martedì 26 marzo 2013

ORIA - IL SINDACO SI APPRESTA A DECIDERE SE PROCEDERE AD UN RIMPASTO DELLA GIUNTA. BOTTA E RISPOSTA FRA IL SEGRETARIO CITTADINO DEL PD E PINO ROMANO, CONS. REGIONALE.

-Vignetta tratta dal web-
Mi è giunta notizia che il sindaco Pomarico sarebbe intenzionato a prendere seriamente in considerazione la richiesta della maggioranza degli iscritti al PD oritano di procedere alla sostituzione in Giunta di Claudio Zanzarelli (terzo dei NON eletti alle scorse elezioni) con Emilio Pinto (consigliere comunale ... quindi ELETTO).
Sempre stando a indiscrezioni la decisione del sindaco dovrebbe passare attraverso una valutazione complessiva dell'operato del vice-sindaco ed, in particolare, dopo aver verificato se il medesimo Zanzarelli ha correttamente svolto (entro il 31 marzo 2013) i compiti assegnatigli in data 28.12.2012, ovvero: recupero e decoro facciate delle abitazioni abbandonate nel centro storico; definizione PUG in collaborazione con il C.C. delegato Giancarlo Marinò; completamento e collaudo della zona industriale.

Quanto sopra fra l'altro risulterebbe in linea con il suggerimento del consigliere reg/le PD Pino Romano (notoriamente vicino al consigliere comunale di Oria D. D'Ippolito e quindi vicino a Claudio Zanzarelli), il quale attraverso un comunicato stampa diramato nella giornata di ieri così scrive: ''chiedo al sindaco Pomarico: il tuo vice ha dimostrato di non meritare il suo attuale incarico? Se la risposta è si, allora procedi pure con la sua sostituzione. In caso contrario, non hai alcuna ragione per sostituirlo''.


Poco fa ha però replicato a Pino Romano il segretario del PD oritano Alessandro Perrucci, il quale ha pubblicamente dichiarato:
Immagino come sincero e reale il sentimento di meritocrazia che trasuda dal comunicato stampa del Consigliere regionale Romano; tuttavia, dal basso della mia ignoranza e della mia incompetenza, mi lascia basito come una persona di così grande esperienza come il Romano non abbia quantomeno voluto ascoltare tutte le campane che suonano nella chiesa di miscredenti del PD di Oria. Già, caro Consigliere, forse sarebbe stato opportuno sentire il partito, non il Segretario, ma il partito, come soggetto collettivo; magari è sbagliato affidarsi solo alle bocche di coloro che sicuramente saranno i "Suoi" referenti sul territorio, ma difettano di obiettività, dato che da questo Suo comunicato, emerge una falsità enorme, ossia quella secondo cui il Segretario sia stato un promotore dell'eventuale sostituzione in Giunta, trascurando invece le fisiologiche dinamiche democratiche che a qualcuno magari daranno anche fastidio, ma sono connaturate al DNA di un partito che si qualifica come Democratico. Com'è triste e angosciante veder cantare vittoria (apparente) chi concepisce la politica come numero e non come servizio, che considera come semplici unità di misura gli elettori e non come i destinatari di quel servizio: forse è questo, caro Consigliere Romano, il messaggio che le nuove elezioni politiche hanno voluto trasmettere con forza e di fronte al quale ancora non ci si prostra....

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...