giovedì 1 marzo 2012

ORIA: I COORDINATORI DEI MOV/TI POL/CI "NOI CENTRO" e "S.E.L.", NONCHE' IL CONS. COM/LE ANGELO MAZZA DICONO LA LORO SULLA "TAPPA PENISOLA DEL TESORO"

E' difficile rimanere indifferenti su quanto accaduto negli ultimi giorni, circa i fatti accaduti dopo la grandissima manifestazione nazionale del Touring Club svoltasi nella nostra cittadina nella giornata di domenica passata. Francamente da comune mortale e da pivello della politica oritana pensavo che l'evento fosse riuscito alla grande e che tutto fosse andato nel migliore dei modi, visto e considerato che personalmente avevo avuto la possibilità di scambiare tantissime opinioni positive con i visitatori che hanno invaso la nostra bellissima Oria. Ovviamente mi sono sbagliato tant'è che il giorno successivo si sono presentate sul tavolo del Sindaco Pomarico, le lamentele di alcuni ristoratori, circa un presunto danno ricevuto dalla non presenza di turisti nelle loro attività. Da coordinatore politico "Noi Centro con Ferrarese" non posso che essere assolutamente solidale con i ristoratori che in quella giornata non hanno visto la presenza di alcun turista, soprattutto in considerazione del fatto che un noto ristorante cittadino ha realizzato il pienone.
Iniziamo subito con il dire che l'Amministrazione Comunale del Sindaco Pomarico, rappresentata nel caso specifico dall'Assessore al ramo Pino Malva, non ha responsabilità alcuna sull'accaduto, in quanto si è semplicemente interessata all'organizzazione dell'evento da un punto di vista logistico e mai ha garantito a qualche ristoratore la presenza di un certo numero di turisti, poiché tale scelta era di competenza esclusivamente del Touring Club e dei visitatori. L'Assessore Pino Malva si è semplicemente occupato di contattare ed incontrare tutti i ristoratori di Oria per chiedere loro la disponibilità a stilare un menù turistico in occasione dell'evento. Se poi tutti i visitatori hanno deciso di confluire in un solo ristorante, certamente nè il Sindaco, nè l'Assessore hanno responsabilità alcuna, ma sarebbe quanto mai più logico chiedere al titolare del ristorante come abbia fatto ad attirare a sè tutta quella gente. Inoltre la locandina che è circolata nel paese in quella giornata non è certamente opera dell'Amministrazione Comunale anche se la ritengo ben fatta e nella quale ho potuto notare la presenza in forma pubblicitaria di tutti i ristoranti della città (mi verrebbe il dubbio che se la siano finanziata da soli). La cosa estremamente grave in tutta questa vicenda è che due politici esperti come i Consiglieri Provinciali Ferretti e Fistetti abbiano potuto utilizzare e soprattutto strumentalizzare la vicenda per trarne dei vantaggi politici, sottovalutando il fatto che un loro intervento sulla stampa non ha fatto altro che ampliare in maniera esponenziale la vicenda, dando all'esterno un'immagine negativa di ORIA, compromettendo seriamente una iniziativa che mai nessun Assessore della storia oritana ha minimamente potuto pensare. Che l'ex Sindaco Ferretti potesse arrivare a tanto non ne avevo certamente dubbio, vista la sua totale assenza di iniziative durante il mandato da Sindaco, ma che questo lo potesse fare anche una persona intelligente e seria come il Prof. Fistetti francamente non ci avrei mai creduto.
All'Assessore Pino Malva va tutta la solidarietà di Noi Centro con Ferrarese e soprattutto la fiducia politica nel suo operato, conoscendone le capacità professionali e soprattutto l'integrità morale riconosciutagli da tutti i cittadini di Oria, tant'è che lui non è l'assessore del Sindaco Pomarico bensì L'ASSESSORE DI TUTTI, perchè voluto a furor di popolo.
Oria, lì 29.02.2012
Il Coordinatore Cittadino Mauro Marino'
----------------
Sinistra, ecologia e libertà di Oria, esprime vivo sconcerto e stupore per quanto dichiarato dai consiglieri provinciali Fistetti e Ferretti nel comunicato congiunto del 28.02.2012, in quanto assolutamente privo di fondamento nonchè inutilmente provocatorio e pretestuoso.
E’ ben chiaro a tutti, o quanto meno dovrebbe esserlo, la correttezza dell’operato dell’Assessore Malva nella gestione dell’importante iniziativa che ha portato in Oria centinaia di soci del Touring Club Italiano, i quali hanno avuto ha disposizione tutto il materiale necessario, menù compresi, per poter liberamente scegliere e senza condizionamento gli esercizi presso cui consumare i pasti o effettuare acquisti.
Prendiamo atto dell’ottimo lavoro effettuato dall’Assessore al Turismo, il quale fin dalle prime fasi dell’organizzazione dell’evento, ha coinvolto tutti gli operatori commerciali locali ponendoli nella condizione di poter operare al meglio delle loro potenzialità.
Riteniamo, pertanto, che il comunicato stampa dei consiglieri provinciali Fistetti e Ferretti vada rispedito al mittente con tutte le note di biasimo possibili, in quanto riportante una versione distorta dei fatti e palesemente speculare all’operato di una opposizione politica disfattista che lavora contro il proprio territorio.
Riteniamo singolare e oltremodo censurabile, la condotta politica del Prof. Fistetti, il quale non solo ha omesso di documentarsi come avrebbe dovuto in ordine a vicende su cui poi è intervenuto pubblicamente, ma si è anche offerto ad essere strumentalizzato dall’opposizione di centrodestra danneggiando così gravemente l’immagine della città e dell’Amministrazione di cui Sel è parte integrante.
I compagni, i dirigenti e gli amministratori di Sel, si dissociano nella maniera più assoluta dalle posizioni espresse dal Prof. Francesco Fistetti, ritenendole infondate, contrarie alla linea politica espressa in questi anni dalla sinistra oritana rappresentata da Sel, oltre che lesive dell’immagine del partito, dell’amministrazione comunale e della intera comunità cittadina.
Si esprime, ancora una volta, solidarietà e vicinanza all’Assessore Prof. Pino Malva per l’immeritato attacco subito, riconoscendone la grande professionalità, le indiscutibili doti morali e l’enorme contributo che lo stesso quotidianamente offre alla Città di Oria.
Oria, 29.02.2012
Il Coordinatore Vincenzo Granata
----------

