mercoledì 31 agosto 2011

ORIA - C'ERA UNA VOLTA....

......
Vi propongo una vecchia foto d'epoca e vi chiedo se sapete:
- in quale angolo di Oria è stata scattata;
- in che anno;
- il nome dei cinque soggetti immortalati.

ORIA - CHI ABITA IN ZONA NON SERVITA DA "RACCOLTA RIFIUTI PORTA A PORTA" NON DEVE PAGARE LA TARSU A TARIFFA INTERA.

.........
Nei giorni scorsi sul social network Facebook si è sviluppato un acceso dibattito sul contenuto di un manifesto fatto affiggere dall'amministrazione comunale, nonchè sul contenuto di una mail a firma dell'assessore all'ambiente, pubblicata su questo blog e su altri spazi web.
Dopo aver ottenuto autorizzazione da parte dell'interessato faccio un copia-incolla di un commento pubblicato su Facebook. Ritengo opportuno non indicare l'identità di detto cittadino oritano al fine di evitare strumentalizzazioni di natura politica.

Ecco il commento:

[Per rispondere a Franco, dico che ha ragione l'assessore De Nuzzo quando dice di non aver seguito i consigli del volantino di Io Amo Oria, cioè leggere il regolamento TARSU ed il Capitolato di raccolta dei R.S.U. Diversamente non si comprenderebbe come mai non abbiano la benché minima idea di quale effettivamente sia il problema TARSU nelle campagne. La cosa terrificante è che giorno dopo giorno dimostrano di non avere alcun controllo dell’Amministrazione del Comune. Scrivere su un assurdo manifesto pubblico che si sono trovati dinnanzi ad un aumento fino al 67% a carico dei residenti nelle campagne, significa NON AVER CAPITO ASSOLUTAMENTE NULLA DI COME FUNZIONI LA TARSU OPPURE DI VOLER PRENDERE IN GIRO I CITTADINI. Il ruolo TARSU è stato formato dopo l’insediamento di Pomarico ed è impensabile che in oltre un mese il sindaco non abbia avuto alcuna contezza di ciò che accadeva negli uffici, soprattutto in quello che si occupa dei tributi. Ricordo che bilancio e tributi sono deleghe rimaste al Sindaco anche successivamente alla nomina degli Assessori, pertanto questa Amministrazione è pienamente responsabile di aver fatto pagare illegittimamente la tassa per intero a chi vive in campagna e non riceve alcun servizio di raccolta dei rifiuti. Vogliono far passare un sacrosanto diritto (quello di pagare solo il 20% della tariffa) per una benevola concessione (la fantomatica riduzione della TARSU a partire dal 1° gennaio 2012 per i residenti stagionali in campagna). A PARTE CHE LA RIDUZIONE PER USO STAGIONALE ESISTE GIA’, QUELLA TASSA NON DEVE ESSERE PAGATA, NE' OGGI NE' MAI, DA CHI POSSIEDE O DETIENE UNA ABITAZIONE IN CAMPAGNA E LA ZONA NON E' SERVITA DAL SERVIZIO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI. E CHI HA GIA’ PAGATO DOVREBBE CHIEDERE IL RIMBORSO CHE DEVE ESSERE CONCESSO. SONO A DISPOSIZIONE GRATUITAMENTE DI CHI AVESSE BISOGNO DI AIUTO. Chiunque volesse pubblicare sul web le istanze, può mettersi in contatto con me. Poi ditemi a chi appartengono le imbellettate bambole dalle gambe di mollica!]

Ciò premesso, ritengo di fare cosa utile pubblicando due moduli:
- uno per chi non ha pagato e chiede la rettifica del ruolo;
- l'altro per chi ha pagato e chiede il rimborso.

L'importante è specificare bene che deve sussistere l'impossibilità per il contribuente di utilizzare il servizio di raccolta dei Rifiuti Solidi Urbani, cioè il servizio non deve essere materialmente svolto nella zona in cui è ubicato l'immobile.

Inoltre, utilizzando un modulo presente sul sito internet del Comune, può essere richiesta la riduzione della Tarsu nella misura del 33 %, nei seguenti casi:

-Uso stagionale o limitato e discontinuo;
-Soggetto residente o dimorante fuori dal territorio comunale per più di 6 mesi all’anno;
-Nucleo familiare composto da singola persona.

ORIA - SAN BARSANOFIO SARA' RIMASTO SODDISFATTO PER I FESTEGGIAMENTI? - VIDEO

.....

ORIA - VIDEOLETTERA N.10 AGLI AMMINISTRATORI COMUNALI. CHE DIRE DEL VERDE PUBBLICO IN VIA MARTIRI IDRUNTINI?

......

martedì 30 agosto 2011

NEI SECOLI SCORSI SAN BARSANOFIO VENIVA IMPLORATO PER SECCARE I FICHI. POESIA DEL '700.

......


Poesia tratta dal libro "Barsanofio di Gaza. Prima splendor dell'Asia e poi di Oria." del prof. Luigi Neglia.
Ssò stancu, benimia, di chiù sintiri
A gloria di lu santu Prutittori,
Ca pi nù Giustinianu Impiratori
Reticu Nisturianu a cunvirtiri.
Ssì mmurtalou. E ccè mi si po' ddiri?
Cca nnù Lioni ci faccia tirrori,
Lu guariu, lu mmansiu, e poi di fori
Caricu cu lli 'ncini a trasiri.
Ccù tuttu questu, cieddi s'è 'mpignatu,
Ccupprea stù santu nuestru, ci vidimu
Trubata l'aria, lu Cielu nnuvulatu.
Ci chiovi, mara nnui, cce scià facimu?
Marsanofriu ti preu ngiunicchiatu:
Fà siccari li Fichi a quanti simu.

TESTO IN ITALIANO
Sono stanco, dolcezza mia, di sentire ancora,
a gloria del santo Protettore,
che per un Giustiniano imperatore
eretico nestoriano a convertire,
Si immortalò. E che mi si può dire?
Che un leone che incuteva terrore
lo guarì, lo ammansì, e poi da fuori
carico dì uncini dovette entrare.
Con tutto questo, nessuno si è impegnato
a pregare questo nostro santo, se vediamo
l'aria turbata, il ciclo rannuvolato.
Se piove, poveri noi, che andiamo a fare?
Barsanofio, ti prego ora in ginocchio:
fai seccare i fichi a quanti siamo.

Image and video hosting by TinyPic

ORIA - RESIDUI ATTIVI CANCELLATI DA BILANCIO COMUNALE. SECONDO IL SINDACO TRATTASI DI GIOCHETTI CONTABILI ...... LECITI ?

......
Il sindaco di Oria (insieme ad assessori, consiglieri comunali, commissario e vice commissario straordinario) non ha risposto ad una mia mail inviata nelle scorse settimane, ma risponde ai microfoni di Telerama, dicendo che per i residui attivi in questione è tutto regolare. A suo parere trattasi di lecito giochetto contabile, ma, nelle more che possa trattarsi di gioco di prestigio, convocherà un'apposita riunione. Con chi? Boh??? E' proprio il caso di dire A CI CAPESCI E' DRITTU!

lunedì 29 agosto 2011

ORIA MERITA UN'AMMINISTRAZIONE COMUNALE PIU' ATTENTA A QUESTE PROBLEMATICHE.

