giovedì 30 giugno 2011

A PROPOSITO DELLE QUOTE ROSA. ORIA E LE SUE COSE STRANE

-----
In questa bella foto di gruppo c'è anche una signora di Oria, una stimata professionista. Sapete cosa rappresenta quel gruppo? Ve lo dico io: rappresenta la COMMISSIONE PARI OPPORTUNITA' presso la provincia di Brindisi.
Secondo voi è normale che detta nostra concittadina (e quindi tutta la commissione di cui fa parte) continui a tacere sulla mancata nomina di una donna nella nostra Giunta Comunale? E se vi dico che la nostra concittadina era candidata nella lista SEL e che sarebbe stata indicata, secondo una vox populi, come probabile assessore nella Giunta Pomarico, voi cosa pensate? Che è normale.... questo suo assordante silenzio?
E se vi dico che il capolista di SEL, in data 17 giugno scorso, mi ha promesso di scrivermi una "lettera aperta" in ordine alla vicenda QUOTE ROSA ..... voi cosa pensate?
Chissà..... forse pensate ad altro .... che forse ritenete più importante di questo argomento.

ORIA - CONFERENZA STAMPA CALENDARIO EVENTI CASTELLO.



Qui di seguito il comunicato dei proprietari:

[Sorprendente, entusiasmante, costoso. In una parola: difficile.
Giunto al termine, il restauro del Castello di Oria ha riservato a tutti momenti di soddisfazione, molti di apprensione, alcuni – destinati a svanire in fretta come succede con i brutti sogni – di profondo sconforto. La Piazza d’Armi, le torri, le mura merlate, i versanti del colle più alto tra Brindisi e Taranto: nella luce vivida della “terra di mezzo” tra Adriatico e Jonio, il Castello di Oria è davvero sospeso tra due mari come tra cielo e terra.
Nel 2007 appariva tutto facile e sembrava che bastasse poco per accogliere nuovamente i visitatori. Ma un grande, vecchio nobile monumento come questo Castello cela sempre con dignità e, spesso, con civettuola malizia, i suoi inevitabili acciacchi.
Affidato alle mani attente e il più possibile sapienti, l’antico maniero è stato chiuso per i restauri.
Ora è pronto ad una nuova e, chissà, definitiva fase della sua secolare esistenza. Una fase tremendamente nuova e faticosa, caratterizzata, come si sa, dall’essere destinata non già a governanti e uomini di corte, non più ad una famiglia aristocratica che pur con amore lo restaurò e qui visse, bensì a migliaia di visitatori che potranno entrare nella grande piazza triangolare sorvegliata da mura e torri, attraversare le sale e i camminamenti, posare gli occhi sulle belle architetture consegnateci da un passato di guerre e di pace, apprezzare i paesaggi ideali di una Puglia autentica ed antica.
Inizia la nuova bella e lunga stagione del Castello di Oria.
In questo periodo estivo,sino al 25 settembre, visitatori e turisti saranno accolti tutti i giorni, dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20, accompagnati dalle guide del Castello alla scoperta di forme, storia e personaggi di questo che è considerato uno dei più bei manieri di Puglia.
Non solo bellezza, anche tecnologia e sicurezza.
Il monumento è stato rigenerato nei suoi tratti, rendendolo nuovamente sicuro e solido. E’ stato provvisto di impianti tecnologici di ogni genere. Le sue secolari membra sono state consolidate, scongiurando definitivamente pericoli di crolli (il Castello aveva tremendi problemi di statica!). E poi arredamenti, impianti di idraulici, di illuminazione, di allarme, di rilevazione fumi, luci di emergenza, vie di fuga, porte tagliafuoco, maniglie antipanico…
Ora è tempo per iniziare ad avviare i tanto attesi servizi per il pubblico che ha fame di conoscere, vedere, toccare.
Si stanno organizzando anche gli spazi per consentire alle scolaresche di approfondire e vivere la storia.
Quello sul futuro è il vero importante investimento voluto dalla famiglia Romanin Caliandro, proprietaria del Castello, che ha consolidato e restaurato questo Monumento solo con risorse proprie, sotto l’alta e qualificata sorveglianza della Soprintendenza e delle autorità.
Il Castello di Oria adesso è davvero “Un Castello da raccontare”.
E sarà possibile viverlo di giorno e di notte con visite guidate, aperture straordinarie e un programma di attività che si svolgeranno prevalentemente la sera di ogni venerdì, a partire dall’8 luglio, con una particolare attenzione alla settimana dedicata agli eventi federiciani (dal 31 luglio al 7 agosto).
Si inizia con l’appuntamento dedicato all’osservazione della luna, delle stelle e dei pianeti (8 luglio, ingressi alle 20,30 e alle 22,30, altro appuntamento l’8 agosto); sarà poi la volta di storie e leggende raccontate da dame, cavalieri e cantastorie in una particolare visita notturna (15 luglio e 26 agosto, ingresso dalle 20,30 alle 23.00).
Il primo evento ospitato dal Castello è il Premio Federico II, organizzato dall’associazione Palazzo delle Feste.
La consegna del prestigioso riconoscimento ai protagonisti dell’imprenditoria meridionale avverrà con una cerimonia spettacolo, condotta da Luisa Corna, la sera del 23 luglio.
L’evento sarà preceduto il 12 luglio da una tavola rotonda sullo sviluppo locale a cui parteciperanno rappresentanti delle istituzioni e delle imprese, mentre il 24 luglio il palco del Premio Federico II si trasforma in una passerella per l’alta moda con gli “Sposi in Passarella”.
La settimana dedicata al Corteo storico e al Torneo dei Rioni si inaugura al Castello di Oria.
Al suono di chiarine e tamburi, il 31 luglio, le bandiere torneranno a sventolare sul Castello. E’ l’imbandieramento del Castello che non era più in programma da diversi anni. Uno spettacolo che si annuncia di grande suggestione, ben visibile da Piazza Lama, e che proseguirà su Piazza Lorch con la festa della bandiera.
Saranno quindi i giorni del Palio che quest’anno viene donato proprio dalla famiglia Romanin Caliandro per celebrare la riapertura del Castello e non solo. Stretti ancora dal massimo riserbo, non si conoscono i dettagli ed il programma relativi a questo importante premio la cui realizzazione è stata commissionata al Maestro Afrune, salentino, tra gli artisti più accreditati in Vaticano, con opere esposte in mostre permanenti nei più importanti luoghi della cristianità. Grande attesa quindi per la presentazione del Palio in Piazza Manfredi (6 agosto, ore 20.30) a conclusione del Corteo Storico, e per la sua consegna nel Campo dei Giochi durante il Torneo dei Rioni (7 agosto, ore 17.00) . Sempre il Palio è protagonista della mostra “Per amor di cavalleria” allestita in alcune sale e torri del Castello.
Per i due giorni della rievocazione storica, il 6 e 7 agosto il Castello sarà visitabile dalla mattina a notte fonda, con orario unico e prolungato dalle 10.00 alle 24.00.
In questi due giorni proprioa la Piazza d’Armi ritornerà a vivere con soldati e cavalieri, antichi mestieri, giochi medievali, danze popolari, giocolieri, storie animate. Un susseguirsi frenetico ed entusiasmante di attività che cattureranno gli spettatori in questa due giorni in cui la città manifesta la sua identità legata alla figura e mito di Federico II e riscopre e vive il clima della città medievale. E il Castello non poteva che spalancare le sue porte per svolgere il suo ruolo da protagonista.
Sulla Piazza d’Armi non mancheranno poi la musica e i balli dal Sud Italia (29 luglio, ore 21.30) e dal mondo (26 agosto, ore 21.30). L’immensa Piazza accoglierà anche un laboratorio di danze popolari per far conoscere ed imparare, soprattutto ai vacanzieri, la pizzica pizzica e i nostri balli tradizionali (29 luglio, dalle 18 alle 20) e le danze dal mondo, muovendo tra Irlanda, Francia, paesi baltici per ritornare ancora una volta al nostro Sud (26 agosto dalle 18 alle 20).
Il ricco cartellone, che non mancherà d’avere dei fuori programma, si conclude giovedì 8 settembre un evento che avrà solo altre due repliche in Puglia, nelle cattedrali di Trani e di Canosa.
E’ lo straordinario concerto “Anima Mea”, inserito nella Rete dei Festival di Musica Antica di Puglia, promossa dall’Assessorato Regionale al Mediterraneo e al Turismo.
Tante le attività, ma molti di più gli amici del Castello, tutti a incoraggiare e sostenere con passione, intelligenza, disponibilità la nuova vita di questo Monumento Nazionale.
“In questa particolare fase storica segnata dal crollo dell’educazione nazionale e dal disprezzo delle cose dello spirito - citando Jean Clair, scrittore e storico dell’arte – a combattere la crisi delle idee, prim’ancora che la crisi economica, restano solo i singoli individui, le persone lucide, coraggiose e generose. Ne abbiamo incontrati tanti in questi anni e negli ultimi periodi; molti altri si avvicineranno per portare al Castello e al territorio quella voglia di rinascita e di speranza che anima tutti noi” – dichiara Emanuela Romanin, manager del Castello di Oria. “Siamo fieri di poter anzitutto far notare che la maggior parte del programma del Castello di Oria mette a sistema le risorse e la straordinaria voglia di fare degli oritani e della Puglia. Un grande personale e sentito ringraziamento quindi ai tanti protagonisti di questa scommessa che porterà il Castello di Oria nel cuore di chi vorrà viverlo, conoscerlo, raccontarlo. Grazie quindi alle istituzioni, alla Pro Loco, alla Compagnia d’Arme “Milites Friderici II”, a Progetti per Comunicare s.r.l., alle formazioni musicali Orfeo Futuro, Kalenda Maja, Malarazza, Daniela Mazza Ensemble e Trio, Sciamaballà, all’Associazione Palazzo delle Feste, all’Associazione Salentina Astrofili e ai tanti generosi operatori e volontari che agiscono nel silenzio e con straordinaria professionalità”. E che lo spettacolo abbia inizio.]

