sabato 30 aprile 2011

Il candidato sindaco Mimino Pomarico scrive al Prefetto: NO AI TELEFONINI NELLE CABINE ELETTORALI.


[Eccellenza,
In occasione delle prossime elezioni amministrative del 15 e 16 maggio prossimo, mi permetto chiederLe di voler cortesemente valutare l’opportunità di un Suo autorevole richiamo ai Presidenti di Seggio circa l’applicazione corretta della legge che vieta all’Elettore di accedere con il proprio telefonino nella cabina elettorale.
Detta richiesta nasce dall’esigenza di prevenire il pericoloso fenomeno del voto di scambio, di ogni possibile tentativo di limitare la libertà di voto e di inquinare il risultato elettorale.
E’ statisticamente provato, infatti, che molti elettori ed in particolare i più giovani, usano fotografare il voto espresso per dimostrare al politico di turno di aver assolto all’impegno assunto.
Un atteggiamento che, se non preventivamente ostacolato attraverso la rigida e corretta applicazione della legge in materia rischia di impedire la libera e segreta espressione di voto ed abbassa pericolosamente il nostro livello di democrazia.
Certo della Sua alta sensibilità La ringrazio per il Suo autorevolissimo intervento e porgo i miei sensi di più alta stima e di fiducia.
Nell’occasione, esprimo la mia solidarietà e convinto sostegno all’Amico Franco Arpa per la sua democratica battaglia per una campagna elettorale leale ed a tutela dei Candidati Sindaco con scarse disponibilità economiche ai quali viene negata la possibilità di competere alla pari degli altri.
Oria, lì 30 aprile 2011

Cosimo Pomarico
(Candidato Sindaco Oria)]

venerdì 29 aprile 2011

E COME DICEVA IL GRANDE TOTO': "OGNI LIMITE HA UNA PAZIENZA!"

AL SIGNOR PREFETTO DELLA PROVINCIA DI BRINDISI
e, p.c.:
AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL COMUNE DI ORIA
AL SIGNOR COMANDANTE LA STAZIONE CARABINIERI DI ORIA
AGLI ORGANI DI STAMPA LORO SEDI


OGGETTO: COMUNICAZIONE INIZIO SCIOPERO DELLA FAME E RISERVA DI RITIRARE CANDIDATURA A SINDACO.

Eccellenza, scrivo la presente, dopo sofferta ed approfondita riflessione, per informare la S.V., massimo rappresentante del Governo della provincia di Brindisi, di aver deciso di intraprendere le azioni in oggetto indicate a causa di tutta una serie di fattori, l'ultimo dei quali, intollerabile a mio parere, aver ricevuto nella giornata di ieri una lettera (vedasi allegato) a firma del Commissario Straordinario, con la quale mi si vietava di fatto di utilizzare la mia autovettura per svolgere propaganda elettorale figurativa mobile, così come previsto dalla normativa vigente.

Negli ultimi mesi sono stato costretto a subire e tollerare di tutto (attacchi di natura anche intimidatoria da anonimi; diffamazioni a mezzo internet, manifesti elettorali imbrattati per rendere irriconoscibile il mio volto, pressioni varie, da parte dei "soliti noti", sui candidati consiglieri della lista collegata P.I.L.U.-Persone Indipendenti Libere Unite; il vice coordinatore, nonchè fondatore del Movimento Politico, che improvvisamente e misteriosamente un mese addietro si è dimesso).

Oggi però non sono disposto a tollerare che lo Stato, attraverso un Commissario Straordinario, non avverta la sensibilità di tutelare le minoranze, le forze più deboli anche economicamente, di fronte a dei Paperon della politica che possono permettersi di spendere fior di migliaia di euro attraverso pubblicità su maxi plance e su emittenti televisive private a partire già dalla metà di marzo; che possono permettersi di continuare a spendere migliaia di euro per propaganda elettorale figurativa mobile (che definirei semi-fissa se si considera che sono consentite soste di un'ora) su maxi plance installate su camion (cosiddette vele).

Ad un "poveraccio" come me che intende installare due pannelli di compensato sul portapacchi della propria autovettura lo Stato (attraverso un suo rappresentante) invece risponde: [In merito all'utilizzo del veicolo personale, appositamente predisposto "con struttura leggera in legno, a forma di piramide, avente misure.... sulla quale apporre manifesti elettorali", si ritiene che detta struttura, unitamente al veicolo, debbano essere appositamente collaudate per tale uso dall'Ispettorato della MCT competente.] Per il rispetto che sono obbligato e abituato a portare alle Istituzioni mi astengo dal commentare il contenuto della missiva a cui faccio riferimento. Mi limito solo ad evidenziare che sconosco l'esistenza di Ispettorati MCT deputati a tali incombenze, ovvero ad autorizzare il trasporto sul portapacchi di un'autovettura privata di oggetti che possono essere equiparabili ad una bicicletta.

Il comportamento del Commissario Straordinario desta anche perplessità di diversa natura, legate alla par condicio, se a ciò si aggiunge che il Comune di Oria:
- non ha fino ad oggi reso noto (come previsto dalla normativa vigente) in quale PREDISPOSTO locale, di proprietà comunale, le forze politiche possono tenere conferenze e dibattiti nel periodo della campagna elettorale, agevolando di fatto coloro che possono permettersi di fittare un teatro od altro spendendo fior di quattrini;
- metterà a disposizione nei prossimi giorni un palchetto, per comizi in Piazza Lorch anzichè, come usanza consolidata, nella centralissima e più frequentata Piazza Manfredi, vera agorà da comizi elettorali, agevolando così di fatto le forze politiche che possono permettersi l'installazione a proprie spese di palchi in quest'ultima piazza, e quindi fruire della possibilità di essere seguiti dal maggior numero possibile di cittadini-elettori;
- nel pomeriggio del giorno 26 c.m., attraverso un Vigile Urbano ha fatto telefonare allo scrivente per invitarlo a rimuovere un manifesto elettorale (l'UNICO, fra l'altro già rimosso di propria iniziativa quattro ore prima) dalla porta d'ingresso del proprio comitato elettorale sito in Piazza Lorch. Lo stesso Comune fino ad oggi non ha provveduto alla copertura (così come prevede la legge) di tanti manifesti elettorali di altri soggetti politici affissi fuori dagli spazi consentiti.
Distinti saluti.
Oria, lì 29 aprile 2011
F/to Francesco ARPA ORIA -


----------------------

CITTA' DI ORIA

OGGETTO: Elezioni amministrative 15 e 16 Maggio 2011 - Propaganda elettorale - rif.to nota prot. n. 8117 del 19.04.2011 e nota faxata del 27.04.2011.

Spett. ARPA Francesco 72024 - Oria

In ordine a quanto richiesto e rappresentato con le lettere in oggetto, si comunica quanto segue.

Come già chiarito nel corso della riunione tenutasi presso questa Sede Municipale nella mattinata del 26 u.s., i cui contenuti sono stati riportati in apposito verbale sottoscritto dai rappresentanti dei gruppi e/o partiti politici e dai rappresentanti di questo Ente (che si allega in copia), la pubblicità elettorale effettuata mediante veicoli (c.d. Vele o altro tipo di vettura all'uopo equipaggiata, purché in assenza di sovrastrutture) è vietata in forma fissa, essendo consentita soltanto in forma itinerante, in quanto rientra nella propaganda figurativa non luminosa su mezzi mobili. Tale forma di pubblicità elettorale è ammessa nei limiti di cui all'art. 23 del C.d.S. e dell'ari 57 del relativo regolamento di esecuzione; pertanto, la sosta dei veicoli stessi deve ritenersi ammessa, unicamente nei limiti fissati dalle predette norme e per un periodo non superiore ad un'ora. Infatti, qualora tali veicoli (ed. vele) dovessero sostare per più di un'ora, anche di notte ed in spazi autorizzati dal Codice della Strada, gli stessi diventerebbero una forma di pubblicità fissa al di fuori degli spazi a ciò consentiti.

Ciò è stabilito dall'art. 6 dalla Legge 04 Aprile 1956, n. 212.

In merito all'utilizzo del veicolo personale, appositamente predisposto "con struttura leggera in legno, a forma di piramide, avente misure.... sulla quale apporre manifesti elettorali", si ritiene che detta struttura, unitamente al veicolo, debbano essere appositamente collaudate per tale uso dall'Ispettorato della MCT competente. Distinti saluti.

