli sono proprio loro?

Buonanotte amici. Domani è un altro giorno ... si vedrà!

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...