Per scaricare il programma completo degli eventi in programma cliccare QUI.

ORIA,CASTELLO: Tavola Rotonda dal tema "Lo sviluppo del territorio e le sue tre entità: 'L'Ospitalità, La Sostenibilità, La Ruralità"

.....

Martedì 12 luglio al castello di Oria Tavola Rotonda dal tema : "Lo sviluppo del territorio e le sue tre entità: 'L'Ospitalità, La Sostenibilità, La Ruralità", dove si alterneranno illustri relatori : il Dott. Dario Stefano (Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia), il Presidente della Provincia di Brindisi, il Dott. Francesco Mastrogiacomo (Responsabile Gestione Fondi Comunitari Leader), l'On. Antonio Lia (Presidente dell'Assogal Puglia), il dott. Fausto Faggioli (Presidente dell'EARTH Academy) e il Sindaco di Oria, che aprirà il simposio.

mercoledì 29 giugno 2011

BUONE NOTIZIE SUL FRONTE "QUOTE ROSA"

.....

SINDACO ED ASSESSORI DI ORIA INTERVISTATI DALL'EMITTENTE TRCB

....
L'intervista al Sindaco Cosimo POMARICO e a tutta la Giunta, andrà in onda domani giovedi 30 giugno alle ore 20,30, venerdì I° luglio alle ore 23,05 e lunedì 04 luglio ore 14,45.
Se non sbaglio il segnale di TRCB non arriva in tutte le case. Vabbò ... vedremo di registrarla e di pubblicarla su internet dopo il 4 luglio.

CASTELLO DI ORIA: CALENDARIO VISITE GUIDATE, INIZIATIVE ED EVENTI.

......
(Fonte: www.castellodioria.it)
CASTELLO DI ORIA: UN CASTELLO DA RACCONTARE
Iniziative ed eventi, ogni venerdì sera, dall' 8 luglio all' 8 settembre.

Orario delle visite guidate:
tutti i giorni, compresi i festivi,
dalle ore 9.30 alle 13.00 e dalle ore 16.30 alle 20.00

Aperture straordinarie con visite guidate notturne:
a partire dalle ore 20.30
sabato 13 agosto, in occasione della Cena Medievale
lunedì 29 e martedì 30 agosto, in occasione della Festa Patronale

Occasioni speciali per le visite guidate:
- Sabato 6 e domenica 7 agosto, Corteo Storico e Torneo dei Rioni,
percorso unico ed orario prolungato dalle ore 10.00 alle ore 24.00
- Sabato 23 e domenica 24 luglio, Premio Federico II,
orario unico dalle ore 10.00 alle ore 16.30

PERCORSI (a scelta):

1. Piazza d’Armi (è il percorso più breve, per il visitatore frettoloso che però non vuole rinunciare alla possibilità di godere della bellezza di un’ampia piazza nel punto più alto tra Brindisi e Taranto, circondata da alte mura merlate, torri e camminamenti).
Il percorso è accessibile ai diversamente abili con possibilità di fruire di servizi igienici dedicati; non è previsto il servizio di accompagnamento con guida.
Biglietto d'ingresso: 2 Euro

2. Area Monumentale (il percorso permette di scoprire la storia del Castello, attraversando l'area monumentale: la Torre Quadrata, le torri del Salto e del Cavaliere, la Piazza d'Armi e i punti di vedetta dall'alto delle mura).
Per le caratteristiche strutturali, le porte e i camminamenti non sono accessibili con le sedie a rotelle. E’ assicurato il servizio di accompagnamento con guida.
Biglietto d'ingresso: 5 Euro

3. Area Monumentale e Sale (al percorso completo dell'Area Monumentale si aggiunge la visita alle sale recentemente allestite per ricevimenti e convegni).
Per le caratteristiche strutturali, le porte e i camminamenti non sono accessibili con le sedie a rotelle. E’ assicurato il servizio di accompagnamento con guida.
Biglietto d'ingresso: 7 Euro

Biglietto ridotto:
Biglietto ridotto per i bambini d'età compresa tra i 6 e 10 anni: 4 Euro
I bambini al di sotto di 5 anni entrano gratuitamente.

Per i gruppi organizzati e le comitive miste è consigliabile prenotare.

Per informazioni, costi, prenotazioni:
Telefono e Fax (no r.a.) 0831-845659
info@castellodioria.it
-----------------------
Vi ricordo inoltre che il 23 e 24 luglio all'interno del castello si terrà il PREMIO FEDERICO II

VIDEOLETTERA N.6 AGLI AMMINISTRATORI COM/LI DI ORIA - PROBLEMI SU STRADA VICINALE FERROVIA.

ORIA - VIDEOLETTERA N.5 - APPELLO AGLI ASSESSORI CON DELEGA ALLA POLIZIA MUNICIPALE E ALLA VIABILITA'

.....
Fino a quando noi oritani dobbiamo sopportare questa situazione? La foto qui pubblicata è stata scattata stamattina (GIORNO DI MERCATO) in Via Malpighi allorquando per circa mezzora la strada è rimasta bloccata da un TIR costretto a deviare in quella via a causa della segnaletica stupida esistente in Via Frascata. E a proposito di mercato settimanale Lor Signori sono pregati di farsi un giro la mattina del mercoledì in Via Frascata per constatare personalmente che casino si crea a causa dell'assenza di un vigile urbano.

