sabato 3 dicembre 2011

ORIA - SELEZIONE PER STAFF SINDACO. "VERA E PROPRIA PRESA IN GIRO" PER TANTI GIOVANI, SECONDO IL CONS. PINO CARBONE

.....
Al Sindaco del Comune di Oria
Sig. Cosimo Pomarico

e, p.c.
Al Sig. Prefetto di Brindisi

OGGETTO: Interrogazione in merito alla assunzione di una unita lavorativa con contratto part time di categoria C nell'ambito dell'Ufficio di Staff del Sindaco.
Il sottoscritto Giuseppe Carbone, Consigliere Comunale di Oria,
Premesso:
Che la S.V., con Decreto Sindacale n. 44 del 30/11/2011, ha disposto la nomina del Sig. Luciano De Nuzzo quale persona da assumere a tempo determinato nell'ambito dell'Ufficio di Staff con la qualifica di istruttore amministrativo, categoria C, a seguito di apposita selezione indetta con l'avviso pubblico di cui alla deliberazione n. 67 del 11/11/2011;
che nella motivazione del suddetto Decreto Sindacale non si rinviene nessun cenno al numero dei partecipanti al predetto avviso pubblico né ad alcuna attività di valutazione e comparazione dei curricula pervenuti al Comune di Oria;
Che, già molto tempo prima che venisse indetto l'avviso pubblico di cui sopra, la Gazzetta del Mezzogiorno - con un articolo a firma di Eliseo Zanzarelli pubblicato in data 11/10/2011 - ed il TG di TELERAMA riferivano della volontà espressa dalla S.V. di assumere il sig. Luciano De Nuzzo in qualità di Capo Ufficio di Gabinetto del Sindaco affinchè lo stesso potesse continuare a curare le deleghe che gli erano state attribuite quando svolgeva l'incarico di Assessore; incarico che poi aveva dovuto lasciare a seguito della ordinanza del TAR Lecce n. 00676/2011 del 30/09/2011 che annullava la Giunta Comunale e imponeva di assicurare in seno ad essa la presenza di almeno una figura femminile;
Che, in effetti, a far data dall'annullamento della Giunta a seguito della ordinanza del TAR, non risulta allo scrivente che siano mai stati attribuiti ad altri Assessori le deleghe che prima erano state di pertinenza al sig. De Nuzzo in qualità di Assessore;
Considerato:
• Che il Decreto Sindacale n. 44 del 30/11/2011 è sicuramente illegittimo per difetto di motivazione nonché per violazione del principio di buon andamento ed imparzialità della pubblica amministrazione di cui all'art. 97 della Costituzione, atteso che nello stesso non si fa alcun cenno alla effettiva comparazione e valutazione dei curricula pervenuti né vi è alcun riferimento a quali siano stati gli elementi di professionalità e di esperienza che hanno determinato la scelta, ad eccezione di un mero richiamo al carattere fiduciario dell'incarico;
• Che il suddetto Decreto Sindacale è illegittimo per eccesso di potere e sviamento dall'interesse pubblico nonché per violazione di legge, in quanto frutto di una selezione "pro forma" (per non dire di una vera e propria "presa in giro" ai tanti giovani e meno giovani che hanno avanzato domanda) che appare preordinata (in base a quanto sì può evincere dall'articolo di stampa sopra citato) solamente a compensare il sig. Luciano De Nuzzo della perdita dell'incarico di Assessore, in frode all'art. 47 del D.Lgs n. 267/2000, che stabilisce il numero massimo di assessori per i Comuni di dimensioni analoghe al nostro in cinque, ed al disposto della ordinanza del TAR Lecce n. 00676/2011;
* Che prima di procedere al Decreto di nomina non risultano essere stati valutati gli effetti sulla spesa del personale e sulle conseguenti possibilità di procedere ad assunzioni, tenuto anche conto che l'art. 9, comma 28, del D.L. n. 78/2010, così come modificato dalla Legge di Stabilità, ha esteso anche agli Enti Locali la possibilità di avvalersi di personale a tempo determinato o con convenzioni ovvero con contratti di collaborazione coordinata e continuativa entro il limite del 50% della spesa sostenuta per le medesime finalità nell'anno 2009 e tenuto conto, altresì, dell'alt. 14, comma 9, del D.L. n. 78/2010 che limita le assunzioni nel 20% della spesa del personale cessato l'anno prima;
• Che, alla luce della normativa sui limiti di spesa innanzi citata, l'assunzione del sig. De Nuzzo, oltre che illegittima, potrebbe pregiudicare il processo di "stabilizzazione" del personale attualmente in servizio con contratto a tempo determinato e la possibilità di assumere anche un solo Vigile per tutto il 2012;
CHIEDE:
1. Di sapere quali sono stati gli elementi di professionalità ed esperienza ricavabili dal curriculum che hanno indotto la S.V. a scegliere il Sig. De Nuzzo quale candidato da assumere nell'Ufficio di Staff a discapito di tanti giovani diplomati e laureati che hanno presentato domanda;
2. Di sapere se ha proceduto realmente ad un confronto dei currìcula pervenuti e per quale motivo non ha proceduto ad effettuare i colloqui con i candidati, pur previsti dall'avviso pubblico;
3. Di sapere se ha proceduto prima di adottare il Decreto di nomina alla verifica della spesa del personale ed a sincerarsi del rispetto dei limiti imposti dagli art. 7 e 14 del D.L. n. 78/2010;
4. Di sapere se prima di procedere alla adozione del Decreto di nomina è stato acquisito il parere dei Revisori dei Conti sulla modifica del programma triennale del fabbisogno del personale 2011/2013 di cui alla deliberazione di Giunta Comunale n. 64 del 10/11/2011;
5. Di sapere se ha verificato che l'assunzione del Sig. De Nuzzo non possa pregiudicare il processo di stabilizzazione del personale attualmente in servizio a tempo determinato e l'eventuale proroga di tali contratti a termine;
6. Di sapere se è consapevole che l'assunzione del Sig. De Nuzzo pregiudichi la possibilità di assumere per tutto il 2012 anche un solo Vigile Urbano e/o altro personale.
Si chiede risposta scritta ai sensi del TUEL e dello Statuto comunale vigente.
Distinti saluti.
Oria, 03/12/2011

In fede
Giuseppe Carbone

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...