venerdì 9 novembre 2012

ORIA - CHE FINE HA FATTO L'INDAGINE PER VOTO DI SCAMBIO?

Come ben sapete, nel 2011 si è parlato tanto sulla stampa locale di un'indagine della Procura di Brindisi per presunto reato del cosiddetto "voto di scambio" verificatosi nelle scorse elezioni amministrative ad Oria.
Non intendo urtare la suscettibilità degli indagati e dei loro difensori di fiducia (compresi gli azzeccagarbugli di contorno), ma molto sommessamente voglio ricordare a me stesso che a tutt'oggi non abbiamo notizia ufficiale di archiviazione del caso, nè di rinvio a giudizio. Sempre a mio parere, detta mancanza di notizie è anche dovuta alla mancanza di volontà da parte di giornalisti di Oria e dintorni di cavare qualche "ragno dal buco" negli ambienti giudiziari o sentendo direttamente gli indagati.
Oria è anche questa.

A proposito di voto di scambio vi invito a leggere un articolo pubblicato su repubblica.it
il 16.10.2012 dal titolo [ Severino: "Contro voto di scambio non escludo un decreto legge" Il ministro della Giustizia: "Il Paese lo chiede". La riforma dovrebbe allargare la fattispecie di reato, prevedendo che il prezzo siano anche le utilità e non per forza il denaro]
 >> Voto di scambio. Su questo reato la Severino dice che "apparentemente sembra semplice allargare" la fattispecie, prevedendo che il prezzo siano le utilità e non per forza i soldi. Ma "quando uno pensa - aggiunge il ministro - non ai casi di scuola, bensì alla realtà", la riforma appare "più difficile". Insomma non è detto che il mafioso sia di immediata riconoscibilità e si potrebbe prospettare formalmente una proposta lecita. La Severino spiega di non aver trovato una formula che la tranquilizzi "sotto il profilo del garantismo". Enunciare una proposta è più facile che "costruire una norma - aggiunge l'inquilina di via Arenula - che consenta di selezionare fatti tipici". Riguardo le tempistiche della riforma del reato, la Severino si augura di farla passare entro le prossime elezioni politiche. "Speriamo di poterlo fare - dice -, mi sembra che il Paese lo chiede", ma ribadisce il suo no ad interventi fatti "sull'onda dell'emotività"<<
Inserisci link

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...