......

Mi chiedo e vi chiedo: "E' tanto difficile per un amministratore comunale evitare queste figuracce?"
Ma Lor Signori sanno cosa si è verificato stamattina in Via Torre S.S. a partire dall'intersezione con Via Trieste? I residenti e possessori di auto che solitamente parcheggiano il veicolo in strada ieri sera sono andati a letto convinti che stamattina doveva essere un normale lunedì di agosto. Invece stamattina sono stati svegliati di soprassalto da decine di commercianti-espositori della tradizionale fiera della vigilia di San Barsanofio, che quest'anno, in base alla brochure per l'estate oritana realizzata dall'amministrazione comunale, doveva tenersi nei pressi dello stadio comunale. Molti residenti di quel tratto di Via Torre sono stati finanche svegliati dal suono del citofono azionato da qualche commerciante, il quale mezzo incazzato pronunciava frasi del tipo: "E' vostra la macchina ******** ? La spostate per favore? Devo mettere la bancarella...... la baracca...".
E' inutile dirvi che in molti hanno scomodato tutti i santi del calendario nonchè pronunciato altre perle all'indirizzo dei responsabili di questa castroneria agostana.
Non ditemi che state pensando che vi sto "sciorinando una notizia la cui veridicità per me non è importante, per cui pur di mostrare merce cattivante vi sto mostrando imbellettata una bambola dalle gambe di mollica".

La notizia è vera.... altrochè! In quella via nei giorni scorsi non è stata apposta alcuna segnaletica stradale, mobile, fissa, verticale, orizzontale, etc.... che indicasse un minimo di divieto di sosta per le ore antimeridiane di oggi.
Non è stato possibile spostare tutte le macchine, in quanto alcune erano di proprietà di lavoratori pendolari, operai presso il siderurgico tarantino, che si servono del pullman la cui fermata è in fondo, nei pressi del fruttivendolo Damiano Calò, più o meno all'altezza del civico 238.
Concludo con una domanda: perché in futuro non spostare la fiera nelle vie meno importanti e meno trafficate come quelle della famosa "cattedrale nel deserto" (vedere immagine qui a lato) relativa a quell'illecito esproprio che ha generato il celeberrimo debito fuori bilancio di circa 600mila euro?
Spero che qualcuno ci risparmi la stupida giustificazione: "Questa amministrazione comunale si è insediata da poco............... "

ORIA - 28.8.2011 CONCERTO "CON LA MUSICA NEL SANGUE", AVIS. - VIDEO

.....
Chiedo scusa per l'audio scadente.

ORIA - DA QUANTI ANNI NON SI VEDEVANO LUMINARIE COSI' MISERE ALLA FESTA DI SAN BARSANOFIO?

ANNI .....
Penso che dobbiamo davvero dire grazie al comitato feste patronali per l'enorme impegno che stanno mettendo in atto per organizzare un minimo di festa in onore di San Barsanofio, protettore della città e dell'intera diocesi di Oria. Proprio così, in quanto il commissario straordinario, a differenza degli altri anni, per questa festa non ha previsto un sol centesimo nel bilancio per l'anno in corso.
Mille euro sono stati elargiti dall'attuale amministrazione comunale, attraverso la delibera per l'estate oritana (in verità si è trattato forse di un espediente, se si considera che nell'atto è stata indicata la data del 29 e 30 giugno). All'uopo ricordo un vecchio proverbio locale: LU CIUCCIU NNUCI LA PAGGHIA E LU CIUCCIU SI LA SCAGGHIA! Quei mille euro (ma forse anche qualcosa in più) sono già rientrati nelle casse comunali, se si considera l'incasso della giornata di oggi riveniente dalla TOSAP relativa alla fiera. Proprio così.... oltre 50 bancarelle con una media di 20 euro a testa di tributo "tassa occupazione suolo pubblico".

E' proprio il caso di dirlo: "San Barsanofio è amante dei forestieri, ma i forestieri non amano San Barsanofio". A mio parere è stata una vera scelta di carattere politico la decisione della d/ssa Iaculli di non destinare un solo centesimo a detta festa, se si considera che ha invece deciso di rinnovare per un anno la convenzione con la società proprietaria dei cinema di Oria. In assenza di richiesta da parte dei Sigg. Salerno ha deciso di operare in tal senso, impegnando con delibera datata 16.3.2011, la somma di 20.531,00 euro (comprensiva di IVA e di aggiormanto ISTAT .... non richiesto dalla controparte). Il tutto in cambio di 25 serate che il Comune deve gestire direttamente o indirettamente, eventualmente attraverso delle associazioni. Dieci serate di detto pacchetto ricadrebbero nel periodo da maggio ad ottobre (sic!).

Mi ha fatto sorridere un passaggio della delibera commissariale n. 27 del 16.3.2011, laddove si legge che ".... nel periodo di validità della convenzione dell'attività della sala cinematografica si è consolidata con una continua programmazione a tutto vantaggio della città di Oria, in termini di aggregazione e di indotto anche per gli esercizi commerciali e di ristorazione del territorio."
Mi chiedo come avrà fatto la d/ssa IACULLI a giungere a una tale conclusione. Esiste uno studio, una ricerca.... dei rilevamenti ..... dati su carta inconfutabili?

Quindi, come ho già avuto modo di scrivere, ripeto la domanda: "è questione di mancanza di soldi, oppure è questione di scelte politiche" ?

Nella seguente foto le luminarie di quest'anno in Via M. Pagano, Piazza Lorch.
In quest'altra foto le luminarie della festa dell'anno scorso.

ORIA - STASERA FUORI PROGRAMMA IN PIAZZA MANFREDI COL GRUPPO MUSICALE "LI KAMHASCI"

.....
Grazie al contributo degli esercenti di Piazza Manfredi questa sera, con inizio alle ore 21,30, sarà possibile gustare uno spettacolo musicale che vede la partecipazione del Gruppo Li Kamhasci, che fa capo a Don Domenico Spina, prossimo parroco della parrocchia di San Francesco d'Assisi.
Più tardi pubblicherò un articoletto sulla festa di San Barsanofio .... e dintorni!

domenica 28 agosto 2011

ORIA - L'ANTICO FORNO A LEGNA DELLA FAMIGLIA CAMPOSEO (Santuroccu) NON ESISTE PIU'.

......

......
Quel forno risaliva al 1500 circa..... ed ora non c'è più, al suo posto forse una casa vacanza. Un tempo veniva cotto il pane fatto in casa da tanti oritani. Il buon Pietro di buon'ora faceva il giro delle case e prelevava "il tavoliere" carico di pane crudo.
Da quando a metà degli anni sessanta fu abbandonato, in quanto il buon Pietro si dedicò alla conduzione del Bar Giudea in Via Milizia, è rimasto chiuso ed intatto fino a qualche mese addietro, quando è stato acquistato da un forestiero, tale Alfredo Nocera, che lo sta ristrutturando per ricavare un'abitazione. Ho saputo che sono state scattate delle foto prima della distruzione del forno, su autorizzazione della competente soprintendenza. All'interno dell'immobile erano anche custoditi tanti attrezzi da lavoro del fratello di Pietro, il buon 'Ntunucciu, falegname e musicista nella locale banda cittadina...... chissà che fine hanno fatto quegli attrezzi, compreso un antico letto in ottone.

