giovedì 31 maggio 2012

ORIA - IL MINISTRO PER I BENI CULTURALI VUOL VEDERCI CHIARO DOPO I LAVORI ESEGUITI DALLA DIOCESI. (NECROPOLI MESSAPICA, GAZZETTA MEZZOGIORNO OGGI )

(Foto e testo Gazzetta del Mezzogiorno del 31.5.2012)

Campo di calcetto al posto della necropoli, scatta un'indagine dei carabinieri. Tutto distrutto nell’area del seminario: acquisiti vari documenti.

ORIA - Il Ministero per i Beni e le attività culturali riapre il caso della necropoli messapica distrutta tra il 2002 e il 2005 per costruire un campo di calcetto nel cortile del palazzo dei missionari di San Vincenzo della Diocesi di Oria. I Carabinieri del Comando Tutela Beni culturali hanno acquisito diversi documenti dagli uffici comunali e dalle Soprintendenze ai Beni Archeologici e Architettonici di Taranto. La questione era già stata oggetto di due diverse inchieste - culminate con altrettante archiviazioni, nel 2006 e nel 2009 -, che oggi potrebbero essere contro-esaminate. L’obiettivo dichiarato è quello di fare chiarezza su quanto realmente accadde dieci anni fa: dall’avvio dei lavori in forza di una semplice denuncia d’inizio attività e non di un permesso a costruire fino ai carteggi delle e tra le autorità coinvolte, Diocesi, Soprintendenze e dirigenti comunali. La questione non è di poco conto, poiché la realizzazione dell’impianto sportivo ha comportato la distruzione definitiva, con annesso sbancamento di circa 500 metri cubi di roccia, di un parco archeologico di notevole interesse, così come in un primo momento fu definita la necropoli dalla dirigente della Soprintendenza ai Beni archeologici, Grazia Angela Maruggi, che nel 2002 chiese addirittura al Ministero finanziamenti per perfezionare gli scavi e procedere alla catalogazione dei reperti. La d/ssa Maruggi, però, a un certo punto dovette abbandonare l’incarico per motivi di salute, e dal quel momento in poi accadde davvero di tutto. La grotta in cui i messapi avrebbero celebrato funzioni religiose - con tanto di tunnel che collegava il piazzale dell’allora Seminario a piazza Giustino De Jacobis, poco più in là - fu occultata da un giorno all’altro. La Soprintendenza aveva disposto che quell’antro fosse reso fruibile, magari grazie all’apposizione di lastre in cristallo in corrispondenza dei due ingressi. La scoperta dello smantellamento avvenne quasi per caso, quando un cittadino - Franchino di Noya - notò delle crepe sulle pareti di casa della madre, che sorge proprio alle pendici del cortile dell’ex seminario, così protestò in Comune, prove fotografiche alla mano. I lavori, però, continuarono e la stessa Sovrintendenza assunse un atteggiamento interlocutorio: il dirigente ad interim Giuseppe Andreassi riferì (nel maggio 2005) di un placet verbale a suo tempo accordato da chi l’aveva preceduto, Maruggi. C’è da aggiungere che nel 2003 anche l’Ordine degli architetti di Brindisi, su impulso di Maurizio Delli Santi, che era ispettore onorario dei Beni Architettonici, chiese conto di quanto stava accadendo alla Soprintendenza ai Beni Architettonici di Taranto: il dirigente Augusto Ressa rispose che nessun parere era stato accordato. (ELISEO ZANZARELLI)

Nella foto pubblicata dalla Gazzetta e qui riportata è raffigurato un momento dell'inizio dello sbancamento della roccia che creò anche seri problemi al vicinato.

mercoledì 30 maggio 2012

SCEMPI AI BENI ARCHEOLOGICI: L'EX SOPRINTENDENTE, GIUSEPPE ANDREASSI, E' STATO CONDANNATO A UN ANNO PER FALSO IN ATTO PUBBLICO.

Fonte notizia QUI e QUI.
Già proprio così, a seguito di processo col rito abbreviato (patteggiamento su richiesta dell'imputato).
Chi è questo signore? Era il responsabile della Soprintendenza ai beni Archeologici della Puglia, con sede a Taranto, ai tempi della distruzione della necropoli messapica distrutta ad Oria.
In pratica fu la persona che fornì la pezza di appoggio all'amministrazione comunale di Oria di allora (e precisamente all'allora comandante della P.M. Emilio Guido) affinchè si insabbiasse l'indagine che poteva partire grazie ad una lettera anonima pervenuta nel 2005 a varie autorità, Procura della Repubblica di Brindisi compresa. La pezza di appoggio consisteva nel fatto che il Dr. Andreassi comunicò (sempre nel 2005 ... sic!) che le tombe vennero distrutte a seguito di disposizioni verbali (sic!) impartite a personale della Curia Vescovile dall'archeologa D.ssa G.A. Maruggi, la quale, nel frattempo, era prematuramente deceduta a causa di un male incurabile.

E, cosa strana ed interessante, la Giunta Pomarico intende nominarlo Direttore Scientifico Onorario dell'istituendo Museo Archeologico Messapico con sede in Oria presso Palazzo Martini (cliccare QUI)

Intanto ho saputo che domani su un quotidiano di questa provincia potremo apprendere delle novità interessanti sul versante necropoli messapica distrutta ad Oria nel 2002.

ORIA - 2 GIUGNO: "FESTA DEMOCRATICA" ORGANIZZATA DALLA LOCALE SEZIONE PD.

In occasione della Festa della Repubblica, sabato 2 giugno, il PD di Oria è lieto di invitare la cittadinanza alla festa democratica che si terrà in piazza Lama. Il programma della giornata prevede, oltre agli interventi istituzionali di rito, giochi per i bambini nella mattinata (a partire dalle ore 10,30) e altri divertenti giochi già nel tardo pomeriggio (a partire dalle 19,30). Oltre a questi momenti ludici, ci saranno operatori disponibili a calcolare approssimativamente l'IMU per tutti coloro che ne avessero interesse; poi, ci sarà anche un altro stand per il tesseramento 2012 nel PD. Concluderà la serata il concerto di Lisa Schiavone. A prescindere dalla collocazione politica di ognuno di noi, sabato 2 giugno ritroviamoci tutti in piazza per onorare il ricordo dell'istituzione repubblicana per la quale tanto sangue è stato versato. W l'Italia W la repubblica.
Dott. Alessandro Perrucci, Segretario PD Oria

ORIA - IL COMUNE HA PUBBLICATO LE ISTRUZIONI PER L'IMU (DEFINITA -PROPRIA- DALLO STESSO COMUNE)




Cliccare QUI per leggere il documento.

ORIA - 1,2,3 GIUGNO 2012, PRIMO RADUNO CAMPER "ORIA FUMOSA". BELLA INIZIATIVA!


martedì 29 maggio 2012

ORIA - SECONDO IL N.A.S.O. IL COMUNE DA' INCARICHI LEGALI IN DEROGA AL REGOLAMENTO COM/LE MORTIFICANDO GLI AVVOCATI ORITANI.

