venerdì 30 novembre 2012

DOMANDA DEL GIORNO: PERCHE' I MIEI POST SU PIAZZA DONNOLO SONO MOLTO LETTI?

Già ... proprio così, non riesco a capire i motivi di tanto interesse.
Il precedente post pubblicato il 20 c.m. fino ad oggi è stato letto ben 448 volte, risultando al terzo posto fra i più letti nel mese, mentre il post  pubblicato alle ore 14,00 odierne è già stato letto 111 volte fino a questo momento, nonchè 280 volte su Facebook.


ORIA - PIAZZA DONNOLO: CONTINUANO A VENIRE ALLA LUCE IMPORTANTI REPERTI ARCHEOLOGICI.

Qualcuno ci spiegherà mai cosa è stato rinvenuto?
Vogliamo scommettere che fra qualche giorno il tutto sarà ricoperto e a noi poveri comuni mortali non sarà fatta vedere e non sarà spiegata una beneamata minchia????

giovedì 29 novembre 2012

ORIA - NUOVE "SUPPOSTE" IN ARRIVO PER GLI ORITANI COL CONSIGLIO COMUNALE DI DOMANI.

Mi è stato riferito che gli oneri concessori per costruire un immobile aumenteranno notevolmente. Pare che il Comune è costretto ad applicare questi aumenti previsti dall'art. 16 del D.P.R. 380/2011, al fine di non rendersi responsabile di danno erariale (leggere QUI).

GRANDE CURIOSITA' CIRCA I MOTIVI DEL RINVIO AL 28 FEB. 2013 DELL'UDIENZA PRESSO IL TAR DI LECCE PER DISCUTERE IL RICORSO CIRCA LA NOMINA DEI REVISORI DEI CONTI AD ORIA.

Ricordate la vicenda "nomina collegio revisori dei conti"? Se non la ricordate potete leggere qualcosa QUI.
Il Dr. Beniamino Pozzessere, uno degli esclusi, sentendosi danneggiato dalla decisione della maggioranza in occasione di quel consiglio comunale,  ha presentato ricorso al TAR.

L'udienza in camera di consiglio era stata fissata per oggi 29 novembre, ma è stata rinviata al 28.2.2013 a seguito di richiesta di rinvio presentata in data 23 c.m. da uno dei due soggetti resistenti, il Dr. Carucci, nominato Presidente del collegio dei revisori, difeso  dall'avvocato Francesco Caricato con studio legale in Taranto.
Il ricorrente, Dr. Beniamino Pozzessere è difeso dagli avvocati Luigi e Pietro Quinto con studio legale in Lecce.
L'altro soggetto resistente, il Comune di Oria, ha invece conferito  incarico legale ad un noto professionista locale, il quale  ha presentato un preventivo avente ad oggetto una spesa compresa fra gli  € 4.000,00 e gli  € 6.000,00 in relazione all'esito del giudizio.

Sinceramente, dal basso della mia ignoranza, non riesco a capire dov'è l'interesse generale che il Comune, in questo caso, deve tutelare.


ORIA - SCADE DOMANI 30 NOV. IL TERMINE PER CHIEDERE DI FAR PARTE DELL'ALBO DI SCRUTATORE DI SEGGIO ELETTORALE.

 Secondo la normativa vigente entro il 30 novembre si può presentare domanda per essere inseriti nell'albo degli scrutatori di seggio elettorale.
Proprio così, non basta essere amici di consiglieri comunali  per sperare di partecipare al consueto becero banchetto della spartizione politica degli scrutatori di seggio elettorale, dovete essere iscritti a detto albo.
Certamente non scopro l'acqua calda se vi dico che ad Oria (come in qualche altra parte d'Italia) il serbatoio di voti si crea, e si alimenta, anche grazie a questi meccanismi (nomina scrutatori, indicazione persone da assumere da cooperative che lavorano per il Comune, etc....).
Un segretario di partito della maggioranza nei giorni scorsi ha pubblicato su Facebook un commento che inizia così:  [In merito alle denunce (dal mio punto di vista, giuste) riguardanti l'assunzione degli ausiliari del traffico, mi permetto di esprimere una mia opinione. Giusta l'indignazione per certe selezioni che definirei "consiliari", non politiche (e si capisca bene quando dico "consiliari")............]
In pratica è ciò che si usa definire con la battuta "innaffiare il proprio orticello .... elettorale".

 

  Ritenendo di fare cosa utile pubblico un fac-simile di domanda da presentare al Comune entro e non oltre il 30 novembre.
 -------------------------------

Al Sindaco del Comune di Oria 

Domanda di inclusione nell’ ALBO DEGLI SCRUTATORI DI SEGGIO ELETTORALE.
 Il/La sottoscritto/a ___________________________________ nato/a il _______________ a ___________________________________________ ( ________) residente in Oria, Via ______________________________ telefono o cellulare _____________________

c h i e d e 
di essere inserito/a nell’Albo delle persone idonee a ricoprire l’incarico di scrutatore di seggio elettorale, previsto dall’art. 9, comma 1, della Legge 30 aprile 1999 n. 120. A tal fine, consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci e falsità negli atti.
Ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445
d i c h i a r a 
- di essere elettore iscritto/a nelle liste elettorali del Comune di Oria;
- di avere assolto gli obblighi scolastici; di esercitare la professione / di essere nella condizione di__________________________ ;
- di non trovarsi nelle condizioni di esclusione dalle funzioni di scrutatore di seggio elettorale previste agli artt. 38 del D.P.R. 30/03/1957 n. 361, 23 del D.P.R. 16/05/1960 n. 570;
di essere informato/a, ai sensi e per gli effetti di cui al D.Lgs. 196/2003 che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.
Oria, _____/11/2012
Firma del dichiarante 
 ___________________________________

 Allegati: fotocopia documento _____________________n. _______________ del ______ rilasciato da ______________________________________________________________
Ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 445/2000 la dichiarazione è sottoscritta dall’interessato in presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritta e inviata unitamente a copia fotostatica, non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore, all’ufficio competente via fax, tramite un incaricato, oppure a mezzo posta.

mercoledì 28 novembre 2012

ORIA - 29 E 30 NOV. GIORNATE DI STUDIO SULL'ETA' SVEVA.

Tornano le Giornate di studio sull’Età sveva, importante convegno organizzato dalla sezione di Oria della Società di Storia Patria per la Puglia giunto alla II edizione, naturale prosecuzione delle storiche Giornate Federiciane nate nel 1968. Le Giornate di studio sull’Età sveva fanno di Oria uno dei più rinomati poli della ricerca storica medievistica, ospitando nel proprio programma scientifico docenti e ricercatori di rilevanza nazionale e internazionale, nonché affermati studiosi della storia locale. Un evento che ha per tangibile credenziale la propria storia ultraquarantennale e vede nei propri annali la presenza di celeberrimi studiosi della storia federiciana e sveva, distinguendosi perciò per l’elevato e qualificato livello culturale nonché per gli interventi altamente specialistici che ne hanno fatto un punto di riferimento per gli studiosi di tutta Europa. Tale rilevanza è confermata dai patrocini concessi dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Brindisi e dalla Città di Oria nonché dall’Università di Bari “Aldo Moro” e dall’Università del Salento, assieme al Rotary club “Appia Antica” di Brindisi.

