giovedì 27 settembre 2012

ORIA - DECISIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE CIRCA LEGGE DI RIORDINO DELLE PROVINCE.

..... 
Quanto deliberato stasera in consiglio comunale coi voti contrari della minoranza, altro non era che una decisione già presa nei giorni scorsi dal sindaco  e dai suoi sodali, se si considera che nella giornata di ieri è apparso su internet un articolo che informava che il medesimo Pomarico "ha invitato per martedì 2 ottobre, presso il Castello Federiciano di Oria, tutti i Sindaci e i Presidenti delle Province di Brindisi, Lecce e Taranto per discutere in merito alla costituzione della “superprovincia” del Grande Salento."  (Perdonatemi una piccola dissertazione: un evento per 149 persone e relativi accompagnatori ... ve lo immaginate? Sono curioso di scoprire chi sono le persone che stanno gestendo il tutto: inviti, conferme, disdette, servizio d'ordine in città, servizio hostess, eventuale rinfresco ... e poi chi pagherà il tutto?)

A mio parere detto comportamento denota totale  mancanza di rispetto non solo verso le forze politiche di minoranza, ma anche verso tutta la città, se si considera che i cittadini non sono stati minimamente coinvolti in questa decisione, a differenza di altri Comuni della provincia (esempio: San Pancrazio). E' forse il caso di dire che il sindaco Pomarico ha cambiato idea per ben 3 volte nell'arco di 15 giorni e invece a noi cittadini non è stata data la possibilità di esprimerci nemmeno una sola volta. Ma vogliamo renderci conto di come ci stanno trattando questi 11 signori che governano la città? Meritiamo tutto questo   ... o forse di peggio?


 SINTESI DELLA DELIBERA DELL'ODIERNO CONSIGLIO COMUNALE
[......- di esprimere formalmente il proprio parere, ancorchè non vincolante, di voler aderire alla formazione della super provincia Lecce-Brindisi-Taranto.
Le ragioni di detta scelta sono legate alla necessità di valorizzare le immense potenzialità del Salento, per rilanciare il turismo, l'economia e l'occupazione in un territorio ricco di storia, di cultura e di tradizioni nelle quali si riconosce l'intera comunità oritana.
Questo progetto, qualora dovesse risultare impraticabile per diverse ragioni e tra queste il mancato confronto tra le tre città con pari dignità e senza sottomissioni per la formazione della superprovincia, si preferirà l'accorpamento con la città di Taranto a condizione che ciò garantisca il riconoscimento dello status di capoluogo ad entrambe le città di Brindisi e di Taranto ed il riparto equilibrato della presenza nei due territori dei servizi e degli enti pubblici ai quali i cittadini e le imprese quotidianamente fanno ricorso.....]

Qui di seguito una sintesi del consiglio provinciale di Taranto, nel corso del quale si è stabilito che nel caso dovesse esserci accorpamento con Brindisi, il capoluogo sarà..... TARANTO! 


In quest'altro video invece la posizione ed i chiarimenti del sindaco di Lecce in ordine alla problematica:

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...