LA FICA (poesia di Tina Massa)

La fica

Ti quannu nascìu lu munnu
la fica ebb'impurtanza:
lu malitettu ggiurnu
ca fecira la mancanza,
Eva tissi a Adamu
-Mo' comu nni mmucciamu?-
Iddu rispunnìu
-Pigghiamu nna figghiazza
ti 'sht'arvulu vicinu,
e poi, pi ffa' la razza
zziccamu cu Cainu.-

Però noshtru Signori
'nci l'era priparatu
shtu fruttu, sì, t'amori,
ma comu 'nvilinatu:
ti bbrushiunu li musi
ci ccappa cu llu latti,
e no ssa' cchù ddo fuci
pi quantu po' ti cratti
ci comu 'nna carezza
ti shtusci a 'shta figghiazza.

E mo' pi ccorpa loru
la bella punizioni
tocc'a tutti li generazioni.
Però, cu ll'esperienza
capisci ca la fica
è fruttu propia t'oru,
non ci pue' shtari senza:

quannu ti veni lu spilu,
e no tti passa filu,
scapa, sobbr'alla mappa,
quedda ddo' 'ncè nnu foru
cu llu meli 'ntorn'a 'ntornu,
a 'ddà mmeniti sicuru
ca lu toci è nott'e ggiurnu.

Ti parìa ca lu Criatori,
tanta bbuenu e libberali,
facìa shta' tanta signori
solamenti cu llu mali?
Pi ddà poi cchiù libbertà,
ti la fica solamenti,
cu ccuntenta tanta ggenti,
feci tanta varietà.

Tina Massa

sabato 27 agosto 2011

CASTELLO DI ORIA E DIVAGAZIONI AGOSTANE.

.....
A causa della mia crassa ignoranza e della mia curiosità oggi ho scoperto su internet uno scritto che mi ha illuminato sul significato di MEDIOEVO CONTEMPORANEO (parole che si trovano scritte in una pagina web richiamata in questo mio precedente post).

Orbene, in rete ho trovato questo articolo dal titolo MEDIOEVO CONTEMPORANEO, a firma di Stefano Natalicchi, che così inizia: [Il mondo globalizzato ha egemonizzato l’economica estendendo il controllo sul maggior numero di individui possibile. In questa espansione, secondo un modello capitalista, l’uomo non partecipa più alla costruzione della società, ne rimane estraneo, legato a un semplice numero matematico, in un progetto schiavizzante e vessatorio in nome del più cieco consumismo. Questa società borghese, si è strutturata mantenendo per se antichi privilegi, alimentando principi di estraneazione con il mondo operaio e il mondo del lavoro dipendente. Questa atomizzazione costruita senza legami di rispetto reciproco, ha favorito il controllo e la sottomissione delle masse: i dipendenti si possono muovere meccanicamente secondo un percorso prestabilito in un’articolazione senza anima e pensiero, stabilendo fini e mete individuali di consumo e produzione, confuse spesso con la libertà. La merce umana, è al servizio del nucleo economico. La legge del guadagno, ha potuto contare sul sacrificio della nostra frammentazione. Divide et impera. I nostri spazi, sono asserviti a progetti ignoti a noi controproducenti, incontrando forme d’egoismo mascherate da individualismo. ......]
Quando penso al castello di Oria preferisco fantasticare e tuffarmi nel passato, anziché nel futuro pieno ancora di tante incertezze circa la sua reale destinazione.
Nelle mie fantasticherie mi aiuto rileggendo alcuni scritti sull'antico gioiello di pietra, sul vascello natante nell'aria, ed in particolare:
-"La storia del castello di Oria fino al 1936 (gen. 1942, a cura dell'insigne letterato e storico B.P. Marsella) ";
- "Il restauro del castello di Oria (marzo 1934, a cura dell'architetto Carlo Ceschi)".

In verità mi appassiona molto rileggermi anche le 40 pagine dattiloscritte, oggetto di un documento realizzato dal contemporaneo Prof. Alvaro Ancora, dal titolo "Federico II e il castello di Oria", illustrato in occasione della prima edizione delle Giornate Federiciane, tenutasi presso il castello di Oria, nel lontano giugno 1968, nel salone che una volta si chiamava Normanno-Svevo. Ritengo che detto documento sia l'unico studio storico sul castello di Oria, impostato sul piano scientifico e condotto con metodo critico, come dichiarato dallo stesso autore (vedere immagine qui in calce pubblicata).

In analogia a quanto fatto dall'architetto Carlo Ceschi nel 1934, auspico che a breve si possa leggere un documento sul recente restauro del castello di Oria, oggi di proprietà della Borgo Ducale srl della famiglia Romanin-Caliandro. Restauro che è durato oltre due anni sotto la direzione tecnica dell'arch. Severino Orsan e con la supervisione della competente Soprintendenza.
Aspetto di leggere con curiosità detto documento in quanto una persona che è stata testimone oculare in occasione della prima fase del restauro, durante la quale vennero alla luce anche interessanti reperti archeologici, è convinta che la storia sulle origini del castello (ma anche di altro) andrebbe riscritta. Chissà se non sarà la stessa persona a scrivere qualcosa in merito.

In un prossimo articolo vi parlerò delle Giornate Federiciane.

Cliccare sull'immagine per ingrandire:

ORIA - 28 AGOSTO, GIORNATA DONAZIONE DEL SANGUE E CONCERTO "LA MUSICA NEL SANGUE" A CURA DELL'AVIS.


Importante giornata per l’Avis comunale di Oria quella del 28 agosto 2011. Infatti domani due importanti appuntamenti impegneranno i soci Avis e l’intera comunità oritana.
Nella mattinata, dalle ore 8.00 alle ore 12.00, si svolgerà la Giornata della Donazione presso il locale Ufficio Sanitario sito in via Frascata. Le condizioni per poter donare il sangue sono le consuete, ovvero aver compiuto diciotto anni, presentarsi digiuni e senza aver assunto medicinali negli ultimi cinque giorni, con un periodo di tre mesi per gli uomini e sei mesi per le donne a partire dall’ultima eventuale donazione.
Nello stesso giorno tornerà il concerto “Con la musica nel sangue”, IV edizione della riuscita iniziativa promossa dalla Consulta Giovani dell’Avis comunale di Oria, in collaborazione con le associazioni “Laboratoria” e “Il Pozzo e l’Arancio”. L’evento, patrocinato dalla Provincia di Brindisi e dalla Città di Oria, si terrà in piazza Cattedrale con inizio alle ore 21.00 e vedrà la partecipazione di artisti e gruppi musicali tra cui Ludovico Nisi, Tonino Conte e Luca Grande, dei “Blunote” e del gruppo di musica popolare “I Miotany”.
AVIS ORIA

INTERVALLO.

........
video

DOMANI 28 AGOSTO: MANIFESTAZIONE "SI AL DEPURATORE, NO ALLO SCARICO A MARE".

.....
Sia il sindaco che l'assessore all'ambiente del Comune di Oria non si sono ancora degnati di rispondere alla mia lettera aperta (inviata anche a mezzo mail). Pazienza. Sono però riuscito a reperire un volantino, giusto per non "sciorinare notizie la cui veridicità per lui non è importante, per cui pur di mostrare merce cattivante si mostrano imbellettate bambole dalle gambe di mollica" . (Assessore De Nuzzo dixit).