Quanti CAZZANCULI in questo periodo. Vogliamo parlare ANCHE del problema del "prezzo delle olive"?

E' proprio il caso di dirlo "sobbr'alla tigna la capu malata". Non solo problemi economici prettamente legati alla crisi  della zona euro; non solo i problemi legati al rischio disoccupazione per migliaia di operai ILVA; oggi una gigantesca tromba d'aria si è abbattuta su Taranto (in particolare sull'ILVA e sulla vicina Statte), provocando ingenti danni alle cose ed alcuni feriti; a tutto questo vorrei aggiungere un piccolo flash su un' altra grave calamità che si sta abbattendo sulla nostra agricoltura. A causa di vari fattori e problemi (abbondante produzione, massiccia e prematura caduta delle olive a causa delle condizioni climatiche) i vari frantoi oleari della zona sono pieni zeppi ed alcuni di loro già due giorni addietro non erano in grado di ricevere altro prodotto. Il prezzo? Un disastro! Dopo un inizio a 15-16 euro si era arrivati a 20 euro, per poi tornare sui 16 euro nel pomeriggio di lunedì scorso. Nei giorni scorsi si sono registrati vari furti ad opera dei "soliti ignoti", i quali muniti di scope e motoscope nella notte rubano quintali di olive. Con il maltempo in atto la situazione peggiorerà, in quanto il prodotto sarà quasi tutto caduto dagli alberi, ragion per cui aumenteranno i furti; i frantoi continueranno ad essere ingolfati e chi riuscirà a vendere le olive dovrà accontentarsi di pochi spiccioli. Ricordo a me stesso che qualche anno addietro il prezzo crollò ad 8 euro al quintale e furono in molti a non raccogliere il prodotto. Qualcuno pensa anche ad una speculazione da parte degli imprenditori del settore.... anche se sinceramente mi riesce difficile dare dei giudizi.... per vari motivi. Una cosa è certa: si registrano cose stranissime nel settore dell'ovicoltura. Faccio un esempio: in Puglia il prezzo delle olive raccolte (con vari sistemi che vanno dal manuale al meccanico) direttamente dall'albero nel periodo dell'invaiatura (quando le drupe iniziano a cambiare colore, come nella foto), non supera 35 euro al quintale, mentre nel veronese ha raggiunto 85 euro al quintale, con una differenza di ben 50 euro. Dobbiamo aggiungere altro?
Foto tratta dal web

ORIA - IL COMUNE NEGA LA LICENZA DI TIPO "C" AL CASTELLO.

Cliccare sull'immagine per leggere la notizia.

martedì 27 novembre 2012

ORIA - IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO METRANGOLO: "CHI PARLA DI RINVIO A GIUDIZIO O ADDIRITTURA DI VOTO DI SCAMBIO E' IN MALAFEDE O, FORSE, LO FA PER EQUIVOCO....."

Premetto che il comunicato stampa qui riportato (e pubblicato su vari spazi web oritani) non mi è stato inviato dall'interessato. Ho ritenuto comunque opportuno pubblicarlo per dare voce al diretto interessato, con lo stesso spirito col quale ho riportato una settimana fa la notizia apparsa su due giornali quotidiani di questa provincia, nonchè il comunicato dei partiti di opposizione di Oria, che hanno chiesto le dimissioni di Metrangolo da Presidente del Consiglio Comunale.


da Lo Strillone online :
[Chi parla di rinvio a giudizio, o addirittura di voto di scambio (che è un reato diverso previsto per le associazioni politico-mafiose) è in malafede o, forse, lo fa per un equivoco perché io non sono stato mai rinviato a giudizio e nessun giudice è stato mai interessato alla vicenda che, oltremodo, è stata riportata in maniera distorta dai giornali considerato che è partita da un esposto anonimo (e non firmato) e le indagini non hanno reperito un solo elemento di prova e di colpevolezza degli indagati: almeno 5 dei 7 sventurati indicati nell’esposto anonimo non sanno neppure come è fatto un buono di benzina. Si è scritto che sarebbero stati dati buoni di benzina per circa 200 euro e non è vero, perché ne sono stati acquisiti ben 268 (dal 1 gennaio al 1 giugno 2011, utilizzati dai mezzi impiegati dalle forze dell’ordine in occasione dell’emergenza profughi accolti presso il campo allestito sulla Provinciale Oria Manduria in quel periodo) e di questi solo 1 (UNO) hanno voluto attribuirlo ad un tale Memmola Roberto che non ha mai visto un buono di benzina e che neppure conosco. Nei miei confronti sino ad oggi ha deciso tutto il Pubblico Ministero che rappresenta solo una parte del processo, e cioè rappresenta soltanto l'accusa. Ora, finalmente, questa richiesta dell'accusa dovrà essere valutata da un Giudice e solo allora, se dovessi essere condannato, mi dimetterò. Tuttavia, vista la infondatezza delle accuse e delle lettere anonime sulle quali è basata, non credo si presenterà mai questo problema e, quindi, perché dovrei dimettermi ora? Sono sereno e sono anche innocente e lo dimostrerò facilmente nel corso del giudizio perché a me hanno sempre insegnato che esiste una garanzia a tutela dei cittadini, rappresentata dalla figura del Giudice che, appunto, giudica e valuta le richieste del Pubblico Ministero, cioè dell'accusa, ma solo dopo avere valutato anche le ragioni della difesa quando, quest’ultima, viene posta nelle condizioni di dimostrare il contrario di quello che pensa il Pubblico Ministero. Respingo al mittente qualsiasi strumentalizzazione della vicenda. 
Il presidente del consiglio comunale Antonio Metrangolo]

AD ORIA SI STA GIRANDO UN FILM "GRAZIE AL SUPPORTO E ALLA DISPONIBILITA' DELLE ISTITUZIONI LOCALI E DELLE PERSONE DEL LUOGO"

 E' proprio il caso di dire "San Barsanofio è amante dei forestieri".
La domanda nasce spontanea: "noi oritani (istituzioni e gente qualunque) potevamo essere così stupidi da non offrire supporto e disponibilità?".



Fonte notizia: QUI.
12/11/12 Oria (Brindisi) - Ciak, EPPIDEIS si gira in Puglia, con Gianmarco Tognazzi.
Al via le riprese di Eppideis, un film prodotto da Habanafilm, diretto da Matteo Andreolli, e che ha Gianmarco Tognazzi tra i suoi protagonisti. Il film, scritto da Lucio Gaudino e Giovanna Guidoni, ha il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dell’Apulia Film Commission. Oltre a essere autore della sceneggiatura, Lucio Gaudino è anche il produttore. La produzione esecutiva è affidata ad Alessandro Contessa. Eppideis è un film corale, che si svolge in due epoche temporali diverse. Un gruppo di ragazzini degli anni 80 si trova di fronte alla morte di un uomo, forse un omicidio. Trent’anni dopo, ormai adulti, dovranno fare i conti con i problemi irrisolti della loro adolescenza. Gianmarco Tognazzi è il maresciallo dei Carabinieri che indaga su quel vecchio caso ancora aperto. Si trova così a scavare nelle menti dei nostri protagonisti: Michele Venitucci (Massimo), Rosaria Russo (Eva), Nicola Nocella (Nicola), Gianluca De Marchi (Fabio), Gianluca delle Fontane (Michele), Anna Gigante (Saturnina), Luca Cirasola (Spillo). Il film sarà girato interamente nel paesaggio pugliese, nelle sue ombre, nei suoi misteri, nella sua magia. Ambientazione resa possibile dalla collaborazione con il Comune di Oria. Da qui, infatti, sono partite le riprese di Eppideis, grazie al supporto e alla disponibilità delle Istituzioni locali e delle persone del luogo.