Oria, lì 28 Aprile 2011

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO D.SSA MARIARITA IACULLI

giovedì 28 aprile 2011

ORIA - Don Pietro Chirico nuovo parroco della chiesa di San Francesco d'Assisi.

.....
Da qualche settimana è stata notata l'assenza in Oria di don Rocco Erculeo (foto a sinistra), amministratore parrocchiale presso la chiesa di San Francesco d'Assisi. Al suo posto vi è Monsignor Pietro Chirico Direttore Caritas Diocesana. Vi state chiedendo il motivo di ciò? Anche io mi son posto la stessa domanda ..... senza riuscire a trovare una risposta.

martedì 26 aprile 2011

Tanto scalpore perché a Saronno vige il limite di velocità massima a 30 Km/h. E dei segnali di 10 Km/h ad Oria nessuno ne parla?

.....
Proprio così! DIECI CHILOMETRI ALL'ORA ad Oria e nessuno ne parla. Tutti superiamo abbondantemente quel limite transitando dalla trafficatissima Via Francavilla e continuiamo e fare finta di niente. Finchè la barca và .... lasciala andare...
A Saronno invece si continua a sollevare un polverone per il limite di 30 Km orari. Oggi ne hanno parlato tutti i TG nazionali!
Oltre a Via Francavilla vi sono altre strade con tal segnale ridicolo (.......Via Beato Angelico)

lunedì 25 aprile 2011

ORIA NEL GIORNO DI PASQUETTA 2011.

Boom di turisti oggi ad Oria grazie anche alla campagna pubblicitaria pro-castello a cura dei proprietari, la famiglia Romanin-Caliandro. Gli abitanti di Oria devono cominciare però a svegliarsi... devono capire che la città deve essere più pulita, più accogliente, deve offrire più servizi in occasioni come queste. Ho personalmente sentito le lamentele di tanti turisti circa la mancanza di negozi dove acquistare souvenir ed altro (esempio: batterie tipo stilo e ministilo per fotocamere). L'unico negozio per souvenir aperto era LA MARIPOSA AZUL in Via Roma, alla cui proprietaria ho personalmente rivolto un elogio.
Gli unici operatori commerciali attenti sono stati quelli della ristorazione.... forse fin troppo attenti! Ne hanno subito approfittato per mettere sedie e tavolini sull'asfalto in barba alle più elementari regole in materia e .... FORSE ... senza pagare la dovuta tassa occupazione suolo pubblico al Comune.
Altre note dolenti: non ho visto un solo vigile urbano per le vie cittadine; ho visto le strade sporche e la presenza di sacchetti di spazzatura abbandonati nelle viuzze del centro storico.

25 APRILE ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE. RIFLESSIONI DI SALV. FILOTICO

Image and video hosting by TinyPic
Oggi è il 25 aprile, una giornata che dovrebbe ricordare a TUTTI GLI ITALIANI, IN MANIERA CONDIVISA LA LIBERAZIONE DALL’OPPRESSIONE NAZIFASCISTA.
Siamo in una fase politica molto delicata nella quale è possibile che a qualcuno vengano in mente idee revanchiste che spingerebbero l’Italia in una deriva autoristica ( e ne sono testimonianza le ultime sortite del premier e le proposte di modifica della Costituzione nonché gli squallidi e beceri attacchi alla Magistratura ed alla scuola pubblica).
Ancora una volta mi tocca osservare gli imbarazzati e imbarazzanti silenzi ed assenze del presidente del consiglio e del ministro della Pubblica Istruzione (che sembrano più preoccupati dell’istruzione privata, e dell’atacco all’indipendenza della Magistratura che delle sorti della libertà dei Cittadini e della difesa dei loro diritti primi fra tutti quelli al lavoro , all’istruzione, all’informazione ed alla salute).
Ma mi tocca ancora registrare l’assordante silenzio delle forze politiche cittadine e dello stesso Commissario Prefettizio. Nessuno ha pensato di ricordare ai giovani ed a noi tutti questa giornata che, grazie al sacrificio di tanti Italiani, restituì a noi tutti indistintamente, la libertà.
Anche le stesse forze di sinistra, SEL prima di tutte hanno fatto molto poco per ricordare l’Anniversario della Liberazione.
Vorrei farlo utilizzando due poesie. La prima è l’epigrafe di Piero Calamandrei, il nostro massimo Padre Costituente; l’altra è un brano del compianto poeta e cantautore Pierangelo Bertoli.
Cordiali saluti e W La Resistenza.
Salvatore Filotico

Epigrafe di PIERO CALAMANDREI
Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà
a deciderlo tocca a noi.
Non coi sassi affumicati
dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
non colla terra dei cimiteri
dove i nostri compagni giovinetti
riposano in serenità
non colla neve inviolata delle montagne
che per due inverni ti sfidarono
non colla primavera di queste valli
che ti videro fuggire.
Ma soltanto col silenzio dei torturati
Più duro d’ogni macigno
soltanto con la roccia di questo patto
giurato fra uomini liberi
che volontari si adunarono
per dignità e non per odio
decisi a riscattare
la vergogna e il terrore del mondo.
Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci ritroverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre RESISTENZA

video

IL CENTRO DEL FIUME
[P.A. Bertoli ]
Figure di carta che devono nuovi pensieri
E fragili miti creati dal mondo di ieri disperdono giovani
forze sottratti al domani
Lasciando distorte le menti e vuote le mani
Consumi la vita sprecando il tuo tempo prezioso
Raggeli la mente in un vano e assoluto riposo
Trascorri le ore studiando le pose già viste
Su schermi elettronici di false riviste
E tieni le orecchie tappate agli inviti del suono
E questa è una polvere grigia che cade sugli occhi dei
figli dell’uomo
Deciso a sfuggire il tuo tempo che soffia e ribolle
Non abile a prendere il passo di un mondo che corre
Coraggio è soltanto una strana parola lontana
Tu cerchi rifugio in un pezzo di canapa indiana
Il sesso che prendi con facile e semplice gesto
Rimane ancora e di nuovo soltanto un pretesto
E ancora nascondi la testa alla luce del sole
Il sesso è scoperto però hai coperto l’amore
E tieni le orecchie tappate...
Fai parte di un gregge che vive ignorando il domani
E corri da un lato e dall’altro ad un cenno di cani
Il mito di un lupo mai visto ti ha fritto il cervello
E corri perfino se il branco ti porta al macello
E dormi nel centro del fiume che corre alla meta
E niente che possa turbare il tuo sonno di seta
Qualcuno ti grida di aprire i tuoi occhi nebbiosi
Ma tu preferisci annegare in giorni noiosi
Non senti che ti stanno chiamando con voce di tuono
E questa è una polvere grigia che cade sugli occhi dei
figli dell’uomo.

domenica 24 aprile 2011

LA PROPAGANDA ELETTORALE INDIRETTA: UNA VECCHIA E CONSOLIDATA CASTRONERIA DELLA LEGGE ELETTORALE.

.....
PROPAGANDA DIRETTA
PROPAGANDA INDIRETTA
Dov'è la differenza? A me.... me pare nna *********

Mai sazi di potere e di visibilità, nonostante le migliaia (???) di euro già spese dall'inizio di marzo ad oggi, con manifesti murali (anche su nuove gigantesche plance),
per continuare a bombardare la città con la loro propaganda elettorale, i signori candidati sindaci Pomarico e Carbone, insieme alle rispettive liste collegate (complessivamente 13), si son dati un gran da fare a richiedere spazi per affissioni elettorali (cosiddetta propaganda indiretta, art. 4, Legge 4 aprile 1956, n. 212), servendosi di alcune associazioni esistenti o di inventarsene delle nuove.
In pratica gli stessi manifesti affissi sulle plance della propaganda diretta li trovate su quelle della indiretta.
Avessero almeno il buon senso .... o buon gusto .... di affiggere manifesti diversi fra i due tipi di propaganda! E già! Ad esempio .... "L'Associazione X suggerisce di votar e far votare il candidato tizio perché.........".

