domenica 6 novembre 2011

ORIA - COSE DEL PASSATO. VI SPIEGO COS'E' QUESTO OGGETTO.

....


Volendo usare un termine attuale dovremmo dire che è un box per bambini .... bambini in fasce. Una volta si usava che i bambini nei primi mesi di vita venivano avvolti e tenuti stretti da fasce. In dialetto oritano: piccinnu nfassatu (vedasi foto a destra, tratta dal web).

Il bimbo in fasce veniva messo in piedi in questo oggetto che in dialetto si chiamava scannedda e la mamma si dedicava alle faccende domestiche .... o lavori artigianali, agricoli, etc..

Quella che vedete nella foto (gentilmente offerta dalla prof/ssa Maria Spina) era munita di ruote, di cordicella e maniglia di traino.

La cultura popolare come ben sappiamo è ricca di nenie, ninna nanne, canzoncine per bambini e qualcosa è arrivata ai nostri tempi circa la scannedda:

Iessi soli
Ca mammita ti voli
Ti voli alla Scannedda
Cu ti faci munachedda
Munachedda ti santa Chiara
Iessi ‘ntra lu uertu mia
Munachedda ti santu Roccu
Iessi iessi ca no ti toccu

Iessi soli
ca mammita ti voli
tè ccattatu lu scannitieddu
cu ti ssietti beddu beddu

Nedda Nedda Nedda
si nni vula ti la scannedda
e la mamma la sicutava
prestu prestu l'arriava!

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...