mercoledì 12 dicembre 2012

ORIA - CHI E' L'ASSESSORE AI BENI CULTURALI? PERCHE' NON SI DIMETTE DOPO AVER LETTO QUANTO HA SCRITTO LA SOPRINTENDENZA?


AL MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI - DIREZIONE REGIONALE PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DELLA PUGLIA - BARI -

AL NUCLEO CARABINIERI TUTELA PATRIMONIO CULTURALE - BARI -

 AL SINDACO DI - ORIA- (vale come ISTANZA ex art. 70 ter dello Statuto Comunale)
e, per conoscenza:
Al Signor Prefetto di Brindisi
Organi di Stampa Loro Sedi

Oggetto: ORIA - ZONE SOTTOPOSTE A VINCOLO - AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA.

 Il sottoscritto ARPA Francesco, nato ad Oria (BR) ed ivi residente in Via Malpighi, 8, titolare dei diritti di partecipazione popolare previsti nello Statuto del Comune di Oria e, segnatamente, nell'art. 70 ter; 
PREMESSO CHE: 
 - il MINISTERO DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI con DECRETO 16 marzo 1998. (G.U. 30 maggio 1998, n. 124) ha dichiarato di notevole interesse pubblico il centro storico e le aree limitrofe del comune di Oria, avendo rilevato il particolare interesse paesaggistico dell'area e la sua godibilità da numerosi punti di vista pubblici ed evidenziando come le caratteristiche geomorfologiche ed il tessuto connettivo medievale formino un unicum di eccezionale valore storico-ambientale, meritevole di tutela nel suo complesso; 

 CONSIDERATO CHE:
 -Il DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 9 luglio 2010 , n. 139 Regolamento recante procedimento semplificato di autorizzazione paesaggistica per gli interventi di lieve entita', a norma dell'articolo 146, comma 9, del decreto legislativo 22 gennaio 2004,n. 42, e successive modificazioni, all'art. 1, comma 1, prevede l'autorizzazione paesaggistica semplificata in caso di interventi di lieve entita' [Sono assoggettati a procedimento semplificato di autorizzazione paesaggistica, ai sensi e per gli effetti dell'articolo 146, comma 9, del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e successive modificazioni, recante il Codice dei beni culturali e del paesaggio, di seguito denominato «Codice», gli interventi di lieve entita', da realizzarsi su aree o immobili sottoposti alle norme di tutela della parte III del Codice, sempre che comportino un'alterazione dei luoghi o dell'aspetto esteriore degli edifici, indicati nell'elenco di cui all'allegato I che forma parte integrante del presente regolamento.] - L'Allegato 1 del predetto regolamento, agli articoli 13, 15, 17 e 21 prevede quanto segue: 13. interventi sistematici nelle aree di pertinenza di edifici esistenti, quali: pavimentazioni, accessi pedonali e carrabili di larghezza non superiore a 4 m, modellazioni del suolo, rampe o arredi fissi (la presente voce non si applica agli immobili soggetti a tutela ai sensi dell'articolo 136, comma 1, lettere a), b) e c), del Codice); 15. posa in opera di cartelli e altri mezzi pubblicitari non temporanei di cui all'art. 153, comma 1 del Codice, di dimensioni inferiori a 18 mq, ivi comprese le insegne per le attivita' commerciali o pubblici esercizi (la presente voce non si applica agli immobili soggetti a tutela ai sensi dell'art. 136, comma 1, lettere a), b) e c) del Codice); 17. interventi puntuali di adeguamento della viabilita' esistente, quali: adeguamento di rotatorie, riconfigurazione di incroci stradali, realizzazione di banchine e marciapiedi, manufatti necessari per la sicurezza della circolazione, nonche' quelli relativi alla realizzazione di parcheggi a raso a condizione che assicurino la permeabilita' del suolo, sistemazione e arredo di aree verdi; 21. interventi sistematici di arredo urbano comportanti l'installazione di manufatti e componenti, compresi gli impianti di pubblica illuminazione; 

CHIEDE: 
di poter conoscere se è stata chiesta la prescritta autorizzazione paesaggistica in ordine a recenti lavori ed interventi vari in vie e piazze cittadine sottoposte al vincolo di cui in premessa. In particolare di recente: - sono stati installati vari cartelli pubblicitari (con scritte varie, ad esempio: PORTA DEL SALENTO, PORTO TURISTICO, etc.); - sono stati installati vari parcometri e relativa segnaletica verticale, nonchè dipinte strisce blu (in relazione al servizio parcheggio auto a pagamento) nelle varie vie della cosidetta circamenia ed adiacenze, nonchè nella centralissime ed antiche Piazza Manfredi e Piazza De Jacobis; - è stato realizzato un rondò nei pressi del municipio, all'incrocio fra via Erodoto di Alicarnasso, Via Epitaffio e Via Giacinto D'oria, che ha in pratica riconfigurato l'incrocio stradale, gli annessi marciapiedi e parcheggi a raso, con previsione, di imminente realizzazione di un "prato inglese", oltre allo spostamento (già avvenuto) di una colonna crocifera (vedasi nota codesta Direz. Reg/le Prot.N.9139 del 19.9.2012). In attesa di cortese riscontro si porgono distinti saluti. 
 Oria, lì 01.11.2012
 F/to cav. Francesco Arpa

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...