Noi del Movimento Politico P.I.L.U. abbiamo detto NO a detto stupido meccanismo alimentato da anni da quasi tutte le forze politiche in occasione di campagne elettorali per aumentare la propria visibilità. Abbiamo deciso di farlo perchè riteniamo di essere diversi dagli altri. Si diversi! Non a caso ignobili e ignoti sciacalli hanno vigliaccamente imbrattato i nostri manifesti con della vernice spray color nero.
Anche se ciò non ci ha meravigliato, dobbiamo evidenziare che a distanza di due giorni, nessuna forza politica ha avvertito la necessità di spendere qualche parola per stigmatizzare tale grave e vile atto.

Qui di seguito l'elenco di coloro che hanno richiesto ed ottenuto spazi per propaganda elettorale indiretta. Fate attenzione a non scompisciarvi in modo esagerato dalle risate!

Image and video hosting by TinyPic

E' PASQUA............

..........
Auguro a tutti voi una serena Pasqua.

sabato 23 aprile 2011

INNO DEL PILU. ..... ovvero tutta un'altra musica!

ORIA - NEL GIORNO DI PASQUETTA E' POSSIBILE VISITARE IL CASTELLO

......
Le visite guidate si svolgono all’interno del castello e prevedono l’illustrazione delle testimonianze storiche e artistiche più rilevanti, l’architettura tipica del castello, le sue funzioni, gli interni del mastio, la passeggiata sulle mura, le torri saracene, i punti panoramici, la Collezione e le storie leggendarie di Oria.
Si organizzano visite guidate all'area monumentale del castello di Oria il giorno di Pasquetta 25 Aprile 2011.
Orario di ingresso:
mattina
ore 10.30
ore 12.00

pomeriggio
ore 15.30
ore 16.30
ore 17.30
Costo biglietto di ingresso
adulti € 7,00
ridotto (bambini 6-10 anni) € 4,00
Prenotazione facoltativa.
Per gruppi organizzati e comitive miste si consiglia la prenotazione.
Per informazioni
cell 3290525252
info@castellodioria.it

ORIA - PROCESSIONE SANTI MISTERI - VIDEO.

venerdì 22 aprile 2011

ORIA - PROCESSIONE MISTERI - FOTOGALLERY


(Il mio volto dà fastidio?): QUESTA E' LA PROVA CHE IO E LA LISTA PILU ABBIAMO IL "DOVERE DI ESSERCI" ........ alle prossime elezioni comunali!

Image and video hosting by TinyPic PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE PENALE DI BRINDISI
(tramite Carabinieri Oria)
ATTO DI DENUNCIA/QUERELA
Il sottoscritto ARPA Francesco, con il presente atto di denuncia/querela, in qualità di persona offesa da reati, espone qui di seguito i fatti illustrati: “Sono candidato sindaco per Oria alle prossime elezioni amministrative del 15 e 16 maggio 2011, con la lista P.I.L.U. (Persone Indipendenti e Libere Unite per Oria). La sera del 20 c.m. insieme al signor Domenico Stramaglia (candidato consigliere di detta lista) ho personalmente affisso manifesti elettorali raffiguranti il mio volto e quello dei 14 candidati consiglieri della lista, nel numero di 2 (due) per ogni plancia elettorale per la propaganda diretta, installata in città dall’Ufficio Elettorale. Le plance complessivamente sono 10 (dieci) pertanto abbiamo affisso complessivamente 20 (venti) manifesti negli spazi a noi assegnati e contrassegnati dal numero progressivo 15.----------------
La mattina di oggi 22 aprile 2011 ho constatato personalmente che ben 8 (otto) manifesti sono stati imbrattati con della vernice spray di color nero, in modo tale da rendere irriconoscibile il mio volto, ovvero quello candidato sindaco del P.I.L.U.. L’ubicazione di detti manifesti danneggiati/deturpati è: -nr. due in Via Crocefisso; - nr. due in Via F/lli Bandiera; nr. due in Via De Filippo (uno su ognuna delle due plance installate); nr. due sul muro di recinzione della scuola media Fermi. Il tutto come si evince dagli allegati 5 (cinque scatti fotografici) allegati in altrettanti file formato digitale, che assumono fonti di prova.-------------
L’episodio si commenta da sé in tutta la sua gravità se si considera che siamo in piena campagna elettorale e che io e la mia lista ci presentiamo come forza alternativa ed innovatrice rispetto a tutte le altre forze politiche impegnate nella imminente competizione elettorale. Ritengo non debba escludersi nessun movente da parte degli esecutori materiali e/o mandanti, da quello politico a quello personale, in considerazione anche del fatto che con la mia attività di libero blogger, che svolgo su internet attraverso il mio sito www.arpa-oria.com ed a mezzo del quale esercito un mio diritto, quello di poter esprimere liberamente il mio pensiero, in virtù dell’art. 21 della Costituzione Italiana, mi son fatto dei nemici.-------------------------------------
Pertanto, con il presente atto di denuncia/querela,
DICHIARO:
per ogni effetto di legge, di manifestare la volontà che si proceda penalmente, anche con l’ausilio della mia persona, con il supporto delle fonti di prova da me illustrate nel presente atto, nei confronti di ignoti, in ordine a tutti i fatti previsti dalla legge come reato che la S.V. e di essere informato in caso di richiesta di archiviazione, nonché in caso di proroga delle indagini preliminari. Mi riservo di nominare un legale di fiducia.-------
Eleggo domicilio per le notificazioni presso la mia abitazione.
Oria, addì 22 aprile 2011.---------------------------------

giovedì 21 aprile 2011

ORIA - SI E' CONSUMATO IL BECERO BANCHETTO DELLA NOMINA DEGLI SCRUTATORI DI SEGGIO ELETTORALE.

.....
Preliminarmente devo citare due proverbi oritani:
-Quannu lu ciucciu no nci voli mbevi è inutili ca fiscki!
-Predica patri alli curnuti ca li pretichi sò pirduti!

A nulla sono valse le varie richieste pervenute al protocollo del Comune di procedere con sorteggio. A nulla sono valsi vari articoli di stampa (oggi su Quotidiano e su Gazzetta).
Fra una chiacchiera e l'altra, fra una risatina e l'altra.... da parte di alcuni componenti la commissione elettorale, si è portato a compimento il becero rito della nomina degli scrutatori di seggio elettorale. La "funzione" appariva come un "banchetto" ovvero come una "passatella" (quel gioco che da noi si chiama "
LEGGI" col PATRUNU E SOTTA.... dove qualcuno rimane all'URMU). Eh sì! All'URMU è rimasto chi non era raccomandato dai cugini Marinò e da Francesco Caniglia, oppure non ha avuto la fortuna di risultare fra i 13 (quota procapite) sorteggiati dal Commissario Straordinario.
In pratica i tre ex consiglieri hanno nominato i 13 a loro spettanti, mentre la d/ssa IACULLI ha effettuato il sorteggio per i 13 a lei spettanti, e lo ha fatto con il seguente meccanismo: da un sacchetto contenente delle palline numerate ha estratto due numeri (88 e 63). Il primo numero equivaleva alla persona che nell'elenco degli scrutatori occupa il numero 88, mentre il secondo numero serviva per nominare i successivi, ovvero 88+63=151+63 .... etc....
Ecco i nomi degli scrutatori titolari nominati/sorteggiati:
-CALO' Anna Maria;
-CARBONE Vincenzo;
-CAVALLO Marianna;
-DE NITTO Cosimo;
-FERRETTI Esther;
-GUIDO Fernando;
-MIALE Giovanni;
-MOSCA Concetta;
-PATISSO Damiano;
-POMARICO Cosimo;
-SCARCIGLIA Cosimo;
-SUMMA Giuseppa;
-ALTAVILLA Anna;
-DINOIA Sabina;
-MAGGIORE Francesco;
-ANNE' Renato;
-ANDRIULO Maria Pia;
-LONOCE Anna Maria;
-SPINA Domenico;
-INNOCENTE Laura;
-ANTONINO Cosima;
-MARINO' Ilario;
-PALOMBIERI Maria Grazia;
-FERRAJOLI Luigi;
-GIOIA Luana;
-ARDITO Angelo;
-MICELLI Rossella;
-CARAGLI Anna;
-DI MOTOLI Euprepio;
-LIGORIO Concetta;
-IANNINI Anna;
-MATARRELLI Ermenlinda;
-GALASSO Sonja;
-DI VIGGIANO Sergio;
-DELL'AQUILA UMberto;
-NARDELLI G.na;
-PATISSO Ilaria;
-ANNE' Simona;
-PAGANO Raffaele;
-CAVALLO Barbara;
-AGOSTINO Antonio;
-DE SIATO Francesca;
-MORETTO Valentina;
-MICELLI Matteo;
-LACOSTA Aldo;
-CANIGLIA Andrea;
-NEGLIA Teodosio;
-GIOIA Vincenzo;
-D'ORIA Fabio;
-PESCE Mauro;
-SADIK Mary J;
-PERRUCCI Valentina.