lunedì 26 novembre 2012

ORIA - A PROPOSITO DI QUERELE E "DIRITTO DI CRITICA POLITICA"

Tranquilli, con questo post non ho nessuna intenzione di ammorbarvi con la solita solfa delle querele a mio carico.
Sto scrivendo questo articolo semplicemente perchè rovistando nel mio archivio cartaceo ho trovato un vecchio articolo di stampa dal titolo 
"ORIA - Volantino sugli extra ai dipendenti comunali, raffica di querele": 
[Il sindaco arricchisce alcuni dipendenti comunali. Questa frase era contenuta in un volantino diffuso dalla sezione "*******" del partito X, nel quale venivano indicati anche i nomi degli impiegati che sarebbero stati agevolati dagli extra fuori busta: (seguono 8 nomi). Gli interessati rigettando le accuse, presentano denuncia contro gli esponenti del partito X (seguono 15 nomi). L'unico che non viene querelato è Pinco Pallino, il quale aveva inviato una lettera ai querelanti dicendo di non essere a conoscenza del volantino. Dopo un anno di indagini, l'inchiesta sarà archiviata perchè il giudice considera il volantino non come diffamazione ma come una "critica politica"]

A buon intenditore poche parole!

ORIA - VOTO DI SCAMBIO: L'OPPOSIZIONE CHIEDE LE DIMISSIONI DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE.

Ricevo e pubblico da: 
I Partiti e Movimenti Politici di opposizione: Io Amo Oria-Io Amo l’Italia, PDL, Impegno Sociale, La Puglia Prima di Tutto, FLI.

[La cronaca degli ultimi giorni ha riportato la notizia del rinvio a giudizio del Presidente del Consiglio Comunale Antonio Metrangolo per presunto “voto di scambio” che sarebbe avvenuto nel corso della campagna elettorale delle elezioni amministrative del 2011.
 Il prestigio della carica ricoperta dal Consigliere Metrangolo e la gravità dei fatti a lui addebitati imporrebbero, a nostro parere, l’assunzione di un gesto di responsabilità, attraverso la rassegnazione di immediate dimissioni dall’incarico. 
Tutto ciò, al fine di non compromettere ulteriormente il rapporto tra cittadini ed istituzioni democratiche (già incrinato, purtroppo, dai fatti di respiro nazionale noti a tutti), tanto più che il Presidente del Consiglio Comunale rappresenta all’esterno la massima assise democratica cittadina; inoltre il delicato ruolo di conduzione del Consiglio Comunale deve essere necessariamente scevro da qualsiasi condizionamento che ne possa compromettere la serenità e l’imparzialità. 
Pur convinti assertori del principio di presunzione di innocenza fino al giudicato definitivo e augurandoci altresì che il consigliere Metrangolo riesca a dimostrare la propria totale estraneità ai fatti ascrittigli, per le ragioni innanzi esposte e, quindi, principalmente a salvaguardia dell’immagine del Consiglio Comunale di Oria e delle Istituzioni democratiche tutte, gli chiediamo di rassegnare immediatamente le dimissioni dall’incarico di Presidente dell’assise, fermo restando che, una volta acclarata la sua innocenza, egli potrebbe ritornare a ricoprire la medesima carica. Auspichiamo che, responsabilmente, anche dal Sindaco e dai partiti che sostengono la sua Amministrazione pervenga al Presidente del Consiglio analoga sollecitazione. 
Oria, 26 novembre 2012]

domenica 25 novembre 2012

ORIA - MISTERO SU DUE ALBERI DI QUERCIA ESPIANTATI DA PIAZZA DONNOLO.

Già .... proprio così, è passato più di un mese e non si ha notizia dei due alberi di quercia che sono stati espiantati da Piazza Donnolo il 22.10.2012. Qualche giorno prima dell'espianto mi era stato riferito da un amico che sarebbero stato impiantati nei pressi della chiesa di San Francesco d'Assisi, al posto di due palme decedute l'anno scorso. Io non li ho più  visti ... e voi? Nei prossimi giorni tenterò di sapere qualcosa dal mio amico Architetto Alessio Carbone, neominato "controllore" dei lavori in corso in Piazza Donnolo, con atto di determina del Dirigente l'UTC. 


sabato 24 novembre 2012

ORIA - OGGI E' INIZIATA LA REPRESSIONE DA PARTE DEI VIGILI NEI CONFRONTI DI CHI PARCHEGGIA FUORI DALLE STRISCE BLU. SIAMO PROPRIO DEI COGLIONAZZI???

 Ricordate un mio post datato 7 ottobre 2012  nel quale vi parlavo della bella idea di qualche "sapientone" di casa nostra di abbellire le vie cittadine con delle strisce bianche continue o discontinue laddove sono state realizzate le strisce blu?

  Oggi scopriamo il motivo di tale furbata. Mi è stato riferito che stamattina  i vigili urbani, collaborati da personale della coop Koinè che gestisce le strisce blu, hanno provveduto a far spostare le auto parcheggiate sul lato opposto a quello delle strisce blu, pena una salata  multa e due punti di decurtazione sulla patente.  Inutile dire che molti oritani si sono meravigliati, in considerazione del fatto che non è stato installato alcun divieto di sosta e che per decenni è stato consentito in alcune vie di parcheggiare su ambo i lati (esempio Via Torre).
Che dire? Tantissimo vorrei dirvi,  ma devo fare attenzione a non intaccare la suscettibilità di qualche soggeto interessato, avente la querela facile.
 Per il momento vi copio incollo due articoli del Codice della Strada e lancio un appello a tutti: "Smettiamola di comportarci come dei grandi coglionazzi e costituiamo un serio COMITATO STRISCE BLU al fine di studiare ogni singolo dettaglio ed agire di conseguenza".