Ricevo e pubblico dal N.A.S.O.:

[Caro Franco,
ti scriviamo con l'animo affranto: abbiamo appena appreso una ferale notizia, e cioè che ad Oria, tra i circa 70 tra avvocati e procuratori, NON CE N'E' UNO (diciamo bene: UNO) in grado di promuovere azione giudiziaria contro Axitel s.p.a e che non sia in grado (SIC !) di affrontare "questioni giuridiche particolarmente delicate o contenziosi caratterizzati da particolare complessità" (testuale dalla determinazione n. 279 del Responsabile Affari Generali).

Il prescelto è l'avv. Milone che, con tutta la stima che proviamo per lui, non ci sembra tanto più ferrato rispetto ai negletti avvocati oritani. Nè ci solleva la circostanza che il Milone sia (per così dire) per metà oritano, avendo sposato una nostra concittadina e risiedendo ad Oria da anni. Questa, a nostro modesto parere, è un'umiliazione bella e buona nei confronti degli avvocati oritani, aggravata dal fatto che, nel preambolo di detta determinazione, si dice che è facoltà dell'Ente conferire incarichi legali in deroga al relativo Regolamento comunale che ha previsto -l'anno scorso- l'istituzione di apposito albo a cui attingere di volta in volta.

Ciò vuol dire che il Milone non ha fatto domanda di inclusione in detto albo (in realtà è un elenco...) entro il termine -ci pare di ricordare- del 31 maggio 2011: per premio si becca questo incarico con una spesa preventivata a carico delle casse comunali (e quindi nostre) di ben 7.650 euro, in virtù di preventivo già presentato. E qui sorge spontanea una domanda, direbbe Lubrano: perchè il preventivo è stato chiesto solo all'avv. Milone? E la trasparenza amministrativa? E il principio della par condicio che la P.A. deve rispettare nell'espletamento della sua attività ? Non c'è niente da fare: l'Amministrazione Pomarico sta facendo di tutto, ma proprio di tutto, per far pentire i propri elettori. Tanti saluti. Firmato: N.A.S.O.]

LA GRAVE CRISI IN ATTO COLPISCE ANCHE IL SETTORE DELL'INFORMAZIONE .... COMPRESA TELERAMA.

Non meravigliatevi se da oggi Telerama vi fornirà una INFORMAZIONE PRECARIA. Da ieri i dipendenti di Telerama (giornalisti, cameraman, tecnici, impiegati ed amministrativi) sono in cassa integrazione al 50%. Per approfondire cliccare QUI.

40° ANNIVERSARIO DEL GEMELLAGGIO TRA LE CITTA’ DI ORIA E LORCH - PROGRAMMA

COMUNICATO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ORIA

Nel 1967, a cura della Pro Loco nasce la rievocazione storica del Torneo dei Rioni e, dopo alcuni anni si intuì che detta manifestazione doveva avere anche un respiro internazionale riunendo intorno a sé quelle Città che erano state governate dall’imperatore svevo Federico II e si pensò di partire proprio da quelle terre che gli aveva dato i natali. Fu individuata la Città di Lorch e il I° maggio 1971 una delegazione della Città di Oria si recava in quella Città per firmare la “ Promessa di Gemellaggio” tra le Città degli Hoestaufen. La Delegazione di Oria era composta dal Sindaco Avv. Pasquale Sartorio, dagli Assessori Emanuele Mazza e Antonio Baldari, dal Presidente della Pro Loco Gennaro Martini Carissimo, dal Presidente Onorario della Pro Loco Dott. Donato Palazzo e dal Vice Presidente della Pro Loco Luciano Calò. In quella circostanza si decise di firmare ad Oria l’atto di Gemellaggio nell’anno successivo ed, infatti il 28 maggio 1972 nel campo del Torneo alla presenza del Borgomastro Walter Kubler e del Sindaco di Oria, Pasquale Sartorio, con le rispettive delegazioni fù firmato ufficialmente l’atto che gemellava le due Città.
Da quella data sono passati quarantanni e, ancora oggi tale sentimento, seppur tra tante difficoltà, è ancora vivo e vegeto. Numerose sono state le iniziative intraprese nel corso degli anni che hanno visto protagonisti non solo la pubblica amministrazione ma anche molti cittadini e famiglie che hanno intrecciato rapporti di vera amicizia con famiglie tedesche favorendo scambi socio-culturali con varie iniziative svoltesi nelle due Città. Quest’anno la Città di Oria rinnoverà tale atto di Gemellaggio per rinsaldare e confermare ancora una volta i forti legami che legano le due Città. Dal 6 al 10 giugno p.v., una delegazione tedesca composta da Consiglieri Comunali guidata dal Borgomastro Karl Buhler sarà presente in Oria. Giovedi 7 giugno p.v. alle ore 18,30 nell’aula consiliare è prevista la “Cerimonia di Rinnovo del Gemellaggio” ove sarà convocato un Consiglio Comunale congiunto con i rappresentanti delle due Città. E’ stato predisposto per tale evento un apposito programma ove è invitata tutta la cittadinanza, come di seguito riportato:

P r o g r a m m a:
Introduce: Dott. Emilio Pinto, Consigliere Delegato al Gemellaggio
Saluta: Antonio Metrangolo, Presidente del Consiglio Comunale di Oria
Interviene: Prof. Cosimo Mazza “Il Gemellaggio nei suoi 40 anni”
Proiezione breve filmato sulla storia del Gemellaggio a cura di OriaInvideo
Concludono: Cosimo Pomarico, Sindaco di Oria e Karl Buhler, Borgomastro di Lorch con la firma di rinnovo del Gemellaggio
Partecipano: - Il Coro Polifonico di San Pasquale –Oria “A. Dello Monaco” Direttore Giuseppe Massa, Organista Franco Leo
- Istituto Tecnico Commerciale per il Turismo “G.Calò” di Oria

ORIA - 29 MAGGIO CONVEGNO AUSER - I BISOGNI DEGLI ANZIANI, LE RISPOSTE DELLA CITTA’


ORIA – Si terra stasera 29 maggio con inizio alle ore 18.30 presso la sala “V. De Sica” del Cinema Gassman di Oria un convegno della locale sezione Auser. Il convegno dal titolo “I bisogni degli anziani, le risposte della città”, vuole fare il punto della situazione, afferma la presidente Maria Donatiello, su quelle che sono le principali problematiche individuali e sociali della terza età nella città di Oria, conoscere più da vicino le principali esigenze, nonché comprendere quali misure nell’immediato possono essere adottate per alleviare i bisogni e le sofferenze di questi cittadini “ormai avanti con l’età”.
Al convegno interverranno il Sindaco di Oria Cosimo Pomarico, l’Assessore alle Politiche Sociali Cosimo Di Giovanni, il Presidente provinciale Auser Antonio Carriero e il presidente regionale Anna Maria Semitaio.
Nel corso del convegno in cui l’Auser si presenta alla città di Oria, continua la presidente Maria Donatiello, i soci saranno impegnati in una toccante cerimonia nella quale sarà dedicata la locale sezione alla indimenticabile figura di Pucci Schifone, straordinaria esempio di volontario, amministratore e di operatore sociale e culturale della nostra città, che ha dedicato la sua vita, con dedizione e attaccamento, ai valori e ai bisogni della comunità anziana.
Verrà, inoltre, proiettato un cortometraggio, realizzato qualche anno fa dall’Auser di Torre S.S., in cui il compianto Pucci Schifone era l’attore protagonista in una storia in cui un uomo aveva combattuto la solitudine e l’emarginazione per mezzo di uno strumento di “riscatto sociale” come l’Auser.
Il Presidente Auser Oria
Maria Donatiello

lunedì 28 maggio 2012

ORIA - LA DISTRUZIONE DELLA NECROPOLI MESSAPICA NEL 2002 FU POSSIBILE GRAZIE ALLA "POTENZA DELLA CHIESA" ???


