martedì 28 febbraio 2012

A PROPOSITO DELL'ARTICOLO PRECEDENTE ... QUALCHE CASTRONERIA DELLA "CARTINA TURISTICA DI ORIA"

Devo fare alcune premesse.
1)- Non so chi ha realizzato detta cartina;
2)- Non so se il Comune ha speso soldi pubblici per detto prodotto;
3)- Reca lo stemma della città di Oria e come tale doveva essere supervisionata da qualcuno dell'Amministrazione Comunale prima di essere stampata e distribuita;
4)- E' scritto che testi ed immagini sono tratti da http://www.comune.oria.br.it (vero in minima parte, poichè le notizie riguardanti la Cattedrale sono state copiate-incollate con grave imprudenza da Wikipedia.org. Dico grave perchè è arcinoto che detto sito NON PUÒ garantire, in alcun modo, la validità delle informazioni pubblicate)

Scommetto che state smaniando dalla voglia di leggere ciò che sto per scrivere. Tranquilli ... solo alcune castronerie ... le classiche "perle di casa nostra", sfornate da ignoranti (persone che ignorano).
La castroneria riguardante la Cattedrale è la seguente: "Di particolare interesse risulta la "cripta delle mummie", un oratorio cinquecentesco sulle cui pareti sono state ricavate nicchie che contengono i cadaveri mummificati di confratelli dell'Arciconfraternita della Morte. La mummificazione è probabilmente dovuta alla forte umidità presente nei sotterranei della Basilica Cattedrale."
Se qualcuno di voi non sa il perchè di quelle mummificazioni può leggere il frutto di una mia ricerca cliccando QUI

Altre perle? Prima fra tutte un italiano che lascia a desiderare, mentre per la parte scritta in inglese non sono in grado di pronunciarmi.
La via della Curia Vescovile è denominata Via del Portaccio; Via Gaspare Papatodero è denominata Giuseppe Papadotero; Via Abba è denominata Via per Uggiano (vecchia denominazione della strada di campagna fino al 1971); Contrada Preti è diventata Presti; Contrada Matteri è diventata Martiri; Vico Gualberto De Marzo è diventato Vico Marzo; Via Gualberto De Marzo è diventata Anton Guadalberto De Marzo; Via Francesco Vincenzo Corrado è diventata Via S.V. Corrado; scopro che esiste una pizzeria Ghianda in Via Epitaffio, angolo Viale Reg. Margherita; il castello è stato portato allo splendore dalla famiglia Romanin nel 2011 (anno invece in cui è stato sequestrato per abusi edilizi ed altro)

E... dulcis in fundo: la mamma di tutte le stronzate oritane ... il Torneo dei Rioni trae origini dal bando che l'Imperatore Federico II emanò nel 1225 in un periodo di permanenza ad Oria. Ma quando mai?!!??? Il Torneo è un'invenzione dei tempi nostri ... anni 'sessanta!

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...