Articolo 40 - CdS: Art. 40. Segnali orizzontali 
1.  I segnali orizzontali, tracciati sulla strada, servono per regolare la circolazione, per guidare gli utenti e per fornire prescrizioni od utili indicazioni per particolari comportamenti da seguire.
 2. I segnali orizzontali si dividono in: a) strisce longitudinali; b) strisce trasversali; c) attraversamenti pedonali o ciclabili; d) frecce direzionali; e) iscrizioni e simboli; f) strisce di delimitazione degli stalli di sosta o per la sosta riservata; g) isole di traffico o di presegnalamento di ostacoli entro la carreggiata; h) strisce di delimitazione della fermata dei veicoli in servizio di trasporto pubblico di linea; i) altri segnali stabiliti dal regolamento. 
3. Le strisce longitudinali possono essere continue o discontinue. Le continue, ad eccezione di quelle che delimitano le corsie di emergenza, indicano il limite invalicabile di una corsia di marcia o della carreggiata; le discontinue delimitano le corsie di marcia o la carreggiata. 
4. Una striscia longitudinale continua può affiancarne un'altra discontinua; in tal caso esse indicano ai conducenti, marcianti alla destra di quella discontinua, la possibilità di oltrepassarle. 
 5. Una striscia trasversale continua indica il limite prima del quale il conducente ha l'obbligo di arrestare il veicolo per rispettare le prescrizioni semaforiche o il segnale di "fermarsi e dare precedenza" o il segnale di "passaggio a livello" ovvero un segnale manuale del personale che espleta servizio di polizia stradale. 
 6. Una striscia trasversale discontinua indica il limite prima del quale il conducente ha l'obbligo di arrestare il veicolo, se necessario, per rispettare il segnale "dare precedenza". 
7. Nel regolamento sono stabilite norme per le forme, le dimensioni, i colori, i simboli e le caratteristiche dei segnali stradali orizzontali, nonchè le loro modalità di applicazione.
 8. Le strisce longitudinali continue non devono essere oltrepassate, le discontinue possono essere oltrepassate sempre che siano rispettate tutte le altre norme di circolazione. È vietato valicare le strisce longitudinali continue, tranne che dalla parte dove è eventualmente affiancata una discontinua. 
9. Le strisce di margine continue possono essere oltrepassate solo dai veicoli in attività di servizio di pubblico interesse e dai veicoli che debbono effettuare una sosta di emergenza. 
10. È vietata: a) la sosta sulle carreggiate i cui margini sono evidenziati da una striscia continua; b) la circolazione sopra le strisce longitudinali, salvo che per il cambio di corsia; c) la circolazione dei veicoli non autorizzati sulle corsie riservate.
 11. In corrispondenza degli attraversamenti pedonali i conducenti dei veicoli devono dare la precedenza ai pedoni che hanno iniziato l'attraversamento; analogo comportamento devono tenere i conducenti dei veicoli nei confronti dei ciclisti in corrispondenza degli attraversamenti ciclabili. Gli attraversamenti pedonali devono essere sempre accessibili anche alle persone non deambulanti su sedie a ruote; a tutela dei non vedenti possono essere collocati segnali a pavimento o altri segnali di pericolo in prossimità degli attraversamenti stessi. 

SANZIONE AMMINISTRATIVA E DECURTAZIONE DUE PUNTI SULLA PATENTE previsti dall'art. 146 del CdS.

venerdì 23 novembre 2012

ORIA - ALTRO PARCOMETRO INSTALLATO ALLA "CCE MI NNI FOTTU IU" CON CONTORNO DI SEGNALETICA STRADALE "ADDO' COJO COJO".

Ma dico io, mannaggia la marangia ti fori mia, ma ci vuole tanto a capire che quel parcometro (Via Frascata, angolo Via Ippocrate) è fonte di grave pericolo? Se qualcuno non riesce a capirlo da solo glielo spiego io. Considerata l'altezza del parcometro e relativo pannello dei comandi, nonchè i pochi centimetri di marciapiedi a disposizione sulla parte anteriore, l'utente è costretto ad operare stando sulla sede stradale, esponendosi al probabile rischio di essere investito da un mezzo in transito. Quell'angolo di strada presenta un'altra castroneria: un segnale stradale che indica la direzione sbagliata per raggiungere il centro della città. 
.......

giovedì 22 novembre 2012

ORIA - PARCOMETRI INSTALLATI A "CAxxO DI CANE" (modo di dire tipico oritano)

Ma dico io, mannaggia il ciucciu, ma ci vuole tanto a capire che quel parcometro (Via Latiano, di fronte bar Bollicine) è fonte di grave pericolo?
Se qualcuno non riesce a capirlo da solo glielo spiego io. Considerata l'altezza del parcometro e relativo pannello dei comandi, nonchè i pochi centimetri di marciapiedi a disposizione sulla parte anteriore, l'utente è costretto ad operare stando sulla sede stradale, esponendosi al probabile rischio di essere investito da un mezzo in transito. E non finisce qui! Provate ad immaginare se sta piovendo, proprio in quel punto si forma un laghetto (vedasi foto) e vi dico che non è cosa piacevole, nei giorni scorsi ho visto personalmente una signora che, sotto la pioggia,  munita di ombrello, faceva le acrobazie per evitare di inzupparsi la parte inferiore del corpo e nel contempo portare a termine l'operazione di autotassazione per le strisce blu.

Colgo l'occasione per lanciare due appelli all'assessore Assanti, responsabile della Polizia Municipale e dellla Viabilità e Traffico.
 PRIMO APPELLO:  Possibile che non vi fischiano le orecchie per tutte le imprecazioni  degli automobilisti che percorrono quel tratto di strada (Via Epitaffio, alle spalle del parcometro) diventata a senso unico da circa un mese? Quel senso unico viene rispettato da una piccolissima percentuale di automobilisti, creando un serio pericolo a coloro i quali percorrono il consentito senso di marcia.
SECONDO APPELLO: Possibile che nessun operatore di Polizia Municipale, Assessore o Consigliere Comunale si è mai accorto che quel segnale di DIVIETO DI ACCESSO posto all'inizio di Via Spirito Santo, è occultato dalle palme?

ORIA - STRISCE BLU: MEA CULPA DELL'ASSESSORE ASSANTI CHE CRITICA LA KOINE' ED I FUNZIONARI COMUNALI CHE HANNO PROGETTATO IL SERVIZIO (SBAGLIANDO)- VIDEO DI ORIA.INFO

TELERAMA (e la Magistratura) SULLE REGALIE DEI CANDIDATI CONSIGLIERI NELLA SCORSA CAMPAGNA ELETTORALE AD ORIA.

DEDICATO A UN TIZIO CHE CONTINUA A BLATERARE CONTRO DI ME SU FACEBOOK

Si ... dico proprio a te ... hai capito bene ... proprio tu che in base a quanto mi viene riferito mi definisci "superman" - "chiancaro" - "superpoliziotto", ti faccio questa dedica dal profondo del cuore! 
Qualche mese fa ho promesso ad una persona più grande di me di lasciarti perdere, di ignorarti. Infatti ti ho "bloccato" su FB per non leggerci a vicenda, ma .... ahimè ..... c'è sempre qualche amico che mi riferisce circa le tue performances.

ORIA - SEGNALETICA STRADALE PERICOLOSA CAUSA INCIDENTI E NESSUNO PONE RIMEDIO.

Circa un mese fa una pattuglia della polizia municipale è intervenuta, su richiesta, per rilevare un incidente fra due auto, avvenuto in Via Carlo Pisacane all'altezza di Via Zara. Gli operatori hanno verbalizzato (cosi mi è stato riferito) che l'incidente è stato causato dalla errata segnaletica stradale, posta in quel tratto di strada. In pratica in base alla segnaletica, Via Carlo Pisacane, in quel tratto, dovrebbe essere a senso unico, ma in realtà così non è, in quanto per un breve tratto di strada si possono incrociare mezzi provenienti dalla direzione opposta, ovvero che si sono immessi in Via Pisacane (proprio come le due auto di cui alla foto qui pubblicata), provenienti dalla prospiciente Via Zara, la quale presenta solo un segnale di STOP e non anche OBBLIGO DI SVOLTA A SINISTRA.

mercoledì 21 novembre 2012

ORIA - GROSSA BUCA STRADALE IN VIA TORRE: FATE ATTENZIONE!

Grossa buca stradale in Via Torre, precisamente su zanella prospiciente il marciapiedi, altezza civici 91-93.

ORIA - VIA TORRE S.S.: MARCIAPIEDI PERICOLOSO.