Rispolvero quanto pubblicato in un post il 20 gennaio scorso:

Speravo come "sorpresa" di potervi comunicare di aver fatto finalmente piena luce sulla vicenda "distruzione necropoli messapica", oppure di aver appreso di una seria indagine in corso.
Macchè, con grande delusione devo comunicarvi non si è verificato niente di tutto ciò, anzi, mi sono quasi rassegnato che un mio amico ha proprio ragione nel ripetermi con cadenza quotidiana: [Ma quando lo devi capire? Se non ha sortito nessun effetto l'indagine avviata nel 2005 qualche motivo ci sarà! E tu speri che qualche magistrato oggi vada a infangare un suo collega che circa sette anni fa archiviò il tutto prendendo per buono ciò che gli aveva comunicato l'allora Comandante della P.M. di Oria? Mi stai chiedendo cosa dichiarò? Suvvia non fare l'indiano! Dimentichi cosa ha scritto Eliseo Zanzarelli nel numero 10/2011 de Lo Strillone? "Sono tanti e vari i quesiti cui, a tutt’oggi, è difficile dare una risposta, nonostante un’indagine della Procura di Brindisi – partita dopo dettagliata lettera anonima di denuncia - poi culminata nell’archiviazione del 2005 in base agli accertamenti effettuati dall’allora comandante dei vigili Emilio Guido. Com’è possibile che l’orientamento della Sovrintendenza sia cambiato così radicalmente in appena due anni? Com’è possibile che il dirigente ad interim Giuseppe Andreassi, in una nota del 2005, citi un consenso verbale che la dottoressa Maruggi - già gravemente malata e fuori servizio dal 27 aprile 2004 – avrebbe espresso a ché la necropoli fosse smantellata?" La chiave di tutto sta in questo passaggio di Eliseo. A me non lo toglie nessuno dalla testa: la potenza della Chiesa e dell'allora vescovo Semeraro ha messo a tacere tutto. Quindi mettiti l'anima in pace e pensa ad altro. Hai forse dimenticato che per questa storia sei stato fatto fuori dalla sezione di Oria dell'ArcheoclubItalia?]

Diciamo che una sorpresa (almeno per me) oggi c'è stata.

VI INFORMO CHE LA MIA PERSONA NON HA NULLA A CHE FARE CON GRUPPI LOCALI CHE SI SPACCIANO PER "MOVIMENTO 5 STELLE"

Più volte attraverso questo mio blog ho fatto pubblicità al Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo e sono arrivato ad iscrivermi al sito internet di detto movimento.Inserisci link
Nell'autunno 2010 ho anche lanciato appelli al fine di creare una lista civica 5 Stelle per le amministraive 2011, ma ... ahimè .... le risposte sono state pochissime.
Avevo già da allora previsto il successo per liste civiche targate 5 Stelle, candidate ad amministrative.
Per le amministrative di casa nostra ritengo tuttora valido il progetto "P.I.L.U. per Oria" lanciato nel gennaio 2011.

Qualcuno ad Oria, cavalcando la tigre dell'ottimo risultato ottenuto dal movimento politico di Grillo, ha avuto l' idea di creare il gruppo Facebook Movimento Cinque Stelle Oria. Non conosco e non desidero conoscere l'ideatore ed amministatore di detto gruppo, nè sono in grado di riferirvi quali siano le finalità di detto gruppo.

Premesso quanto sopra, molto sommessamente vi dico che per il momento non provo alcun interesse per detto movimento politico.

A BREVE AD ORIA SARA' INAUGURATA LA STATUA RAFFIGURANTE "FEDERICO II DI SVEVIA".

L'occasione potrebbe essere data dalle imminenti celebrazioni per il quarantennale del gemellaggio Oria-Lorch. Auspico un coinvolgimento di tutti gli artisti locali in un apposito concorso di idee. Vi state chiedendo perchè dico questo? Ecco la risposta: ricordate la statua del cuovo galante V. Corrado? Perchè a realizzare quella statua fu quell'artista forestiero e non altri? A proposito: qualcuno sa dirmi che fine ha fatto quella statua?

Nell'immagine qui pubblicata è raffigurata la statua in bronzo di Federico II, ubicata nella città di Lamezia Terme.

domenica 27 maggio 2012

NASCE AD ORIA "NOICONSUT" PER NON FARCI PAGARE LA TARSU (se illegittima) E TUTELARE TANTI ALTRI NOSTRI DIRITTI.

ORIA - Mercoledì prossimo, 30 maggio, alle ore 19.00, nella sala convegni dell'Istituto Antoniano Maschile San Pasquale, in via Annibale Maria di Francia, sarà presentata la nascita della sede di Noiconsut, associazione dei consumatori, nata a Martina Franca e operante su tutto il territorio nazionale ed europeo per la tutela dei diritti dei cittadini, grazie a professionisti che operano nel campo del diritto, del fisco, della finanza, dei comparti agricolo e ambientale e del settore sanitario. Prenderanno parte:

- Antonio Pepe Presidente Nazionale Noiconsut Europa;
- Irene Tortorella Presidente Noiconsut Europa Comparto Puglia-Molise-Lazio-Toscana;
- Cosimo Caliandro Responsabile Nazionale Noiconsut Europa Area Banca;
- Ilaria Crescenzo Responsabile Nazionale Noiconsut Europa Area Legale;
- Michele Carriero Responsabile Nazionale Noiconsut Europa Area Impresa;
- Monica D’Elia Delegata Noiconsut Europa per Oria

Noiconsut fa parte delle 134 associazioni dei consumatori nazionali, lontano da logiche politiche, perchè la tutela del cittadino non ha colori politici. – ha dichiarato il presidente Pepe il 21 marzo scorso in occasione della inaugurazione della sede di Fasano – Questo ci ha consentito di raggiungere enormi successi, come a Martina Franca dove proprio stamattina abbiamo guadagnato il commissario ad acta per i rifiuti solidi urbani. A prescindere dal fatto che da luglio 2010 i comuni dovevano attivarsi per passare alla TIA, il costo dello smaltimento per il Comune e per i cittadini era triplicato. Perché? Perché mancano controlli e i cassonetti spesso si riempiono di acqua quando piove e il carico dei rifiuti pesa molto di più, così al Comune veniva presentato il peso dei rifiuti con l’acqua. Noiconsut pensa a migliorare la qualità dei servizi per il cittadino e anche Fasano (ed Oria, NdR) non ha attivato la TIA”.
L’evasione fiscale non si risolve con la militarizzazione. – ha aggiunto Pepe - Noiconsut chiede la possibilità di un condono, per permettere a tutti di rimettersi in regola; di un regolamento post-condono che punisca chi non si mette in regola; la possibilità di scaricare tutti gli acquisti, di modo che tutti eroghino scontrini e tutti li richiedano; regolarizzazione dell’IVA, uniformando quella per i beni di prima necessità, per evitare le evasioni”. Per presentare la proposta di legge al Governo saranno necessarie 250mila firme.