Alcuni nomi fra i primi supplenti nominati/sorteggiati:
-CACCIATORE Luisa;
-CARBONE Daniela;
-CARROZZO Anna Silvia;
-INNOCENTE Francesco;
-DE STRADIS Michele;
-GUIDO Loredana;
-DALESSANO (o D'Alessio?) Anna.



L'anno scorso i fortunati (tutti senza sorteggio) furono:
(Osservate bene.... alcuni sono identici a quelli di quest'anno!)
Carone Piera
Pipino Angela
Scintilla Stefania
Spina Ivan
De Maria Paola
Durante Silvia
Iannini Anna
Caniglia Andrea
Almiento Serena
Durante Francesca
Lo Noce Anna Maria
Mola Margherita
Dalessano Anna
Di Noia Sabina
Neglia Teodosio
Summa Leo Cosimo
Delli Santi Liliana
Proto Desdemona
Annè Renato
Gioia Vincenzo
Carone Emanuele
Destefano Gabriele
Marinò Ilario
Moretto Francesco
Biasco Anna
Mingolla Vincenza
Patisso Ilaria
Sternativo Antonio
Larocca Alessandra
Manigrasso Anna Lucia
Piro Giuseppina
Pastore Barsanofio
Carbone Simona
Mazza Laura
Filomeno Luigi
Pagano Pasquale
De Gaetani Tiziana
Moretto Patrizia
Santese Angelo
Spina Domenico
Mingolla Anna
Sadik Mary Jane
Pentassuglia Francesco
Pesce Mauro
Carrozzo Monica
Mazza Anna
Petese Mariagrazia
Musciagli Paolo
Mingolla Lucia
Fullone Dante Filippo
Guida Emilio
Viapiana Michele

mercoledì 20 aprile 2011

Chi ha interesse a continuare a spendere per ogni tunisino 35 € al giorno? E’ un nuovo business sui poveri e sui disperati? (a cura di Angelo Lippolis

......
TENDOPOLI, CHI CI PRENDE DI PIU’ IN GIRO

Che delusione. Noi oritani ci eravamo un attimo rilassati. Avevamo per un momento abbassato il livello di guardia, confidando nelle parole del sottosegretario Mantovano che ha aveva assicurato che entro Pasqua la tendopoli sarebbe stata svuotata , e invece, da come stanno andando le cose, si capisce però che la tendopoli nessuno la vuole svuotare.
Domenica ci sono stati i primi 120 permessi. Erano tutti migranti che avevano dichiarato di non avere un lavoro o un familiare da raggiungere e così hanno chiesto aiuto allo Stato italiano. Sono stati tutti trasferiti in centri di accoglienza dell’Emilia Romagna e del Veneto. Lì, adesso, sono liberi di rimanere nel centro che li ha accolti o di andar via alla ricerca di una vita migliore, per i prossimi 6 mesi.
Tutti gli altri tunisini hanno invece dichiarato di sapere dove andare, di avere un probabile lavoro o una famiglia da raggiungere. In questo caso, la macchina umanitaria non interviene. Ti consegna la mitica card valida per 6 mesi se dimostri di avere i soldi per comprare il biglietto del treno per il luogo di destinazione che hai dichiarato di voler raggiungere. Così, ieri, hanno fatto salire sugli autobus circa 70 tunisini che però, arrivati a Taranto per prendere il treno per Roma, sono stati costretti a risalire sull’autobus e ritornare alla tendopoli perché sprovvisti del denaro necessario all’acquisto del biglietto del treno.
Oggi la macchina organizzativa si sta dimostrando più efficace. Sono stati consegnati 200 permessi e i controlli si stanno facendo a terra, alla tendopoli. Prima di salire sull’autobus devi dimostrare di avere i 33 € per comprare il biglietto per Roma, se non ce li hai resti al campo, costando allo stato 35€ al giorno per tutti i giorni di successiva permanenza.
Mi sembra una La Maddalena dei poveri. Lì l’emergenza G8 ha fatto nascere vari hotel e un Centro congressi, giustificato dal fatto che si dovessero ospitare capi di Stato. Qui l’emergenza preferisce tenere i tunisini alla Tendopoli, spendendo 35 € al giorno per chissà quanti giorni invece di comprare un biglietto del treno di 33€ una tantum.
Noi oritani non capiamo. Chi ha interesse a bloccare le partenze dei tunisini dalla tendopoli? Chi ha interesse a continuare a spendere per ogni tunisino 35 € al giorno? E’ un nuovo business sui poveri e sui disperati?
Intanto, oramai il che fa i bisogni per strada a mezzogiorno fa parte del paesaggio e del folklore cittadino. Gli oritani si stanno abituando e fra questi anche i giornalisti che anziché raccontare il nostro disagio, anziché invitare le istituzioni a sorvegliare la strada Oria-Manduria, che ci ha già dato un morto e chissà quanti altri ce ne darà con l’inizio della bella stagione che trasforma la strada provinciale 57 in un’autostrada per il mare, raccontano di ordinanze prefettizie discutibili, in ossequio alle tesi di noti parlamentari vicini al Governo che cercano di buttare acqua sul fuoco delle inefficienze. E così che succede quando qualcuno crede per davvero che il problema non esista...
Angelo Lippolis

Il prof. FISTETTI ed il dr. PERRUCCI ci scrivono circa gli SCRUTATORI.

.....
Caro Arpa, sulla questione degli scrutatori non ho cambiato idea. Ritengo che il sorteggio sia il sistema più equo da applicare. Ho espresso in qualità di capolista di Sel questa stessa posizione, che spero venga fatta propria da tutti i componenti della Commissione Elettorale. Perciò, ognuno si assumerà le proprie responsabilità di fronte a se stesso e agli elettori. Un cordiale saluto
prof. Francesco Fistetti
-------------------

