mercoledì 25 aprile 2012

SULLA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO DI OGGI SCOPERTO IL MISTERO DELLA FOTO DA ME PUBBLICATA L'ALTRO IERI (FASCIA SINDACO DI ORIA)

Cliccare QUI per mio precedente articolo.


ORIA - NON INTENDE PIÙ SFOGGIARLA: «L'HO MESSA PER SBAGLIO» - Fascia «personalizzata» per il sindaco Pomarico.
 «È stato un regalo dopo la mia elezione» ORIA. Una nuova tendenza: il sindaco come i calciatori. Con la fascia tricolore personalizzata. È così che il sindaco Cosimo Pomarico, nei giorni scorsi, si è presentato alla cerimonia d'inaugurazione in pompa magna di "Oria in fiera", la campionaria di San Cosimo alla Macchia: con il ricamo dorato "C. Pomarico" sovrimpresso alle bande verticali verde, bianca e rossa. C'erano anche il prefetto, Nicola Prete, e il presidente della Provincia, oltre a diversi esponenti delle forze armate e dell'ordine e al vescovo, Vincenzo Pisanello, in quell'occasione: tutti, come dimostrano alcuni scatti fotografici, si sono accorti dell'originalità della "mise" di Pomarico. Il primo cittadino, contattato al telefono, minimizza: «Quella fascia è stato un regalo che mi è stato fatto appena dopo le elezioni, più che altro un pensiero simpatico e goliardico, niente di preoccupante». Indossare quella, e non l'altra fascia, impersonale come quelle di tutti i colleghi italiani, che Pomarico assicura di possedere, è stato soltanto il frutto di una svista: «Per la fretta - spiega il sindaco -ho finito per prendere la fascia sbagliata, ma non accadrà più, anche perché io per primo non condivido l'individualismo, l'esibizionismo e la personalizzazione eccessiva della rappresentanza istituzionale: è stato un caso. Ho una fascia a casa e una in ufficio, ho messo semplicemente quella che era più a portata di mano, purtroppo quella sbagliata: d'ora in avanti starò più attento». C'è da credere al sindaco, sinceramente imbarazzato, ma quando sul web hanno cominciato a circolare le foto del taglio del nastro, sono stati in tanti a commentare la fascia anomala. Il paragone con il mondo del calcio dove - da diversi anni a questa parte - i giocatori portano impresso sulla maglia anche il cognome, oltre al numero, è stato facile e immediato: il sindaco di Oria come un idolo della curva. Che in fondo si sa, le elezioni e la politica in genere un po' scatenano qualcosa di molto simile al tifo da stadio. Chissà che un giorno, con le finanze pubbliche sempre più disastrate e gli enti locali destinatari di tagli anche importanti dei trasferimenti statali, sulle insegne istituzionali non possa trovare spazio addirittura qualche sponsor. Così, tanto per rimanere in ambito pallonaro. (Eliseo Zanzarelli)

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...