Tra i vari servizi e consulenze per i consumatori, Noiconsut si occupa di controversie sul lavoro e condominiali, infortunistica INAIL e stradale, credito, recupero arretrati INPS e pensioni civili, disdire il canone RAI, problematiche con utenze, energia, telefonia e gas. L’associazione si occupa anche di petizioni e proposte leggi.
Ad Oria la sede di Noiconsut sarà operativa nei prossimi giorni in Via Torre SS. 85/a. Per informazioni: www.noiconsut.net

ORIA - I PROPRIETARI DEL CASTELLO DIFFIDATI DA UNO STUDIO LEGALE A RISOLVERE IL PROBLEMA DELLE COLATE DI FANGO IN CASO DI TEMPORALI.

STUDIO LEGALE
Avv. Gregorio GENNARI
Oria

Spett.le BORGO DUCALE s.r.l.
Via Castello, 1 – 72024 ORIA (Br)
Oggetto: atto di diffida

Invio la presente a titolo personale, nonché in nome e per conto di famiglie residenti in abitato di Oria, alla Via Francavilla Ciriaco, nonché ancora di esercenti locali commerciali ubicati in detta Via, in virtù di conferimento di apposito incarico, al fine di significarVi quanto segue.
In seguito ai lavori di sbancamento e di movimentazione terra da Voi fatti eseguire nei pressi dell'ingresso al Castello d'Oria con accesso da Via Giacinto D'Oria, ogni volta che si verificano pesanti precipitazioni meteoriche, da detto accesso si verifica la fuoriuscita di una grande quantità di fango che defluisce lungo detta Via Giacinto D'Oria e, soprattutto, lungo Via Francavilla Ciriaco. La melma invade abitazioni, scantinati, locali commerciali, rimesse, in ciò agevolata e favorita dalla pendenza della strada.
Successivamente il fango, una volta asciugatosi, si deposita e si trasforma in polvere che, sollevata dal vento e dai mezzi in transito, si insinua ovunque (su porte, finestre ed infissi in genere, panni stesi ad asciugare, usci, parapetti, ringhiere esterne, balconi e quant'altro).
L'ultimo episodio si è verificato in data 23 maggio u.s., in concomitanza con un forte acquazzone che si è abbattuto su Oria.
Poiché la situazione innanzi rappresentata si protrae da quando codesta società ha fatto eseguire i lavori di cui sopra – di più, appare essersi aggravata con l'andare del tempo, dimostrazione che da parte Vostra non vi è stato alcun intervento di manutenzione e/o di rimessione in pristino stato dei luoghi - con la presente SIETE INVITATI a porre IMMEDIATAMENTE RIMEDIO alle incresciose situazioni dianzi descritte.
In difetto si darà corso ad azione giudiziaria onde addebitarVi i danni patiti e patiendi dallo scrivente e dai conferenti il presente incarico professionale.
Confidando in un positivo riscontro alla presente, si saluta cordialmente.

Oria, 25 maggio 2012
Avv. Gregorio GENNARI

UDITE, UDITE, UDITE! LA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI E' ILLEGITTIMA PER GLI ANNI 2010, 2011, 2012.

Fonte notizia: QUI.

[Il legislatore non ha ancora chiarito il rinvio dei termini di vigenza della TARSU per i Comuni che ancora non siano passati a TIA.

Per il terzo anno consecutivo, malgrado la richiesta formulata dall’ANCI già nella nota esplicativa del 28 dicembre 2010, il Governo continua a non dettare alcuna disposizione legislativa, precisa e puntuale, per confermare la possibilità per i Comuni di continuare ad applicare la TARSU, pur a fronte della totale abrogazione della relativa disciplina primaria da parte dell’art. 49, D.Lgs. n. 22/97, in base al quale la TARSU deve ritenersi definitivamente soppressa già dal 2010.

Questa mancanza di chiarezza ha creato, e continua a creare, parecchi problemi ai Comuni, che si sono visti contestare in molti casi l’impossibilità di richiedere il pagamento della tassa, in quanto non più supportata da una precisa e tassativa normativa primaria.

Infatti, la mancata adozione di una norma primaria è estremamente pericolosa, in quanto può determinare la totale illegittimità degli atti di riscossione.

Oltretutto, si deve precisare che, anche se il servizio rifiuti è obbligatorio e i costi devono essere coperti, il tributo, se non supportato da una precisa disposizione normativa, non deve essere versato dai contribuenti ai singoli enti locali.

Infatti, l’eventuale illegittimità degli atti di riscossione della TARSU adottati dai Comuni, pur avendo natura esclusivamente formale, non può obbligare i contribuenti a versare l’entrata richiesta dal Comune a copertura dei costi sostenuti, senza una precisione disposizione legislativa, ai sensi e per gli effetti dell’art. 23 della Costituzione. ........] Continua a leggere: QUI.

GIROCANTINE IN VESPA 2012 - PARTENZA DA PIAZZA MANFREDI ORIA - FOTOGALLERY

sabato 26 maggio 2012

UNA BELLISSIMA RAGAZZA ORITANA ALL'ODIERNA FESTA DEI BANDERESI A BUCCHIANICO, NEL GRUPPO SBANDIERATORI E MUSICI.

Vi state chiedendo chi è?
Vanessa Doria, 24 enne, lauerata in CTF presso l'Università di Chieti, sassofonista nel Progetto Artistico Oritano di Oria, nonchè tamburrina nel Gruppo Sbandieratori e Musici di Bucchianico (CH), dove a partire dal 1550 si svolge "La Festa dei Banderesi", una rievocazione storico-folcloristica, in onore di Sant'Urbano I° Papa martire, che trae origine da un fatto d'arme, accaduto a Bucchianico nel Medioevo.
Quest'anno la Festa si è tenuta nei giorni 20 e 25 maggio.
Conosco Vanessa da circa vent'anni e posso affermare che è sempre stata una ragazza davvero in gamba.
Nelle seguenti immagini Vanessa ritratta ad Oria.

ULTIMA DA RADIO-CHIANCA: SARA' DI ORIA UNO DEI NUOVI ASSESSORI PROV/LI A BRINDISI.

Già, proprio così! E' questa la voce che circola con una certa insistenza nelle ultime ore fra i piazzaioli oritani.
Dopo la fuoriuscita dalla giunta provinciale di Paola Baldassarre e di Vincenzo Ecclesie (entrambi nominati assessori nella nuova giunta comunale di Brindisi) il presidente Ferrarese avrebbe manifestato l'intenzione di restituire un posto di assessore ad Oria. Ricordate? Mimino Pomarico, sindaco di Oria, eletto consigliere provinciale nel 2009 con un bel pò di voti, nei mesi scorsi si è dimesso da assessore provinciale, lasciando così Oria senza rappresentante a livello provinciale sia nella giunta che nella maggioranza consiliare della provincia.
Ieri sera si è tenuta un'apposita riunione di maggioranza ad Oria e, sempre secondo una vox populi, i maggiori papabili per tale posto di assessore prov/le, al momento sarebbero: Gianfranco Sorrento, Luciano De Nuzzo e Cosimino Moretto. Sarà vero? Vedremo .... nelle prossime ore.

ORIA - IN ARRIVO ENNESIMO TEMPORALE E ... FORSE ENNESIMI DANNI IN ABITAZIONI DI UN CERTO QUARTIERE.

