giovedì 23 febbraio 2012

CARMINE DE GREGORIO, STORICO E RICERCATORE TARANTINO SCRIVE AL SINDACO POMARICO CIRCA IL DEGRADO DEI BENI CULTURALI IN ORIA.

Al Sig. Sindaco del Comune di Oria,

nei giorni scorsi ho avuto occasione di fare una passeggiata nel centro storico, cosa che faccio con piacere ogni volta che mi reco al santuario dei SS.Medici. Con mio profondo rammarico le devo sottolineare lo stato di assoluto abbandono e degrado nel quale si trova l’area archeologica di via Erodoto.

Analoga situazione, se non peggiore, ho ritrovato al parco di Montalbano.

C’è tuttavia un’altra vicenda sulla quale mi interessa particolarmente avere notizie come storico e ricercatore locale, ovvero se la Sua amministrazione, in discontinuità con quanti l’hanno preceduta, intende assumere qualche iniziativa in ordine alla riemersione della necropoli messapica a suo tempo obliterata a favore del campetto di calcio realizzato nel cortile del palazzo dei missionari di San Vincenzo. Mi permetta di sottolineare che quella vicenda la considero una ferita inferta a tutti gli oritani innanzitutto, ma anche a quanti amano e vengono ad Oria nell’ambito di un percorso turistico culturale che guardi non solo al castello e alle bellezze del centro storico medievale ma alla Oria messapica, ad uno dei più importanti centri di questa importante e millenaria civiltà.

Auspico che Lei vorrà quanto prima adottare tutte le iniziative più opportune per il recupero e la valorizzazione e fruizione dell’importante necropoli messapica.

Colgo l’occasione per porgerle i miei più cordiali saluti ed auguri di buon lavoro.

Carmine De Gregorio - Taranto
-----------------------
De Gregorio, sindacalista, dirigente politico ed amministratore di lungo corso, ha preso a cuore negli ultimi anni la tutela dei beni culturali e del patrimonio paesaggistico, architettonico, artistico ed archeologico (tutela per la quale si è battuto quasi sempre in solitudine, e troppo spesso inascoltato, anche da consigliere comunale) convinto che per tutelare sia necessario conoscere, ha intrapreso studi sempre più approfonditi, dapprima sui beni culturali della città e della provincia, poi, man mano che ci prendeva gusto, della Puglia intera, unendo alla documentazione delle bellissime, inedite fotografie appositamente scattate. Da questa indagine sono scaturiti cinque libri, affascinanti che fanno sì propaganda al territorio ma non con l'ottica, forzosa e forzatamente reticente, delle aziende di promozione turistica. (Giuseppe Mazzarino, giornalista Gazzetta del Mezzogiorno)

Nelle seguenti immagini uno dei 5 libri pubblicati da Carmine De Gregorio, nel quale ha dato ampio risalto anche alla nostra bella Oria.




Nelle foto seguenti com'era un tempo Parco Montalbano. Se volete vedere com'è oggi andate a fare una capatina. Per ragioni di opportunità mi astengo dall'aggiungere altro sul pietoso stato in cui versa oggi quel "gioiello" e sulle cause ... da tutti noi conosciute.



Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...