Fate attenzione nel transitare a piedi in Via Torre. Il marciapiedi all'altezza del civico 162 (nei pressi dell'incrocio con Via Volta) presenta un cedimento del pavimento che può essere causa di rovinose cadute.

martedì 20 novembre 2012

TROVO MOLTO STRANO CHE NESSUNO HA COMMENTATO SUL WEB LA NOTIZIA DEL RINVIO A GIUDIZIO DI 7 ORITANI PER IL PRESUNTO REATO DI VOTO DI SCAMBIO.

Già proprio così! Un grande silenzio assordante che non riesco a decifrare. Nessun commento al mio articolo di stamattina col quale riportavo il ritaglio dell'articolo apparso sull'odierna Gazzetta del Mezzogiorno. Solo 8 persone hanno cliccato MI PIACE su facebook .... ma nessun commento...... tutti con la bocca cucita, comuni cittadini e politici.
Altro mio odierno articolo (quello relativo  alle scoperte archeologiche in Piazza Donnolo) ha registrato circa 70 MI PIACE ed alcuni commenti.
Beh ... che dire? Una beata minchia ecco cosa c'è da dire! Avrei tanto da dire ma tanto silenzio da parte di tutti mi ha letteralmente frastornato.
Comunque un paio di cosette voglio dirvele e riguardano due mail che ho ricevuto oggi. Una mi è stata inviata da un'amico che smaniava dalla curiosità di sapere chi ha firmato l'esposto che ha dato la stura alle indagini dei Carabinieri su delega della Procura. Già.... proprio così, perchè dovete sapere che attraverso odierni articoli di stampa si è appreso che nella primavera 2011 in Procura arrivò un dettagliato esposto con tanto di firma in calce.
Se la firma in calce a detto esposto era autentica e non di fantasia (come usano fare gli anonimi), gli indagati, attraverso i loro avvocati, sono già a conoscenza dell'identità del loro accusatore, ragion per cui, a mio parere, il tizio-denunciante merita rispetto da parte di tutti noi per il coraggio ed il senso civico dimostrato. Già .... perchè solo un CORAGGIOSO non teme ritorsioni da parte degli indagati, a prescindere dell'esito del processo, che, lo ricordo, inizierà il 12 febbraio 2013.

A tal proposito auspico, nell'interesse di tutti, che si faccia chiarezza quanto prima. D'altronde, lo ricordo a me stesso, vi è presunzione di innocenza fino a prova contraria, a seguito di sentenza definitiva.
L'altra mail aveva più o meno il seguente contenuto: "Mi senbra che si stia parlando di 200 euro di buoni benzina: circa 250 caffè. Molto meno di quanto è stato speso dalla maggior parte dei candidati. Mi sembra molto più voto di scambio la modalità di selezione degli ausiliari del traffico, se è vero quanto affermato da LoStrillone (ovvero: su indicazione dei consiglieri comunali di maggioranza)"
Non intendo commentare pubblicamente le due mail.
Voglio invece spendere qualche parolina circa l'operato delle Forze di Polizia e della Magistratura in relazione all'acquisizione delle notizie di reato anche di propria iniziativa (art. 330 del Codice di Procedura Penale).
Mi chiedo e vi chiedo: [c'era bisogno di un esposto per far partire l'indagine sul voto di scambio ad Oria? Si è tanto parlato in campagna elettorale (anche sul web ed in televisione)  "di una vox populi che riferiva di voti comprati ad Oria con buoni carburanti e panini imbottiti con salsiccia". Possibile che nessun magistrato o operatore di polizia giudiziaria ha avuto modo di leggere..... di ascoltare queste insistenti voci?]
Già .... le solite motivazioni di rito ..... la carenza di organico ... la grande mole di lavoro ... cose ben più importanti a cui badare.
Sommessamente voglio manifestare il mio pensiero e dire che rispetto al passato è raro che la notizia di reato venga acquisita di propria iniziativa dalla polizia giudiziaria e dai pubblici ministeri. E' altrettanto raro che il cittadino si esponga direttamente nel produrre denunce o esposti con tanto di propria sua firma autentica in calce.
Come qualcuno ben sa ho lavorato per un bel pò di lustri nella Polizia di Stato e ricordo che una delle prime cose che mi vennero insegnate fu il servizio giornaliero di "rassegna stampa" che deve svolgere l'organo territoriale di polizia giudiziaria. A quei tempi (1974-1975) la rassegna stampa consisteva, in prevalenza, nello sfogliare i giornali quotidiani e ritagliari "i pezzi" che riguardavano notizie locali. E ciò perchè attraverso la lettura di notizie di stampa si potevano (e si possono) acquisire utili spunti investigativi e/o vere e proprie notizie di reato, per le quali si deve procedere d'ufficio.
Da allora ad oggi i tempi sono cambiati e le notizie vengono pubblicate anche con altri sistemi, diversi dalla carta stampata (TV locali e internet -blog e social network-).

Concludo con una domanda: polizia giudiziaria e pubblici ministeri fanno ancora la "rassegna stampa"? Acquisiscono ancora notizie di reato di propria iniziativa?

ORIA - COMUNE, ALBO PRETORIO ONLINE: PUBBLICAZIONI MISTERIOSE!

Non mi dite che non si capisce chi è il dipendente comunale in questione. Cliccare sull'immagine per leggere la delibera di giunta.

ORIA - LAVORI PIAZZA DONNOLO - SCOPERTE ARCHEOLOGICHE IMPORTANTI.

Durante i lavori che si stanno eseguendo in Piazza Donnolo sono venuti alla luce importanti reperti archeologici. Trattasi verosimilmente di resti di cinta muraria di una fortificazione risalente all'epoca messapica. Osservando una delle foto si nota una rientranza che fa pensare ad un ingresso, ad un varco. Sono venuti altresì alla luce due scheletri, relativi presumibilmente a due bambini. Le frecce rosse indicano i crani mentre quelle gialle le rimanenti ossa. 








ORIA - RINVIATI A GIUDIZIO PER VOTO DI SCAMBIO. - RASSEGNA STAMPA.

lunedì 19 novembre 2012

ORIA - NOMINA REVISORI DEI CONTI: IL TAR DI LECCE CHIAMATO A GIUDICARE SU UN RICORSO PRESENTATO DA UNO DEGLI ESCLUSI, IL DR. POZZESSERE.

Ricordate la vicenda "nomina collegio revisori dei conti"? Se non la ricordate potete leggere qualcosa QUI.
Il Dr. Beniamino Pozzessere, uno degli esclusi, sentendosi danneggiato dalla decisione della maggioranza in occasione di quel consiglio comunale, nei giorni scorsi ha presentato ricorso al TAR.
Il Comune di Oria ha deciso di costituirsi e resistere nel giudizio, conferendo incarico legale ad un noto professionista locale.
Forse il Comune ha poche speranze di vincere il ricorso in questione, se si considera che è stato assunto un "impegno di spesa di presumibili  € 4,000,00 per le competenze professionali dì cui al citato giudizio". Giova evidenziare che, a mio parere,  quattromila euro si riferiscono alla eventualità di un esito negativo per il Comune, mentre seimila euro in caso positivo, se si considera che il legale individuato dal Comune  ha presentato un preventivo avente ad oggetto una spesa compresa fra gli  € 4.000,00 e gli  € 6.000,00 in relazione all'esito del giudizio.

