lunedì 20 agosto 2012

ORIA - GIUNTA AZZERATA E GIOCHI DI POTERE DIETRO LE QUINTE.

Sono convinto che il sindaco Pomarico con la decisione di azzerare la giunta si è messo in un bel casino .... o come preferisce qualcuno "si è infilato in un cul de sac". La sua mossa non è stata gradita dalle segreterie dei vari partiti della coalizione, ragion per cui viene da pensare che "la digestione" della crisi creerà non pochi mal di pancia.
Domanda spontanea: il sindaco ha deciso da solo oppure è stato aizzato da "qualcuno" che ha progettato di far fuori qualche altro?
Personalmente opterei per la seconda ipotesi. A mio modesto parere, "qualcuno" è riuscito a "plagiare" il sindaco approfittando del fatto che (per quanto si sforzi di recitare) sta soffrendo una situazione di disagio a causa di vari fattori negativi, sia interni che esterni alla coalizione.
Alcuni piazzaioli bene-informati mi hanno riferito che sta per consumarsi una vera e propria faida all'interno della maggioranza, che vedrebbe contrapposti due gruppi: da una parte i Marinò, il presidente del consiglio e qualche altro e, dall'altra parte Fullone, Sorrento, D'Ippolito e qualche altro. Vi sarebbe altresì una situazione conflittuale fra il consigliere Pinto e l'assessore Malva, che avrebbe attinenza con l'organizzazione del programma estivo.
La storia insegna: in questi casi qualcuno ne uscirà soccombente. La "guerra" si consumerà attraverso il "rimpasto" della giunta e quindi attraverso l'eliminazione di uno o più assessori.
Sempre a dire dei soliti piazzaioli, gli assessori papabili a lasciare le penne sono: Pinto, Zanzarelli e Di Giovanni, vittime sacrificali in quanto assessori di riferimento dei consiglieri Sorrento, D'Ippolito e Fullone.
Questa ipotesi è supportata dal sondaggio in atto su questo blog.
Le origini di questa faida? Non una ma alcune: la prima fra tutte è legata al ridimensionamento del responsabile dell'ufficio di presidenza del consiglio voluta da Sorrento, Fullone, D'Ippolito, Carone ed altri. Vi ricordo che ciò ha fatto saltare ben due consigli comunali. Qualcosa sta andando altresì storto circa la nomina del collegio dei revisori dei conti. Corre voce che un professionista, legato da rapporti di parentela con il presidente della provincia Ferrarese, dovrebbe essere una new entry, ma ... ma ...... ma ..... non tutta la maggioranza è d'accordo.
Quanto sopra elencato può essere vicino alla realtà, oppure è pura fantapolitica? Vedremo disse il cieco!
Concludo con una riflessione: nella eventualità dovesse lasciarci le penne Rossella Pinto, si ri-presenta il problema della "quota rosa". Chi si sta scaldando a bordo campo ...... sia nella quota rosa che in quella blu? Qualche nome mi è stato fatto .... ma preferisco tacere al momento.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...