ORIA: A PROPOSITO DI FESTA DELLA FICA E DI FICHE ALTERNATIVE.

-.....
Il neocostituito comitato oritano FESTA DELLA FICA in attesa di organizzare un evento specifico in Oria, vi propone il seguente video.

PER CORTESIA NON STRAVOLGIAMO LA STORIA: IL MATRIMONIO FRA FEDERICO II ED ISABELLA DI BRIENNE AVVENNE A BRINDISI E NON AD ORIA.

.........
[Aggiornamento articolo alle ore 23,13 del 27 agosto 2012. Ho scoperto poco fa che la pagina web da me segnalata in questo articolo è stata rimossa. E' inutile dirvi che avevo fatto un copia-incolla]

Comprendo che questi miei articoli possono infastidire qualcuno, ma da libero cittadino oritano non riesco a capire il motivo per il quale ci si debba imbattere in questo tipo di pubblicità, se si considera che allo stato attuale il Comune di Oria non ha ancora rilasciato le richieste e prescritte autorizzazioni.
A scanso di fraintendimenti evidenzio che non sono in grado di stabilire se la Borgo Ducale srl, proprietaria del castello, conosce o meno l'esistenza di queste pagine web.
Inoltre, sempre da libero cittadino oritano, desidererei che non si stravolgesse la storia di Oria, in quanto se da un lato nell' articolo si afferma che la fondazione del castello si attribuisce per tradizione (giustamente...... e non per riferimenti storici) a Federico II, dall'altro si afferma un particolare privo di fondamento che non si è mai letto nè nella tradizione, nè nelle varie leggende locali. Il particolare è questo: "il castello fu luogo accogliente per gli invitati al matrimonio di Federico II con Isabella di Brienne". Qualcuno vuol forse mettere in dubbio che detto matrimonio avvenne nella cattedrale di Brindisi il 9 novembre 1225? Ricordate la BUFALA del matrimonio di Piersilvio Berlusconi ad Oria?
Ah... dimenticavo una domanda: cosa vuol dire MEDIOEVO CONTEMPORANEO?

DAL COMITATO FESTA DELLA FICA: COME SI CHIAMA QUESTA SPECIE DI FICO?

.....
Gli amici del "comitato festa della fica" mi hanno pregato di pubblicare la seguente foto con l'annessa domanda a tutti noi rivolta: "Qual'è il nome di questa specie di fico, sia in lingua italiana che in dialetto oritano?"

venerdì 26 agosto 2011

DOMANDA IN ATTESA DI RISPOSTA: PERCHE' NEL BILANCIO DEL COMUNE DI ORIA SONO STATI CANCELLATI 600mila EURO DI RESIDUI ATTIVI?

.....
Sono passati altri otto giorni e visto che nessuno risponde a questa mia domanda, la ripropongo, e la riproporrò con cadenza settimanale fin quando non riceverò esauriente risposta.
Il 9 luglio chiedevo pubblicamente se il Comune di Oria aveva superato per il decorso anno il "patto di stabilità interno". Speravo che qualcuno mi rispondesse con una mail .... ma .... ahimè .... esito negativo.

QUESTIONE ABBANDONO RIFIUTI. GIUSEPPE MODEO INVITA I CITTADINI DI ORIA A VEDERE IL FILM GOMORRA.

.................
Gentile Franco Arpa,
non voglio fare politica; non è il mio compito, non mi interessa.
Chiedo solo agli oritani, di avere più rispetto del proprio territorio e di se stessi. Perché l'abbandono dei rifiuti mette a repentaglio prima di tutto la salute.
Consiglio a tutti la visione del film Gomorra (in particolare la scena delle pesche coltivate sulla discarica).
Questo è quello che mi è toccato fare durante le mie vacanze a Oria. Pur di non vedere e respirare quello schifo (immagine allegata) ho raccolto quei sacchi e li ho portati al centro di raccolta. Adesso lì ci saranno sicuramente nuovi cumuli. Ma dico: che ci vuole?
Grazie.
Giuseppe Modeo
Per ingrandire cliccare sull'immagine.
Dico al signor Modeo che non solo le singole persone fisiche non fanno ciò che lui ha fatto, ma si registra anche l'assoluto silenzio ed immobilismo da parte di associazioni ambientaliste locali, come Legambiente e Fare Verde. Inoltre, ricordo a me stesso che tutte le testate giornalistiche hanno riportato all'inizio del mese il contenuto di questo mio articolo. Beh ... a distanza di oltre 3 settimane mi sembra strano che non è stato raggiunto alcun risultato... che non è stato pizzicato nessun PORCO mentre abbandonava i rifiuti. Non ci vuole mica molto! Ci sono dei punti in campagna che ogni mattina le stesse persone abbandonano i propri rifiuti .... quindi basta appostarsi nei dovuti modi ed usare opportuni accorgimenti e tecniche. Spero che non si sia trattato di notizia spaventa-passeri e che nè il sindaco, nè l'assessore all'ambiente abbiano "sciorinato notizie la cui veridicità non sarebbe stata considerata importante, per cui pur di mostrare merce cattivante si sono mostrate imbellettate bambole dalle gambe di mollica".

LETTERA APERTA AL SINDACO DI ORIA PER CHIEDERE INFORMAZIONI CIRCA LA MANIFESTAZIONE DI DOMENICA PROSSIMA "NO SCARICO IN MARE"

.....
Al signor sindaco della città di Oria
e, p.c.: All'Assessore all'ambiente del Comune di Oria

Premetto che non intendo: "sciorinare notizie la cui veridicità per lui non è importante, per cui pur di mostrare merce cattivante si mostrano imbellettate bambole dalle gambe di mollica" . (Assessore De Nuzzo dixit)

Molti oritani (interessati eventualmente a partecipare alla manifestazione), me compreso, desidererebbero essere informati circa il contenuto di una notizia apparsa la settimana scorsa sul sito www.lavocedimanduria.it, qui di seguito riportata:

MANDURIA – E’ stata fissata per il 28 agosto la manifestazione di protesta contro lo scarico dei reflui in mare. E’ stato deciso ieri mattina nel corso di un incontro tenutosi nell’aula consiliare a palazzo di città, tra rappresentanti dei comuni di Manduria, Avetrana, Maruggio, Torricella, Oria, Erchie e del comitato “No scarico in Mare”.
Come ha spiegato il presidente del consiglio comunale di Manduria, Leo Girardi che ha accolto assieme al sindaco Paolo Tommasino gli intervenuti, si tratta di una manifestazione tesa a contrastare l’installazione di una condotta che riversi i reflui nelle acque del mare. Come è stato anche sottolineato da tutti i presenti, non deve assolutamente trattarsi di un evento di carattere politico, in quanto la salute del mare e quella dei cittadini non hanno colore. Il luogo stabilito dove convoglieranno gli amministratori e i cittadini dei comuni partecipanti, sarà la spiaggia di Specchiarica da dove muoverà un lungo corteo e dove saranno distribuiti volantini recanti i motivi della protesta e il negativo impatto che detto scarico in mare dei reflui porterebbe anche a livello economico. Il corteo si protrarrà dalle 16.30 fino alle 22.30 e attraverserà tutta la litoranea fino a San Pietro in Bevagna. Intanto, ogni comune provvederà con effetto immediato a convocare i capigruppo di tutti i partiti sia di maggioranza sia di opposizione per approvare la linea da seguire per l’evento. Non sono mancate da parte dei presenti le accuse nei confronti del presidente Vendola, sottolineando che quest’ultimo «…mentre difende a spada tratta gli abitanti della Val di Susa contro la Tav, dichiarando testualmente che non è democratico né giusto agire contro la volontà popolare, nel caso del depuratore di Manduria agisce in maniera esattamente contraria, dopo che, tra l’altro, egli stesso un anno prima aveva dichiarato, sempre in pubblico, di essere pienamente contrario allo scarico a mare dei reflui».

