mercoledì 29 febbraio 2012

CASO "MALCONTENTO PER EVENTO TAPPA PENISOLA DEL TESORO" e "LA COMPAGNIA DELLA BUONA MORTE".

Come prevedibile, si è messa in moto la macchina dei "pompieri" in soccorso dell'assessore Malva, che è stato criticato per "la ciambella senza buco" di domenica scorsa. Ah... a proposito devo chiedervi una curiosità: sapete dirmi come si chiama colui il quale realizza le ciambelle?

Un primo comunicato a firma del sindaco già è apparso nel pomeriggio di oggi, su altri spazi della blogosfera oritana, nel quale si definiscono PERSONAGGI AMMAZZAORIA coloro i quali scrivono in modo negativo e DANNEGGIANO L'IMMAGINE DELLA CITTA'.

I "pompieri" oltre a gettare acqua sul fuoco hanno già pensato ad un "capro espiatorio" da sacrificare, al fine di allontanare ogni dubbio circa la legittimità dell'operato di amministratori e politici di maggioranza. Spero solo che ai "signori pompieri " non venga la balzana idea di inviarmi comunicati stampa da pubblicare, contenenti metafore alludenti a tal "capro espiatorio", altrimenti sarò costretto a cestinarli.

Circa il fatto che sarebbe stato privilegiato un solo ristoratore, per libera scelta dei turisti, devo evidenziare ai "signori pompieri" che il ristorante Parco Laurito non era incluso in quel famoso elenco di 14 esercizi convenzionati, ragion per cui non si riesce a capire come sia stata possibile detta scelta senza il suggerimento di "qualcuno".

Appare comunque strano che il privilegiato ristorante avesse tante scorte alimentari in questo periodo di bassissima stagione turistica, a meno che non abbia ricevuto le centinaia di prenotazioni con anticipo di qualche giorno.

Nessun "pompiere" si è ancora espresso pubblicamente circa la qualità della "cartina turistica" con tanto di stemma di Oria, nonchè circa l'identità della persona fisica che ha commissionato la stampa. Ho visionato attentamente ogni millimetro di detta cartina e non rilevo alcuna indicazione della tipografia che ha eseguito la stampa, nè alcuna indicazione circa la paternità del progetto grafico e circa la persona o Ente che ha commissionato il tutto.

Il tutto fa pensare che siamo in presenza della classica "stampa clandestina" prevista dalla legge e come tale va perseguita dal Comune di Oria al fine di chiedere l'identificazione e la punizione dei responsabili di questo "danno all'immagine della città" per le stronzate ivi riportate.

Stamattina ho constatato la presenza di un foglio formato A3 plastificato, stampato a colori, recante il logo del Touring Club Italia e lo stemma del Comune di Oria, nel quale erano riportate le istruzioni per i soci del TCI. Fra l'altro è scritto che presso il punto di accoglienza (vi era un gazebo) sarebbe stato disponibile l'elenco dei ristoranti convenzionati ai quali si doveva prenotare rivolgendosi direttamente.

Siccome mi piacerebbe morire (il più tardi possibile) serenamente ..... senza molte sofferenze, desidero rivolgere pubblicamente una domanda al prof. Malva (assessore con delega anche ai Beni Culturali) : "A quando risale l'Oratorio della Compagnia della Buona Morte pubblicizzato nel suddetto foglio qui pubblicato? Dove è ubicato? A chi posso rivolgermi per associarmi a detta Compagnia?"

Concludo col rivolgere una domanda a tutti voi: "Vi siete accorti che nel programma nessuno ha parlato di visita a scavi archeologici? Forse perché "qualcuno" si vergognava di far vedere in quale stato pietoso versa il sito adiacente al municipio, come lamentato da Nello De Gregorio al sindaco di Oria?

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...