CLICCANDO ==>>QUI ..... UN VIDEO

Appello ai forestieri che vengono ad Oria. Se venite ad Oria in un giorno di mercoledì siete pregati di non servirvi di Via Frascata (incrocio con strada per Carosino e circonvallazione) per entrare in paese. Rimarreste probabilmente e facilmente (specie se guidate un veicolo pesante, peggio ancora con rimorchio) imbottigliati a causa della presenza di bancarelle del mercato settimanale. Non vi è alcuna segnaletica sulla circonvallazione che presegnala detta circostanza. Non vi è nemmeno all'altezza del primo incrocio in Via Frascata, quello con Via Morgagni. In pratica arrivereste all'altezza della prima bancarella per notare la presenza di un segnale verticale indicante il divieto di accesso nei giorni di mercato. A quel punto la frittata è bell'e fatta. Siete costretti a svoltare a sinistra, in Via Malpighi.... operazione difficilissima a causa delle dimensioni ridotte della strada e della presenza di mezzi parcheggiati su ambo i lati.
Questo accade anche ad Oria a causa ANCHE della mancanza di un Comandante di Polizia Municipale avente i requisiti richiesti dalla normativa. Infatti l'ultimo Comandante è deceduto oltre dieci anni orsono e le varie amministrazioni comunali che si sono succedute continuano a tirare a campare dando incarichi fiduciari a persone di loro fiducia (sprovviste di LAUREA) per far svolgere questo delicato compito.

martedì 28 giugno 2011

IL MOV.TO POLITICO -IO AMO ORIA-: " CONSIGLIERI COM/LI CHE COME CAPOCCIA DI QUARTIERE SOGGIOGANO IL SINDACO.

COMUNICATO STAMPA
Il Movimento politico “Io Amo l’Italia – Io Amo Oria” esprime la massima solidarietà agli ex componenti del Direttivo dell’UDC di Oria che, come anche altri che però non osano prendere posizione, il giorno dopo le elezioni sono stati gettati via come una vecchia ed inutile cartaccia.
Come più volte sostenuto, la nostra azione è protesa al recupero della politica intesa come aggregazione, incontro e confronto democratico, ed è contraria alla ignobile appropriazione della carica da parte di quei Consiglieri Comunali che, il giorno successivo a quello dello spoglio elettorale, fosse anche per un solo voto preso in più rispetto ai non eletti, indossano l’abito del “capoccia di quartiere” per soggiogare facilmente un Sindaco che, incapace di assumere una posizione decisa (nonostante la legge gli conferisca poteri enormi) perché timoroso di perdere la poltrona prima ancora di esservici seduto, preferisce violentare anche la propria dignità oltre quella di decine di persone che, fino a pochi giorni prima, lo avevano sostenuto nella campagna elettorale.
Agli amici ex UDC esprimiamo solidarietà sincera e diciamo loro che le porte del PRIMO PARTITO IN ORIA sono aperte, perché esso è affamato di idee, pensieri, suggerimenti, confronti e, se necessario anche scontri, purché avvengano in un clima democratico.
Se riterrete di condividere il nostro progetto, troverete un gruppo coeso di persone perbene e quella rappresentanza in Consiglio Comunale che vi è stata scippata da quel Sindaco che, con la massima naturalezza e anche con il candore del più sprovveduto dei praticanti della politica, ha dichiarato a stampa e televisioni che per le nomine assessorili ha preferito le indicazioni provenienti dai Consiglieri piuttosto che dai Partiti: in buona sostanza l’affermazione di un sistema oligarchico che suona come UN INNO ALLA MORTE DELLA POLITICA E DELLA DEMOCRAZIA.
Agli altri Partiti del Centro Sinistra (se ancora esistono) chiediamo le ragioni di tale assordante silenzio (per usare termini cari a qualcuno di essi) dinnanzi ad un fatto gravissimo qual è quello accaduto nell’UDC di Oria e NELLA LORO MAGGIORANZA: non una presa di posizione, non un attestato di solidarietà, non un rigurgito di quei valori di cui sono soliti appropriarsi e di cui amano fregiarsi!

Concludiamo con una perla di saggezza politica:
«A noi non interessa un Sindaco qualsiasi, un Sindaco bloccato dall'ordinaria amministrazione o - può capitare - ingabbiato e condizionato dalle pastoie e dalle diatribe quotidiane che possono nascere all'interno della propria Maggioranza. Noi ci aspettiamo un Sindaco del cambiamento. Di quel cambiamento che tutti attendono e di cui la città ha veramente bisogno.
… Noi dobbiamo aprire una nuova stagione. Dobbiamo dimostrare di essere partiti politici, classe dirigente, all'altezza di queste sfide. La richiesta, quindi, la rinnovo in questo Consiglio Comunale della presidenza del Consiglio alla Minoranza come figura super partes e di raccordo tra Minoranza e Maggioranza ... Noi possiamo oggi scegliere se dobbiamo avere davanti cinque anni difficili, pieni di contrasti o cinque anni dove la collaborazione di tutti contribuisca poi realmente a spingere questo paese verso lo sviluppo e verso la soluzione dei propri problemi. Mettiamo da parte, una volta per tutte, la fredda logica della spartizione numerica degli incarichi e facciamo trionfare la politica».
(Cosimo Pomarico- Consiglio Comunale del 17/07/2006).
SIGNOR SINDACO, LA SAGGEZZA NON LE MANCAVA E NON PUÒ AVERLA PERSA PROPRIO ORA!
SIA CORAGGIOSO PER LA SUA DIGNITÀ E, SOPRATTUTTO, PER TUTTI GLI ORITANI!
Oria, 28 giugno 2011

ORIA E LE SUE COSE STRANE, OVVERO CASUALITA' OPPURE QUESTIONI DI FIDUCIA?

------
Image and video hosting by TinyPicAi tempi di oggi assume fondamentale importanza nella gestione di un ente come il Comune il cosiddetto Nucleo di Valutazione. Se siete interessati ad approfondire la vostra conoscenza in merito potete farlo cliccando QUI.
Orbene, come tutti i Comuni che si rispettino, anche il nostro Comune ha il suo Nucleo di Valutazione, fra l'altro nuovo di zecca, in quanto nominato durante il periodo di gestione commissariale (commissario straordinario D/ssa Maria Rita IACULLI, sub commissario Dr. Michele Albertini). Di esso però non si riesce a trovare traccia alcuna sul sito internet ufficiale, nè ricordo di aver letto in nessun posto, negli ultimi mesi, alcun AVVISO PUBBLICO per la selezione di componenti per il costituendo Nucleo di Valutazione. Il relativo regolamento comunale così recita: " i componenti del Nucleo di Valutazione sono nominati con deliberazione della Giunta Comunale su proposta del Sindaco sentito il Direttore Generale."
Come ben sappiamo, nei mesi scorsi le funzioni di sindaco e G.C. erano svolte dal commissario straordinario, mentre il Comune era sprovvisto di Direttore Generale (il segretario, Dr. Fumarola, non aveva ricevuto incarico in tal senso).

Orbene, vi/mi state chiedendo da chi è composto l'attuale Nucleo di Valutazione? La risposta è: NON LO SO. Mi spiego meglio, ho appreso che sono professionisti incaricati dalla srl Dasein con sede legale a Torino e sedi operative a Torino - Milano - Arenzano (GE) - Oristano - Messina.

Vi/mi state chiedendo come è arrivata ad Oria la Dasein srl? La risposta è: NON LO SO.
Mi spiego meglio, io una risposta ce l'avrei e se la volete sapere anche voi vi invito a leggere questo documento del Comune di LA LOGGIA (TO) ove prestava servizio in qualità di segretario comunale il dr. Francesco Fumarola prima che venisse ad Oria.
Adesso ve/me la faccio io una domanda: "l'attuale CCNL dei Segretari Comunali prevede -un compenso annuale, denominato retribuzione di risultato, correlato al conseguimento degli obiettivi assegnati e tenendo conto del complesso degli incarichi aggiuntivi conferiti- ???"
E nel caso di risposta affermativa mi/vi chiedo: "quale soggetto valuta l'operato del segretario comunale al fine di stabilire la giusta percentuale da attribuire, del monte salari annuo del medesimo ???"
Ed ancora: "Il Regolamento del nostro Comune circa il Nucleo di Valutazione prevede che -Esso è composto dal Direttore Generale, che lo convoca e lo presiede, che gli appartiene di diritto.....-. Ad Oria abbiamo attualmente un Direttore Generale?"

Ecco perché la domanda nel titolo di questo post: CASUALITA' OPPURE QUESTIONI DI FIDUCIA?
Fiducia nel senso che la D/ssa IACULLI non si fidava di esperti pugliesi per il controllo della "nostra cosa pubblica"?