Caro Franco, ti ringrazio per aver pubblicato nuovamente il mio articolo del marzo 2010 relativo alla nomina degli scrutatori di seggio elettorale; ti ringrazio perché mi dai l'opportunità di ribadire, ancora una volta, se possibile con maggiore incisività, quello che è il mio pensiero. Sottoscrivo tutto quell'articolo, parola per parola, sillaba per sillaba, senza indietreggiare anche di un solo passo.
Mi si dirà: "Eh, ma tu sei candidato nella stessa lista di uno dei componenti che dovrà "scegliere", tra gli elettori, i prossimi scrutatori!!!". Tutto vero, ma precisiamo i rispettivi ruoli di ogni singolo individuo. Io sono Alessandro Perrucci, candidato indipendente ( e sottolineo più volte l'aggettivo "indipendente") nella lista SEL, lista di cui fa parte anche Giancarlo Marinò, colui il quale avrà "l'increscioso compito" di "selezionare" alcuni dei prossimi scrutatori. Detto questo, mi pare opportuno precisare la mia assoluta chiarezza nel ribadire le mie opinioni sull'argomento al diretto interessato: ho più volte discusso con Giancarlo del tema, senza riuscire a smuoverlo da quelle che sono le sue convinzioni; altresì, il sottoscritto continua a pensarla allo stesso modo. Il mio ruolo non è quello di cambiare le cose in corso tantomeno le persone (anche perché non ne avrei il potere): il mio ruolo è stato quello di far emergere ciò, che a mio avviso, risulta essere l'ennesimo strumento che, indirizzando il consenso verso certi canali, svuota la democrazia della sua essenza reale derubricandola in una formale "democrazia elettorale", dove ciò che conta sono esclusivamente i voti e non i volti delle persone che si rappresentano. Mi permetto di ricordare a tutti il mio slogan per questa campagna elettorale: "Nel sistema, dentro il sistema". Sono convinto, infatti, della necessità di esserci dentro un sistema, sapersi integrare nei perimetri di una dimensione che, per quanto torbida, necessita di un elemento interno che la modifichi. Ecco: io sono "solo" il "germe" di quella che io reputo la "buona politica", germe inoculato all'interno di un organismo indubbiamente alterato dalla vischiosità della "cattiva politica". Mi auguro, un domani quanto più prossimo possibile, che questo germe di "buona politica" sia presente in una quantità tale da sconfiggere i "batteri" della cattiva politica, "contaminando", di fatto, l'intero sistema. Infine, mi sia concesso esprimere il reale motivo della mia candidatura: io non ambisco a essere eletto consigliere nè tantomeno a essere nominato assessore. La mia ambizione è, rapportata ai canoni della "buona politica a cui ho appena fatto cenno, ancora più alta: io spero in un rinnovamento culturale del tessuto antropologico oritano; io spero in una comunità dotata di uno spirito critico che le permetta di emanciparsi dal fango dell'ignoranza; io spero in un paese che abbandoni quell'atteggiamento di "assuefazione allo schifo" dinnanzi a certi comportamenti dei nostri rappresentanti; io spero in un gruppo di elettori che, alle offerte di ruoli di scrutatore o altro rispondano: "No, grazie. Io sono un cittadino non un suddito". Nella sostanza, caro Franco, un piccolo esempio penso di averlo dato: la mia umile e semplicissima campagna elettorale si è caratterizzata per un video e un programma politico. Non ho, al contrario di altri, offerto posti di lavoro, centinaia di panini con le salsicce o ruoli di scrutatore: ho offerto il mio impegno, la mia disponibilità, la mia voglia di rinnovamento, le mie idee. Lo so: è niente, un esile goccia nel mare ma, al momento, è quello che posso fare. Il mio è l'inizio di un percorso che, mi auguro, prosegua raggiungendo importanti traguardi. Non guardo al 2011, io guardo oltre: a tal proposito, mi viene in mente la frase di Alessandro Guiccioli, marchese e conservatore liberale dell'800, il quale osservò: "E' legge che le rivoluzioni non si compiano dalla generazione che le incominciò". Chissà: magari saranno i nostri figli a usufruire di vantaggi che, al momento, sono difficilmente raggiungibili; magari i figli dei nostri figli. Io spero di raggiungere determinati obiettivi al più presto: staremo a vedere. Mi rendo conto della difficoltà del percorso da me scelto ma un domani potrò guardarmi allo specchio dicendo: "Io ci ho provato".

Con stima e affetto, Alessandro Perrucci.

E L'Avv. Tommaso CARONE NULLA HA DA DIRE IN MERITO ALLA QUESTIONE "SCRUTATORI"?

.....
Ricordate l'anno scorso la sua presa di posizione in ordine a questa problematica? Non la ricordate? Cliccate QUI.
L'Avv. Carone è capolista in "Oria è", lista collegata al candidato sindaco Pomarico e quindi nella stessa coalizione in cui militano i due Marinò, componenti della commissione elettorale che deve nominare gli scrutatori di seggio elettorale.

E IL PROF. F.sco FISTETTI COSA NE PENSA DELLA QUESTIONE NOMINA SCRUTATORI DI SEGGIO?

.....
Ricordate cosa ci ha scritto in proposito nel marzo 2010 il prof. Francesco (Mario) Fistetti, oggi capolista in SEL, lista in cui è candidato anche Giancarlo Marinò, uno dei componenti la commissione elettorale? Se non lo ricordate cliccate QUI

A PROPOSITO DI SCRUTATORI DI SEGGIO, COSA NE PENSA IL DR. ALESSANDRO PERRUCCI???

....
Ricordate cosa ci ha scritto in proposito nel marzo 2010 il dr. Alessandro Perrucci, oggi candidato in SEL insieme a Giancarlo Marinò, uno dei componenti la commissione elettorale? Se non lo ricordate cliccate QUI.

ORIA - NOMINA SCRUTATORI DI SEGGIO ELETTORALE. DOPO LA MIA RICHIESTA DI SORTEGGIO ANCHE IL CANDIDATO SINDACO CARBONE E LA SUA COALIZIONE SCRIVONO A...

......

Preg.mo Commissario Straordinario -In qualità di legale rapp.te del Comune di Oria e Presidente della Commissione Elettorale

Oggetto : modalità di nomina degli scrutatori per le prossime elezioni comunali.

I Sottoscritti responsabili cittadini dei partiti e movimenti politici della coalizione di centro-destra ed il candidato alla carica di Sindaco Pino Carbone,
premesso:
- che in data 20 aprile p.v. la Commissione elettorale comunale dalla S.V. presieduta procederà alla nomina degli scrutatori assegnandi alle varie sezioni elettorali;
- che la S.V., interpretando il comma 5 dell'art. 141 del D.Lgs. 267/2000 (il quale stabilisce che i consiglieri cessati dalla carica continuano ad esercitare, fino alla nomina dei successori, solo ed esclusivamente gli incarichi esterni loro eventualmente attribuiti) ha ritenuto di dover equiparare agli incarichi esterni le funzioni esercitate dai consiglieri (cessati) nella commissione elettorale;
- che paradossalmente due dei tre consiglieri membri della commissione suddetta (entrambi oggi candidati per una parte politica), dopo aver deciso, dimettendosi, di mandare a casa la precedente amministrazione, beneficiano di una reviviscenza della loro carica (proprio loro) ed insistono, pur su diverso avviso della S.V., di voler procedere a individuare gli scrutatori su indicazione nominativa, invece che a seguito di sorteggio, come ha auspicato la S.V. medesima;
- che tale modalità di individuazione, in assenza della figura del Sindaco eletto dai cittadini, risulta quantomeno inopportuna e squilibrata, nonché strumentale per le esigenze di propaganda politica della parte avversaria;
ciò premesso, CHIEDONO:
che la S.V. Ill.ma provveda con tutti gli strumenti in Suo potere affinché sia assicurata imparzialità e trasparenza nelle operazioni di individuazione degli scrutatori all'interno della commissione ricorrendo al metodo della nomina a sorteggio.
Distinti saluti.
Oria, 20 aprile 2011

Firmato
Pino Carbone (candidato Sindaco)
Angelo Mazza (A.L.I. - Io Amo L’Italia)
Ermanno Vitto (P.D.L.)
Davide Conte (La Destra)
Egidio Conte (F.L.I.)
Giovanni Taurisano (La Puglia Prima di Tutto)
Emanuele Giaccari (Fiamma Tricolore)
Glauco Caniglia (Impegno Sociale)
----------------
Lo scrivente Franco Arpa ha inviato apposito fax al protocollo del Comune già in data 3 febbraio u.s. - cliccare QUI.--

CAMPAGNA ELETTORALE E ....... SPIGOLATURE.

.....

Come potete ben immaginare in questo periodo i vari organi di stampa hanno un bel da fare con la campagna elettorale. Io e gli altri candidati sindaci oritani, in particolare, siamo continuamente sovraesposti e quindi intervistati in "tutte le salse". Può capitare (è umano) che in occasione di dirette radiofoniche e televisive qualcuno possa scivolare su qualche buccia di banana.... possa incorrere in qualche errore.... ed è proprio ciò che è capitato ad un candidato sindaco per Oria. Mi è stato riferito che intervistato da un'emittente TV a specifica domanda così ha risposto: "I quattro rioni di Oria sono: San Basilio, Castello, Ebreo e..... e.... e..... e..... e ....".
-----
E, sempre a proposito di campagna elettorale, ieri sono stato contattato telefonicamente dalla redazione centrale di una nota emittente televisiva per concordare un servizio di propaganda elettorale gratuito per i 4 candidati sindaci oritani, da realizzarsi in un luogo aperto, ubicato in una località distante da Oria alcune decine di chilometri, alle ore 14,00 di un certo giorno. Ogni candidato sindaco doveva presentarsi con 15 sostenitori muniti di striscioni, bandiere, etc.. Secondo voi potevo accettare?

martedì 19 aprile 2011

MANCANZA DI SPAZI DI AGIBILITA' POLITICA IN ORIA.