FASTIDIOSE ESALAZIONI DI FUMO OGNI MATTINA IN UNA ZONA DI ORIA.

......
I residenti di Via Giacinto D'Oria e dintorni (Via Epitaffio... zona Municipio) segnalano che ogni mattina intorno alle ore 06,00 - 06,15 si avvertono forti e fastidiose esalazioni di fumo acre, tipo diossina da plastica incendiata. A quell'ora molte finestre di abitazioni sono aperte e gli occupanti (molti ancora a letto) vengono colpiti da dette esalazioni con immaginabili fastidi alle vie respiratorie.
Il fenomeno è stato avvertito anche ieri sera ed un cittadino ha finanche telefonato ai Vigili Urbani affinché intervenissero per gli accertamenti del caso.
Auspico un energico intervento da parte delle autorità preposte.

COMUNE DI ORIA: CERCASI 18 RILEVATORI PER IL 15°CENSIMENTO GEN/LE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI.

...........
Sul sito internet del Comune di Oria è stato pubblicato un avviso pubblico finalizzato alla selezione di n. 18 rilevatori per il 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni.

Per il bando e il modulo per la domanda cliccare QUI e QUI.

giovedì 25 agosto 2011

CHIEDO AL SINDACO DI ORIA E ALL'ASSESSORE ALL'AMBIENTE: CHE FINE HANNO FATTO LE RONDE PER COMBATTERE L'ABBANDONO DI RIFIUTI ?

......
===>Pregevolissimo Cosimo Pomarico, sindaco della città di Oria
e, p.c.: ==>Assessore all'Ambiente Comune di Oria

Le scrivo la presente lettera aperta per chiedere direttamente a Lei notizie circa provvedimenti preannunciati dall'amministrazione comunale nelle scorse settimane, dei quali non riesco a trovare traccia alcuna fra quelli pubblicati nell'albo pretorio online del nostro Comune.
Mi riferisco in particolare:
- alla notizia divulgata nella prima decade di luglio scorso circa l'incarico dato, o da dare, a società che dovrà indagare sulle richieste di risarcimento danni per buche stradali;

- alla notizia dalla S.V. diramata a mezzo di comunicato stampa datato I° agosto che qui di seguito riporto:
[L’amministrazione Comunale di Oria, per combattere l’abbandono illegale dei rifiuti nelle campagne e nelle strade della Città, ha istituito un apposito servizio di vigilanza per individuare e sanzionare i cittadini responsabili di detto insopportabile reato. L’abbandono illegale dei rifiuti, infatti, oltre a compromettere seriamente il futuro di Oria, Città ad alta vocazione turistica, comporta per le casse comunali una spesa aggiuntiva di decine di migliaia di Euro all’anno, oltre a quella che già sopporta per il normale servizio di raccolta dei rifiuti. Il servizio di vigilanza appositamente istituito dall’Amministrazione Comunale avrà il compito di controllare costantemente, anche con l’impiego di cittadini volontari e della protezione civile, tutti i luoghi in cui si verifica l’accumulo di spazzatura illegalmente abbondonata e procedere alla denuncia presso le Autorità competenti, i responsabili di detto grave reato per le sanzioni previste dalla legge. L’Amministrazione Comunale di fronte ad un fenomeno che sta recando danni all’immagine, al decoro, al paesaggio, all’ambiente ed alle casse comunali, per colpa di pochi irresponsabili, fa appello a tutti i Cittadini a collaborare per debellare un fenomeno estremamente negativo e penalizzante per Oria. Il Sindaco - Cosimo Pomarico].

Ciò premesso, oltre agli estremi dei provvedimenti adottati da codesta Giunta e/o dai responsabili di settori comunali, da cittadino e contribuente oritano, gradirei ricevere notizie, se possibile, circa i risultati finora conseguiti.

Tale richiesta è motivata ANCHE dal fatto che lo scrivente d'ora in poi non intende pubblicare comunicati stampa di codesta amministrazione comunale in assenza di formali provvedimenti pubblicati nell'albo pretorio online. Ciò al fine di non rischiare di essere da qualcuno classificato come uno stupido strumento-spaventapasseri (oppure una CIAMARA .... come si suol dire ad Oria) in mano al Potere del momento ... o, peggio ancora, essere infangato da un Suo assessore, in preda a chissà cosa, con frasi del tipo "sciorinare notizie la cui veridicità per lui non è importante, per cui pur di mostrare merce cattivante si mostrano imbellettate bambole dalle gambe di mollica" .

ORIA - CASO DI IPERORTICARIA ACUTA O DELIRIO DA SOLLEONE? (Può un assessore esprimersi così nei confronti di un cittadino che fa critica politica?)

......
Ricevo e pubblico:

[LA GIUNTA COMUNALE rivede la “TARSU” per i residenti nelle campagne, ma non certo dopo il volantino di “IO AMO ORIA”, come qualcuno afferma.
Quell’amplesso sillabico e godereccio messo a nudo su un blog locale (si… ssi… ssì, dopo la tirata d’orecchi ad opera del Movimento politico Io Amo Oria….) mostra ancora una volta quanto pericolosa sia la distorta e strumentale informazione che qualcuno continua a dare; né si comprendono i reali obiettivi che vuole perseguire, nel caso ce ne fossero.
D’altronde, si sà, che chi è perdente, (ed i risultati amministrativi recenti e passati ne sono la riprova tangibile) e non è leale ed è lontano anni luce dalla giusta informazione, si bea sciorinando notizie la cui veridicità per lui non è importante, per cui pur di mostrare merce cattivante si mostrano imbellettate bambole dalle gambe di mollica.
Per dirla con Freud, altro non sono che “sintomi irrefrenabili e immotivati, ossia manifestazioni attraverso le quali si esprimono dei desideri rimossi e volti alla frenetica ricerca di appagamento”.
Credo, ed invito tutti a pazientare; giorno verrà in cui, esaurito ogni suo dire su chicchessia, questo signore parlerà male di se stesso.
Ma parliamo della “TARSU” che è il problema che interessa tanti e come è nato realmente quell’aumento; in particolar modo per i non residenti nelle campagne.
Tale aumento, finalizzato al riequilibrio di bilancio, avrebbe dovuto aver ragion d’essere già l’anno scorso e l’assessore Mazza, sì proprio lui, già ci lavorava sopra.
Il sindaco Ferretti, aimè, con i gravi problemi che lo attanagliavano (la giunta ormai in fribillazione, i consiglieri di maggioranza che lo contestavano, le sue quotazioni alla stregua delle attuali borse mondiali) in un momento di torpore ebbe una visione: vide i cittadini che sventolavano la scheda elettorale e poi uno spettro funereo e poi tutti assieme che lo rincorrevano.
Ebbe paura, si svegliò di soprassalto, pensò alle prossime elezioni amministrative ed allora, a stregua di disidratazione massiva, mummificò il suo assessore.
Ma al di là del tono allegro, lungi dall’essere irriguardoso, nella realtà, gli intenti dell’amministrazione Ferretti erano questi, e solo le elezioni amministrative alle porte li hanno fatti desistere. Il tutto è stato poi ripreso dal Commissario Prefettizio e dall’ufficio tributi e portato a conclusione.
L’amministrazione Pomarico, nella realtà di fatto si è insediata il 7 luglio 2011; è una data ufficiale, ed è da quella data che ha incominciato a prendere contezza dei tanti guasti ereditati e chissà quanti ancora dovranno venirne fuori.
E tra i tanti o meglio tra i tantissimi vi è il grosso problema della “TARSU”, e con grande senso di responsabilità (senza sì…ssì…ssì o tirate d’orecchi) ha deciso di avviare le procedure per la riduzione a partire dal primo gennaio 2012 per tutti quei cittadini che risiedono nelle campagne per un periodo limitato dell’anno.
Oria, li 25 agosto 2011.
Luciano DE NUZZO]
(NdR: a differenza del sig. De Nuzzo a me non piace offendere nessuno e mai darei del BUGIARDO, ma tengo a precisare, per quello che può servire, che è ufficiale che la Giunta è stata nominata il 13 giugno e che la prima riunione e delibera è avvenuta il 16 giugno (==>[o]<==) .... quindi ... che c'azzecca il 7 luglio?)