Intervengo sulla questione di grande attualità del malcontento dei nostri ristoratori in seguito alla organizzazione della tappa oritana de “La penisola del Tesoro” di domenica scorsa. Prima di addentrarmi nell’argomento e fare alcune semplici considerazioni, desidero però mettere in chiaro, a scanso di equivoci di sorta, che non ho alcun dubbio sulla buona fede dell’Assessore Malva, persona che conosco da tanti anni e la cui rettitudine apprezzo da sempre. Credo, piuttosto, che il prof. Malva possa aver dato spazio a chi non lo meritava.
Innanzitutto, un aspetto che occorre chiarire riguarda la paternità della organizzazione dell’evento: mi è sembrato fin troppo chiaro, sin da quando se ne è iniziato a parlare, che il soggetto organizzatore fosse il Comune di Oria. Ora qualcuno, tentando una rocambolesca difesa dell’Assessore, pare metta in discussione anche questa certezza, addebitando ad altri in maniera più o meno velata (e con modi di cattivo gusto a dirla tutta) quella parte della organizzazione che non è andata bene e che ha provocato il disappunto di qualche politico, di qualche organizzazione di categoria e di qualche cittadino, e l’ira degli operatori, mortificati come non mai per il modo in cui sono stati utilizzati. La mortificazione è stata poi addirittura enfatizzata quando si è detto, ovviamente quando ormai la frittata era fatta, che i ristoratori sono stati messi tutti nelle stesse identiche condizioni e che la scelta operata dai turisti è stata autonoma, quasi che fosse stato il menù pubblicizzato o qualche euro di differenza a determinare una scelta collettiva. Oltre al danno, anche la beffa di far sentire inadeguati i nostri ristoratori che, invece, sono stati capaci di farsi apprezzare, in tanti anni di lavoro e sacrifici, non solo ad Oria ma in un ampio territorio circostante.
Insomma… se tutto va bene i meriti sono dell’Amministrazione, in caso contrario ci sono i capri espiatori.
Ma chi aveva il dovere di tutelare gli operatori che si erano messi a disposizione dell’Amministrazione, credendo nell’iniziativa proposta loro? Ci doveva pensare chi è andato in giro per ristoranti a nome dell’Assessore a raccogliere fondi per una pessima cartina che per quanto mi riguarda è dell’Amministrazione Comunale, essendo presente sulla stessa lo stemma del Comune e non avendo fino ad oggi la stessa Amministrazione preso le distanze da questa iniziativa? O doveva pensarci il referente locale (come è stato definito) del Touring Club Italia il quale, se tutto fosse andato bene, sarebbe stato il compagno ideale di una bella avventura ma che, invece, oggi viene declassato al rango di capro espiatorio ufficiale?
CARI AMICI, MA E’ OVVIO: CI DOVEVA PENSARE L’AMMINISTRAZIONE A CHE CIO’ CHE E’ ACCADUTO NON ACCADESSE, quella stessa Amministrazione che oltretutto ha deciso di trascurare alcuni ristoratori che non sono stati neanche invitati (a differenza di ciò che si dice) alle riunioni organizzative dell’evento ma che qualcuno, probabilmente più organizzato, non ha assolutamente dimenticato quando si è trattato di raccogliere soldi per la pessima cartina da predisporre in occasione di un evento che non li avrebbe mai riguardati!
Angelo Mazza Consigliere Comunale Mov/to Pol/co "IO AMO ORIA"

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...