....
(Comunicazione a mezzo posta elettronica certificata)

AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL COMUNE DI ORIA
e, per conoscenza:
Alle Forze Politiche partecipanti alle elezioni comunali 2011

OGGETTO: SPAZI DI AGIBILITA' POLITICA E PALCHETTI CON AMPLIFICAZIONE SONORA A SPESE DEL COMUNE.


Nelle settimane scorse ho avuto modo di leggere un "disciplinare" per le elezioni amministrative del 15 e 16 maggio 2011, edito dalla società MAGGIOLI MODULGRAFICA. Fra le varie incombenze spettanti ai Comuni vi è quello secondo il quale dal giorno 31 marzo dovevano essere messi a disposizione, in misura uguale, secondo i regolamenti comunali, ai partiti e movimenti presenti nella competizione elettorale, i locali di proprietà PREDISPOSTI per conferenze e dibattiti (artt. 19 e 20 della L.515/93). A tutt'oggi nulla ci è dato di sapere in merito. E non mi si venga a dire che il Comune non è in condizione di offrire locali per la bisogna ..... basti pensare all'aula del Consiglio Comunale oppure a quel vasto salone presso il Centro Anziani (c/o ex piazza coperta).

Con lettera a firma del Segretario Generale del Comune i partiti e gruppi politici sono stati invitati ad una riunione che si terrà 26 c.m. presso la sede del Municipio per concordare l'individuazione delle piazze e degli altri luoghi destinati allo svolgimento delle manifestazioni di propaganda elettorale ed altro ancora.... nel rispetto della disciplina della propaganda elettorale.
Stamattina, ho avuto modo di apprendere in via ufficiosa da un dirigente comunale che il Comune non sarebbe in grado di offrire gratuitamente un palchetto per i comizi con relativi strumenti di amplificazione sonora.
Tutto questo a mio parere è grave perché impedisce il libero svolgimento della dialettica politica, così come viene garantito dalla nostra Costituzione. L'Amministrazione Comunale o chi la rappresenta ha il dovere di assicurare uno spazio pubblico per l'esercizio dei diritti politici, dove tutte le formazioni politiche, vecchie e nuove, possano, facendone richiesta, riunirsi per le loro iniziative rivolte al pubblico.
Inoltre, nella maggior parte dei Comuni italiani, in occasione di campagne elettorali, una buona regola di democrazia è quella di mettere a disposizione a spese del Comune non solo il palco, ma anche l'amplificazione, per consentire un confronto civile fondato su idee e programmi, alla pari, fra le varie forze politiche.

Oria, lì 19 aprile 2011

Fr. ARPA - candidato sindaco - lista collegata P.I.LU.

lunedì 18 aprile 2011

ORIA - PROGRAMMI ELETTORALI DEI 4 CANDIDATI SINDACI.

Per scaricare il programma cliccare rispettivamente su:
- FISTETTI - POMARICO - CARBONE - ARPA

ECCO COME DOVETE VOTARE IL 15 e 16 MAGGIO

....
Cliccare più volte sull'immagine per ingrandire:
Sul rigo a destra del simbolo dovete scrivere il nome di un candidato consigliere del P.I.L.U. da scegliere fra i seguenti:
- Galluzzo
- Di Levrano
- Massa
- Ariano Giuseppe
- Stramaglia
- Ferrara
- Calò
- Vitella
- Antermite
- Ariano Antonio
- Denuzzo
- Arpa
- Dell'Aquila
- De Gaetani

......

domenica 17 aprile 2011

ORIA - PASSIONE VIVENTE DI NSGC - FOTO E VIDEO.

.....
Cliccare sulle immagini per ingrandire:

ORIA, CLASS ACTION CONTRO LA TENDOPOLI

....
[Abbiamo deciso di promuovere una Class Action contro la Tendopoli. Speravamo che a farlo fossero le istituzioni, il Comune di Oria e Manduria, le Provincie di Brindisi e Taranto e la Regione Puglia. La nostra speranza e che, alla fine, le Istituzioni si possano unire a noi cittadini di Oria.” Ad annunciarlo è stato Angelo Lippolis nel corso della diretta odierna di Telenorba24 dalla piazza di Oria.
Alcuni cittadini di Oria hanno deciso di sollevare il conflitto di attribuzione contro lo Stato affidandosi all’Avvocato Giovanni Pesce, Amministrativista di chiara fama, già protagonista delle vittorie del Giudice Clementina Forleo contro il Consiglio Superiore della Magistratura e di Emma Bonino contro il PDL che, alle ultime Elezioni regionali nel Lazio, si vide non ammettere le proprie liste alla competizione elettorale.
“Il Governo e il Ministro Maroni in particolare non potevano agire d’imperio. Vi sono sentenze della Corte Costituzionale che lo confermano. Già in passato la Consulta ha indicato nel principio di congruità e di proporzionalità il criterio che deve ispirare il giudice nel verificare se le ordinanze extra ordinem, avuto riguardo delle dimensioni e dell’intensità’ dell’emergenza, determinano o meno un’alterazione dei principi del decentramento e dell’autonomia locale. Inoltre, la pressione dello Stato sul territorio viola le autonomie locali soprattutto alla luce del tanto propagandato federalismo municipale” ha riferito l’avvocato Pesce aggiungendo “Non siamo gli unici a pensarla così, il comune di Trapani si sta muovendo nella stessa direzione”.
La raccolta delle firme è già cominciata e la protesta civile degli Oritani continua, tutti i giorni, su tutti i fronti.
Il comitato spontaneo dei cittadini]

sabato 16 aprile 2011

PUBBLICATO IL MIO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO IN QUALITA' DI CANDIDATO SINDACO DEL P.I.L.U.

......
Cliccare sull'immagine per scaricare il documento in formato .pdf

ECCO LE LISTE ALLE ELEZIONI COMUNALI 2011 (secondo l'ordine nella scheda)

CANDIDATO SINDACO - PASQUALE FISTETTI DETTO FRANCO
SINISTRA UNITA PER ORIA:
Giancarlo Andriani
Cosimo Caracciolo
Anna Carone
Lorenza Conte
Cristian De Stradis
Ivan Esperti
Lorena Gallone
Fontana Italia Fistetti
Oronzo Leo
Alessandro Marsella
Oronzo Mastrogiovanni
Andrea Matarrelli
Annalisa Mazza
Francesco Patisso
Cosimo Tagliento
Angelo Crisci


CANDIDATO SINDACO - COSIMO POMARICO
NOI CENTRO FERRARESE:
Domenico Ariano
Giuseppina Biasi
Giuseppe Carbone
Francescantonio Ciccio Conte
Luciano De Nuzzo
Giuseppe Guida
Mauro Marinò
Antonio Metrangolo
Nicola Pagano
Pietro Pasulo
Luigi Perrucci
Giuseppe Re
Salvatore Sasso
Gianfranco Sorrento
Matilde Angela Spada
Pasquale Spina


PARTITO DEMOCRATICO:
Vincenzo Carbone
Renato Carone
Angelo D'Amuri
Domenico D'Ippolito
Antonio Grassi
Nicola Desimone
Lucio Guarini
Marina Micelli
Michele Marsella
Cosimo Patisso
Maurizio Perrucci
Emilio Pinto (Presidente Pro Loco)
Alessandro Renna
Fabio Tartaglione
Renato Vernile
Claudio Zanzarelli

UNIONE DI CENTRO:
Michele Galiano
Alberto Summa
Cosimo (detto Schillaci) Dimotoli
Francesco (detto Cargiomo) Biasi
Cosimo (detto Mino) Patisso
Roberto Penta
Antonietta Perrucci (detta Antonella)
Pasquale Calò
Giuseppe Italiano
Antonello D’Amico
Giulio Caforio
Damiano (detto Muscio) Pinto
Mauro Pipino
Antonio (detto Tony) Fullone
Barsanofio Chiedi
Cosimo Di Giovanni


NOI SUD LIBERTÀ AUTONOMIA:
Andrea (detto Dino) Di Pierro
Tommaso Monaco
Nicola (detto Nico) Zella
Giuseppe Attanasi
Giuseppe Eros Caracciolo
Oscar Conte
Leonardo Coletta
Francesco Galiano
Angelo Madaghiele
Francesco Mingolla
Benedetto Patisso
Piero Santorsola
Mario Serio
Daniela Spina
Roberto Zanzarelli