ORIA - RIDUZIONE TARSU E PROBLEMA ABBANDONO RIFIUTI.

............
Ricevo e pubblico da parte del Comune di Oria:

ALESSANDRO PAPADAKIS, ORIGINARIO DI ORIA, GIORNALISTA DI NUOVA GENERAZIONE.

.......
Alessandro Papadakis, vi dice niente questo nome?
E' oritano, laureato in Scienze delle Comunicazioni, nonchè in possesso di Laurea Specialistica in Cinema, televisione e produzione multimediale, fa parte,
in qualità di new editor, dello staff di www.bonsai.tv, il primo canale d’intrattenimento multi-piattaforma del web italiano in onda dal novembre 2007, con un palinsesto in streaming di produzione originale, serie tv, animazione, documentari e news, “tagliato” sul target giovane. Bonsai TV offre varie possibilità di lavoro a giovani con specifiche competenze e qualità creative (cliccare QUI).

mercoledì 24 agosto 2011

MIE CONSIDERAZIONI A PROPOSITO DELLA CERIMONIA DI RINGRAZIAMENTO, STASERA AL CASTELLO DI ORIA

Al Sig. Cosimo Pomarico, sindaco della città di Oria
Al Prof. Pino Malva, assessore alla cultura, spettacolo e turismo del Comune di Oria
Al Sig. Antonio Carone, Presidente Associazione Turistica Pro Loco Oria
Alle Forze Politiche e Sindacali oritane
Ai cittadini oritani
Scrivo questa lettera aperta, in qualità di libero cittadino e contribuente oritano, nonché socio della Pro Loco, per manifestare il mio punto di vista in ordine al contenuto di un comunicato stampa diramato nella giornata di ieri dalla Borgo Ducale srl, proprietaria del castello di Oria. Comunicato stampa che, contrariamente a prassi consolidata, non è stato inviato nè a questo blog, nè alla redazione de Il Controvento.
Sinceramente ci vedo molto di strano nel fatto che un simile "ringraziamento" anziché provenire dalla Dirigenza della Pro Loco e/o dal Comune di Oria, provenga da un imprenditore, che, forse senza volerlo ..... forse in perfetta buona fede, assume un atteggiamento che potrebbe essere interpretato come tipico di colui il quale con abilità, con artifizi e raggiri, tende a usurpare meriti e funzioni appartenenti ad altri. Nel corso della mia vita è la prima volta che sento mettere in discussione il ruolo centrale dell'Autorità Municipale in questo territorio. Nessun imprenditore, nè tantomeno i precedenti proprietari del castello si sono mai permessi di dire che "il Castello assume e conferma il suo ruolo centrale nella promozione turistico-culturale e nello sviluppo economico del territorio." Lo ricordo a me stesso: gli "eventi federiciani" del periodo estivo non hanno mai (o quasi mai) interessato il castello, ed hanno ugualmente suscitato interesse nei forestieri, i quali attirati anche da altri fattori locali (leggasi caratteristiche centro storico, buona cucina, etc.) sono cresciuti in modo esponenziale negli ultimi anni (pur in presenza di un castello chiuso, e quindi non visitabile, per circa 3 anni). Inoltre, continuo a ricordare a me stesso, che la manifestazione Corteo + Torneo dei Rioni è resa possibile grazie a contributi pubblici prevalentemente erogati dal Comune di Oria e grazie all'immenso e gratuito lavoro svolto da tanti giovani (supportati dalle rispettive famiglie) che fanno parte dei gruppi sbandieratori, Compagnia d'Armi Milites Friderici II ed altre non citate nel comunicato in questione. La testimonianza di questa crescita del turismo, e quindi dell'economia locale, è data dai numerosi esercizi pubblici (bar, ristorazione e case vacanza) che sono stati avviati già prima della riapertura del castello.
Comprendo gli interessi dell'imprenditore a promuovere una propria "fonte di reddito", la quale indirettamente può avere delle ricadute benefiche sull'intero territorio, ma, per cortesia, manteniamo distinti ruoli e competenze del pubblico e del privato. E' proprio il caso di dire "A Cesare quel che è di Cesare!"
Concludo con l'evidenziare che non ho nulla di personale nei confronti di nessun imprenditore operante sul territorio, ma come cittadino mi piacerebbe vedere maggiore attenzione e sensibilità da parte degli amministratori comunali in presenza di certi meccanismi, che seppur leciti e comprensibili, non possono essere da tutti condivisi. Inoltre ritengo che ora più che mai si rende necessario portare a compimento quella parte dello statuto comunale che prevede l'istituzionalizzazione dei rioni, nonché la creazione dell'Ente Torneo.
Nel ringraziare per l'attenzione porgo cordiali saluti.
F. Arpa

martedì 23 agosto 2011

ORIA - LA GIUNTA COMUNALE RIVEDE LA "TARSU" PER I RESIDENTI NELLE CAMPAGNE.... DOPO IL VOLANTINO DI "IO_AMO_ORIA"

.....
Si..ssi...ssì, proprio così, dopo la tirata d'orecchi ad opera del Movimento Politico IO AMO ORIA, oggi per le vie cittadine sono stati affissi dei manifesti con i quali l'amministrazione comunale annuncia la riduzione della TARSU (tassa rifiuti solidi urbani) per i residenti nelle campagne, a decorrere dal I° gennaio dell'anno prossimo. Mi è parso di capire che la giunta Pomarico ha ritenuto responsabili di detta anomalia la d/ssa IACULLI, commissario straordinario, e gli uffici comunali preposti al servizio.

ORIA - SERATA "LIBERTE' & RECINTI" 22.8.2011. Foto & Video.

..........

