giovedì 1 marzo 2012

I CARABINIERI DEL NUCLEO OPERATIVO ECOLOGICO INDAGANO SULL'IMPIANTO DI DEPURAZIONE AQP DI ORIA?

Viene segnalato a Radio Chianca che stamattina sono stati notati due signori nei pressi del cancello del depuratore AQP, posto sulla strada prov/le Oria-Torre S.S/nna, a pochi metri dal mattatoio comunale di Oria, intenti a fotografare l'interno del sito.

IPOTESI: potevano essere carabinieri in abiti civili, in forza al Nucleo Operativo Ecologico, impegnati in una probabile indagine a tappeto sugli impianti di depurazione delle acque reflue esistenti nei territori che hanno attinenza col Canale Reale, con l'obiettivo di accertare quanti siano in funzione, quanti Comuni non ne siano dotati nonostante dovrebbero esserlo, e quanti invece sono ancora in fase di costruzione. Quello della depurazione delle acque reflue è un terreno minato da questioni che alla lunga causano danni ingenti per il territorio, in termini di inquinamento.

Nella nostra provincia è un problema di grande attualità e in questi giorni fa molto discutere la presa di posizione del presidente Ferrarese, il quale ha dichiarato che non autorizzerà l'entrata in funzione dell'impianto di depurazione di Carovigno, in quanto potrebbe creare seri problemi all'oasi naturale di Torre Guaceto.

Ho qui pubblicato due video di servizi giornalistici attraverso i quali potete saperne di più.
Nel primo, realizzato da Telerama, si capisce chiaramente che il problema ha anche attinenza con la nostra Oria, se si considera che si ascoltano le seguenti parole: "..... e di immettere nel canale Reale laddove oggi confluiscono le acque di Villa Castelli, Francavilla Fontana, Oria, Latiano, Mesagne e San Vito dei Normanni, senza alcun tipo di trattamento."



Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...