Sinceramente, dal basso della mia ignoranza, non riesco a capire dov'è l'interesse generale che il Comune, in questo caso, deve tutelare.

Nel frattempo il dr. Carucci, nominato Presidente del collegio dei revisori, ha depositato presso  il TAR di Lecce atto di costituzione  e resistenza in giudizio.

domenica 18 novembre 2012

EHI TU .... SI ... PROPRIO TU .....

ORIA - STRISCE BLU: I CONTI NON TORNANO (a cura del cons. com/le Angelo Mazza)

[.................Come si fa a ritenere soddisfacente un ricavo annuo di 150.000 euro quando i costi attesi dovrebbero risultare quasi doppi rispetto a tale cifra?..........]
Continua a leggere: QUI.




SIT IN DI PROTESTA CONTRO RADIO PADANIA - REPORT A CURA DI TELERAMA. VIDEO.

UNA GRANDE STRONZATA: LE ANALISI ESEGUITE A PAGAMENTO COSTANO MENO RISPETTO A QUELLE CON TICKET.

Incredibile, gli esami di routine, quelli più semplici e maggiormente richiesti, costano meno se fatti a pagamento. Una batosta, invece, quando ci si presenta con la ricetta «dell’assistenza pubblica». 
Continua a leggere QUI.

sabato 17 novembre 2012

VILLA CASTELLI - INCONTRO SU QUESTIONE RADIO PADANIA.

Domani  18 novembre, alle ore 10:30, nei pressi del traliccio di Radio Padania ubicato in contrada Parpullo a Villa Castelli, l’emittente radiofonica Idea Radio invita cittadini, rappresentanti istituzionali, politici, associazioni, gli ascoltatori e gli Organi di Informazione ad un incontro nel quale verranno esposte le condizioni che hanno portato Radio Padania nel Salento. La vicenda sta provocando interferenze nelle trasmissioni di Idea Radio sulla stessa frequenza nel comune di Brindisi (97.800 Mhz). La direzione di Idea Radio ha deciso che domenica prossima, durante le ore dell’incontro, in segno di protesta ripeterà le trasmissioni dell'emittente leghista su tutte le proprie frequenze. Chi vuole partecipare alla manifestazione si può recare entro le ore 09:30 presso la sede di Idea Radio in via Italia 40, Latiano oppure alle ore 10:00 all’ingresso di Villa Castelli (da Francavilla Fontana) dove ci saranno ad attendervi alcuni operatori dell’emittente per poi raggiungere, insieme, il traliccio di Radio Padania in contrada Parpullo. 
.......

ORIA - STRISCE BLU: CAPITA CHE QUALCHE PARCOMETRO NON EMETTE TAGLIANDI PUR IMBUCANDO MONETE IDONEE PER QUALITA' E QUANTITA'.

Premesso che:
- non ho nulla di personale contro chicchessia che è legato a detto servizio parcheggi a pagamento;
- che nessuno deve permettersi di intimidirmi in qualsiasi modo al fine di frenare o bloccare il mio libero diritto di critica;

MANIFESTO:
pubblicamente il mio disappunto nell'apprendere da più persone che capita spesso che qualche parcometro si rifiuta di emettere il richiesto tagliando dopo aver imbucato le giuste  monete .... che non vengono restituite. La circostanza è stata anche riportata da LoStrillone_online ieri sera, il cui articolo conclude col consiglio dato da un agente di P.M. "può poggiare sul cruscotto dell’auto un biglietto con su scritto: il parcometro non emette il biglietto". A prescindere del fatto che può anche accadere che una persona può trovarsi sprovvista di carta e penna, mi chiedo e vi chiedo: "quale valore può avere una simile -autocertificazione-?"
Condivido la proposta del direttore de LoStrillone di stampigliare un numero telefonico verde sui parcometri al quale potersi rivolgere in caso di necessità. Ed a tal proposito voglio ricordare  a me stesso che la coop Koinè si è aggiudicata l'appalto, superando la Vigeura srl di Parabita, avendo ANCHE assunto l'impegno di mettere a disposizione autoveicoli e motoveicoli per il controllo degli stalli, ragion per cui, ieri sera alle ore 18,30 circa, previa chiamata della malcapitata cittadina, o della Polizia Municipale, qualcuno della Koinè si sarebbe dovuto fiondare sul posto per verificare e riparare il guasto (o apporre cartello FUORI SERVIZIO) ed eventualmente restituire il denaro imbucato.


venerdì 16 novembre 2012

ORIA - QUALCUNO CONTINUA A DIRE CHE E' STATA COMPLETATA LA STRADA COSIDDETTA "SANT'ANDREA". IO HO DEI DUBBI ... E VOI?

Come qualcuno di voi saprà ieri sera il sindaco di Oria ha invitato la cittadinanza nella sala DE SICA del locale cinema di proprietà della famiglia Salerno, ove si parlava di "Bilancio comunale, servizi e prospettive".
Verso le ore 18,30 ho fatto un salto in detto cinema, ove fra l'altro mi ero dato appuntamento  con un amico che non vedevo da tempo.
All'interno ho subito avvertito una generale sensazione di imbarazzo a causa dell'esiguo numero dei presenti. Sul palco vi era seduto il sindaco e quattro assessori. Il pubblico era composto da 19 persone, fra le quali una giornalista, il caporedattore di Oria.Info, accompagnato da due collaboratori, 3 consiglieri comunali ed alcuni segretari di partito  di maggioranza, accompagnati da qualche "galoppino" (così si usava dire una volta, oggi detto termine è ormai in disuso).
Quando sono entrato a parlare era il sindaco, il quale  ha fatto scattare in me la molla per andare via, dopo aver ascoltato due non_verità.  Affermava più o meno che questa amministrazione comunale ha completato la Sant'Andrea e che per realizzare il rondò nei pressi del municipio sono stati spesi appena 13mila euro.
Circa la strada denominata Sant'Andrea, proprio nel pomeriggio di ieri era stata da me persorsa in auto e vi dico che ho -difriscato i defunti- a più di qualcuno nel constatare che solo un piccolo tratto, nei pressi di Oria, l'asfalto è in buone condizioni, mentre tutto il resto è un colabrodo, ma talmente colabrodo che tornando da Brindisi ho preferito uscire a Latiano Ovest e poi costeggiare il santuario di Cotrino.
Invece circa i soldi spesi per il rondò, mi ha dato fastidio sentir il sindaco che dava numeri sbagliati: "sono stati spesi appena 13mila euro". Nella determina n.533 del 20.9.2012, a firma del Dirigente dell'UTC, si legge che la spesa complessiva impegnata per realizzare detta opera ammonta a 18.390,00 euro. Ed io aggiungo che all'arch. Elia Farina (progettista e direttore lavori) sono stati elargiti 1.700,00 euro. Quindi, se la matematica non è un'opinione, il totale è di oltre 20mila euro .... per un rondò incompleto e insicuro!
Siccome sono refrattario alle prese per i fondelli, sono subito andato via, approfittando della chiamata ricevuta sul cellulare dall'amico che mi avvertiva che gli era impossibile rispettare l'appuntamento (ovviamente gli ho risposto che non si perdeva nulla di interessante).

ORIA - PERMANGONO I RISCHI DI ESONDAZIONE DEL CANALE REALE E DI ALLAGAMENTI IN MOLTE CONTRADE.