Altri video OLTRE I RECINTI... cliccare QUI.

lunedì 22 agosto 2011

ORIA - CONOSCIAMO ED AMIAMO ABBASTANZA IL NOSTRO TERRITORIO ???

.....
Sapete dirmi dove si trova questo antico balcone? E la scritta in alto sotto il cornicione (ed il suo significato) ?


domenica 21 agosto 2011

ORIA - CASTELLO (STORIA E LEGGENDA PER LE TUE NOZZE) - COSI' RECITA UN SITO WEB.

..........
(Assoluto riserbo sull'oggetto di una riunione che si terrà domani presso il Municipio di Oria fra amministratori com/li e proprietari del castello.)
In attesa che presso il TAR PUGLIA - LECCE, si discuta nel merito il ricorso presentato dalla Borgo Ducale Srl contro il diniego del Dirigente Settori Attività Produttive-Polizia Municipale del Comune di Oria, ad aprire un esercizio pubblico di tipo A (ristorazione, etc.), al piano terra del castello, previo cambio di destinazione d'uso, i futuri sposi che sognano di sposarsi all'interno dell'antico gigantesco gioiello di pietra, del vascello natante nell'aria, possono richiedere un preventivo collegandosi al sito internet www.nozzeclick.com

I futuri sposi si imbatteranno nella seguente introduzione/descrizione:

ORIA - PREMIO FEDERICO II - DOMANDA OVVIA ED OPPORTUNA: CHI HA COMPRATO IL BIGLIETTO A PREZZO INTERO E' STATO RIMBORSATO DEL 50%

.............
(Aggiornamento articolo alle ore 12,35 del 22.8.2011: mi è stato richiesto di evidenziare che la Borgo Ducale srl, proprietaria del castello di Oria, non faceva parte degli organizzatori, e che la stessa società non ha avuto alcuna ingerenza e/o attinenza con la prevendita e/o vendita biglietti e che alla biglietteria presso l'ingresso della location non era adibito personale solitamente in servizio al castello).

Gli organizzatori dell'evento, rilevato che la prevendita andava male, nell'ultima settimana hanno abbattuto del 50% il costo del biglietto per accedere al castello e poter assistere allo spettacolo.
Gli espedienti per mascherare la poco nobile svendita sono stati vari:
- dichiarare di appartenere ad un'associazione qualsiasi senza obbligo di mostrare alcuna tessera;
- promozione CHE COPPIA, (entravano in due anche dello stesso sesso e pagava solo uno);
- condividere un link sul social network Facebook.

(Per ingrandire cliccare sulle immagini)
Ciò premesso, se avete acquistato il biglietto a prezzo intero forse avete il diritto di richiedere il rimborso del 50%. Per info telefonare allo 3277552104.
Concludo con un suggerimento: se vi piace quella manifestazione e l'anno prossimo volete tornarci, non comprate il biglietto in prevendita, bensì direttamente alla biglietteria presso l'ingresso del castello.

ORIA - 22 AGOSTO 2011 - Libertè! Viaggio tra immagini e parole nella tendopoli di Oria-Manduria.

......
Laboratoria e Filia Mundi con il patrocino dell'assessorato alla Cultura del Comune di Oria organizzano il 22 Agosto "LIBERTE': VIAGGIO TRA IMMAGINI E PAROLE NELLA TENDOPOLI DI ORIA-MANDURIA": Programma: ore 20: PRESENTAZIONE DEL LIBRO FOTOGRAFICO "LIBERTE!" di Roberta Trani e Fulvio Colucci. Il libro è un racconto in cammino. Nato alla tendopoli di Manduria nei giorni di aprile in cui ospitava circa tremila migranti tunisini: l’“onda umana” scaturita dalla “Rivoluzione dei gelsomini” di gennaio, giunta sulle coste del Paese e destinata a segnare il 2011. Un giornalista e una fotografa, dentro e fuori il centro di accoglienza e identificazione, allestito in fretta e furia nell'ex aeroporto militare, sulla strada che porta a Oria, raccontano i giorni della polvere e dell'indignazione, della rabbia e del coraggio, della paura, delle sassaiole, dell'attesa, dell'ansia di rimanere reclusi o rimpatriare. Liberté! intreccia cronaca e sentimento.

ORIA: LA NOTTE DEI DESIDERI (20-21 agosto 2011) - VIDEO.

.....
Si è svolta ad Oria la decorsa notte, nella frequentatissima Piazza Manfredi, la manifestazione LA NOTTE DEI DESIDERI, con piccoli banchetti gastronomici accompagnati da musica anni 70/80/90 con mr.PIERLUIGI SCIALPI dj!! con il mitico CICCIO DJ, al violino miss LAURA C., i fantastici ZONNO CACUDI SHOW con la loro fantastica animazione, l'esclusiva animazione POLE DANCE.

Nonostante un budget limitato l'evento è stato un successo. Questo grazie all'impegno dei locali di Piazza Manfredi, ma soprattutto agli organizzatori che nonostante le tante difficoltà hanno operato per il piacere di farlo e senza scopo di lucro, a beneficio della movida oritana e .... ovviamente ... del portafoglio degli esercenti.
Solo una cosa non hanno capito i numerosi spettatori: "Perché alla fine è stato rivolto un ringraziamento al consigliere comunale Giancarlo Marinò? Ha forse elargito un contributo di tasca propria?"

ORIA - NOVENA FESTA SAN BARSANOFIO, PROTETTORE CITTA' E DIOCESI DI ORIA, E LE BUGIE DEI POLITICI PER ELARGIRE CONTRIBUTI PUBBLICI.

............
Parte oggi la novena al santo anacoreta Barsanofio, protettore della nostra città e della diocesi intera. Fonti vicine al comitato feste patronali mi hanno riferito che fra stratagemmi ed espedienti vari si riuscirà ad organizzare un minimo di festa nei giorni 29 e 30 agosto.
La cassarmonica ci sarà ed anche due bande forestiere; ci saranno delle luminarie fra Piazza Manfredi e Via Mario Pagano; un complesso in Piazza Lorch e ... udite ... udite: anche i fuochi pirotecnici offerti... udite.... udite: dall'amministrazione provinciale di Brindisi.
In verità fra le delibere di giunta provinciale fino ad oggi pubblicate non vi è nessun accenno a contributi per fuochi d'artificio nella nostra città.

sabato 20 agosto 2011

ORIA - MALUMORI TRA I CITTADINI A SEGUITO DELLA CHIUSURA DELL'UFFICIO DEI VV.UU. IN PIAZZA LORCH.

...

Sono passati quasi venti giorni dalla chiusura di quell'ufficio e la mancanza di un presidio di vigili urbani nel centro della città continua a farsi sentire per tanti ovvii motivi. Quel presidio non solo era un valido punto di riferimento per oritani e forestieri in caso di necessità, ma serviva anche da deterrente ai tanti ragazzi che scambiano Piazza Lorch per un campo di calcio o per una pista per gare con ciclomotori in tutte le ore della giornata.

ANCHE ORIA DICE NO AL DEPURATORE DI MANDURIA?