Un oritano mi ha segnalato che nella zona in cui abita, ogni qualvolta c'è un temporale si verificano notevoli danni all'interno delle abitazioni. In pratica, telefoni, elettrodomestici e varie apparecchiature elettroniche, vengono letteralmente messi fuori uso da scariche elettriche concomitanti a tuoni, lampi e fulmini.
L'autore di tale segnalazione (più volte vittima anch'egli di questi danni) ipotizzava che la causa può essere la presenza nei pressi di una gru, utilizzata per un cantiere edile, i cui lavori sono ormai da tempo terminati. Con la sua mole, detta struttura metallica potrebbe attirare i fulmini scaricando tanta energia elettrica nei dintorni.
Il caso sarebbe stato segnalato anche al sindaco, il quale ha assicurato un fattivo interessamento affinchè detta gru venga smontata al più presto.
Il signore che mi ha chiesto di pubblicare qualcosa in merito mi ha anche pregato (al pari di tanti altri confidenti, tante altre chianche e zanzare) di non svelare la sua identità.
Vi state chiedendo perchè non scrivo altri dettagli circa il punto esatto in cui esiste questa problematica? Ecco la risposta: mi sto stancando di fare la parte del "più fesso monaco che porta la croce".

venerdì 25 maggio 2012

ORIA - DOMENICA 3 GIUGNO: MANIFESTAZIONE IN RICORDO DI MELISSA BASSI E CONTRO TUTTE LE VIOLENZE.

La manifestazione per ricordare Melissa Bassi e contro tutte violenze di ogni tipo organizzata dalle associazioni di volontariato oritane, dalle parroccchie, dalle scuole da singoli cittadini, prevista per domani sabato 26 maggio alle ore 18 con raduno in Piazza Lorch è stata spostata a domenica 3 giugno nello stesso luogo ed alla stessa ora per poter consentire a tutti i cittadini, alle istituzioni, alle associazioni che lo vorranno fare alla manifestazione provinciale di brindisi prevista per domani pomeriggio come da comunicato stampa.
Vi aspettiamo, quindi, domenica 3 giugno alle 18 in Piazza Lorch. Portate striscioni, cartelloni ecc. e tutto ciò che ritenete sia utile per dare visibilita a questo evento.

Saranno presenti istituzioni, scuole, associazioni, una delegazione dei ragazzi del Morvillo-Falcone, cittadini oritani interessati a lottare per la legalità.

Salvatore Filotico delegato comunale C.S.V., salvatore.filotico@tiscali.it, cell 338-9824157

oppure contattare: Oratorio Sing - Auser - Avis ORIA

PROVO GRANDE DOLORE PER TRAGICA MORTE 2 ORITANI FRA IERI ED OGGI.

Anzichè riferirvi dei tragici eventi (che potrete leggere altrove), ritengo opportuno osservare momenti di rispettoso silenzio.

giovedì 24 maggio 2012

UNA MANO LAVA L'ALTRA ED ENTRAMBE .........

In merito al mio post dei giorni scorsi circa stranezze (secondo il mio punto di vista) verificatesi in occasione del XV Educational per giornalisti nazionali ed esteri che si è tenuto anche ad Oria, poco fa ho saputo alcuni particolari interessanti. Ovviamente non posso raccontarvi tutto, ma una cosa voglio riferirvela ed è questa: nel pacchetto turistico sponsorizzato dalla nostra amministrazione comunale, nella sezione DOVE DORMIRE AD ORIA E DOVE MANGIARE, sono indicati solo alcuni dei tanti ottimi esercizi presenti sul territorio, per il semplice motivo che sono quelli in cui i giornalisti hanno dormito, mangiato e bevuto senza pagare un centesimo di euro.

Per non rischiare di imbattermi in un campo minato non vi dico altri particolari che ho appreso stasera, alla presenza di due testimoni, da un amico che è più o meno parte in causa nella vicenda in esame.

Spero che qualche consigliere di minoranza, dopo aver letto questa mia nota, chieda formalmente chiarimenti al sindaco in ordine:
- alle modalità di coinvolgimento di tutti gli operatori turistici locali;
- al meccanismo di scelta di solo alcuni esercizi, dove i giornalisti hanno potuto mangiare o dormire gratuitamente in cambio di visibilità nei loro successivi articoli di promozione del nostro territorio;
- al tipo di spese sopportate dalla Pro Loco per meritare MILLE euro di contributo da parte del Comune.

Ho iniziato questo post con un proverbio e concludo con altri due proverbi, in dialetto oritano: "Tammi ca ti tou ca l'amicizia dura" - "Nienti pi nienti nisciunu faci nienti".

UNO DEI PROBLEMI CAUSATI ALLA CITTA' DI ORIA DAGLI ABUSI EDILIZI PRESSO IL CASTELLO.

In pratica è quello che gli ambientalisti definiscono "danni derivanti dall'azione antropica", ovvero danni provocati dall'attività dell'uomo e, nel caso in esame, conosciamo anche il nome dei presunti responsabili (attualmente 8 indagati fra i quali anche i proprietari e funzionari della soprintendenza, oltre al progettista, al direttore dei lavori e al Dirigente UTC).

Dall'inverno 2011 ad oggi, in occasione di abbondanti piogge, non è la prima volta che si verifica il fenomeno del riversamento di abbondante quantità di fango (immortalato dalle foto pubblicate in calce a questo post) proveniente dal colle del castello, ma per i residenti della zona la misura è ormai colma (secondo quanto mi è stato riferito stamattina da persona di mia conoscenza) ed hanno deciso di sottoscrivere un documento di protesta e diffida da inviare al Comune ed alla Borgo Ducale srl, proprietaria del castello. Le vie interessate sono: Via G. D'Oria, Via Bandello, Via Francavilla e Via Ciriaco, dove fra l'altro sono ubicati anche degli esercizi pubblici.

Ho scritto dall'inverno 2011, in quanto fu nei mesi immediatamente precedenti che il versante del colle del castello "lato Via G. D'Oria" cambiò conformazione, così come indicato nella Comunicazione Notizia di Reato:
PARCO (lavori in corso di esecuzione): Alterazione della conformazione plano-altimetrica del sistema dei terrazzamenti, nella zona a sinistra del parco salendo da via G. D’Oria, in difformità da quanto autorizzato con P. C. n. 104/2008 e/o in difformità dallo stato di fatto rappresentato negli elaborati allegati al P.C. n.104/2008 attraverso le seguenti opere:
9) demolizione dei muretti a secco preesistenti;
11) demolizione di muro di contenimento preesistente e ricostruzione con arretramento e conseguente allargamento della sede carrabile in prossimità dell’ingresso in via G. D’Oria e realizzazione di nuova aiuola;
12) scavo e riporto di terreno per la riconfigurazione dei nuovi terrazzamenti così come rideterminati dai nuovi muri di contenimento;
13) diversa conformazione plano-altimetrica della scalinata che dal parco permette di raggiungere il complesso monumentale;
14) chiusura vasca esistente ai piedi della scarpata del castello con soletta in calcestruzzo armato;
15) alterazione della vegetazione esistente con abbattimento alberi ad alto fusto;

QUEST'ANNO SI CELEBRA IL QUARANTENNALE DEL GEMELLAGGIO ORIA-LORCH. PREPARATIVI IN CORSO DA PARTE DEL COMUNE.