Forse per lo stesso motivo, in data 11 maggio u.s., l'Assemblea del Consorzio Ato_BR/2, su proposta del Presidente, la D/ssa IACULLI, ha deliberato di dare incarico per un parere legale all'avv/to Vito Agresti da Matera?
Cliccare QUI.
Toh.... un'analogia col caso Dasein-Oria-Fumarola-La Loggia (TO), la D/ssa IACULLI prima di prestare servizio a Brindisi ha prestato servizio a Matera (ove è nata ..... e forse ..... risiede tuttora).

Per carità nulla di illecito in tutto ciò, nulla di censurabile ..... almeno spero.
Vi/mi state chiedendo perché ho sprecato tanto tempo per questo articolo?
Risposta: "Per una sorta di par condicio, di delicatezza e sensibilità, non è giusto che io trascuri i dirigenti comunali, gli amministratori non politici, del nostro Comune. Devo rivolgere loro la stessa attenzione che rivolgo ai politici. O no?
"

RUMORS: PROSSIMA PROCESSIONE FESTA SAN BARSANOFIO SENZA STATUA.

.....
Ricordate i contrasti fra vescovo di Oria e portatori di statue in occasione dell'ultima processione dei Santi Medici? Circola voce che in occasione dei prossimi festeggiamenti per il santo protettore la statua di San Barsanofio potrebbe non essere presente nella tradizionale processione. Al suo posto solo l'avambraccio della reliquia. Sarà vero? Vedremo disse il cieco.

DEMOCRAZIA E POTERE AD ORIA. DICESI CHE LA STORIA E' FATTA DI CORSI E RICORSI.

.....

Pillole d’Illuminismo
Forse qualcuno ricorda che per un certo periodo di tempo in Oria è stato stampato e distribuito un Foglio di Politica e Cultura, supplemento a “SENZACOLONNE” di Brindisi, dal titolo L’ILLUMINISTA, sottotitolo: “L’ILLUMINISMO E’ L’USCITA DELL’UOMO DALLO STATO DI MINORITA’ (I. KANT).”Sulla prima pagina di uno dei numeri si poteva leggere un’editoriale a firma di uno dei redattori, il Prof. Francesco FISTETTI: “Ho incoraggiato fin dal suo sorgere un foglio come “L’Illuminista” non solo per le risonanze culturali che a questo nome sono storicamente legate,……….nel nostro piccolo Comune è proprio di un leale e robusto confronto tra le idee che abbiamo bisogno, affinché tutti possiamo crescere e maturare nella nostra visione del mondo e nel nostro modo di valutare ciò che ci avviene intorno…..Credo che “l’Illuminista” non si risparmierà nel combattere le “tenebre” di questa ignoranza e di questo analfabetismo culturale e morale.”

Sul numero di dicembre 1998, i cittadini oritani ricevevano la seguente pillola di illuminismo: Dialogo tra la signora DEMOCRAZIA e il signor POTERE


POT. - Buongiorno, signora Democrazia.
DEM. - Buongiorno, signor Potere.
POT. Ti vedo in forma. Un pò bruttina, ma...
DEM. - Per favore, non prendermi in giro. Sei tu invece che stai tanto bene, sei così gioviale, contento e mi sembra che gli anni non passino mai per te.
POT. -Bé, devo dire che non me la passo proprio male. Piuttosto, dove sei stata fino ad ora?
DEM. - Lo sai benissimo: io non sono ricercata quanto te. Tutti mi scansano. Dicono in pubblico di volermi, di amarmi, di desiderarmi pazzamente e poi in realtà mi mettono sempre da parte. E tu in quanti posti sei stato?
POT.- Cara mia, io non prendo mai posa. Tutti mi vogliono, tutti mi cercano proprio come il "barbiere di Siviglia".
DEM. - Possibile che gli uomini ti amano ancora tanto? Suvvia, raccontami dove sei stato.
POT. - In tanti posti, cara Democrazia, e non da ora. Sono secoli che vado in giro: mi cercano i re, i padri di famiglia, i preti più di tutti e, non mi crederesti, anche quelli che sogliono farsi chiamare democratici.
DEM. - Non ci credo, lo so che adesso mi stai raccontando una bugia bella e buona.
POT. - Non sono mai stato tanto serio e ti dico di più: mi amano non solo dalla Corte dello Zar fino alla Sublime Porta, ma anche in piccoli paesi, dove quasi tutti si conoscono. Ce ne sono tanti che non sanno proprio fare a meno di me.
DEM. - Se tutto ciò che mi stai dicendo è vero, allora fammi un esempio concreto.
POT. - Se così desideri, cercherò, per quanto mi è possibile, di dirti tutto quello che posso.
DEM. - Era ora. Cerca adesso di dirmi tutto e...... mi raccomando, non dimenticare niente e sii veramente sincero.
POT. - Va bene, ci proverò. C'è un paese nella provincia di Brindisi che si chiama Oria. E’ un paese molto antico e famoso sia per la nascita del grande architetto Francesco Milizia, sia perché ha dato i natali a Gianbernadino Bonifacio, Donnolo, Quinto Mario Corrado. Per questo è famosa tra i vari paesi e non perché, come credono loro, gli oritani (mi sembra si chiamino proprio così!) per una manifestazione estiva davvero di cattivo gusto. Poveri illusi!
DEM. - E dimmi, signor potere, chi è che regge questo paese? Io non lo conosco proprio, non l'ho mai sentito, mai nessuno mi ha cercata laggiù.
POT. - E sì, cara mia. Tu in quel posto non sei certo la benvoluta. Ma mi meraviglio di questo fatto, dato che i reggenti del luogo hanno sempre il tuo nome sulla bocca.
DEM. - Mai visti, mai sentiti.
POT. - Pensa che il Sindaco di questa ridente cittadina (si fa per dire, ovviamente), quando si accinge a baciare la mano al vescovo, per poco non gli si spezza la spalla.
DEM. - Ma probabilmente sarà un cattolico fervente in un paese governato da cattolici.
POT. - No, o almeno a me non risulta. So che dice di appartenere ad un partito laico e se ne vanta pure.
DEM. - E fa bene! Ma come mai tante genuflessioni di fronte a sua Eccellenza.
POT. - Mi vuole bene, cara Democrazia, mi vuole bene.
DEM. - Ma che tipo è? Raccontami. Questo fatto mi incuriosisce.
POT. - E' sempre allegro e scherza sempre con tutti, ma quando è serio lo sa essere fino in fondo. Ama tanto i tamburi e le bandiere al vento che sarebbe disposto a dissanguare le casse del Comune per sostenere questi spettacoli (pur essendo, ad onor del vero, un pò taccagno). Quando però gli chiedono di finanziare la biblioteca, allora va su tutte le furie, diventa rosso, sbuffa, insulta e va via. Mi ricorda a volte un mio grande amico tedesco che quando sentiva la parola "cultura", metteva sempre mano alla rivoltella! Ma, cara Democrazia, come dice il poeta, "non ti curar di lor........".
DEM. - Veramente strano questo tipo, ma che cosa puoi raccontarmi di questo altrettanto strano posto?
POT. - Stavo pensando al fatto che tu non conoscevi questo posto. Che non ci sei mai stata. Questo spiega tante cose.
DEM. - Sii più chiaro, non essere ambiguo, come è tuo solito.
POT. - Sarò più chiaro. Ci sono dei partiti e dei movimenti politici in questa cittadina che sono, almeno sulla carta, tutti democratici.
DEM.- Roba da uscir matti. Io in quel paese non ci sono mai stata, te l'ho detto e te lo ridico. Lo sai che non racconto bugie.
POT. - Ti credo, va bene, non t'arrabbiare.
DEM. - Continua, dunque.
POT.- In questo paese, ti stavo dicendo, vi è un movimento dove i coordinatori e il leader maximo (o almeno tale si reputa lui), cioè persone che si sentono a capo del movimento, non sono stati mai eletti né dal popolo né dai simpatizzanti di quel movimento stesso.
DEM. - Questo è troppo! È impossibile che in un paese moderno e democratico come dovrebbe essere l'Italia accadano ancora cose di tal genere.
POT. - Ti ho detto di credermi, non sono mai stato cosi sincero e ti dirò altro. Gli assessori appartenenti a questo movimento, più che dare ascolto ai consiglieri, si sentono legittimati solo se il loro operato è approvato dal leader maximo.
DEM. - Cioè da colui che non si è messo in lista e non è neanche stato eletto internamente al partito come segretario o quant'altro si possa dire?
POT. - Esattamente, le cose stanno proprio così.
DEM. - Se le cose vanno così, non ci siamo proprio. A capo di un partito o di un movimento o quant'altra diavoleria inventino gli uomini, chi coordina deve avere l'approvazione democratica degli iscritti a quel partito o movimento anche attraverso una piccola votazione interna.
POT.- Che in quel movimento non c'è mai stata.
DEM. - Inoltre, fammi finire!, coloro che fanno politica attiva e vogliono o credono di rappresentare qualcuno o qualcosa devono candidarsi per ottenere anche un sol voto. Quel solo voto gli darà la legittimità democratica di parlare, di proporre, di scombinare, di tessere alleanze, ma sempre con l'approvazione di tutti.
POT. - Come sei ingenua, cara mia, vivi ancora nel mondo dei sogni o se ti fa piacere, e so che te ne fa, nelle parole e negli scritti dei filosofi.
DEM. - Possibile che non ci sia nessuno che si ribelli a questo stato di cose?
POT. - Per la verità, qualche facinoroso in giro c'è che semina parole spazzate dal vento.
DEM. - E il popolo, la gente tutta, i cittadini, che cosa dicono, che cosa fanno per cambiare questo stato di cose?
POT.- Forse, io credo, manca la cultura adatta per capire come vanno e dovrebbero andare veramente lo cose.
DEM. - Ma questo accade perché probabilmente non sono andati a scuola, perché non leggono o....
POT.- Esatto, l'ultima cosa che hai detto, l'hai azzeccata. È proprio perché non leggono! Che bel paese, come mi trovo a mio agio.
DEM. - Ma scusa, non esiste una biblioteca in quel paese? Che cosa fa l'assessore alla cultura?
POT.- Devo dire che si impegna, lavora, è una persona giusta al posto giusto. Ma, a me sembra, alla cura delle biblioteche preferisce gli spettacolini delle sere d'estate e i drappi per sua eccellenza.
DEM.- Basta, chiudiamo il discorso, lo riapriremo quando potrò andare a far visita a questo paese.
POT. - E allora ci rivedremo tra due secoli.