Il 26 ottobre scorso il sindaco di Oria ha ordinato ai proprietari dei terreni interessati di rendere efficienti canali, fossi ed inghiottitoi, al fine di favorire il deflusso delle acque piovane.
Decorso un mese dalla pubblicazione di detta ordinanza il Comune provvederà a proprie spese rivalendosi poi sugli interessati, ragion per cui UOMO AVVISATO MEZZO SALVATO (a meno che non scopriremo che ancora una volta trattasi di ordinanza-spauracchio del sindaco Pomarico)

Nel seguente video le immagini dei danni del nubifragio del 17.2.2008


ORIA - POPULISMO O DURA REALTA' ? (a cura di Angelo Mazza)


In provincia di Brindisi il Comune di Oria con l'IMU più pesante, dopo Fasano.
Cellino San Marco, a differenza di Oria ha applicato l'aliquota massima (1,06%) per la tassazione degli impianti di produzione dell’energia rinnovabile (per esempio parchi fotovoltaici).
Continua QUI.


mercoledì 14 novembre 2012

ORIA - STRISCE BLU: IL PARERE DEL N.A.S.O.

.....
Ricevo e pubblico dal N.A.S.O.:
[Caro Franco,
da un bel pò che non ci si sente vero?
Questa volta ti scriviamo per dirti qualcosa riguardo la problematica "strisce blu ad Oria" e dobbiamo dirti con tutta franchezza che non siamo d'accordo quando dici che la coop Koinè non è venuta ad Oria per fare beneficenza. Qualcosa ti sarà certamente sfuggita per affermare una simile castroneria.
 Passiamo a spiegarti.
 Il nostro Gruppo Analisti (G.A.S.) è del parere che solo chi è animato da spirito caritatevole (e quindi predisposto a fare beneficenza) può aggiudicarsi la gara di un tal servizio, accollandosi di gestire a mezzo di proprio personale il ciclo globale dei procedimenti sanzionatori per violazioni al C.d.S. siano essi elevati dagli ausiliari della ditta, limitatamente alle specifiche competenze, che dagli operatori del Corpo di Polizia Municipale per tutte le ipotesi di violazioni di cui al richiamato C.d.S.,, nonchè di utilizzare palmari per il rilievo delle infrazioni in sostituzione del verbale cartaceo; di mettere a disposizione autoveicoli e motoveicoli per il controllo degli stalli; di installare 27 parcometri anzichè 12, (il minimo previsto dal capitolato d'appalto), e ... dulcis in fundo (copio incollo parte del capitolato d'appalto): [Le opere installate e i beni acquistati a spese del gestore, rimarranno di proprietà del Comune di Ottaviano (????), senza la corresponsione di alcun compenso e/o rimborso delle spese.] 
Chiaro quindi?  Allo scadere del periodo contrattuale (quattro anni) la Koinè farà beneficenza, regalando al Comune (di Ottaviano?)  le opere installate e i beni acquistati a proprie spese, inclusi i 27 parcometri (del valore totale di oltre 100mila euro, se  si considera che il prezzo unitario pare che superi 4mila euro). Giova evidenziare che la  Vigeura srl di Parabita (LE) è stata superata dalla Koinè nella gara di appalto, anche a causa del fatto che, in violazione dell'art.8 del capitolato d'appalto, aveva escluso i parcometri dalle attrezzature da cedere all'Amministrazione (di Ottaviano o di Oria?).
Dimenticavamo di dirti caro Franco che molti concittadini vedono di buon occhio il fatto che 10 disoccupati oritani sono stati assunti come Ausiliari del Traffico e che appaiono irrilevanti le modalità di assunzione (su indicazione dei Consiglieri Comunali di maggioranza - LoStrillone_online dixit).
Salutoni dal N.A.S.O.- ]

DOMENICO RUSSO, ORIGINARIO DI ORIA, CURERA' LA MOSTRA "FLOWS" NELLA CITTA' DI PARMA.



Associazione Culturale A.p.s. Lunatici
Mostra  { FLOWS ]
Flussi tra artista e modello
Promossa dall’Associazione Culturale A.p.s. Lunatici
A cura di Domenico Russo¹
Con il patrocinio del Comune di Parma

FLOWS è un flusso, un'energia invisibile fra due elementi, un dialogo, uno scambio particolare ed intimo.

ORIA E LE VOCI DI "CHIANCA" CHE NON SI POSSONO PUBBLICARE.

Già ..... proprio così! Sono voci di chianca (o di piazza), cose che in molti sanno ma che non si possono scrivere ... per vari motivi, primo fra tutti la psicosi di essere querelati. 
A cosa mi riferisco? Siete curiosi ... lo so. Vi dò solo qualche accenno: i veri motivi per i quali un dipendente comunale, in servizio presso l 'UTC, ieri si è sentito male fino al punto di essere ricoverato in ospedale (leggere LoStrillone online); un dipendente comunale che da un po' di tempo è sospeso dal servizio (o licenziato?) a causa di una sentenza di condanna definitiva con annessa pena accessoria di interdizione dai pubblici uffici; un caso di "presunto mancato controllo edilizio" nei confronti del parente di un noto  politico locale; due vigili che stanno per essere trasferiti a Francavilla Fontana (saranno rimpiazzati da due vigili che prestano servizio in detto Comune). A proposito di quest'ultima "voce non confermata" i due che vengono da Francavilla dovrebbero essere capaci di sparare multe a raffica contro chi parcheggia fuori dalle strisce blu in zona vietata (vedasi piazzale interno Uffici Sanitari-Poste).

martedì 13 novembre 2012

ORIA - CASTELLO SVEVO: CHE FINE HA FATTO L'INDAGINE PER PRESUNTI ABUSI EDILIZI ED ALTRI REATI ???


A mio parere, trattandosi di argomento di interesse generale, qualche buon giornalista dovrebbe tentare di cavare un ragno dal buco, in qualsiasi modo lecito possibile, per scoprire a che punto si trova l'indagine, avviata l'anno scorso, a carico di ben 8 persone, le quali a vario titolo hanno avuto a che fare con i lavori di restauro.
Intanto, si ha motivo di ritenere che nel palazzo di città qualcuno si sta studiando per bene tutte le carte, al fine di poter rilasciare una qualche licenza ai proprietrari, i quali, continuano imperterriti nel loro atteggiamento di chiusura verso tutta la città, continuando a tenere chiuso il castello.

lunedì 12 novembre 2012

ORIA - IL COMUNE RISCHIA DI PAGARE 400MILA EURO COME RISARCIMENTO RICHIESTO DA ALCUNI PROFESSIONISTI PER PRESUNTE PRESTAZIONI RISALENTI AL 1998

Già ... proprio così ... e la cosa deve essere di una particolare gravità se si considera che il Comune, costituitosi in giudizio, ha dato incarico legale all'avv. Ernesto Sticchi Damiano di Lecce, assumendo all'uopo un impegno di spesa di presumibili 8.700,00 euro.
Per saperne di più cliccare QUI.

ORIA - CI SCANNIAMO PER IL CALCIO E CHIUDIAMO GLI OCCHI SU COSE IMPORTANTISSIME?

LA STRANA STORIA DELLA QUINTA FARMACIA.