Dal sito web del Comune di Oria: [Dal 1972 Oria è gemellata con la cittadina tedesca di Lorch nel nome della nobile famiglia di Federico II: gli Hohenstaufen. Trait d'union tra le due comunità è stato il Torneo dei Rioni, la rievocazione storica imperniata sulla figura dell'Imperatore svevo. Lorch si trova nella regione del Baden Wurtemberg, esattamente nella pare settentrionale della valle del Rems.

Le due comunità hanno precorso i tempi rispetto all'unità dell'Europa ed hanno mantenuto nel tempo rapporti cordiali con frequenti visite nelle rispettive cittadini e scambi culturali ed economici di vario tipo. Oggi, a sostegno del gemellaggio, è stato costituito un apposito comitato formato da consiglieri comunali e rappresentanti delle associazioni e delle famiglie che hanno contatti diretti con le famiglie della cittadina tedesca.]

Il trentennale, stranamente, non venne celebrato nel 2002, bensì nel 2003 e nell'occasione Poste Italiane SpA dedicò uno speciale annullo filatelico:

BANDIERA ARANCIONE - CARO FRANCO TI SCRIVO PER DIRTI CHE HO PERSO UNA SCOMMESSA.

Caro Franco,
a proposito della notizia circa il riconoscimento Bandiera Arancione TCI per la nostra Oria voglio comunicarti che ho perso una scommessa che avevo fatto con un'amica. Ero fermamente convinta che Oria mai avrebbe potuto ottenere tale marchio (a prescindere dal requisito della popolazione) fin quando il castello non sarà fruibile al pubblico. Questa mia convinzione derivava dal fatto che sul sito della Bandiera Arancione del TCI è scritto fra l'altro: [(località che) presentano risorse artistiche, architettoniche, naturalistiche accessibili e fruibili.]

Altri dubbi mi erano anche venuti leggendo i Criteri di analisi:

COSIMO POMARICO, SINDACO DI ORIA, OGGI 24 MAGGIO NON SARA' A VENEZIA.

Già proprio così! Se avete necessità di parlargli potete andare normalmente nel municipio di Oria.
Per approfondimenti cliccare QUI.

mercoledì 23 maggio 2012

ORIA OTTIENE LA BANDIERA ARANCIONE DAL TCI. SEGUE PIANO DI MIGLIORAMENTO AD HOC PER LA CITTA'

Gentile Sindaco, si fa seguito alla candidatura del Suo Comune al Programma territoriale Bandiere arancioni del Touring Club Italiano. La Bandiera arancione, marchio di qualità turistico-ambientale per le località dell'entroterra, viene conferita dal Touring Club Italiano sulla base di rigorose valutazioni quantitative e qualitative, supportate da un sopralluogo anonimo effettuato da parte degli esperti del TCI, al quale anche il Suo Comune è stato sottoposto. Ad oggi sono 189 le località in Italia, solo il 9% dei Comuni che hanno proposto la candidatura. A conclusione delle attività di analisi del territorio sviluppate dal Touring Club Italiano attraverso l'applicazione del Modello di Analisi Territoriale (M.A.T.), ho il piacere di comunicarLe che il Suo Comune ha soddisfatto i requisiti richiesti; Le comunichiamo pertanto che ad Oria viene assegnata la Bandiera arancione, il marchio turistico-ambientale del TCI.
Nei prossimi giorni il Comune riceverà un Kit, contenente tutti gli strumenti di promozione e i documenti riservati alle località Bandiera arancione, incluso il Piano di miglioramento redatto ad hoc per il Comune sulla base dell'analisi condotta.
Congratulandoci per questo importante risultato, porgiamo cordiali saluti. Direzione Strategie Territoriali TCI.

CREATO GRUPPO FACEBOOK "VOGLIAMO CHE IL CASTELLO DI ORIA SIA VISITABILE PER SCOPI CULTURALI"

Ho creato questo gruppo FB e lascio ad ognuno di voi la libertà di iscriversi o meno. Come ben sappiamo il castello di Oria, già sequestrato dalla Procura della Repubblica di Brindisi per presunti abusi edilizi ed altro, di recente è stato dissequestrato, ma i proprietari si sono chiusi in un silenzio assordante e non comunicano all'amministrazione comunale di Oria ed alla cittadinanza tutta le intenzioni circa la riapertura A BREVE al pubblico.

Premesso quanto sopra ritengo che il problema può essere definitivamente risolto grazie al D. Lgvo n. 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137) , il quale così recita:
Art. 104. Fruizione di beni culturali di proprietà privata.
1. Possono essere assoggettati a visita da parte del pubblico per scopi culturali:
a) i beni culturali immobili indicati all’articolo 10, comma 3, lettere a) e d), che rivestono interesse eccezionale;
b) le collezioni dichiarate ai sensi dell’articolo 13.

2. L’interesse eccezionale degli immobili indicati al comma 1, lettera a), è dichiarato con atto del Ministero, sentito il proprietario.

3. Le modalità di visita sono concordate tra il proprietario e il soprintendente, che ne dà comunicazione al comune e alla città metropolitana nel cui territorio si trovano i beni. (comma così modificato dall'articolo 2 del d.lgs. n. 62 del 2008).

Pertanto il presente gruppo facebook nasce con l'intenzione di sollecitare chi di competenza ad attivare tale procedura.

LETTERA APERTA AL SINDACO DI ORIA AFFINCHE' SOLLECITI LA FAMIGLIA ROMANIN-CALIANDRO A TENERE APERTO IL CASTELLO.

Pubblico nuovamente un mio articolo del settembre scorso.

Ricevo e pubblico:
[Gentile signor Arpa,
non sono oritano, ma ho molti amici oritani che spesso vengo a trovare ad Oria.
Grazie al video che Lei ha pubblicato in un precedente articolo di oggi ho avuto modo di apprendere della petizione popolare organizzata dal signor Lippolis con lo scopo di obbligare gli attuali proprietari del castello a consentire sempre le visite nella zona museale dell'antico maniero.
Premesso quanto sopra ritengo che la querelle può essere definitivamente risolta grazie al Dlgs n. 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137) , il quale così recita:
Art. 104. Fruizione di beni culturali di proprietà privata.
1. Possono essere assoggettati a visita da parte del pubblico per scopi culturali:
a) i beni culturali immobili indicati all’articolo 10, comma 3, lettere a) e d), che rivestono interesse eccezionale;
b) le collezioni dichiarate ai sensi dell’articolo 13.

2. L’interesse eccezionale degli immobili indicati al comma 1, lettera a), è dichiarato con atto del Ministero, sentito il proprietario.

3. Le modalità di visita sono concordate tra il proprietario e il soprintendente, che ne dà comunicazione al comune e alla città metropolitana nel cui territorio si trovano i beni.(comma così modificato dall'articolo 2 del d.lgs. n. 62 del 2008).

Ritengo che potrebbe farsi promotore di detta azione lo stesso signor Lippolis attraverso l'associazione onlus ArcheoclubItalia, cui risulta essere socio in base a quanto dichiarato dal giornalista di Telerama nel servizio TG.

Mi piacerebbe sapere inoltre cosa ne pensa il signor Lippolis in ordine a quanto si è scritto e detto ultimamente a proposito delle intenzioni della Borgo Ducale di far diventare il castello una location per matrimoni d'alto livello.