SINISTRA E LIBERTÀ:
Francesco (detto Mario) Fistetti
Cosimo Assanti
Mirella Andrioli
Giancarlo Marinò
Ermete Bembi
Giuseppe Desimone
Gerardo Carone
Leonardo Donatiello
Giuseppe Durante
Francesco Guicciardini
Donato Mariano
Antonio (detto Tony) Matarrelli
Emilio Mola (figlio di Aroldo)
Antonella Palazzo
Alessandro Perrucci
Vincenzo Granata

ORIA È:
Tommaso Carone
Giuseppe Malva
Roberto Gianfrate
Christian Farina
Angelo Galeone
Giovanni Pesce
Lucio Carrozzo
Paride Gabriele De Simone
Rita Patisso
Gregorio Carrozzo
Elisabetta Schiavone
Vito Albano
Vito Cesaria
Aldo Madaghiele
Cosimo Di Bella
Francesco Albertini

CANDIDATO SINDACO - GIUSEPPE CARBONE DETTO PINO

IO AMO L’ITALIA - AMO ORIA:
Cosimo Ferretti
Antonio Almiento
Cosimo Conte
Giancarlo De Simone
Emanuele Farina
Annibale Italiano
Donato Leccese
Piera Manigrasso
Angelo Mazza
Benedetta Miglietta
Cosimo Notarini
Piero Orsino
Cosimo Patisso (detto Ghimson)
Cosimo Perrucci
Angelo Scarciglia
Luciano Spina

IMPEGNO SOCIALE:
Giuseppina (detta Giusy) Sabba
Cosimo Scintilla
Antimo Alberto Calò
Rocco Cane
Glauco Caniglia
Pasqualina Carone
Luigi Francesco D’Angeli
Antimo Dell’Aquila
Dario De Nuzzo
Lorenzo De Simone
Antonio Farina
Antonio Madaghiele
Emilio Mola (fu Giovanni)
Alfonso Panzetta
Antonio Proto
Giampietro (detto Piero) Re

LA PUGLIA PRIMA DI TUTTO:
Giovanni Taurisano
Cosimo (detto Mino) Recchia
Sergio Carbone
Fabio Corvino
Giuseppe Delle Grottaglie
Cosimo Delli Santi
Michele Locorotondo
Maurizio Massa
Giovanni Massimo Melpignano
Simona Mignogna
Francesco Pozzessere
Giuseppe Proto
Marika Ribezzo
Antonio Salvini
Leonzio Spina (detto Lino)
Paola Andrisano

FUTURO E LIBERTA':
Egidio Conte
Carlo Balestra
Raffaele Begher
Damiano Calò
Alessandro Candida
Marco Del Bene
Luigi Dell’Aquila
Antonio De Tommaso
Giovanni Guerriero
Grazia Lacorte
Maria Grazia Mazza
Fabio Melle
Lisa Mingolla
Tommaso Nania
Domenico Sagace
Lucio Schifone


IO SUD - FIAMMA TRICOLORE:
Francesco (detto Franco) Schifone
Licio De Stefano
Cosimo Biasi
Valerio Dinunzio
Antonio Murani
Giovanni Proto
Genny Farina
Paolo Pietro Mola
Pietro Scaligeri
Pompea Spina
Pierluigi Veneziano
Bruno Maraschio

IL POPOLO DELLA LIBERTÀ:
Ermanno Vitto
Ercole Avvenire
Paolo Caforio
Antonio Conte
Giuseppe De Stradis
Elia Farina
Giovanni Guida
Giacomo Italiano
Michele Longo
Vincenzo Micelli
Antonio Monticelli
Cosimo Nigro
Cosimo Sabba
Adolfo Sartorio (di Mario)
Monia Tancredi
Salvatore Tornammè


LA DESTRA:
Marco Calò
Davide Conte
Cosimo De Simone
Giuseppe Elefante
Antonio Carbone
Pietro Di Bella
Giuseppe Carone
Nicola Carassi
Giovanni Caliandro
Vincenzo Andriani
Angelo Maurizio Sciabica
Luciano Filomena
Marcello Bontempo
Marco De Paola
Annacarla Calò
Barsanofio Ottaviano


CANDIDATO SINDACO - FRANCESCO ARPA DETTO FRANCO
P.I.L.U.:
Edmondo Galluzzo
Francesco Di Levrano
Annunziata (detta Tina) Massa
Giuseppe Ariano
Domenico Stramaglia
Cosimo Ferrara
Samuele Calò
Rosanna Vitella
Roberto Antermite
Antonio Ariano
Giuseppe Denuzzo
Vincenzo Arpa
Michele Dell'Aquila
Cosimo De Gaetani

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: PROBLEMI CON LA POSTA ELETTRONICA.

.....
DALLA GIORNATA DI IERI, A CAUSA DI PROBLEMI COL SERVER, NON RIESCO PIU' AD APRIRE LA MIA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA @ALICE.IT.
PREGASI PERTANTO INVIARE EVENTUALE VS. POSTA A francoarpa@yahoo.com.
Grazie.

venerdì 15 aprile 2011

Sospeso il servizio navetta con Oria e la tendopoli nordafricani.

..........
Provincia: sospeso il servizio navetta con Oria e il centro immigrati

Con effetto immediato dalla Provincia di Brindisi è stata disposta la sospensione del servizio di collegamento tra la Tendopoli degli immigrati ed il centro abitato di Oria. Il presidente Ferrarese – si dice in una nota della Provincia – ha preferito interrompere il servizio navetta per Oria per non creare ancora disagi per la città, visto che il servizio, così come richiesto al Ministero degli interni, non è stato predisposto verso altri comuni. Pertanto, proprio per non esporre ulteriormente la città a rischi legati all’ordine pubblico, si è deciso, ascoltando le sollecitazioni di molti cittadini, di sopprimere il servizio di bus navetta che, come è noto, era stato istituito facendo ricorso a risorse della Provincia. (Comunicato stampa presidente provincia Ferrarese).

giovedì 14 aprile 2011

AUGURI DI BUONA PASQUA AGLI ORITANI DA PARTE DELLA D/SSA IACULLI, COMMISSARIO STRAORDINARIO.

.....
Che culo ha avuto Ferretti ..... a subire il tradimento da parte di Gianfranco Sorrento. Come si suol dire: non tutti i mali vengono per nuocere.... e quindi può ritenersi fortunato a non essere sindaco in questo periodo, con l'emergenza profughi in atto e con questa patata bollente del bilancio comunale 2011. Pare che l'aumento del 20% della tassa rifiuti sia stato necessario per compensare le minori entrate. Un governo politico avrebbe operato diversamente? Boh?
(Il mio amico Ntunucciu Ntramalonga direbbe: "Emmènchia cumpà, cce cazzanculu ti Pasca sta passamu uannu!"" cliccare QUI)
Una cosa è certa: adesso più che mai noi cittadini dovremmo pretendere il rispetto da parte della Monteco di tutto ciò che prevede il capitolato d'appalto. La d/ssa IACULLI è a conoscenza che i sacchetti non vengono consegnati al domicilio come previsto? E' a conoscenza che le vie cittadine sono sporche? E' a conoscenza che in città vi sono erbacce dappertutto?

mercoledì 13 aprile 2011

DIREI CHE E' BENE COMINCIARE A SPIEGARE COME SI VOTA....

....perchè non tutti sanno della possibilità del voto disgiunto, ovvero poter votare un candidato sindaco non collegato alla lista del cuore.
Per saperne di più sulle corrette modalità di espressione del voto cliccare QUI.
....

ISTANTANEE IN CITTA' - Novità nei pressi della Basilica Cattedrale.

....
Perché quei paletti? Sono fissi? Mobili? Esiste un'ordinanza del commissario straordinario del Comune? Domande alle quali al momento non so rispondere.

PROBLEMA PROFUGHI ... ED ALTRO (LA PAROLA AL CITTADINO ROMUALDO DE SIMONE). VIDEO

martedì 12 aprile 2011

UN ODIERNO ARTICOLO DI STAMPA STA FACENDO SOLLEVARE UN PO' DI POLVERE!

