lunedì 2 aprile 2012

ORIA - LO STATUTO COMUNALE (INCOMPIUTO E PRIVO DI VARI REGOLAMENTI), AGEVOLA LA TRASPARENZA OPPURE IL VOTO DI SCAMBIO?

E' arcinoto che lo statuto comunale di Oria è la classica opera incompiuta, poichè la maggior parte dei regolamenti previsti non sono mai stati realizzati.
Un esempio? Eccolo:

Art. 23 bis - Pubblicità delle spese elettorali
1 . Al fine di favorire la trasparenza ed il corretto svolgimento delle elezioni comunali, i candidati sindaci ed i delegati delle liste di candidati per l'elezione del Consiglio Comunale, unitamente alle candidature ed alle liste, producono una dichiarazione sul limite massimo di spese previsto per la campagna elettorale del Sindaco e delle liste dei Consiglieri, con l'indicazione della provenienza dei fondi di copertura.
2 . La dichiarazione contiene anche l'impegno a produrre il rendiconto delle predette spese entro 60 giorni dalla data delle elezioni. Il rendiconto deve contenere almeno le principali voci di spesa, i fornitori o prestatori d'opera ed i mezzi di finanziamento.
3 . La dichiarazione ed il rendiconto sono pubblicate all'albo pretorio per il periodo di trenta giorni.
4 . Tutte le pubblicazioni di propaganda elettorale a mezzo di scritti, di stampa o fotostampa, radio, televisione, ed ogni altro mezzo di divulgazione debbono indicare il nome del committente responsabile facente riferimento alla lista o al candidato.
5 . Con regolamento comunale vengono stabilite le norme che disciplinano le modalità di attuazione del disposto del presente articolo nonché le sanzioni per i casi di inosservanza.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...