Grazie.
Distinti saluti.
Firmato: Calò De Castro, giovane laureando in Beni Culturali]

ORIA - DA UN PAIO DI GIORNI SONO INIZIATI (PER L'ENNESIMA VOLTA) I LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA CATTEDRALE

Intanto con delibera n.68 in data 21 c.m. la Giunta Municipale ha deciso di spendere la somma di 105.000 Euro per riqualificare (ancora una volta) alcuni punti della città e realizzare un rondò nei pressi del municipio.

martedì 22 maggio 2012

IN ARRIVO NUOVO BALZELLO DAL CONSORZIO BONIFICA DI ARNEO ED IL SINDACO DI ORIA TACE (INSIEME AD ALTRI SINDACI DEL BRINDISINO)

Ricordate? Nei giorni scorsi, vi ho informato di una disfunzione dell'Albo Pretorio online del Comune di Oria, in particolare circa importanti documenti in formato .pdf relativi al "Nuovo Piano di Classifica" adottato dal Consorzio Speciale per la Bonifica di Arneo, che sarebbero elencati ma non scaricabili (perchè forse nemmeno caricati?). Orbene l'anomalia permane ed oggi 22 maggio è scaduto il termine per la pubblicazione di detti atti e noi cittadini non abbiamo avuto la possiblità di leggere.

Sulla Gazzetta del Mezzogiorno online è apparso un articolo che ritengo, molto interessante, a proposito di tale Nuovo Piano di Classifica, che avrebbe provocato la mobilitazione di 50 sindaci della provincia di Lecce.
Ad Oria .... e nella provincia di Brindisi forse ai sindaci questa cosa non interessa una "beata m******" (direbbe il buon Cetto Laqualunque)

[(Gazzetta del Mezzogiorno - Salento, consorzi bonifica e cartelle esattoriali 50 sindaci sulle barricate, di ELENA ARMENISE)

LECCE - I sindaci dei comuni salentini uniti per dire no al nuovo balzello richiesto dai Consorzi di bonifica. Ieri mattina i primi cittadini dei comuni convocati dalla Provincia per discutere sul nuovo Piano di riparto delle spese consortili per il 2012 redatto dagli enti di

ORIA - MESSA SANTA RITA, ORE 19,00 PRESSO CHIESA SAN DOMENICO.

Oggi 22 maggio, presso la chiesa di San Domenico, con inizio alle ore 19,00, sarà celebrata una messa in onore di Santa Rita da Cascia (patrona degli impossibili), nel corso della quale saranno benedette le rose portate dai fedeli. La benedizione delle rose ricorda un episodio della vita di Santa Rita. La Santa, nel gennaio 1457, mentre era malata nella sua cella monastica di Cascia, chiese ad una cugina di portarle da Roccaporena una rosa della sua terra. La tradizione afferma che Dio esaudì questo desiderio e la parente di Rita poté raccogliere per lei una rosa sbocciata in inverno, tra la neve.
Al termine della funzione sarà altresì consegnato ai presenti del pane benedetto, ed alle persone che portano il nome Rita sarà consegnata una piccola medaglia con l'immagine della santa.

lunedì 21 maggio 2012

SECONDO IL CAV. ROM. DE SIMONE DALL'EX POLVERIERA SAREBBERO SPARITE CHIANCHE ED ALBERI DI ULIVO.

E non solo, sempre secondo Romualdo, un privato cittadino si sarebbe appropriato di una fascia di terreno di proprietà pubblica. Chissà se ci saranno sviluppi a questo caso.


domenica 20 maggio 2012

ORIA - DOMANI 21 MAGGIO CONSIGLIO COMUNALE CON QUALCOSA DI INTERESSANTE ALL'ODG.

Il Consiglio Comunale è convocato in seduta ordinaria, per le ore 18.00 del giorno 21 Maggio 2012.
ORDINE DEL GIORNO

1) - Comunicazione deposito verbali delle deliberazioni adottate nelle sedute precedenti del 30.4.2012, 23.4.2012, 20.3.2012, 21.02.2012, 24.01.2012, 09.01.2012, 19.12.2011, 29.11.2011, 17.11.2011, 17.10.2011 – Approvazione;

2) - Comunicazioni del Sindaco in ordine a delega conferita a consigliere comunale;

3) - Approvazione del rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2011;

4) - Approvazione regolamento per la concessione della cittadinanza onoraria e benemerita;

5) - Approvazione del progetto definitivo dei “Lavori di potenziamento della S.P n.54 Francavilla Fontana-Manduria” - Adozione variante semplificata al P. di F. - Apposizione del vincolo preordinato all’esproprio.

Ancora non ho deciso se affacciarmi domani sera nell'aula del Consiglio Comunale, in quanto da qualche mese ho perso la passione, la voglia, l'entusiasmo, di assistere ai lavori della massima assise cittadina. I motivi di ciò sono tanti e ometto di dettagliarli.
Qualcosina però voglio dirvela in merito all'ordine del giorno. Per quanto riguarda il punto 2) dell'Odg. il consigliere che ha ottenuto una delega dovrebbe essere Tony Fullone, il quale da qualche settimana si sta interessando dei problemi nei due cimiteri comunali.
Per quanto riguarda il punto 4) ho saputo da un'amica chianca che fra i piazzaioli bene informati starebbero circolando due ipotesi: a)- trattasi di prebenda post elettorale (ossia devono accontentare qualche amico con un'onorificenza); b)- un cittadino oritano ha manifestato il desiderio di donare il suo ricco patrimonio librario al Comune e quindi l'amministrazione comunale vorrebbe in qualche modo ricambiare, gratificando con un'onorificenza.

Nel 2008 al sindaco Ferretti pervennero due proposte di concessione cittadinanza onoraria, una di un'associazione culturale che proponeva la concessione ad un illustre cittadino residente ad Oria, l'altra era mia e proponevo la concessione a un cittadino nato ad Oria ma residente altrove.

Così come accade oggi con questa amministrazione, nessuno dal palazzo allora si degnò di rispondermi.

Da un'amica chianca seppi che il tutto era stato stoppato a causa di forti divergenze che si vennero a creare all'interno della maggioranza, in considerazione anche del fatto che uno di essi, in particolare, si dichiarò apertamente contrario alla proposta avanzata dall'associazione culturale e presentò una propria proposta con la quale allargava la rosa dei candidati che potevano ottenere benemerenze in quel periodo.

Cosa accadrà domani? Cosa accadrà nei prossimi giorni? Chi saranno i fortunati prescelti .... meritevoli di stima e rispetto da parte del sindaco Pomarico & C.? Vedremo disse il cieco!
Una cosa è certa: lo Statuto Comunale è un'opera incompiuta e sono tanti i regolamenti in attesa di essere redatti ed approvati, ragion per cui la fregola di approvare domani tal regolamento nasconde qualcosa ..... chissà ...... forse una cambiale elettorale in scadenza? Ormai nulla più mi meraviglia!

I PARTITI DELLA COALIZIONE DI CENTRODESTRA DI ORIA CONDANNANO L'ATTO CRIMINALE DI IERI A BRINDISI.