ORIA, PER L'ASSESSORE ALL'AMBIENTE: VIDEOLETTERA N.4 -

......
Vogliamo migliorare lo spazzamento stradale?

lunedì 27 giugno 2011

ORIA - 26 GIUGNO - PROCESSIONE CORPUS DOMINI. VIDEO

DITEMI VOI SE QUESTA NON E' UNA CATTEDRALE NEL DESERTO. CHI PAGA?

....
Articolo correlato: CLICCARE QUI.

ORIA - CONVOCATO PER IL 7 LUGLIO IL PRIMO CONSIGLIO COMUNALE.

......
Stamattina, il sindaco Pomarico, dopo essersi sentito coi capigruppo della sua coalizione, ha deciso di convocare per il giorno 7 luglio p.v. , ore 18,00, il primo consiglio comunale. La legge prevede infatti che sia il sindaco a convocare il primo consiglio, mentre i lavori devono essere condotti e moderati dal consigliere anziano, che in questo caso è l'ex sindaco Ferretti.
Ben 5 i punti all'ordine del giorno:
1)- Esame delle condizioni di eleggibilità e convalida del sindaco e dei consiglieri comunali proclamati eletti. Eventuale surrogazione dei Consiglieri Comunali;
2)- Elezione del presidente del Consiglio Comunale;
3)- Giuramento del Sindaco;
4)- Comunicazione del Sindaco in ordine alla nomina dei componenti della Giunta Comunale;
5)- Elezione della Commissione Elettorale Comunale.

ORIA - LA TERZA EDIZIONE DELLA NOTTE DEI MESSAPI SI TERRA' NEL PROSSIMO INVERNO.

.......
Fonti vicine al comitato organizzatore mi riferiscono che per difficoltà di varia natura non sarà possibile gustare tale evento in questo periodo estivo ed il tutto è rimandato al prossimo periodo dicembre-gennaio.

AI POSTERI L'ARDUA SENTENZA .... GIA' ... E CHE SENTENZA!

......
Come vi ho anticipato nei giorni scorsi è arrivata come un fulmine a ciel sereno una sentenza definitiva che obbliga il Comune di Oria a sborsare alcune centinaia di migliaia di euro (pare dalle 600 alle 700mila), in favore dei proprietari di un terreno oggetto di esproprio ai tempi dell'amministrazione di centrosinistra.
In pratica la seconda Giunta Ardito (1997-2001) per incentivare la costruzione di nuove case e quindi creare nuove occasioni di lavoro ... o se preferite ... per SBLOCCARE L'EDILIZIA, oltrechè di varare il piano regolatore (subito dopo revocato dalla Giunta Moretto), pensò di rendere edificabile la parte terminale di Via A. Manzoni (quella evidenziata col cerchio rosso nell'immagine qui pubblicata), creando delle strade e realizzando opere di urbanizzazione (marciapiedi, acqua, fogna, luce, etc.) a spese del Comune. Ovviamente i terreni erano di proprietà di privati e per realizzare le strade furono operati degli espropri con procedura di occupazione di urgenza.
Non sono in grado al momento di riferirvi molti dettagli, ma pare che uno dei proprietari si oppose al provvedimento coercitivo a mezzo di ricorso al TAR. Nel frattempo cambiava l'amministrazione comunale e, come riferito da una vox populi, la subentrante (capeggiata da Moretto) pare abbia peccato in qualcosa nel seguire l'iter di detto contenzioso e che la conseguenza di ciò sarebbe questo "regalo" di oltre 600mila euro che oggi il Comune dovrebbe pagare.
Giova evidenziare che il Comune per poter far fronte alle spese per urbanizzare la suddetta zona si sobbarcò un mutuo per Unmiliardoduecentomila delle vecchie lire, da scomputare in 15 anni. Mutuo tuttora acceso che molto probabilmente fra capitale ed interessi raggiungerà a breve il probabile importo di 800mila euro, che sommati alle 600mila di cui in premessa totalizzano UNMILIONEQUATTROCENTOMILA euro (o se vogliamo ... circa DUE MILIARDI E 800MILA delle vecchie lire).
Il tutto per avere cosa? Forse la classica cattedrale nel deserto? Forse SI se si considera non è stata costruita una sola casa come potete osservare dall'immagine dall'alto qui pubblicata.
Qualcuno sicuramente ci spiegherà nei prossimi giorni come stanno realmente le cose. Io ve le ho spiegate a modo mio e per sommi capi.
Una cosa è certa, nell'attuale Giunta ci sono due assessori che facevano parte di quella Giunta Ardito che decise l'esproprio: Malva e Assanti (il secondo oggi ha la delega al Contenzioso). Inoltre il sindaco e gli assessori De Nuzzo e Di Giovanni hanno fatto parte della Giunta Moretto, alla quale qualcuno oggi addossa qualche colpa per l'infelice esito della causa. Il vicesindaco, Claudio Zanzarelli è persona politicamente vicina al sindaco di allora, Dr. Ardito.
Quindi un bell'intrigo politico-amministrativo, se si considera che l'ex sindaco Moretto nei giorni scorsi è stato nominato Presidente dell'UDC, che appoggia il sindaco Pomarico.

Il carteggio sarà sicuramente inviato alla competente Procura presso la Corte dei Conti per l'individuazione di eventuali responsabilità, ma.... come sempre accade in questi casi .... campa cavallo ..... che....
Intanto noi oritani ABBIAMO PAGATO E PAGHEREMO!

domenica 26 giugno 2011

PER AMMINISTRATORI COMUNALI ORIA: VIDEOLETTERA N.3 - RANDAGISMO IN PIAZZA MANFREDI.

....
VOGLIAMO INTERVENIRE PER CORTESIA? LA SITUAZIONE SI STA FACENDO SERIA, SPECIE DURANTE LE ORE SERALI.

