lunedì 26 marzo 2012

SI ABBELLISCE LA BUFALA DELLE ORIGINI DEL TORNEO DEI RIONI DI ORIA.

Sul sito internet ufficiale della Pro Loco di Oria, che stranamente ha altra denominazione: www.torneodeirionioria.it, ho appreso di un particolare nuovo circa questa bufala oritana. E' quella che ho evidenziato col rosso nel seguente testo:

[Il Puer Apuliae, in attesa di Isabella di Brienne che avrebbe sposato nel novembre dello stesso anno, decise di insediarsi con la sua nobile corte nella zona collinare più vicina al porto di Brindisi, dove qualche mese dopo sarebbe sbarcata la figlia di Giovanni di Brienne, re di Gerusalemme, che l’imperatore aveva già da tempo accolto nella sua fastosa corte, che alloggiava nel castello di Oria con tutti gli onori del caso. Proprio per onorare la presenza del padre della promessa sposa (che gli avrebbe portato in dote la corona di Gerusalemme senza colpo ferire) e rendere partecipe dell’evento la gente della “fida et nobilissima cittade d’Orea” (oltre alla sua imponente Corte), l’imperatore svevo – nel rispetto della tradizione dell’epoca – volle bandire un “Torneamento” tra i quattro antichi rioni: Castello, Judea, Lama e Santo Basilio.]

Dal basso della mia ignoranza mi sento di poter affermare che la figlia di Giovanni di Brienne si chiamava Jolanda, la quale forse non era poi una "plagente donzella di portatura pura et avenente" come recita il Bando del Torneamento, se si considera che fonti degne di fede riferiscono che: "Jolanda aveva allora 13 anni; era immatura, bruttina, poco all’altezza di figurare accanto ad un trentenne colto, avviato alla gloria. Giusto la prima notte di matrimonio, Federico trovò il modo di consolarsi: e lo fece con la cugina della moglie, Anais, una dama di compagnia ventenne, procace, disinibita, tutto sommato un bocconcino da buongustai. Venuto a conoscenza dell’increscioso fatto, Giovanni di Brienne si rivolse al pontefice che si guardò bene dal disturbare Federico ed evitò lo scandalo limitandosi ad indennizzare il deluso padre con un remunerativo incarico presso la Corte romana. Jolanda diede al marito due figli — Corrado IV e Margherita — e morì nel 1228, a soli 16 anni, per postumi da parto."

Mi piacerebbe che le stesse persone che hanno tanta fantasia nell'abbellire questa bufala ci dicessero anche dove trascorsero la luna di miele Federico II° e la sua sposa Jolanda e quando (e dove) il buon Giovanni di Brienne scoprì che lo Stupor Mundi si era sollazzato con sua nipote Anais anzichè con sua figlia Jolanda.

Sempre dal basso della mia ignoranza mi sento di poter affermare che Isabella (d'Inghilterra) invece fu la terza moglie di Federico II° che sposò dieci anni dopo, nel 1235.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...