martedì 10 gennaio 2012

IL PRESID. DELLA SOCIETA' STORIA PATRIA PER LA PUGLIA, SEZIONE DI ORIA, PARTECIPERA' A FRANCAVILLA ALLA CONF/ZA INAUGURALE IN RICORDO DI C. TEOFILATO

.....
A cinquant’anni di distanza della sua morte, Francavilla Fontana ricorda Cesare Teofilato.
La Presidenza del Consiglio Comunale e l’Amministrazione Comunale, intendono ricordare l’evento con iniziative celebrative e commemorative.
Dopo l’apposizione di una epigrafe commemorativa che è stata collocata all’interno della sala consiliare del palazzo di città, il 28 dicembre scorso, sarà inaugurata domani, alle ore 18.00 presso la biblioteca comunale “G. Calò” in piazza Dante, la mostra bibliografica - documentaria e relazioni di studio su Cesare Teofilato.

L’iniziativa, è la seconda, in ordine di tempo, della lunga serie di manifestazioni in ricordo dell’intellettuale socialista che nacque a Francavilla Fontana il 28 gennaio 1881. Insegnante alla soglia dell’anarchia negli anni del Regime fu arrestato e condannato, perché contestò duramente la Riforma Gentile che imponeva al personale docente l’obbligo della iscrizione al Partito Nazionale Fascista, non abbandonò mai le idee del socialismo. A seguito della caduta del Fascismo, tornò a Francavilla Fontana, all’insegnamento e alla politica e, per un breve periodo, dal dicembre 1944 al luglio 1946 fu Sindaco della città. Uomo libero da qualsiasi forma di settarismo tanto che gli costò la carica di primo cittadino della città di Francavilla Fontana.

Sempre domani, all’interno della Biblioteca comunale, si terrà una conferenza inaugurale con gli interventi del prof. Fabio Ciracì, del prof. Antonio Corrado presidente della Società di Storia Patria per la Puglia, sezione di Oria, del prof. Luigi Marseglia e del docente di paletnologia presso l’università Aldo Moro di Bari il prof. Donato Coppola.
L’evento si ripeterà il 18 gennaio, giorno di chiusura della mostra con la partecipazione di altrettanti studiosi riconosciuti a livello nazionale come la prof.ssa Cosima Nassisi, il prof. Gino Pisanò e il prof. Domenico Fazio.

Le manifestazioni nascono dall’idea del comitato creato dal presidente del consiglio Franco D’Alema che raccoglie tra i suoi componenti i nomi degli intellettuali e uomini più illustri della città. Alla serie di eventi si affianca il concorso riservato alle scuole elementari, medie e superiori della provincia, che ha lo scopo di avvicinare gli studenti “alla conoscenza di un intellettuale francavillese impegnato nella battaglia per la libertà e per la democrazia, che ha pagato di persona durante il regime fascista”.
-----------------
Cesare Teofilato, fra le varie cose ha scritto un documento che mette in luce quanto Mons. Alessandro Maria Kalefati, vescovo di Oria dal 1781 al 1794, fosse impostore, falsificatore ed interpolatore di documenti, vero falsario, maniaco pronto ad errare, emerito falsificatore di pergamene, autore di svariate imposture membranacee e lapidarie.

Qui di seguito una delle poesie di Cesare Teofilato:

“Io ti dico che se ne le tue vene
non circola l’eredità dei millenni,
che se nel tuo cuore non canta
il poema de le lontane memorie,
tu non sei un uomo,
non rappresenti un popolo,
né puoi vantarti d’essere membro
d’una nobile città”.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...