E' PROPRIO VERO, I PROVERBI SONO LA SAGGEZZA DEI POPOLI.....

.....
Oggi cito un vecchio proverbio locale: VENI PRIMA LA CAMISA TI LU SCIUPPARIEDDU! E' chiaro il riferimento a capi di abbigliamento che si indossano prima e dopo, e questo proverbio viene solitamente usato per indicare la necessaria priorità che và data a certe cose, una sorta di titolo di preferenza nell'elargire benefici. E' l'opposto di altro proverbio locale: "Prima quiddi ti fori, ca quiddi ti intru quannu Diu voli".

Ho pensato a questo proverbio nei giorni scorsi allorquando sul sito internet del Comune di Oria ho letto di una novità: -la costituzione della commissione comunale di vigilanza per pubblici spettacoli. Commissione che mi par di capire non esisteva prima d'oggi e quindi potremmo qui citare un altro proverbio locale "Frùsciu ti scopa nova".
Di questa commissione fanno parte varie persone, a vario titolo, e fra queste c'è anche l'
Ing. Luigi Perrucci, in qualità di Esperto in materie elettroniche. Non è chiaro se è previsto ed a quanto ammonta il compenso economico che spetta ai componenti di detta commissione.

A questo punto nascono spontanee alcune domande:

- possiamo ritenere SCIUPPARIEDDU l'ing. Perrucci in considerazione del fatto che si è candidato nella lista di NOI CENTRO-FERRARESE (di riferimento del sindaco Pomarico) ed ha riportato 44 voti?

-rientra ciò in una logica di spartizione degli incarichi vecchio stile della politica locale e nazionale?

-non era possibile reperire nessun giovane oritano (magari disoccupato e non schierato politicamente) esperto in materie elettroniche?

-detta neocostituita commissione dovrà anche valutare la regolarità di tutto l'insieme della già programmata manifestazione Premio Federico II° che si terrà fra un mese circa nella piazza d'armi del "castello di Oria", il cui organizzatore è il sign. Giulio Caforio (candidato consigliere com/le per Pomarico nella lista UDC, 13 voti)?

N.B.: Nulla di personale nei confronti di persone qui citate ed in particolare nulla di personale nei confronti dell'Ing. Perrucci, il quale, lo ricordo a me stesso, nelle precedenti due tornate elettorali si è candidato nel centrodestra
con la lista I REPUBBLICANI.

PER QUELLI CHE COME SAN TOMMASO DICONO "SE NON VEDO NON CREDO".

.....
Comprendo che per qualcuno posso sembrare ripetitivo, ma sono costretto a ritornare su un argomento di attualità cittadina a causa del fatto che ci sono alcuni politici e/o fans dell'attuale maggioranza al governo della città, i quali si danno un gran da fare a minimizzare gli effetti di un certo "reincarico" o a negarne addirittura l'esistenza.
A beneficio di tutti coloro che come San Tommaso dicono SE NON VEDO NON CREDO, riporto quanto scritto in un atto amministrativo del Comune di Oria:
Cliccare sull'immagine per ingrandire:


Qui di seguito cosa prevede l'art. 107 del TUEL ai commi 2 e 3:

2. Spettano ai dirigenti tutti i compiti, compresa l'adozione degli atti e provvedimenti amministrativi che impegnano l'amministrazione verso l'esterno, non ricompresi espressamente dalla legge o dallo statuto tra le funzioni di indirizzo e controllo politico-amministrativo degli organi di governo dell'ente o non rientranti tra le funzioni del segretario o del direttore generale, di cui rispettivamente agli articoli 97 e 108.

3. Sono attribuiti ai dirigenti tutti i compiti di attuazione degli obiettivi e dei programmi definiti con gli atti di indirizzo adottati dai medesimi organi, tra i quali in particolare, secondo le modalità stabilite dallo statuto o dai regolamenti dell'ente:

a) la presidenza delle commissioni di gara e di concorso;

b) la responsabilità delle procedure d'appalto e di concorso;
c) la stipulazione dei contratti;

d) gli atti di gestione finanziaria, ivi compresa l'assunzione di impegni di spesa;

e) gli atti di amministrazione e gestione del personale;
f) i provvedimenti di autorizzazione, concessione o analoghi, il cui rilascio presupponga accertamenti e valutazioni, anche di natura discrezionale, nel rispetto di criteri predeterminati dalla legge, dai regolamenti, da atti generali di indirizzo, ivi comprese le autorizzazioni e le concessioni edilizie;

g) tutti i provvedimenti di sospensione dei lavori, abbattimento e riduzione in pristino di competenza comunale, nonché i poteri di vigilanza edilizia e di irrogazione delle sanzioni amministrative previsti dalla vigente legislazione statale e regionale in materia di prevenzione e repressione dell'abusivismo edilizio e paesaggistico-ambientale;
h) le attestazioni, certificazioni, comunicazioni, diffide, verbali, autenticazioni, legalizzazioni ed ogni altro atto costituente manifestazione di giudizio e di conoscenza;

i) gli atti ad essi attribuiti dallo statuto e dai regolamenti o, in base a questi, delegati dal sindaco.

Ciò premesso ognuno è libero di credere o non credere, ma la verità è questa, piaccia o non piaccia a qualcuno.

sabato 25 giugno 2011

NEI GIORNI SCORSI E' DECEDUTO IN TORINO L'ORITANO MARIO D'ELIA, FOLGORATO MENTRE PESCAVA.

.....
Il fisico non ha retto alle gravissime ustioni riportate in occasione della disgrazia e la settimana scorsa è volato in cielo. Ciao Mario, dalla tua natia Oria.
Articolo precedente: QUI.

ORIA - IL PDL INVITA IL SINDACO A DIMETTERSI.

.............
A dire il vero mi sembra una esagerazione.

VOCI DI PIAZZA: DEBITO FUORI BILANCIO AL COMUNE DI ORIA.

.......
Della serie "Li cazzanculi vennu unu cretu all'atru!"

Da un pò di giorni circola una vocina fra i soliti piazzaioli pettegoli. Si tratterebbe di un vero e proprio fulmine a ciel sereno per le tasche degli oritani l'improvviso arrivo di un debito fuori bilancio, ammontante ad alcune centinaia di migliaia di euro, legato ad un atto amministrativo di qualche lustro addietro. La cosa è alquanto seria se si considera che il commissario straordinario ha dovuto nei mesi scorsi aumentare del 20% la TARSU, in considerazione anche del taglio di 376mila euro operato dal governo centrale sui fondi governativi destinati alla nostra città. La vicenda presenta inoltre alcune curiose sfaccettature di natura politica che andremo a scoprire nelle prossime ore. Intanto un calabrone mi ha riferito che la Giunta Municipale starebbe pensando di vendere alcuni immobili di proprietà comunale e di rinunciare totalmente all'indennità di carica (in campagna elettorale il sindaco aveva promesso una decurtazione del 20%).

ULTIM'ORA: LA PRESIDENZA DELL'ATO BR/2 (CONSORZIO RIFIUTI URBANI) PASSA NELLE MANI DEL SINDACO DI FRANCAVILLA.

......


Ebbene si, la notizia è ufficiale. A seguito di riunione tenutasi http://www.iltridente.altervista.org/wp-content/uploads/2009/09/vincenzo_dellacorte.jpg stamattina presso il Municipio di Oria il sindaco Della Corte da oggi è il nuovo presidente del consorzio ATO/BR2, per cinque anni appannaggio del sindaco di Oria. A presiedere detto consorzio in precedenza era lo stesso comune francavillese (il più vasto come popolazione fra i 9 comuni). Certamente ha svolto un ruolo determinante il nuovo colore politico dell'amministrazione comunale di Oria e i sindaci del centro-destra si sono coalizzati a favore della città degli imperiali. Al momento si sconosce a chi è andata la vicepresidenza e se nell'agro del comune di Erchie si farà la discarica come richiesto da quel sindaco.