I PARTITI DELLA COALIZIONE DI CENTRODESTRA DI ORIA

condannano l’atto criminale contro l’Istituto “Morvillo Falcone”, destinato a colpire anche gli alunni e il personale che vi operano, e manifestano profondo cordoglio alla famiglia della vittima e vicinanza ai feriti e ai loro familiari.
Chiedono la fermezza e la determinazione delle Istituzioni e auspicano la massima coesione delle forze politiche e sociali per prevenire nuove tentazioni eversive.
Esprimono solidarietà al Dirigente Scolastico, ai Docenti, agli Alunni, al personale tutto dell’Istituto Professionale “Morvillo-Falcone” di Brindisi, scuola sempre vicina alla città ed ai ragazzi di Oria, perché con i suoi allievi e i suoi docenti è stata presente nelle varie attività socio-assistenziali e ludico-educative, contribuendo allo sviluppo del territorio.
Oria, 20/05/2012

ELISEO ZANZARELLI SUL GRAVE FATTO DI BRINDISI: "CHISSA' PERCHE' NESSUNO HA SCRITTO DEL POSSIBILE GESTO FOLLE DI UNO SQUILIBRATO!

Col permesso dell'autore (Eliseo Zanzarelli, direttore del periodico Lo Strillone) pubblico queste riflessioni postate fra ieri ed oggi su Facebook. Riflessioni che io ed altre persone abbiamo condiviso apertamente su detto social network e che ritengo meritevoli di pubblicazione in questo mio blog.

Ore 16,00 del 20.5.2012 - La premessa è d'obbligo: il fatto è stato e rimane di una gravità impressionante, immane. Ciò premesso, subendo anche oggi il bombardamento mediatico del caso, che anche volendo uno non riesce a evitare, sono giunto ad alcune riflessioni che, piacciano o no, sono le mie. In realtà le avevo fatte anche ieri queste riflessioni, nell'esatto momento in cui avevo rinunciato a occuparmi della parte strappa-lacrime della vicenda.
[Ore 12, 44 del 19.5.2012 - Io faccio obiezione di coscienza: non indagherò, come richiestomi per lavoro - lo chiameremo convenzionalmente lavoro -, sul dolore delle famiglie. Lo immagino, lo comprendo, lo avverto, ne soffro. Non riporterò informazioni, reazioni, curiosità intime. Dio - se esiste o chi per lui - me ne scampi. Fosse accaduto a me, non mi sarebbe piaciuto affatto ritrovarmi in compagnia di taccuini, flash e antenne drizzate a caccia di cosiddette notizie. Non è questa l'informazione che mi piace: la cronaca, per stigmatizzare un fatto gravissimo e intollerabile, è un conto. Il pettegolezzo, finalizzato alle vendite del giorno dopo, è ben altro. Io, e accetterò tranquillamente mi si dica che forse non sono tagliato per questo mestiere - convenzionalmente lo chiameremo ancora così - , mi dissocio, assumendomene tutte le responsabilità. Preferisco rimanere coerente con me stesso, per quello che può valere.]

Pensavo e penso che sarebbe obiettivamente un peccato, per professionisti dell'antimafia e aspiranti tali, giornalisti in trincea a caccia della ribalta e organi d'informazione desiderosi di rispettare le leggi del mercato, scoprire d'incanto - come peraltro sostenuto dal procuratore capo di Brindisi, Marco Di Napoli - che il cosiddetto attentato ai danni del professionale Morvillo Falcone altro non sia stato che il gesto folle, ingiustificato e isolato di un mitomane, di qualcuno in cerca di paginate di giornali e servizi tivù, che puntualmente gli sono stati concessi.

BOMBA A BRINDISI - PINO CARBONE ED IL SUO SINDACATO FIALS: SECCO RIFIUTO A BRUTALITA' CHE FA SOLO INORRIDIRE.

Un vile omicidio, un atto criminale senza precedenti, una ferita difficile da rimarginare, una vigliaccheria inaudita in una scuola, sogni spezzati ad una dolcissima ragazza di 16 anni, segni di terrore e di paura per tanti studenti.

Queste le prime parole di Pino Carbone, Segretario Generale della FIALS, immediatamente dopo l’attentato alle 07.50 di questa mattina presso l’Istituto Professionale “Morvillo – Falcone” di Brindisi. Un delitto aberrante nella sua terra di Brindisi.

Un attacco alla società civile, alla cultura, alla scuola e ai giovani studenti, i primi nell’impartire lezioni di legalità.
Un rifiuto secco ad una brutalità che fa solo inorridire. Ma allo sdegno deve seguire, da parte di tutti, come del sindacato, una ferma risposta contro ogni violenza.

Con immensa commozione trasmettiamo i nostri sentimenti di profonda solidarietà alla famiglia di Melissa, ha proseguito Carbone, tutta la FIALS è vicina alle famiglie dei tanti giovani feriti.
Sono pervenuti a Pino Carbone, da parte di numerosi dirigenti della FIALS, sentimenti di solidarietà e di vicinanza alle famiglie delle vittime, alla città di Brindisi e a tutti coloro che lottano ogni giorno per la legalità.

sabato 19 maggio 2012

ORIA - MOMENTI DI UNITA' CIVILE IN PIAZZA MANFREDI PER IL GRAVE EPISODIO DI OGGI A BRINDISI. FOTO.

Al termine della manifestazione in molti hanno sottoscritto un documento col quale si esprime solidarietà alle famiglie dei giovani coinvolti nella tragica vicenda, all'istituto scolastico Morvillo-Falcone e alla città di Brindisi.

IL PARTITO DEMOCRATICO DI ORIA SUL CASO BOMBA A BRINDISI: "NON SIAMO DISPOSTI A CHINARE LA TESTA"

I Democratici di Oria esprimono tutta la loro indignazione per il vile attentato consumato questa mattina a Brindisi e che ha stroncato la giovane vita di Melissa Bassi, ferendo nel fisico e nel morale tanti altri giovani.
Ancora una volta si sono voluti spegnere con la violenza i sogni e le speranze di una generazione. Ancora una volta si è voluto colpire le istituzioni e, non a caso, la scuola: istituzione che ha, tra le sue principali funzioni costituzionali quella di educare alla legalità.
Si è voluto, in maniera vigliacca e cosciente, colpire un istituto che, in provincia, è simbolo nel nome e nei comportamenti, della legalità, della lotta contro il terrorismo e la criminalità organizzata.
Non pensiamo che sia stata una scelta casuale quella dell'istituto "Morvillo-Falcone".
Occorre essere uniti e vigili nel prevenire questi eventi ai quali, saremo pronti a resistere oggi come sempre.
Non siamo disposti a chinare la testa.
Oria, 19 maggio 2012

La Segreteria PD Oria

STASERA TUTTI IN PIAZZA MANFREDI ALLE ORE 20,00.

Concittadini oritani,
a seguito di una proposta lanciata da un oritano sul social network Facebook alle ore 14,00 circa;
raccogliendo la buona volontà di tante persone che in queste ore hanno assistito attonite all’orribile atto di violenza consumatosi questa mattina a Brindisi in prossimità della scuola “Morvillo Falcone”, questa sera alle ore 20.00 incontriamoci in piazza Manfredi per un momento di unità civile e di sentimento. All’evento sono invitati particolarmente i gruppi, le associazioni, le parrocchie, i sindacati, i partiti e quanti si sentono toccati dall’abominevole viltà che ha colpito studenti innocenti.

NON HO PAROLE PER QUANTO AVVENUTO A BRINDISI STAMATTINA.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...