...
(Testo e foto: www.lavocedimanduria.it)
MANDURIA – E’ stata fissata per il
28 agosto la manifestazione di protesta contro lo scarico dei reflui in mare. E’ stato deciso ieri mattina nel corso di un incontro tenutosi nell’aula consiliare a palazzo di città, tra rappresentanti dei comuni di Manduria, Avetrana, Maruggio, Torricella, Oria, Erchie e del comitato “No scarico in Mare”.

OGGI 20 AGOSTO, PREFINALI DI MISS ITALIA A CAMPOMARINO CON L'ORITANA ENRICA MATARRELLI???

In passarella a Campomarino di Maruggio (TA), nella suggestiva cornice del porto turistico, dove si tiene la prefinale pugliese del concorso nazionale Miss Italia, ci dovrebbe essere anche la bella Enrica, originaria di Oria, attualmente domiciliata a Torino, la quale nei giorni scorsi si è classificata 3^ (Miss Miluna) alla selezione di Muro Leccese.
.....
Chi di voi conosce questa ragazza dal fisico sicuramente interessante, se si considera che è stata definita "La mitica watussona chiomaleonina Enrica Matarrelli"? Auspichiamo migliori piazzamenti ad altre selezioni del genere.... e non solo!

giovedì 18 agosto 2011

DOMANDA IN ATTESA DI RISPOSTA: PERCHE' NEL BILANCIO DEL COMUNE DI ORIA SONO STATI CANCELLATI 600mila EURO DI RESIDUI ATTIVI?

.....
E' passata una settimana e visto che nessuno ha risposto a questa mia domanda, la ripropongo, in considerazione del fatto che forse non è stata letta da molti a causa del periodo ferragostano.
Oltre un mese fa chiedevo pubblicamente se il Comune di Oria aveva superato per il decorso anno il "patto di stabilità interno". Speravo che qualcuno mi rispondesse con una mail .... ma .... ahimè .... esito negativo.
Ciò premesso ieri sera ho fatto una ricerca nell'archivio online dell'Albo Pretorio del Comune e con sommo piacere ho trovato la risposta alla mia domanda. Ebbene si, abbiamo superato il patto di stabilità interno.
Fra i vari documenti approvati dal Commissario Straordinario nella scorsa primavera e pubblicati dal Comune ho avuto modo di leggere anche il parere dei revisori dei conti al bilancio consuntivo 2010, espresso in data 18 maggio 2011. Mi ha incuriosito la sezione ENTRATE TRIBUTARIE e la voce denominata RESIDUI ATTIVI. Viene evidenziato che circa l'attività di controllo delle dichiarazioni e dei versamenti non sono stati conseguiti i risultati attesi. Tradotto in parole povere: ancora molti evasori da scoprire?
Viene evidenziato inoltre che sono stati eliminati RESIDUI ATTIVI relativi ad accertamenti ICI anni pregressi, pari a SEICENTOMILA euro.
Orbene, io sono ignorante in materia, ma da cittadino e contribuente oritano sento il diritto-dovere di chiedere pubblicamente a chi di competenza di spiegare a tutti noi il significato di ciò, ossia:
- come erano stati originati detti residui attivi?
- perché sono stati eliminati?
- esiste un elenco di presunti evasori parziali/totali relativo a detti residui attivi?
- per anni pregressi cosa si intende?

E mi fermo qui con le domande, anche se .... ci sarebbe da chiedersi altro.

Cliccare sull'immagine per ingrandire:


A PROPOSITO DELLA CHIESA MADONNA DELLA SCALA. WEB-LETTERA PER UN MIO AMICO GIORNALISTA.

.....
Ciao amico,
ti scrivo la presente a margine del colloquio telefonico che abbiamo avuto nei giorni scorsi in relazione ad un articolo qui pubblicato, dal titolo "ORIA - FAGOCITATA CHIESA DEL '300 DA MEGA PANNELLI FOTOVOLTAICI".
Ho analizzato a fondo le tue parole e devo con molta sincerità dirti che mi ha colpito e condivido quella tua ferma convinzione della bontà dell'impianto in questione, sia dal punto di vista della legittimità degli atti amministrativi concessori che dal punto di vista tecnico e quindi rispettoso dell'ambiente (per aver previsto, per esempio, tutta una serie di accorgimenti per non danneggiare la fauna).

Per quanto riguarda l'impatto ambientale, in relazione anche alla presenza dell'antica chiesa rupestre della Madonna della Scala, ti sei limitato a dire (
forse banalizzando, a mio parere) che l'imprenditore in questione più di tanto non era obbligato a fare in considerazione che non opera nessun vincolo per detto tempio, peraltro non inserito nel PUTT della regione Puglia.

Infine, per convincermi della bontà del tutto hai concluso che l'imprenditore andrebbe elogiato in quanto nell'effettuare lavori di interramento di un cavidotto sulla circonvallazione di Oria, per non danneggiare il manto stradale avrebbe utilizzato la tecnica della trivellazione orizzontale controllata (TOC), sopportando così una spesa notevolmente superiore rispetto a una lavorazione di scavo ordinaria.
Beh... questa tua affermazione mi ha molto incuriosito e ho fatto una piccola ricerca.

Sai cosa ho scoperto? Che con recente Deliberazione di Giunta Provinciale n. 116 del 16/06/2011 si è stabilito: ".... di non assoggettare a nessun onere economico – finanziario le Società e/o Ditte richiedenti l’esecuzione di interventi di posa in opera su SS.PP e relative pertinenze di elettrodotti di collegamento di centrali fotovoltaiche al punto di immissione alla rete di distribuzione che si avvalgono delle tecniche di trivellazione orizzontale controllata (TOC) per la realizzazione di un cavidotto sotterraneo mediante il radio – controllo del suo andamento plano – altimetrico senza interessare, e quindi manomettere il manto stradale."

Per "onere economico" si intende Euro 30.000,00 (trentamila) per ogni Km e/o frazione di lunghezza della strada provinciale interessata da versare “una tantum” all’atto della stipula della convenzione, quale contributo a carico delle imprese concessionarie, necessario per la manutenzione del manto stradale del tratto interessato dai lavori, ragion per cui la GE.FIN. ENERGY ORIA DIVISION s.r.l. non ha versato un solo centesimo di quell'
onere, per i 1890 metri lineari di interramento cavi sulla circonvallazione oritana, col sistema TOC.

Orbene, visto che mi hai fatto capire che sei alquanto erudito in materia di fotovoltaico, desidero porti un quesito: "Con le attuali linee guida (emanate nei mesi scorsi sia dal governo centrale che dalla regione Puglia), quello specifico impianto poteva essere realizzato alle stesse condizioni? In particolare: superficie da asservire, tipologia di terreno richiesto, etc....."
Per approfondire pregasi leggere QUI, QUI, QUI e QUI.

Circa la mia ipersensibilità rispetto ad altri nei confronti di quella chiesetta del '300, cosa vuoi che ti dica? Non tutti gli oritani siamo uguali. Non tutti i soci ArcheoclubItalia la pensano allo stesso modo...... e mi fermo qui!

Ahhh.... dimenticavo di evidenziare che non ho nulla di personale nei confronti della GE.FIN. ENERGY ORIA DIVISION s.r.l. e/o dei proprietari del terreno in questione.

mercoledì 17 agosto 2011

ORIA - Siamo convinti di conoscere il nostro territorio? La nostra città?

...........
Sapete dirmi a cosa si riferiscono queste immagini? Dove ho scattato queste foto?

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...