ULTIMISSIMA: DIMISSIONI DIRETTIVO UDC DI ORIA

Al Coordinatore Provinciale dell'Unione di Centro Senatore Euprepio Curto
Egregio Senatore,
a seguito dei fatti degli ultimi giorni, dobbiamo constatare, nostro malgrado, l'impossibilità di proseguire il nostro mandato dirigenziale all'interno di questo partito, mandato a suo tempo conferitoci dall'on/le Angelo Sanza, Coordinatore Regionale.
La fiducia e il riconoscimento per il nostro lavoro, che sia Tu e l'on/le Sanza ci avete sempre accordato, vengono oggi sminuite ed offese da esponenti udiccini
dell'ultima ora che pretendono di assumere decisioni fondamentali nella vita del partito, senza aver mai sentito la necessità di incontrare la classe dirigente e di conoscerne l'operato, creando artatamente una figura, quale "il Presidente comunale", assolutamente non prevista tra gli organi di partito dallo Statuto dell'Unione di Centro.
Fieri ed orgogliosi, comunque, del lavoro svolto in questi anni per questo partito, rimettiamo nelle Tue mani le nostre dimissioni irrevocabili dalla dirigenza dell'Unione di Centro - Sezione di Oria.
Certi di trovare la Tua comprensione di fronte a questa nostra scelta, con immutata stima, Ti salutiamo cordialmente.
Oria, 22 giugno 2011
Dario De Simone, Antonello d'Amico, Alessandro Carone, Rita Labbro Francia, Fulvio Alighieri
----------------------------------------------------------------------
Nelle ultime ore Cosimino Moretto, neominato Presidente locale UDC, forse all'oscuro delle dimissioni dei suddetti, inviava la seguente missiva.

Al Comando Provinciale U.D.C. Sen. Curto
Al pres. Provinciale U.D.C. Marcello Rollo
Al commissario locale dott. Dario De Simone
Ai componenti del direttivo sezionale
Ai consiglieri comunali U.D.C. Francesco Biasi e Antonio Fullone
Ai candidati della lista U.D.C.

Prendo atto con soddisfazione della mia nomina a presidente dell'U.D.C. di Oria da parte del presidente provinciale Marcello Rollo, d'intesa col commissario provinciale senatore Curto. E' un incarico che mi gratifica particolarmente per la mia pluridecennale militanza ideologica e operativa nell'area di centro moderata e perché mi da la possibilità di essere uno dei protagonisti di un progetto politico-organizzativo e programmatico che ha già portato all'elezione di Massimo Ferrarese a Presidente della Provincia e di Mimino Pomarico a Sindaco di Oria. Sono i primi risultati di un progetto di qualità che intende offrire un'immagine nuova della politica, che in questi ultimi anni si era perduta nei meandri del clientelismo e degli interessi personali e di gruppo. E' questo l'obiettivo che l'U.D.C. di Oria, di concerto col commissario De Simone e i dirigenti attuali del partito, si è già posto al momento della formazione della lista, col coinvolgimento di molti giovani, ed è questa la strada che si deve continuare a percorrere con decisione e spirito di servizio, se si vuole veramente che le nuove generazioni si avvicinino alla politica. Le polemiche post-elettorali, che ho appreso dalla stampa, non hanno certamente contribuito a qualificare l'immagine del partito; ma io sono certo che con la disponibilità e la buona volontà di tutti, ma soprattutto con un atto di umiltà, il tutto si potrà ricomporre e tra gruppo consiliare e dirigenti del partito si tornerà a dialogare nell'interesse comune e nella prospettiva più ampia di sviluppo del territorio. Le divisioni non hanno senso, se si considera che il successo non è merito di una sola componente e gli stessi partiti esistono perché hanno il consenso degli elettori. Se si comprenderanno queste cose, la strada della crescita del partito sia in termini numerici sia in qualità sarà più agevole e i risultati verranno con la soddisfazione di avere dato un significato all'impegno profuso.
Un ringraziamento sincero va anche al Commissario Provinciale Senatore Curto, che io stimo per la sua disponibilità e il suo non comune acume politico. Lui sarà, senza dubbio, guida sicura e autorevole nell'attuazione del nostro progetto politico-organizzativo e insieme potremo raggiungere quei risultati che ciascuno di noi si è proposti. Da parte dell'attuale dirigenza locale dell'U.D.C. mi attendo collaborazione sincera e responsabile per costruire un partito che sia principale protagonista di una concreta crescita socio-politica ed economica della nostra città.
Cosimo Moretto

venerdì 24 giugno 2011

LETTERA APERTA AL SINDACO DI ORIA: SCELTA OPPORTUNA DELEGARE L'ASSESSORE ASSANTI ALL'ODIERNO CONVEGNO DI ALTAMURA RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATA???

......
E' da ieri che mi pongo questa domanda egregio sindaco di Oria. Già .... e chissà se anche la S.V. ha ponderato bene prima di delegare l'assessore Cosimo Assanti a rappresentare il Consorzio Ato BR/2 nel convegno, organizzato dal Circolo delle Formiche e dal Comitato Civico Aria Fresca (bel nome ... specie con questo caldo!) che si sta tenendo in quel di Altamura (con inizio alle 18,30 di oggi), avente per oggetto: "Raccolta differenziata, il futuro è oggi."
Io al Suo posto egregio sindaco avrei delegato il consigliere comunale di opposizione, già sindaco di Oria, Cosimo Ferretti al quale vanno riconosciuti i meriti e/o demeriti di questo tipo di raccolta rifiuti ed avrei evitato l'imbarazzo all'avvocato Assanti, di dover eventualmente rinnegare quanto dichiarato nell'aprile 2010, allorquando organizzava una raccolta di firme per protestare contro gli effetti negativi del servizio raccolta "porta a porta". Se ragioni di carattere politico non Le consentivano di adottare una simile scelta poteva sempre delegare un sindaco di un altro Comune del Consorzio Ato BR/2 (esempio: quello di Erchie, che è risultato il più virtuoso), oppure il tecnico, ingegnere De Leonardis.
Fra l'altro, fra le deleghe dell'assessore Assanti manca quella all'Ambiente, che è stata invece assegnata a Luciano De Nuzzo.
Ovviamente questo è ciò che penso io ..... che come ben sappiamo non conta un amato niente!

PACE FATTA TRA GIUSEPPE ROMANIN E LA PRO LOCO DI ORIA (due anni fa aveva definito il Torneo dei Rioni "sagra della melanzana")

Da giorni la notizia era nell'aria, ma da oggi è ufficiale: il palio del torneo dei rioni di quest'anno sarà donato dalla famiglia Romanin-Caliandro, proprietaria del castello di Oria. Giusto due anni addietro Giuseppe Romanin aveva paragonato ad una "sagra della melanzana" la manifestazione organizzata dalla Pro Loco oritana.
Il 31 luglio il castello sarà imbandierato in vista della due giorni (corteo + torneo) che si terrà nella prima settimana di agosto, sabato 6 e domenica 7, e non nella seconda settimana come di consuetudine, per evitare l'accavallamento con il ferragosto.
Lo stesso giorno 31 luglio il castello ritornerà ad essere nuovamente illuminato dall'esterno, grazie all'energia elettrica che il Comune tornerà a fornire. Vi ricordo che l'illuminazione mancava da un bel pò, ovvero dall'inizio del restauro ad oggi. Secondo fonti vicine ai proprietari del castello non è mai stato chiarito il motivo per il quale dalla data di ultimazione dei lavori ad oggi i fari sono rimasti spenti, nonostante l'impianto fosse regolarmente funzionante.
Image and video hosting by TinyPic
Si scopre quindi che non era vero che il palio quest'anno doveva essere donato dalla città di Melfi, così come dichiarato dal presidente della Pro Loco Dr. Emilio Pinto al fine di respingere la mia proposta di offrire il palio intitolandolo alla memoria di Mario De Nuzzo, tragicamente deceduto vent'anni addietro nei pressi del campo del torneo (allora in Viale Grande Europa), poco prima che iniziasse la manifestazione.
Intanto devo ricordarvi che manca poco alla convocazione dei primi consigli comunali, nel corso dei quali dovrebbe discutersi dell'incompatibilità del Dr. Emilio Pinto a ricoprire contemporaneamente le cariche di consigliere comunale e di presidente della Pro Loco.

