lunedì 10 febbraio 2014

ANCHE QUEST'ANNO L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ORIA "DIMENTICA" DI CELEBRARE "LA GIORNATA DEL RICORDO". IL MIO PENSIERO VA ALL'ORITANO EMILIO MONACO.

Ricorre oggi la "Giornata del Ricordo" in memoria delle vittime delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata.

Istituita come ricorrenza nel 2004 vuole commemorare quanti hanno perso la vita durante gli eccidi perpetrati per motivi etnici o politici nei confronti delle popolazioni italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia durante la seconda guerra mondiale e negli anni immediatamente successivi.

Dall'8 settembre del 1943 al 10 febbraio del 1947, sono scomparsi per mano delle truppe di Tito in Istria, in Dalmazia e nelle province dell'attuale confine italiano con la Croazia 350.000 corpi italiani ritrovati, e ancora oggi ne mancano molti all'appello, è un nostro dovere. Furono perseguitati e catturati dai partigiani di Tito e gettati vivi nelle Foibe Istriane sol perchè difendevano la loro abitazione e il loro essere Italiani.
Il mio pensiero in particolare va all'oritano:
Emilio MONACO di Leonardo e di Maddalena Scarciglia, nato a Oria il 14.4.1898, residente a Gorizia, Guardia di P.S. in servizio presso la Questura di Trieste, arrestato a Gorizia il 23.5.1945. Risulta deportato e dato per deceduto in località ignota. (Fonti: Ministero degli Esteri Sloveno (che lo comprende tra i civili) e Dichiarazione di Morte Presunta del Tribunale di Gorizia (Cfr. Gazzetta Ufficiale parte II del 04/02/1952): arrestato da elementi slavi a Gorizia.)
P.S.: nella nostra città trovano posto toponimi stradali dedicati a personaggi ambigui come Pier delle Vigne e Papa Paolo IV°, mentre personaggi come Emilio Monaco non vengono ricordati in nessun modo. Vergogna!!!
.....

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...