venerdì 29 marzo 2013

ORIA - IL SINDACO E L'ASSESSORE AL DECORO URBANO CON UNA MANOVRA TIPICA DA GIOCO DELLE TRE CARTE RIDUCONO IL NUMERO DI PRESE DI FRAZIONE UMIDA DI RIFIUTI DOMESTICI.

Nella mattinata di oggi su ordine del sindaco Pomarico è stato effettuato in Oria un volantinaggio (che ritengo selvaggio in quanto i volantini sono stati adagiati sui parabrezza delle auto in sosta o, in alcuni casi, lasciati sulle scale esterne delle abitazioni).
Nel volantino, sottoscritto dal sindaco e dall'assessore Di Giovanni, si legge che a breve dovranno scomparire dalla città le campane per la raccolta del vetro, in quanto, parrebbe di capire, sono la causa  dell'abbandono illegittimo della spazzatura nelle strade della città e delle campagne, con conseguente spesa aggiuntiva per le casse comunali di circa 400mila euro annui, senza considerare le pesanti sanzioni (da parte della Regione) in caso di mancato raggiungimento delle percentuali previste per la raccolta differenziata. 


Io aggiungo DUEmila euro al mese che il Comune sta pagando alle ronde ecologiche.

Ciò premesso, la cittadinanza viene informata che a partire dall' 8 aprile p.v. anche il vetro sarà raccolto col sistema porta a porta, nella giornata di martedì di ogni settimana, in sostituzione della presa di frazione organica (umido). Quindi, a partire dalla stessa data, il calendario cambierà come appresso:
- lunedì ...................... frazione organica (umido);
- martedì......................     "  non riciclabile e VETRO;
- mercoledì..................frazione organica (umido);
- giovedì...... plastica e metalli;
-venerdì.........frazione organica (umido) e carta;
-sabato.... ........   "  non riciclabile.

In conclusione, se non lo avete capito ... ve lo spiego io. Avremo solo TRE prese a settimana di frazione umida. Ci stanno rapinando di un ulteriore prelievo a settimana della frazione umida, in aggiunta alla rapina che avevamo già subito in passato, se si considera che la Proposta Tecnica Progettuale della Monteco a pag. 108 prevedeva ben 5 prelievi settimanali di rifiuti umidi che dovevano essere accumulati direttamente nel bidoncino, senza utilizzare involucri o sacchetti.

Ricordo a me stesso che  il 21.4.2009 il Gruppo Consigliere del Partito Democratico, tramite il cons. Tommaso Carone, mi inviava un comunicato stampa, dove, fra l'altro, si leggeva: [..... il nostro Ferretti, nella sua triplice qualità di Sindaco, Presidente ATO e candidato per il PDL alle prossime elezioni provinciali, sta invece nascondendo che: non fa rispettare il contratto e il capitolato di appalto che prevedono che la raccolta della frazione umida avvenga cinque volte a settimana, concedendo, non si sa perché e per come, alla Monteco di provvedere al prelievo solo quattro volte a settimana;].


Sapete cosa vi dico? Ad ogni azione corrisponde una reazione. Alle VASTASATE bisogna rispondere con le VASTASATE. Cosa ne pensate se a partire dall'8 aprile non utilizziamo più i sacchetti (che paghiamo di tasca nostra) per la frazione umida .... e accumuliamo i rifiuti direttamente nel bidoncino marrone come raccomandato dalla stessa Monteco? Infatti la raccomandazione diceva testualmente: PER GARANTIRE UNA MIGLIORE QUALITA' DEL MATERIALE RACCOLTO L'UTENTE DOVRA' CONFERIRE I RIFIUTI UMIDI ACCUMULANDOLI NEL BIDONCINO CHE GLI SARA' CONSEGNATO SENZA UTILIZZARE INVOLUCRI E SACCHETTI.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...