 Vi invito a leggere l'ultimo articolo del consigliere di minoranza Angelo Mazza sul suo blog: ===>>> QUI

domenica 11 novembre 2012

ORIA - STRISCE BLU: PARCOMETRI IN TILT CON MONETE DIVERSE DA QUELLE INDICATE. (TRATTASI FORSE DI ESERCIZIO DEL DIRITTO DI RESISTENZA?)

Un articolo dal titolo:  "Oria - Parcheggi a pagamento: parcometri sabotati con soldi falsi e proteste dei commercianti, diverse multe annullate" pubblicato ieri su LoStrillone_online, ha destato e sta destando ancora la curiosità di molti internauti.
Fra ieri ed oggi in tanti mi hanno telefonato per chiedermi o riferirmi particolari relativi alla vicenda. Tutti quelli che mi hanno contattato erano comunque divertiti e si dimostravano desiderosi  di provare a loro volta ad inserire qualche moneta strana nei parcometri, al fine di vedere .... l'effetto che fa.
Qualcuno (più prudente) mi ha chiesto se con un simile gesto si è passibili di denuncia o querela.
La prima risposta che mi è venuta in mente è stata: "Si ..... potresti essere passibile di  STALKING DI  PARCOMETRO". Ovviamente non vi dico il seguito della conversazione.

Tornando al "sabotaggio di parcometri" evidenziato da Lo Strillone, poco fa ho cazzeggiato un poco con Google, provando ad inserire le parole "sabotaggio parcometri" oppure "sabotare parcometri".
Ho così scoperto che lo sport di sabotare i parcometri è molto in voga al nord, in città come Ravenna, Lecco, Savona , Modena, etc.
Ho trovato interessante le dichiarazioni della Lega Nord riportate in alcuni articoli di stampa che riguardano ciò che sta avvenendo nella città di Modena negli ultimi mesi. 

Si legge testualmente: [ ...........  sono già una decina quelli che sono stati resi inutilizzabili nelle scorse notti. Gli ultimi dei quali attraverso l’uso di chewin-gum. Anche le pattuglie della polizia municipale sono state allertate in proposito. Potrebbero quindi scattare denunce alla Procura. Danneggiamenti ai quali plaude la Lega Nord tramite il segretario Stefano Bellei che invita a non confondere il vandalismo con il diritto di resistenza. «Chi, con gesti piccoli ma dall’alto valore simbolico, sta sabotando il piano sosta del Comune, non sta facendo altro che esercitare il proprio diritto di resistenza - spiega - contro una decisione del potere amministrativo non solo incomprensibile, ma contraria agli interessi del popolo modenese. E sorprende che la sinistra, che ha sempre sostenuto che alle leggi e agli ordini ingiusti bisogna dire di no, anche se questo può mettere a repentaglio la propria incolumità, ora non riconosca questo diritto/dovere».]

A buon intenditore poche parole ....  della serie: "Quando l'ingiustizia diventa legge ribellarsi è un dovere".
Concludo col dire che non giustifico i "sabotatori oritani di parcometri", ma li comprendo, poichè, a mio parere, il servizio parcheggi a pagamento ad Oria presenta molte ingiustizie.

sabato 10 novembre 2012

ORIA - CHE FANTASIA .... INSTALLARE UN PARCOMETRO NELLA MONNEZZA !!! AH .... GIA' ..... DIMENTICAVO A NOI ORITANI CI TRATTANO DA COGLIONAZZI.

DOPO LA MIA PRESA DI POSIZIONE QUELLE STRISCE GIALLE DI FRONTE AGLI UFFICI DELLA KOINE' SONO STATE MODIFICATE.

 Le foto qui pubblicate parlano chiaro: la prima certifica la situazione esistente fino alla mattina di giorno 8, mentre la seconda evidenzia l'aggiunta di segnaletica verticale ed orizzontale tipica di parcheggio riservato a disabili, dopo un mio post in data 7 novembre.
In verità la segnaletica verticale è poco chiara in quanto secondo la normativa vigente andrebbe posta all'inizio e NON  alla fine dello stallo. Inoltre il cartello è tipico dei parcheggi personalizzati, ma di fatto non lo è, in quanto manca il numero della relativa autorizzazione.

Giova evidenziare che parcheggiare abusivamente su quel tipo di stallo, oltre alla sanzione amministrativa  comporta la decurtazione di punti sulla patente.

venerdì 9 novembre 2012

ORIA - AGGIORNAMENTO PER IL 2013 ALBO SCRUTATORI DI SEGGIO ELETTORALE. COSA ASPETTA IL COMUNE A PUBBLICIZZARE ANCHE SU INTERNET?

 Secondo la normativa vigente entro il 30 novembre si può presentare domanda per essere inseriti nell'albo degli scrutatori di seggio elettorale.
Proprio così, non basta essere amici di consiglieri comunali  per sperare di partecipare al consueto becero banchetto della spartizione politica degli scrutatori di seggio elettorale, dovete essere iscritti a detto albo.
Certamente non scopro l'acqua calda se vi dico che ad Oria (come in qualche altra parte d'Italia) il serbatoio di voti si crea, e si alimenta, anche grazie a questi meccanismi (nomina scrutatori, indicazione persone da assumere da cooperative che lavorano per il Comune, etc....).
Un segretario di partito della maggioranza nei giorni scorsi ha pubblicato su Facebook un commento che inizia così:  [In merito alle denunce (dal mio punto di vista, giuste) riguardanti l'assunzione degli ausiliari del traffico, mi permetto di esprimere una mia opinione. Giusta l'indignazione per certe selezioni che definirei "consiliari", non politiche (e si capisca bene quando dico "consiliari")............]
In pratica è ciò che si usa definire con la battuta "innaffiare il proprio orticello .... elettorale".

 

  Ritenendo di fare cosa utile pubblico un fac-simile di domanda da presentare al Comune entro e non oltre il 30 novembre.
 -------------------------------

Al Sindaco del Comune di Oria 

Domanda di inclusione nell’ ALBO DEGLI SCRUTATORI DI SEGGIO ELETTORALE.
 Il/La sottoscritto/a ___________________________________ nato/a il _______________ a ___________________________________________ ( ________) residente in Oria, Via ______________________________ telefono o cellulare _____________________

c h i e d e 
di essere inserito/a nell’Albo delle persone idonee a ricoprire l’incarico di scrutatore di seggio elettorale, previsto dall’art. 9, comma 1, della Legge 30 aprile 1999 n. 120. A tal fine, consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci e falsità negli atti.
Ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445
d i c h i a r a 
- di essere elettore iscritto/a nelle liste elettorali del Comune di Oria;
- di avere assolto gli obblighi scolastici; di esercitare la professione / di essere nella condizione di__________________________ ;
- di non trovarsi nelle condizioni di esclusione dalle funzioni di scrutatore di seggio elettorale previste agli artt. 38 del D.P.R. 30/03/1957 n. 361, 23 del D.P.R. 16/05/1960 n. 570;
di essere informato/a, ai sensi e per gli effetti di cui al D.Lgs. 196/2003 che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.
Oria, _____/11/2012
Firma del dichiarante 
 ___________________________________

 Allegati: fotocopia documento _____________________n. _______________ del ______ rilasciato da ______________________________________________________________
Ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 445/2000 la dichiarazione è sottoscritta dall’interessato in presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritta e inviata unitamente a copia fotostatica, non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore, all’ufficio competente via fax, tramite un incaricato, oppure a mezzo posta.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...