Cliccare più volte sull'immagine per ingrandire.
Spett/le Redazione Nuovo Quotidiano di Puglia Brindisi

In ordine all'articolo apparso oggi sul Nuovo Quotidiano di Puglia, alla pag.21, dal titolo: [NASCE IL CASO "PILU" - "CI VOGLIONO FAR FUORI"], nel confermare quanto riportato dalla corrispondente D/ssa Francesca D'Abramo, rettifico un passaggio che può dare adito a interpretazioni diverse rispetto a quello che era il mio pensiero ed a quello che ho effettivamente riferito in occasione di un colloquio telefonico la cui comunicazione risultava precaria e disturbata. Il senso della mia dichiarazione deve essere il seguente:
"...... paradossalmente, in base alla normativa, uno dei candidati sindaco, Pomarico, ha potuto fruire della possibilità di poter autenticare le firme necessarie alla sua candidatura in quanto assessore provinciale. Io invece sono stato costretto a portare i sostenitori negli uffici comunali......"

Stamattina sono stato contattato telefonicamente da persona politicamente vicina al candidato sindaco POMARICO, il quale, facendosi portavoce di un certo risentimento per l'accaduto, dichiarava che lo stesso Pomarico aveva ritenuto di non avvalersi di detta possibilità prevista dalla legge e che per le autentiche stavano provvedendo attraverso altri soggetti autenticatori. Ricordo a me stesso che la legge prevede che le autentiche debbano avvenire a cura di un notaio, cancelliere e collaboratore delle corti d'appello e dei tribunali, segretario delle procure della Repubblica, presidente della provincia, sindaco, assessore comunale e provinciale, presidente del consiglio comunale e provinciale, presidente e vice presidente del consiglio circoscrizionale, segretario comunale e provinciale, funzionario incaricato dal sindaco e dal presidente della provincia. Sono altresì competenti ad eseguire le autenticazioni i consiglieri provinciali e i consiglieri comunali che comunichino la propria disponibilità rispettivamente al presidente della provincia e al sindaco.

Una cosa è certa ed inconfutabile: per disposizione del Segretario Generale del Comune di Oria le autentiche delle firme da parte di funzionari comunali per motivi elettorali dovevano avvenire presso l'Ufficio Elettorale del medesimo Ente e fino a questo momento in detto ufficio è stata depositata SOLO ED UNICAMENTE la documentazione relativa alla lista P.I.L.U. da me rappresentata e che in detto ufficio si sono recati solo i SOTTOSCRITTORI della medesima lista.

Resta da capire con quale modalità stanno raccogliendo le firme le altre liste (pare circa 15.... per un totale di circa 1600 firme di sottoscrittori).


Distinti saluti.
F/to F.sco ARPA - COORDINATORE MOVIMENTO POLITICO P.I.L.U., nonchè candidato sindaco ad Oria

SONDAGGIO "SINDACO PER ORIA"

.....
Tre pagine Facebook a mò di sondaggio visibili sul sito www.lalistatilupilu.it. Aderendo ad una di esse si esprime una preferenza o.. se volete... un VOTO DI SONDAGGIO. E' l'unico sistema più attendibile, forse, al momento esistente.
Se volete partecipare al sondaggio cercate su Facebook le pagine:

- "Mi piace il candidato sindaco del centrosx ad Oria"
- "Mi piace il candidato sindaco del centrodx ad Oria"
- "Mi piace il candidato sindaco del P.I.L.U. ad Oria"
- "Mi piace il candidato sindaco della Sinistra Unita per Oria"

lunedì 11 aprile 2011

MOSECA MAESTRO !!!!!!!

Image and video hosting by TinyPic

ORIA - ESITO VERTICE INTERPROVINCIALE BR-TA EMERGENZA IMMIGRATI.

ORIA - La riunione che si è tenuta stamani presso il Comune di Oria, tra il sottosegretario all’interno Mantovano, i presidenti delle province di Brindisi e Taranto, il commissario prefettizio di Oria ed il sindaco di Manduria, sulla questione della tendopoli messa in piedi dal Governo tra le due cittadine, ha segnato sostanzialmente due momenti precisi: interventi a breve termine e interventi a lungo termine. Per quanto riguarda i primi è previsto un ulteriore potenziamento dei migranti in entrata ed in uscita dalla tendopoli ed un sistema di bus navetta per i collegamenti tra le città; per quanto riguarda il secondo invece incentivi agli operatori turistici delle due città e la creazione di uno spot per favorire la pubblicizzazione dei due territori. Per quanto riguarda infine l’ipotesi di smantellamento chiesta da Ferrarese entro il 30 aprile, il sottosegretario Mantovano ha precisato che non si possono dare indicazioni precise a riguardo, visto il continuo flusso di migranti verso l’Italia ma che è evidente che ci sarà una maggiore distribuzione degli immigrati su tutto il territorio italiano e quindi un minor peso per il centro di Oria, che se pure non verrà smantellato sarà quantomeno ridimensionato nel numero dei presenti. (Fonte: Pugliatv.com)

Circa lo spot pubblicitario un appello in tal senso era stato lanciato nelle scorse ore da Paolo Pagliaro patron di Telerama (cliccare QUI per approfondire).

domenica 10 aprile 2011

MANIFESTI ELETTORALI E CURIOSITA'

....
Osservate questi due manifesti affissi per le vie della città a distanza di pochi giorni l'uno dall'altro. Su uno sono visibili 9 simboli, mentre sull'altro 8. Si ha l'impressione che appena il candidato raffigurato si è voltato di spalle gli hanno fregato il simbolo del Partito Socialista. Cosa sarà accaduto? Nelle settimane scorse era scomparso un altro simbolo, quello di Sviluppo e Lavoro.

sabato 9 aprile 2011

IL MINISTRO FITTO CONTESTATO AD ORIA. VIENE DEFINITO "PADANO". VIDEO

IL COMITATO CONTESTA IL MINISTRO FITTO: “LA PUGLIA SVENDUTA AI PADANI”
ORIA – Il Comitato di protesta per l’emergenza immigrati ad Oria questa sera ha contestato il ministro Raffaele Fitto presente per presentare la candidatura del candidato sindaco di centrodestra. Il Comitato spontaneo - composto principalmente da imprenditori, commercianti e pubblici esercenti – contesta il governo centrale per la gestione dell’emergenza e per ricadute negative della stessa in territorio oritano. Si vivono quotidianamente problemi di igiene e sicurezza pubbliche e questo non è più sopportabile. I cittadini rifiutano di veder svenduta la Puglia alla Lega Nord. È questo il motivo per cui il Comitato ha esposto lo striscione “Fitto, benvenuto a Tunisi” e i cartelli “Ministro padano”. Durante la presentazione, in sala, si è presentata la contestazione che avveniva all’esterno come qualcosa di politicamente strumentale. Il Comitato nega con forza questa tesi, di cui evidentemente gli esponenti del centrodestra locale – propaggini del governo centrale – si servono per negare l’evidenza e nascondere l’emergenza. Il Comitato assicura che la civile manifestazione di questa sera di fronte al cine-teatro Gassman non è stata mossa da alcuna “mano” politica e/o in qualche modo politicizzata. Il Comitato esprime indignazione per la situazione in cui versa Oria nei confronti di tutte le amministrazioni politiche, di qualsiasi colore esse siano, per non aver compiuto tutto quanto nei rispettivi poteri e competenze e per non aver evitato i disagi odierni. La critica investe il territorio comunale, provinciale, regionale e statale. Le istituzioni non sono obiettivamente vicine e solidali nei confronti di una comunità che pur nel suo piccolo ogni giorno sempre più si mostra grande e solidale - pur tra mille difficoltà - dinanzi a problematiche altrettanto imponenti, del tutto nuove e piovute dal cielo come quelle che quotidianamente si trova, suo malgrado, a dover fronteggiare in piena solitudine ed abbandono. Il Comitato, pertanto, smentisce ogni inquadramento politico e da questo momento in poi diffida da ogni tentativo di delegittimazione e strumentalizzazione al contrario delle attività poste in essere. La protesta proseguirà in forme e tempi che saranno di volta in volta stabiliti fintantoché l’emergenza non potrà dirsi per davvero superata.

COMUNICATO STAMPA COMITATO DI PROTESTA ORIA EMERGENZA PROFUGHI
.....

CASTELLO DI ORIA - INAUGURAZIONE SETTIMANA DELLA CULTURA. FOTO E VIDEO.

.....
Più tardi sarà online anche un mio video amatoriale.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...