lunedì 23 aprile 2012

SABATO 5 MAGGIO: PRESENTAZIONE LIBRO "IL CORTOCIRCUITO - STORIE DI ORDINARIA INGIUSTIZIA"

Sabato 5 maggio ore 19,30 nel museo del Castello di Torre Santa Susanna, sarà presentato il libro di Ilaria Cavo "Il cortocircuito-Storie di ordinaria ingiustizia". Siamo tutti invitati. I temi trattati sono il frutto di una Giustizia lenta e disattenta che diventa una macchina che distrugge vite e infanga la tradizione giuridco-culturale che da sempre è stata orgoglio e vanto della civiltà italica. Dalla gente comune, vittima di calunniose ritorsioni, ai servitori dello Stato che hanno patito vere e proprie persecuzioni.
Spero di poter partecipare e poter dare un mio contributo al dibattito, illustrando brevemente ciò che sta capitando a me e a tanti altri cittadini onesti, vittime di "fantasiose" querele per reati di competenda del Giudice di Pace. In pratica il querelato assume la veste di indagato prima e di imputato poi, in quanto senza un briciolo di indagini preliminari si vede rinviare a giudizio. Il tutto perchè la P.G. asserisce che a causa della carenza di organico non può svolgere le indagini ad iniziativa (nei casi di querele ad essa presentate); la Procura (anch'essa con problemi di organico) sorvola su questa lacuna e dopo aver ricevuto la querela dalla P.G. la parcheggia in qualche armadio per poi tirarla fuori dopo circa 3 anni e sparare un rinvio a giudizio. Qualcuno banalizza asserendo che comunque il GdP ha una funzione conciliativa e quindi in occasione della prima udienza può ancora sgonfiarsi il tutto. Sgonfiarsi cosa? Un "par de palle" direbbe qualche mio amico, poichè nel frattempo il cittadino onesto ha subito dei torti (fascicolo rosso presso la P.G., iscrizione pregiudizio nel CED interforze Polizia che difficilmente viene poi aggiornato; incarico legale ad un avvocato, il quale "giustamente" non prenderà meno di 500,00 euro). Tutto questo va avanti anche a causa del silenzio da parte di tanti soggetti interessati, ivi compresi la categoria degli avvocati ....... e spero per motivi non volgarmente spiccioli. Inoltre, queste mie doglianze le ho già comunicate agli organi preposti, anche a livello ministeriale. Personalmente risulto indagato per due querele (identiche) sporte contro di me presso i CC. di Oria  nel lontano agosto 2009: http://www.arpa-oria.com/2009/08/non-ce-due-senza-tre.html

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...