VIDEOLETTERA n.2 AL SINDACO DI ORIA (Corso Umberto, bouganville in coma )

.....

Articolo correlato: cliccare QUI.

OGGI RICORRENZA DI SAN GIOVANNI BATTISTA. TRADIZIONE E CULTURA LOCALE (A cura di Quinto Corrado e Pietro Mazza)

....
Vecchio detto locale: "Ti San Giuanni mpizza lu scuerpu e vabbanni!". Qualcuno sa dirmi le origini di ciò?

giovedì 23 giugno 2011

...... e qualcun'altro scrive loro altri libri, li fornisce di un'altra cultura, inventa per loro un'altra storia" Milan Hubl

"Per liquidare un popolo s'incomincia con il liquidare la loro memoria. Si distruggono i loro libri, la loro cultura, la loro storia. E qualcun'altro scrive loro altri libri, li fornisce di un'altra cultura, inventa per loro un'altra storia" Milan Hubl

BufalaDagli e ridagli qualcuno riuscirà a far passare alla storia qualcosa di Oria che nulla ha di storico! Prima con la bufala del Torneo e del bando di Federico II, sbandierata ai quattro venti come storia ... finanche sul sito web del Comune di Oria (dove a questo link potete leggere la seguente castroneria: La manifestazione trae origine dal bando emanato da Federico II nel 1225 per "sollazzare" gli abitanti della "fedelissima cittade d'Orea" in attesa delle nozze con la promessa sposa Isabella di Brienne, che avvennero nel novembre dello stesso anno nella cattedrale di Brindisi); ora anche con la bugia (cliccare QUI): "........ secondo la tradizione, proprio nel Castello di Oria quasi otto secoli fa l’imperatore Federico II e Jolanda di Brienne scelsero di tenere il loro banchetto di nozze." inventata chissà da chi per motivi commerciali.
Rivolgo un appello: PER FAVORE, NON STRAVOLGIAMO LA STORIA !!!

SULLA BOCCA DEI PIAZZAIOLI ORITANI ...... IN QUESTI GIORNI.

......
Ogni giorno mi capita di incontrare concittadini che mi chiedono conferma circa la vox populi relativa ad un certo reincarico dirigenziale al Comune. Non vi dico i commenti! Contrastanti anche fra i diversi soggetti simpatizzanti della stessa area politica (attuale maggioranza o opposizione) e ciò dipende anche dal "fumo" che qualcuno volutamente sta spargendo sulla vicenda. Basti pensare che "qualcuno" afferma che trattasi di "incarico giornaliero"...... qualche altro parla di "incarico fino al prossimo mese di dicembre" .... e che la Giunta Municipale sta studiando ogni sorta di espediente per evitare di fare una magra figura nei confronti degli elettori per aver promesso nell'immediato futuro un pubblico concorso per.....

Intanto vi invito a visitare il sito internet del Comune di Oria, dove potrete trovare ciò che è riportato nella seguente immagine:

VIDEOLETTERA APERTA AL SINDACO DI ORIA (Alberi Via Torre)

......

Cliccare sull'immagine per ingrandire.. ===>>>>>>

mercoledì 22 giugno 2011

ISTANTANEE IN CITTA': ANGOLI BELLI DI ORIA.

.....
Per chi non lo avesse capito nell'immagine è immortalato il numero civico 15 di Via Castello.

E' ARRIVATOOOOOOOOOOO !!!!!

......
Chi è arrivato? Lo Strillone, periodico di informazione in distribuzione gratuita nei comuni di Ceglie M/ca, Erchie, Francavilla F., Latiano, Mesagne, Oria, Torre S.S. (direttore responsabile Eliseo Zanzarelli).

Sulla prima pagina del primo numero in distribuzione dalla settimana scorsa, si legge: [IL NOSTRO PATTO CON I LETTORI - Lo strillone è il progetto di un gruppo di amici, uniti dalla passione per l'informazione con la I maiuscola. Non è espressione di partiti, movimenti o orientamenti politici, ma non per questo si esimerà dall'occuparsi di politica con occhio critico. Non si fermerà davanti ad accuse o tentativi di delegittimazione, non accetterà ingerenza alcuna, sarà aperto a tutti, ma dipendente da nessuno.]

Col primo numero è arrivata nelle nostre case una notizia esclusiva riguardante la nostra Oria: un importante ritrovamento archeologico nell'area della curia vescovile, un mosaico raffigurante un leone realizzato con ciottoli di fiume, risalente al V-IV secolo a.C. che fa pensare all'esistenza nel sottosuolo di un'antica reggia messapica. Come sempre accade in
questi casi, gli addetti ai lavori avevano pensato di tenerci nascosta la notizia..... chissà fino a quando e chissà per quale motivo (sicuramente serio, ma incomprensibile per noi comuni mortali)! Ho personalmente avuto modo di appurare che personaggi locali, ritenuti vicini ad ambienti della competente Soprintendenza, si sono arrabbiati per questo scoop giornalistico, ma .... ahimé la stampa .... è la stampa, bellezza e deve svolgere il suo ruolo, specie in presenza di una notizia di grande interesse pubblico. Già ... di grande interesse pubblico, in quanto detto mosaico potrebbe riscrivere la storia della nostra città, se si considera che Strabone, antico storico e geografo greco, cita fra le sue opere la presenza, in questo territorio, di un'antica reggia messapica. Non posso dirvi di più, in quanto problemi di copyright me lo vietano. Se volete approfondire la notizia affrettatevi a leggere LO STRILLONE.

martedì 21 giugno 2011

ORIA - INCONTRO CULTURALE "L'ATTUALITA' DELLA COSTITUZIONE" - Foto e video.

.....
Si è tenuto questa sera, presso la sala conferenze del Ritiro “Maria Immacolata” l’incontro culturale “L’attualità della Costituzione”, con chiaro riferimento nella tematica al 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, promosso dall’associazione culturale “Il Pozzo e l’Arancio”, con il patrocinio dell'Università di Bari e del Comune di Oria. Sono intervenuti il prof. Francesco Fistetti (docente di Storia della Filosofia Contemporanea – Università di Bari) ed il prof. Francesco Perchinunno (docente di Diritto Costituzionale – Università di Bari, sede di Taranto). Moderatrice l’avv. Olga De Siato (dottore di ricerca – Università di Bari). Presente il sindaco Cosimo Pomarico che ha rivolto un indirizzo di saluto agli astanti. Nel corso dell’incontro, coordinato da Piero De Simone, sono stati inoltre letti estratti dei testi di Padri Costituenti a cura di Mino Candita, Luca Carbone e Pierpaolo Lippolis. Hanno curato l’organizzazione Pierdamiano M. Mazza, Ubaldo Spina e Luana Gioia, dirigenti dell’associazione.

ORIA - COMMISSARIATA LA LOCALE SEZIONE UDC?

........
Parrebbe di si. Lo si deduce da un articolo pubblicato poco fa sul sito di TRCB.it
Ieri mattina Euprepio Curto, in qualità di coordinatore prov/le del partito di Casini, aveva diramato un comunicato stampa con il quale si faceva promotore di un incontro fra sindaco di Oria e dirigenza UDC locale al fine di smussare gli angoli venutisi a creare con la vicenda nomine assessorili.

Evidentemente detto tentativo ha sortito esito negativo, se si considera che nella giornata di oggi Marcello Rollo, presidente provinciale dell'UDC (nonché mooooolto amico di Massimo Ferrarese), ha proceduto alla nomina di Cosimino Moretto (ex sindaco di Oria, mooooolto amico di Tony Fullone e di Mimino Di Giovanni) a presidente della sezione oritana del partito della vela, esautorando di fatto il direttivo esistente capeggiato dal dr. Dario De Simone.

Agli amici Dario De Simone, Fulvio Alighieri, Antonello D'Amico, Rita Labbro Francia e Alessandro Carone, già componenti il direttivo locale UDC, va tutta la mia comprensione e solidarietà.
Articolo strettamente correlato: cliccare QUI.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...