domenica 4 marzo 2012

ORIA - PROBLEMA MARMO SULLE FACCIATE DEL CENTRO STORICO.

La sera del 9 febbraio scorso, in occasione del convegno "CON LA CULTURA SI MANGIA", il sindaco di Oria ha dichiarato che grazie a una sua "provocazione" la banca ubicata in Piazza Domenico Albanese ha deciso di spendere ventimila euro per rimuovere il marmo dalle pareti esterne.
Ricordo a me stesso che Pomarico il 27 dicembre aveva scritto una lettera alla Direzione di quella banca, il cui testo aveva poi sbandierato ai quattro venti.

Il succo era il seguente: "La sua rispettabile Banca, che rappresenta un punto di riferimento fondamentale nell’economia della nostra Città, situata in uno degli angoli più suggestivi e di pregio storico-culturale, per la presenza di importanti Monumenti molto visitati e apprezzati dai Turisti, ha un rivestimento esterno in marmo che risulta essere in contrasto con detto contesto."

Un sindaco imparziale, attorniato da consiglieri "sensibili" (avv/to Tommaso Carone dixit), dovrebbe inviare stessa lettera a tutti i proprietari di immobili che presentano analoghe caratteristiche. Un altro immobile con "rivestimento esterno in marmo che risulta essere in contrasto con il contesto circostante" è quello che fino a qualche mese fa era occupato dall'amica Emma Stasi, posto di fronte a quel bell'antico palazzo oggi di proprietà della famiglia Daresta, in Via Roma... a una decina di metri da Piazza Domenico Albanese.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...